La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Business Plan. Sommario Cos’è e a che cosa serve? Chi deve redigerlo? Chi lo usa e perché? I contenuti: l’indice tipico del business plan 1234.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Business Plan. Sommario Cos’è e a che cosa serve? Chi deve redigerlo? Chi lo usa e perché? I contenuti: l’indice tipico del business plan 1234."— Transcript della presentazione:

1 Business Plan

2 Sommario Cos’è e a che cosa serve? Chi deve redigerlo? Chi lo usa e perché? I contenuti: l’indice tipico del business plan 1234

3 Cos’è e a che cosa serve Cos’è Documento che sintetizza i contenuti, le caratteristiche e le attese future di una iniziativa, un progetto ed una attività. Può riguardare l’intera azienda, parte di essa o progetti specifici. A cosa serve Può essere utilizzato per: 1.Lanciare una nuova iniziativa. 2.Farsi prestare dei soldi. 3.Vendere o acquisire un’azienda o parte di essa. 4.Come strumento per individuare obiettivi e controllare gli andamenti.

4 Chi deve redigerlo? La redazione del Business Plan rappresenta, per l’impresa ed i suoi collaboratori, un momento di approfondimento ed analisi del business. La stesura di un business plan obbliga a valutare in maniera critica l’iniziativa e la strategia aziendale, effettuando analisi e studi sul mercato di riferimento, sulla concorrenza e individuando l’impatto economico finanziario degli scenari di sviluppo ipotizzati.

5 Chi lo usa e… perché? Spiegare un progetto da sottoporre…....internamente all’azienda …a terze parti…. Lancio di nuovi Prodotti/mercati Nuovi Investimenti Spiegare Agli azionisti Nuovo Socio Banche Sempre più spesso il Business Plan formalizza un progetto imprenditoriale da presentare all’esterno della società.

6 PROIEZ. EC/FIN MERCATO Qual è la struttura del mercato? CONCORRENZA Come avviene la competizione? STRUTTURA EC/ FINANZIARIA Quali sono la struttura dei costi e quella finanziaria? TREND MACROECONOMICI Quali sono gli impatti dovuti a fattori macro/economici? ORGANIZZAZIONE L’organizzazione è coerente con gli scenari futuri? I Contenuti: il processo logico del business plan

7 I Contenuti: l’indice tipo del Business Plan A.La società B.Il settore di riferimento dell’azienda C.L’ambiente competitivo D.Le proiezioni economico-finanziarie E.Eventuali Allegati

8 1. Descrizione della società 2. Struttura societaria (azionisti) 3. Mission/Strategia 4. Prodotti/servizi offerti 5. Mercati serviti 6. Modello di business (definizione dei prodotti, servizi e flussi d’informazioni, definizione delle architetture tecnologiche;descrizione degli attori e dei loro ruoli; descrizione dei benefici potenziali per i vari attori coinvolti; descrizione delle fonti di profitto) A - LA SOCIETA’

9 7. Gli stabilimenti, la logistica 8. L’organizzazione 9. Risultati Economico-Finanziari recenti (valori o trend) Tutti questi punti aiutano a comprendere la società, la strategia, i prodotti, i segmenti di riferimento, il modello di business dell’azienda, i risultati economici finanziari storici. A - LA SOCIETA’

10 L’analisi dell’azienda A cosa serve? Capire l’azienda, la sua organizzazione, i suoi risultati Con quali strumenti? Analisi del portafoglio prodotti Analisi delle vendite Segmentazione per aree di business A - LA SOCIETA’

11 L’analisi dell’azienda: ESEMPLIFICAZIONE Per prima cosa bisogna analizzare i prodotti venduti e i mercati geografici serviti per individuare i più rilevanti....e capire con quale canale vengono venduti i prodotti (grossisti, g.d.o, negozi tradizionali), e a quali clienti. Capire che bisogni soddisfano i miei prodotti e con quali modalità. Capire i punti di forza e debolezza dell’azienda, quali attività sono interne e quali vengono esternalizzate. A - LA SOCIETA’

12 La strategia serve ad identificare gli obiettivi dell’azienda e come intende raggiungerli: CHI? Su quali segmenti la società si focalizza? COSA? Cosa ho fatto per portare a termine la strategia? COME? Come mi sono strutturato e in che modo ho portato avanti il mio progetto strategico A - LA SOCIETA’

13 1. Struttura del settore 2. Principali caratteristiche (dimensioni, trend) 3. Driver 4. Principali indicatori macro-economici 5. Segmenti che compongono i mercati 6. Attese per il futuro B - IL SETTORE DI RIFERIMENTO

14 L’analisi del settore A cosa serve? Identificare il mercato nel quale la società compete. Individuare il potenziale di crescita della società e di alcuni suoi segmenti in particolare. Con quali strumenti? Analisi e dimensionamento B – IL SETTORE DI RIFERIMENTO

15 L’analisi del settore: ESEMPLIFICAZIONE Per prima cosa bisogna analizzare in quale mercato opera l’azienda, le sue dimensioni, quale è il mercato obiettivo dell’azienda e quanto vale. