La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I-1 Il Progetto di razionalizzazione della spesa pubblica L’art. 26 della Legge n.488/99 (Legge Finanziaria 2000) e le successive integrazioni introdotte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I-1 Il Progetto di razionalizzazione della spesa pubblica L’art. 26 della Legge n.488/99 (Legge Finanziaria 2000) e le successive integrazioni introdotte."— Transcript della presentazione:

1 I-1 Il Progetto di razionalizzazione della spesa pubblica L’art. 26 della Legge n.488/99 (Legge Finanziaria 2000) e le successive integrazioni introdotte dalla Legge 388/2000 (artt. 58 e segg. Legge Finanziaria 2001) e dalla Legge 448/2001 (artt. 24 e 32 Legge Finanziaria 2002) attribuiscono al Ministero del Tesoro, e alla Consip S.p.A., la facoltà di stipulare convenzioni con fornitori di beni e servizi al fine di razionalizzare la spesa di tutte le Pubbliche Amministrazioni per l’acquisizione di beni e servizi, utilizzando anche tecnologie innovative quali il commercio elettronico.

2 Ambito ed obbiettivi L’ambito del progetto, che CONSIP sta implementando, è relativo alla razionalizzazione della spesa della Pubblica Amministrazione. L’obiettivo a medio termine è costituito dalla possibilità di operare gli acquisti utilizzando procedure telematiche di acquisto quali le gare telematiche (aste on line) ed il market place per gli acquisti sotto soglia o in economia.

3 Modello contrattuale Superamento del modello di acquisto tipico del vecchio sistema adottato dal Provveditorato Generale dello Stato; Realizzazione di Convenzioni aventi le caratteristiche di un contratto quadro ovvero per adesione;

4 Le Convenzioni Contengono tutte le clausole contrattuali necessarie a regolare completamente sia i rapporti tra la Consip ed il Fornitore, sia quelli tra il Fornitore e le Amministrazioni; Presentano sempre la clausola di non esclusività del rapporto di fornitura o servizio, nonché non impegnano in alcun modo le Amministrazioni o la Consip;

5 I Contratti delle Amministrazioni Le Amministrazioni si limitano a stipulare i loro singoli contratti mediante l’invio del solo Ordinativo di fornitura; I contratti così conclusi sono disciplinati per intero dalle clausole contenute nella Convenzione.

6 …pertanto… Non si tratta di una vera e propria centralizzazione degli acquisti; Le Amministrazioni conservano la propria totale autonomia nella determinazione della politica degli acquisti di beni e servizi; Le Amministrazioni possono usufruire velocemente e tempestivamente dei beni e dei servizi di cui effettivamente abbisognano;

7 I vantaggi del sistema delle Convenzioni Trasparenza delle procedure di scelta del contraente; “Emersione” a livello comunitario di una notevole quantità di acquisizioni; Potenziale riduzione dei rischi in termini di comportamenti criminosi;

8 … e ancora … Semplificazione della funzione di controllo; Maggiori garanzie in termini di rispetto delle regole della concorrenza; Apertura del mercato con conseguente riduzione dei fenomeni di monopolio o oligopolio di fatto; Attività investigativa agevolata dalla disponibilità centralizzata di dati ed informazioni, sia pure di sintesi.

9 6 E-PROCUREMENT PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Diversi fornitori e acquirenti accedono ad un sito Web ospite che fornisce servizi di: –Gestione di cataloghi elettronici –Piattaforme per le gare e le aste –Possibilità di diversi tipi di relazioni con i fornitori: da acquisti spot a convenzioni –Notizie sulle categorie merceologiche, sulle modalità di acquisto e sulla Pubblica Amministrazione Diversi fornitori e acquirenti accedono ad un sito Web ospite che fornisce servizi di: –Gestione di cataloghi elettronici –Piattaforme per le gare e le aste –Possibilità di diversi tipi di relazioni con i fornitori: da acquisti spot a convenzioni –Notizie sulle categorie merceologiche, sulle modalità di acquisto e sulla Pubblica Amministrazione E-Procurement per la Pubblica Amministrazione... CATALOGO ELETTRONICO A CONVENZIONE SINGOLA Creazione di cataloghi a seguito della stipula di convenzioni con i fornitori Ordinazione sulla base di cataloghi contenenti i prodotti e i relativi prezzi Creazione di cataloghi a seguito della stipula di convenzioni con i fornitori Ordinazione sulla base di cataloghi contenenti i prodotti e i relativi prezzi ASTA INVERSA Asta iniziata dal compratore Il compratore specifica la domanda ed invia richieste d’offerta con limite di tempo a fornitori pre-qualificati I fornitori inviano offerte e sono in grado di vedere le altre offerte (mascherate) La gara viene svolta al ribasso o secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa (rapporto qualità / prezzo ). Asta iniziata dal compratore Il compratore specifica la domanda ed invia richieste d’offerta con limite di tempo a fornitori pre-qualificati I fornitori inviano offerte e sono in grado di vedere le altre offerte (mascherate) La gara viene svolta al ribasso o secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa (rapporto qualità / prezzo ). MARKET PLACE È un sistema che fa incontrare le offerte di molti venditori con le domande di molti compratori L’accesso dei fornitori al mercato elettronico avviene a seguito di semplici criteri di pre-qualifica L’unità ordinante sceglie tra molti fornitori È un sistema che fa incontrare le offerte di molti venditori con le domande di molti compratori L’accesso dei fornitori al mercato elettronico avviene a seguito di semplici criteri di pre-qualifica L’unità ordinante sceglie tra molti fornitori STRUMENTI D’ACQUISTO LA SOLUZIONE DI E-PROCUREMENT È COMPOSTA DA TRE DIVERSI STRUMENTI DI SUPPORTO ALL’ACQUISTO INTEGRATI E COMPLEMENTARI FRA LORO

