La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giornata della Trasparenza Università degli Studi Roma Tre Roma, 6 dicembre 2012 Silvia Castronovi Relazioni Esterne Istituzionali-Altroconsumo Membro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giornata della Trasparenza Università degli Studi Roma Tre Roma, 6 dicembre 2012 Silvia Castronovi Relazioni Esterne Istituzionali-Altroconsumo Membro."— Transcript della presentazione:

1 Giornata della Trasparenza Università degli Studi Roma Tre Roma, 6 dicembre 2012 Silvia Castronovi Relazioni Esterne Istituzionali-Altroconsumo Membro GdL “Trasparenza Amministrativa” CNCU

2 La trasparenza dopo il D.Lgs 150/2009 la c.d. “Riforma Brunetta” 1. La trasparenza e' intesa come accessibilita' totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche, delle informazioni concernenti ogni aspetto dell'organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all'utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell'attivita' di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialita'. Essa costituisce livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'articolo 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione. 2. Ogni amministrazione adotta un Programma triennale per la trasparenza e l'integrita', da aggiornare annualmente, che indica le iniziative previste per garantire: a) un adeguato livello di trasparenza, anche sulla base delle linee guida elaborate dalla Commissione di cui all'articolo 13; b) la legalita' e lo sviluppo della cultura dell'integrita'. 2

3 Secondo il D.Lgs. 150/2009, le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate a: dotarsi di sistemi di pianificazione e programmazione, sia strategica che operativa, con cui definire puntualmente obiettivi, risultati attesi e relativi indicatori; utilizzare tali sistemi come premessa per le successive fasi di misurazione e valutazione delle performance dell’organizzazione nel suo complesso e a livello individuale; comunicare e rendicontare i risultati rilevati all’interno e all’esterno.

4 30 Giugno di ogni anno Anno 2011 e successivi aggiorna menti 31 Gennaio di ogni anno Il Piano della Performance  Obiettivi di performance dell’amministrazio ne nel suo complesso e delle varie unità organizzative che la compongono  Obiettivi-indicatori- target Il Sistema di Misurazione e Valutazione  Misurazione e valutazione delle performance Organizzativa  Misurazione e valutazione della performance individuale  Processi e ruoli Relazione sulle Performance Rendicontazione delle performance ai fini del controllo interno Rendicontazione esterna delle performance ai competenti organi esterni ed ai cittadini Ha un orizzonte temporale triennale. Da predisporre ogni anno (a scorrimento) Da predisporre ogni anno entro il 30 giugno Viene definito una tantum e rimane valido fino al momento in cui si rende necessaria una sua modifica I D OCUMENTI DEL C ICLO DELLA P ERFORMANCE

5 5 La trasparenza :..non da soli: CIVIT Bussola della trasparenza (Presidenza del Consiglio) Stakeholder

6 Art. 11, comma 2 D.Lgs 150/2009. (perché il CNCU) “….2. Ogni amministrazione, sentite le associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, adotta un Programma triennale per la trasparenza e l'integrita', da aggiornare annualmente, che indica le iniziative previste per garantire: a) un adeguato livello di trasparenza, anche sulla base delle linee guida elaborate dalla Commissione di cui all'articolo 13; b) la legalita' e lo sviluppo della cultura dell'integrita‘…” 6

7 7

8 - URT molti interventi sulla trasparenza già prima del D.Lgs 150/2009, soprattutto per servizi dedicati agli studenti (es.sportelli impiego studenti con la Provincia di Roma). - Servizi segreteria in multimediale. - Interconnessione fra gli 8 Atenei. 8 -Evidenziare meglio le borse di studio e agevolazioni per gli studenti. - Dedicare una parte del sito in one page alle segnalazioni degli studenti. - Atti pubblici on line per più tempo (archivio per quelli in scadenza). …sicuramente un modello

9 In un periodo di forte riduzione delle risorse economiche come quello che stiamo vivendo, la semplificazione e l’efficienza della PA, sono fondamentali per l’oggi e per la crescita delle future generazioni. PA come fattore di competitività e crescita dell’economia basata sulla meritocrazia. Cambio culturale. 9

10 ALTROCONSUMO è un’associazione di consumatori nata a Milano nel 1973 indipendente, efficace, rappresentativa e riconosciuta ai sensi dell’art. 137 del Codice del Consumo (Dlgs. 206/2005) Membro BEUC – federazione composta da 42 organizzazioni di consumatori di 31 paesi europei – dal 1978 di cui Paolo Martinello ha assunto la presidenza nel 2008 per 4 anni. Riconosciuta a livello nazionale e facente parte del CNCU presso il MSE (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti ) Dal 1990 membro di Consumers International (225 associazioni per 115 paesi) La nostra attività in cifre (2011): soci oltre consulenze erogate oltre 436 interventi pubblici, 22 denunce AGCM, 90 dossier aperti oltre citazioni sui media oltre visite su 7 pubblicazioni periodiche e numerose guide oltre 100 test oltre 199 professionisti al servizio dei consumatori 10

11 Inchiesta Altroconsumo sull’efficienza della P.A (maggio 2012) Abbiamo verificato la soddisfazione dei cittadini sulla P.A. Campione di tra i 18 e 70 anni Risultato: 7 cittadini su 10 ritengono inefficiente la nostra P.A. 11

12 GIUDIZI POSITIVI PIU’ AL NORD CHE AL SUD Piemonte 29% Liguria 24% Lombardia 40% Trentino-Alto Adige 61% Valle d’Aosta n.p. Veneto 32% Friuli-Venezia Giulia 56% Emilia-Romagna 49% Toscana 35% Umbria 33% Marche 20% Lazio 11% Abruzzo 9% Molise n.p. Campania 5% Puglia 8% Basilicata n.p. Calabria 5% Sicilia 9% Sardegna 16% 12

13 …inoltre… Bisogna ancora intervenire a monte, contrastando il divario digitale che ancora c’è tra le regioni del Nord e quelle del Sud e tra le diverse generazioni di utenti. Servono misure per favorire l’accesso telematico ai servizi e soprattutto un’informazione chiara, pertinente e tempestiva sulle attività delle istituzioni. Bisogna migliorare la possibilità di accesso alla rete e informare adeguatamente i cittadini delle iniziative della pubblica amministrazione sul web. 13

14 …da così 14

15 A così ! 15

16 16 Data GRAZIE PER L’ATTENZIONE ! Silvia Castronovi


Scaricare ppt "Giornata della Trasparenza Università degli Studi Roma Tre Roma, 6 dicembre 2012 Silvia Castronovi Relazioni Esterne Istituzionali-Altroconsumo Membro."

Presentazioni simili


Annunci Google