La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La scuola... cassetta degli attrezzi per l'editoria nella scuola 1

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La scuola... cassetta degli attrezzi per l'editoria nella scuola 1"— Transcript della presentazione:

1 la scuola... la cassetta degli attrezzi per l'editoria nella scuola

2 programma degli incontri Come si legge il web L'esplorazione del testo Come si scrive il web struttura: leggibilità, contenuti, titoli, URL stile: dall’Abstract allo Zen Di che cosa è fatto il web strumenti, canali, tecnologia Cosa c’è sotto il web progettualità, usabilità, ottimizzazione e una spolverata di codice Cosa c’è sotto il web per le P.A. cenni di legislazione Pratica di copywriter workshop per i redattori del sito

3 1. come si legge in web

4 come si legge il web dove leggiamo il web la lettura sullo schermo del computer è il 25% più lenta che su carta

5 come si legge il web dove leggiamo il web risoluzioni di schermo diverse lettura panoramica o lettura libro?

6 come si legge il web Eyetrack (studio sui movimenti oculari dei primi anni 90 del Poynter Institute) l'occhio legge anche il contesto lo sguardo procede a salti l'interesse si concentra su determinate aree

7 ma - alla fine – leggiamo davvero in web? scanning la lettura in rete è esplorazione si scorre il testo rapidamente con lo sguardo si procede in maniera discontinua

8 leggiamo in modo diverso l'attenzione si concentra nella porzione superiore sinistra della pagina

9 Eyetrack studio video Dove cadono i miei occhi quando apro Facebook? leggiamo in modo diverso

10 perché mettiamo a fuoco modo diverso Fonte immagine: Piero Zilio

11 leggere in modo veloce L'attenzione diminuisce sui primi elementi del testo e procede verso il basso Corpo grande= scanning Corpo piccolo= lettura lineare

12 leggere in modo critico prima si guarda poi si legge l'occhio vuole testi leggeri, nitidi, ben impaginati, organizzati per segnali e per strati forme testuali alternative (F.A.Q.-liste-didascalie-timeline-infografica) paratesto (titoli-sottotitoli-abstract-note-indice-box informativi - teaser...)

13 testo versus design

14 Timeline

15

16 Come si legge il web

17 TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO Fonte : sito dell’ Università di Pisa

18 TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO, TESTO

19 il protagonista nuovo: il bianco

20 lo spazio esalta i contenuti offre cesure e cambi di significato della punteggiatura non costa e migliora la leggibilità

21 il protagonista nuovo: il bianco meno segni più varietà più discontinuità visiva meno infomazione = più attenzione

22 2. come si scrive in web (

23 comunicare chiaramente contenuti confusi Perché le amministrazioni pubbliche non sanno comunicare, in forma scritta, neanche le buone notizie? Perché nessuno ha mai insegnato ai pubblici dipendenti a scrivere in maniera efficace e anche perché nessuno gli dà il tempo per scrivere bene. (Michele A. Cortelazzo, [Manuale di stile], «Guida agli Enti Locali», 11 dicembre 1999)

24 comunicare chiaramente contenuti confusi chi è il nostro pubblico? perché dovrebbe leggere quello che scriviamo? di che cosa parliamo? sappiamo metterci dalla parte degli stakeholder?

25 comunicare chiaramente contenuti confusi Parlare oscuramente lo sa fare ognuno, ma chiaro, pochissimi Galileo Galilei

26 facciamolo breve perché breve è meglio perché la risoluzione è bassa perché lo schermo è piccolo perché le soglie di attenzione sono diminuite perché il tempo è poco perché un lettore annoiato è un lettore perso

27 facciamolo a pezzi Jackob Nielsen raccomanda «non scrivere più del 50% di quello che avresti usato nel cartaceo» il contenuto ideale non è più lungo di una schermata: il lettore difficilmente scrolla e legge più volentieri se il paragrafo non finisce nel lato oscuro della pagina

28 facciamolo a pezzi suddividi il tuo testo in paragrafi tieni d’occhio il grado di leggibilità (frasi corte, frasi più potenti) scrivi titoli e sottotitoli esplicativi, concreti e predittivi di ciò che gli utenti troveranno nel tuo articolo pagine dedicate, white page, link, case study, executive summary, allegati, faranno il resto

29 facciamolo giornalistico

30 facciamolo a strati

31  Scrivi subito la cosa più importante Titolo  Aggiungi i particolari sottotitolo  Concentra abstract  Interessa con foto, video, podcast, animazioni, audio…  Approfondisci link

32 facciamolo bene controlliamo le fonti scriviamo buoni titoli evitiamo gli aggettivi e l’autorefenzialità usiamo con parsimonia gli avverbi abbassiamo le maiuscole usiamo grassetto per le parole chiave impaginiamo con gusto rivediamo e correggiamo aggiorniamo con frequenza

33 facciamolo bene scrivere per i motori di ricerca (Search Engine Optimization) tag title tag description Fonte immagine: Piero Zilio

34 e basta burocratese Supportare i processi di valutazione e farsi carico del monitoraggio della loro corretta applicazione in base ai criteri definiti dal C.d.D. Aiutare nella valutazione e controllare che questa sia in linea con i criteri stabiliti dal Collegio dei Docenti. Guarda l‘intervista a Luisa Carrada

35 che stili di scrittura adottare? giornalistico PR on line documentativ o informativo

36 che stili di scrittura adottare? giornalistico PR on line? documentativo Informativo?

37 nel prossimo incontro parleremo di stile e strumenti Dubbi? Francesca Bomben


Scaricare ppt "La scuola... cassetta degli attrezzi per l'editoria nella scuola 1"

Presentazioni simili


Annunci Google