La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Origine dell'Universo: Teoria del big-bang o grande scoppio (1948) L'Universo è in continua espansione. Ipotesi sul futuro: a) l'espansione continuerà.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Origine dell'Universo: Teoria del big-bang o grande scoppio (1948) L'Universo è in continua espansione. Ipotesi sul futuro: a) l'espansione continuerà."— Transcript della presentazione:

1 Origine dell'Universo: Teoria del big-bang o grande scoppio (1948) L'Universo è in continua espansione. Ipotesi sul futuro: a) l'espansione continuerà all'infinito; b) terminata l'energia iniziale, l'Universo si contrarrà e poi darà origine ad un nuovo big-bang

2 IL SISTEMA SOLARE: insieme di corpi celesti che comprende il Sole (una stella), pianeti e loro satelliti, asteroidi, comete, meteore. Sole=centro del Sistema Solare; attorno ad esso ruotano i pianeti. PIANETA=errante, vagante (dal greco planetes) I pianeti sono corpi celesti di forma sferica che non brillano di luce propria, ma riflettono la luce del Sole che li illumina.

3 Moti dei pianeti: a) RIVOLUZIONE intorno al Sole: da ovest verso est b) ROTAZIONE intorno al proprio asse: da ovest a est, ad eccezione di Venere e Urano che ruotano sul proprio asse da est a ovest.

4 SATELLITE= guardia del corpo (dal latino satellite). E' un corpo celeste sferico più piccolo del pianeta attorno a cui ruota; anch'esso non brilla di luce propria.

5 SOLE: stella (brilla di luce propria e irradia calore) Temperatura superficiale: 6 000°C Temperatura interna: °C E' composto da idrogeno (75%), elio (20%) e tracce di ossigeno, carbonio e azoto. E' fondamentale per la vita sulla Terra.

6 STRUTTURA DEL SOLE: NUCLEO: zona centrale in cui avviene la fusione nucleare. - ZONA RADIATIVA: trasmette per irraggiamento l'energia prodotta nel nucleo. - ZONA CONVETTIVA: trasferimento di energia per convezione, cioè per mezzo dello spostamento della materia. - FOTOSFERA: superficie visibile ad occhio nudo sulla quale si osservano le granulazioni e le macchie solari - ATMOSFERA SOLARE: gas molto rarefatti; si distinguono la CROMOSFERA (con le protuberanze) e la CORONA SOLARE. Il Sole emette un flusso continuo di particelle cariche detto VENTO SOLARE.

7 PIANETI: interni: si trovano tra il Sole e la fascia degli asteroidi e sono:Mercurio, Venere, Terra e Marte. Sono detti terrestri e rocciosi e mostrano tracce di vulcanesimo. esterni: si trovano oltre la fascia degli asteroidi e sono: Giove, Saturno, Urano, Nettuno. Sono detti pianeti gioviani perché assomigliano a Giove e pianeti gassosi perché sono formati da materia allo stato gassoso e anche liquido.

8 MERCURIO: È il più vicino al Sole; crateri dovuti all'impatto con meteoriti. Vi è una grande differenza di temperatura tra la parte illuminata e quella in ombra. Atmosfera rarefatta perché la piccola massa non riesce a trattenere i gas.

9 VENERE: E' un pianeta circondato da una spessa atmosfera composta da anidride carbonica e acido solforico. La temperatura raggiunge i 456°C per l'effetto serra. La sua densa atmosfera riflette la luce del Sole e perciò noi vediamo questo pianeta molto luminoso.

10 MARTE: E' detto pianeta rosso per il colore della superficie rossa a causa delle rocce ricche di ferro. Presenta due calotte polari di ghiaccio e anidride carbonica solida. Ci sono crateri, deserti, sabbia sollevata dai forti venti. La sua atmosfera è rarefatta e composta da anidride carbonica. Possiede due piccoli satelliti PHOBOS e DEIMOS.

11 GIOVE: E' il più grande pianeta del sistema solare. Ha un nucleo molto caldo formato da ferro e silicio; la sua atmosfera è costituita da idrogeno, elio, ammoniaca e metano ed è continuamente interessata da perturbazioni: la Grande Macchia Rossa è un ciclone inesauribile. E' circondato da un sistema di anelli e vi ruotano attorno almeno 16 satelliti; i maggiori sono IO, EUROPA, GANIMEDE e CALLISTO che furono scoperti da Galileo per cui sono detti “satelliti medicei”.

12 SATURNO: E' noto come il pianeta degli anelli che sono formati da frammenti di rocce, ghiaccio e pulviscolo. E' il secondo pianeta per dimensioni ed è quello con la densità più bassa. E' costituito da un nucleo solido circondato da idrogeno, elio, ammoniaca e metano. E' il pianeta col maggior numero di satelliti, il più grande dei quali è TITANO.

13 URANO: Ha un asse di rotazione molto inclinato e volge verso il Sole la zona polare. E' circondato da un sistema di anelli e possiede 15 satelliti, il maggiore dei quali è TITANIA.

14 NETTUNO: Ha un'atmosfera firmata da metano per cui appare di colore azzurro. E' circondato da anelli non completi e possiede 8 satelliti, il più grande dei quali è TRITONE. La grande macchia blu che si può vedere è un ciclone.

15 ASTEROIDI: Corpi rocciosi che ruotano attorno al Sole tra Marte e Giove.

16 COMETE: Sono corpi celesti che ruotano attorno al Sole, descrivendo orbite ellittiche molto allungate; il tempo impiegato si chiama periodo. Sono formate da: - un nucleo con gas congelati e polveri - una chioma che si forma per la vaporizzazione del materiale congelato quando la cometa si avvicina al Sole - una coda che si forma quando la vaporizzazione è più intensa La coda di una cometa è sempre opposta al Sole per effetto del vento solare. Ad ogni passaggio, la cometa perde un po' della sua massa e poi si disgrega in milioni di meteoriti.

17 METEORITI: Sono corpi celesti più piccoli degli asteroidi, ma molto più numerosi. Quando urtano l'atmosfera terrestre si disintegrano ed appaiono come una stella cadente. A volte raggiungono la superficie della Terra.


Scaricare ppt "Origine dell'Universo: Teoria del big-bang o grande scoppio (1948) L'Universo è in continua espansione. Ipotesi sul futuro: a) l'espansione continuerà."

Presentazioni simili


Annunci Google