La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La microcolposcopia Alcuni tumori del collo dell’utero non sono facilmente diagnosticabili con le metodiche tradizionali come il Pap test o con esami più.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La microcolposcopia Alcuni tumori del collo dell’utero non sono facilmente diagnosticabili con le metodiche tradizionali come il Pap test o con esami più."— Transcript della presentazione:

1 La microcolposcopia Alcuni tumori del collo dell’utero non sono facilmente diagnosticabili con le metodiche tradizionali come il Pap test o con esami più approfonditi come la colposcopia, anche a causa della loro posizione nascosta nel canale cervicale. Esiste una tecnica più specifica e mirata: LA MICROCOLPOSCOPIA

2 La microcolposcopia E’ un esame approfondito del collo dell’utero, in particolare della giunzione squamo-colonnare. Si effettua con un apparecchio, il microcolposcopio di Hamou, che permette di ingrandire fino a 150 volte la zona presa in esame

3 Il microcolposcopio L'apparecchio è in pratica un endoscopio rigido di 4 mm. lungo 25 cm. con un angolo di campo di ben 90° con possibilità di visione sia panoramica, sia a diretto contatto con il tessuto, permette un ingrandimento da 1 a 150 volte. Quindi si ha una visione che va da quella di un normale colposcopio a quella di un microscopio ottico.

4 La giunzione squamo- colonnare Rappresenta il punto più importante dove insorgono displasie e tumori. La giunzione può essere esteriorizzata, oppure interiorizzata

5 In quali casi è consigliata questa tecnica? quando dal Pap test e dalla colposcopia non si riesca a definire bene una lesione quando si sospetti la presenza di cellule anomale all'interno del canale cervicale. Questa tecnica permette di descrivere le caratteristiche citologiche delle cellule, i margini e le dimensioni delle lesioni tracciando una vera e propria mappa topografica del tessuto anomalo. Dal punto di vista chirurgico si ha la possibilità di effettuare un trattamento più corretto e meno invasivo.

6 Come è fatto lo strumento? Ha un’impugnatura simile all’isteroscopio con un lungo prolungamento in cui ci sono fasci di fibre ottiche e una serie di specchi riflettenti che aumentano l’immagine La lente frontale misura 4 mm e ruotandola si riescono a definire le dimensioni della lesione

7 Come viene eseguito l’esame? Il microcolposcopio viene messo a contatto direttamente con l’epitelio che si vuole vedere, perché solo con il contatto diretto si riesce a mettere a fuoco E’ indispensabile l’uso di due coloranti: la sol. di Lugol al 3%-4% seguita dall’inchiostro blu di Waterman, che servono a differenziare le cellule sane da quelle malate La sonda viene introdotta nella vagina fino al canale cervicale per 2-3cm a seconda della lunghezza del collo L’esame dura pochi minuti e non provoca dolore Il periodo migliore per l’esecuzione è subito dopo le mestruazioni, ma si può effettuare in qualsiasi momento del ciclo, tranne durante le mestruazioni


Scaricare ppt "La microcolposcopia Alcuni tumori del collo dell’utero non sono facilmente diagnosticabili con le metodiche tradizionali come il Pap test o con esami più."

Presentazioni simili


Annunci Google