10 6 NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. N. 445/ Testo unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa D.P.C.M. 31/10/2000 Regole tecniche per il protocollo informatico Delib. 23/11/2000 Regole tecniche in materia di formazione e conservazione di documenti informatici delle P.A. Circ. AIPA/CR/28 del 7/5/ Standard e modalità di trasmissione e formato delle informazioni fra le P.A D.P.C.M. 8 febbraio Regole tecniche per la formazione, la trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici ai sensi dell'art. 3, comma 1, del D.P.R. 10 novembre 1997, n. 513 D.P.R. N. 445/ Testo unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa D.P.C.M. 31/10/2000 Regole tecniche per il protocollo informatico Delib. 23/11/2000 Regole tecniche in materia di formazione e conservazione di documenti informatici delle P.A. Circ. AIPA/CR/28 del 7/5/ Standard e modalità di trasmissione e formato delle informazioni fra le P.A D.P.C.M. 8 febbraio Regole tecniche per la formazione, la trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici ai sensi dell'art. 3, comma 1, del D.P.R. 10 novembre 1997, n. 513 La smaterializzazione dei processi ed il cammino verso l’e- procurement ……… IL REGOLAMENTO SULLE “GARE TELEMATICHE” L’articolo 58 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, prevede, al comma 5, che “con uno o più regolamenti da emanare ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono definite le procedure di scelta del contraente e le modalità di utilizzazione degli strumenti elettronici ed informatici che le amministrazioni aggiudicatrici possono utilizzare ai fini dell'acquisizione di beni e servizi, assicurando la parità di condizioni dei partecipanti, nel rispetto dei principi di trasparenza e di semplificazione della procedura” ; Obbiettivi dei regolamenti: Garantire l’accesso più ampio possibile alle procedure telematiche di acquisto Semplificazione delle procedure Flessibilità nella “smaterializzazione” dei processi di gara. Ogni gara telematica ha un suo impianto retto da un bando. La lex specialis del bando regola il rapporto tra le parti. L’articolo 58 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, prevede, al comma 5, che “con uno o più regolamenti da emanare ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono definite le procedure di scelta del contraente e le modalità di utilizzazione degli strumenti elettronici ed informatici che le amministrazioni aggiudicatrici possono utilizzare ai fini dell'acquisizione di beni e servizi, assicurando la parità di condizioni dei partecipanti, nel rispetto dei principi di trasparenza e di semplificazione della procedura” ; Obbiettivi dei regolamenti: Garantire l’accesso più ampio possibile alle procedure telematiche di acquisto Semplificazione delle procedure Flessibilità nella “smaterializzazione” dei processi di gara. Ogni gara telematica ha un suo impianto retto da un bando. La lex specialis del bando regola il rapporto tra le parti. IL QUADRO NORMATIVO

11 RFI RFI Auto registrazione dei fornitori sul sito web in risposta al bando con invio delle informazioni definite nel bando per l’ammissione RFI RFI Auto registrazione dei fornitori sul sito web in risposta al bando con invio delle informazioni definite nel bando per l’ammissione FORNITORIFORNITORI Pubblicazione bandi ed inviti specifici Emissione del bando Emissione del bando A scadenze predefinite anche per più categorie merceologiche Completo di tutte le informazioni Emissione del bando Emissione del bando A scadenze predefinite anche per più categorie merceologiche Completo di tutte le informazioni La soluzione tecnologica per le aste on line prevede la gestione on line dell’intero processo di gara, dall’emissione del bando all’aggiudicazione Lancio di Gare on line Esecuzione di gare on-line con Invito fornitori prequalificati BUYERBUYER ASTE ON-LINE Sistema di e-procurement Banca dati dei fornitori prequalificati Contratto o Convenzio neContratto o Convenzio ne

12 prequalifica La soluzione tecnologica per il market place supporta la prequalifica dei fornitori e i processi di negoziazione dinamica con le Amministrazioni Caricamento e gestione cataloghi Emissione del bando di qualifica MARKET PLACE Ordine o richiesta di offerta ad almeno tre fornitori selezionati tra quelli prequalificati FORNITORIFORNITORI BUYERBUYER Ordine Ordine Ordine Sistema di e-procurement Banca dati dei fornitori prequalificati

13 LA NORMATIVA COMUNITARIA La Commissione Europea nell’ambito della revisione, riformulazione e unificazione delle direttive in materia di appalti, si è determinata ad affrontare e risolvere la problematica relativa alle cd. gare telematiche.

14 LA NORMATIVA NAZIONALE Il Consiglio dei Ministri nella recente riunione del 1 marzo scorso ha approvato il regolamento previsto dall’art. 58 L. 388/2000 e dall’art. 24 L. 340/2000.

15 IL REGOLAMENTO Obbiettivi; Ambito di applicazione; Pubblicità, atti e comunicazioni; Il processo di abilitazione al sistema; Il gestore del sistema; Le Amministrazioni e gli utenti.

16 La Gara telematica Bando di abilitazione; Avviso di gara; Invito;

17 Il Bando di abilitazione Termini di pubblicazione; Contenuto; Domande di abilitazione; Termini per la deliberazione sull’abilitazione;

18 L’Avviso di gara e l’Invito Termini di pubblicazione; Contenuto; Modalità di trasmissione;

19 IL MERCATO ELETTRONICO Il bando di abilitazione; Il processo di abilitazione; La richiesta di offerte


Scaricare ppt "I-1 Il Progetto di razionalizzazione della spesa pubblica L’art. 26 della Legge n.488/99 (Legge Finanziaria 2000) e le successive integrazioni introdotte."

Presentazioni simili


Annunci Google