La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STORIA e GEOGRAFIA Costruzione di percorsi incentrati sulla problematiche moderne e contemporanee che siano inserite in un contesto sociale e in spazio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STORIA e GEOGRAFIA Costruzione di percorsi incentrati sulla problematiche moderne e contemporanee che siano inserite in un contesto sociale e in spazio."— Transcript della presentazione:

1

2 STORIA e GEOGRAFIA Costruzione di percorsi incentrati sulla problematiche moderne e contemporanee che siano inserite in un contesto sociale e in spazio differenziato. “sviluppo delle competenze relative ad una cittadinanza attiva” - comprensione del significato e dell’importanza delle regole; - necessità di rispettarle; - sviluppare una coscienza di appartenenza ad una comunità organizzata che garantisce i diritti delle persone; - la Costituzione e i principali aspetti dell’ordinamento dello Stato diritti della persona in contesto internazionale - conoscere, tutelare e valorizzare il patrimonio naturale e culturale - analizzare e proporre soluzioni nuove e idonee nel contesto vicino PERSONA/CITTADINO FUTURO

3 La Storia viene letta come luogo per eccellenza della complessità, che «richiede la formulazione di un percorso ben articolato, con una progressione di attività e di conoscenze adatta alle diverse fasi dell'apprendimento» concetti base conoscenza sistematica e in dimensione temporale della storia generale - Collaborazione con le altre discipline - uso linguaggio della geo-graficità - sviluppo intelligenza visivo – spaziale - uso di grafici, modelli, mappe - descrivere e interpretare sistemi territoriali e fenomeni storico - sociali aspetti di storia personale e locale fatti e racconti (lontani nello spazio e nel tempo)

4 Geografia educazione alla sostenibilità Lo studio della geografia offre un’ottima opportunità formativa: Abituare i ragazzi ad osservare la realtà da diversi punti di vista. “Formare cittadini del mondo consapevoli, autonomi, responsabili e critici che sappiano convivere con il loro ambiente e sappiano modificarlo in modo creativo e sostenibile, guardando al futuro.” FINALITA’

5 Qual è il legame tra storia, geografia e scienze sociali? - Il rispetto del patrimonio culturale ereditato, la varietà di “tracce” leggibili sul territorio - La conoscenza, la progettazione e l’impiego consapevole di azioni di salvaguardia e di recupero del patrimonio naturale:  Riciclaggio e smaltimento dei rifiuti  Lotta all´inquinamento  Conoscenza di energie rinnovabili,  Tutela della biodiversità Educazione all´ambiente e allo sviluppo, compatibile e sostenibile in equilibrio con gli ecosistemi.

6 Processo di insegnamento/apprendimento - coinvolgente - spinge a interrogarsi - tiene conto dell’esperienza personale come punto di partenza e di arrivo Strumento diversificato tra TRADIZIONE e INNOVAZIONE Lezione frontale si combina a momenti laboratoriali (percorsi ambiente/LIM) Persona/Cittadino Conoscere e capire i prodotti del lavoro scientifico/professionale e la conoscenza della storia e della geografia permettono di ragionare su molte questioni della vita sociale COME FINALITA’

7 Concetti chiave per riflessione passato/presente - la lettura del passato va costantemente riferita al presente per fornire fondamento storico, ma anche per dare una lettura significativa a conoscenze che non partono direttamente dall’esperienza. alternanza di scale temporali e spaziali - come supporto a una società in via di diventare multietnica e prodotto di culture diverse; Molteplicità di punti di vista e di fonti- perché diversa è la natura dei soggetti che “fanno” la storia e la geografia e un’operazione scientifica di ricostruzione presuppone l’incrocio delle fonti; operatività e momenti laboratoriali - metodologia coinvolgente e motivante/attiva; capacità critiche e strumenti di lettura - curricolo ben strutturato, che eviti letture distorte e/o strumentali di molte questioni del presente.

8 Traguardi di sviluppo delle competenze

9 storia l’alunno conosceusaorganizzaproduceraccontariconoscecomprende

10 Al termine della scuola primaria l’alunno: - conosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita - conosce gli aspetti fondamentali della preistoria e della storia antica - usa la linea del tempo, per collocare un fatto o un periodo storico - conosce le società studiate, come quella greca e romana, e individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali - organizza la conoscenza, tematizzando e usando semplici categorie (alimentazione, difesa, cultura) - produce semplici testi storici, comprende i testi storici, sa usare carte geo-storiche e inizia a usare gli strumenti informatici con la guida dell’insegnante - sa raccontare fatti studiati - riconosce le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l’importanza del patrimonio artistico e culturale

11 geografia L’alunno si orientautilizzaconosceindividuadescrive interpreta ricava

12 Al termine della scuola primaria l’alunno: - si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e carte geografiche - si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costruito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o interdipendenza - individua, conosce e descrive gli elementi caratterizzanti dei paesaggi con particolare attenzione a quelli italiani - è in grado di conoscere e localizzare i principali “oggetti” geografici fisici e antropici dell’Italia - utilizza il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e per realizzare semplici schizzi geografici e carte tematiche - ricava informazioni geografiche di una pluralità di fonti (cartografiche, satellitari, fotografiche, artistico letterarie).

13 TECNOLOGIA e INFORMATICA il passaggio ad una condizione didattica di pluralità dei media, rende plurale la stessa didattica (uso di plurumi mediatori) è umana, e non esclusivamente tecnologica è di connessione, e non di esclusione è tale da coinvolgere soggetti, oggetti, contesti

14 LIM e nuove tecnologie La lezione frontale ha certamente una sua validità se è dialogata con la classe e non riduce gli alunni a passivi ascoltatori sui quali riversare informazioni, bensì ne stimola l’interesse, aiutandoli a porsi domande e a fornire un feed-back al docente, in modo da innescare un circolo virtuoso e non solo trasmissione, ma condivisione. La multimedialità e la conseguente multisensorialità che vengono veicolate dalla LIM sono il centro anche di questo nuovo tipo di “lezione frontale”, interdisciplinare e stimolante.

15 La LIM è utile non soltanto per veicolare contenuti in maniera più o meno originale, ma anche per insegnare ai ragazzi il metodo di lavoro: - svolgere l’analisi del testo, - riassumere, realizzare mappe concettuali, - esplorare il web imparando a distinguere fonti più o meno attendibili, - operare una selezione ragionata delle informazioni, - prendere appunti, - integrare linguaggi e codici diversi - gestire un ambiente di apprendimento corale, - manipolare il testo attraverso la costruzione e la de-costruzione del testo per analizzarlo dal punto di vista morfologico e sintattico

16 Apprendimento in un contesto virtuale: - Spazio condiviso, circolazione illimitata del sapere - Immediatezza di riscontri - Importanza della grafica e del ragionamento per link - Intensità della condivisione - Costante feedback FINALITA’ Apprendimenti motivati, motivanti e creativi Autocontrollo (questionari, feedback, adesione alle norme) Dalle conoscenze disciplinari alle COMPETENZE di sapere Apprendimento partecipato

17 Traguardi di sviluppo delle competenze

18 Tecnologia e informatica L’alunno esplorainterpretaindividuausarealizzacooperaesaminarivelainquadraosservasviluppapotenzia

19 Al termine della scuola primaria l’alunno: - esplora e interpreta il mondo fatto dall’uomo, individua le funzioni di un artefatto e di una semplice macchina, usa oggetti e strumenti coerentemente con le loro funzioni e ha acquisito i fondamentali principi di sicurezza; - realizza oggetti seguendo una definita metodologia progettuale, cooperando con i compagni e valutando il tipo di materiali in funzione di impiego; - esamina oggetti e processi in relazione all’impatto con l’ambiente e rileva segni e simboli comunicativi analizzando i prodotti commerciali; - rileva le trasformazioni di utensili e processi produttivi e li inquadra nelle tappe più significative della storia dell’umanità, osservando gli oggetti del passato; - è in grado di usare le nuove tecnologie e i linguaggi multimediali per sviluppare il proprio lavoro in più discipline, per presentare i risultati e anche potenziare le proprie capacità comunicative; - utilizza strumenti informatici e di comunicazione in situazioni significative di gioco e di relazioni con gli altri.


Scaricare ppt "STORIA e GEOGRAFIA Costruzione di percorsi incentrati sulla problematiche moderne e contemporanee che siano inserite in un contesto sociale e in spazio."

Presentazioni simili


Annunci Google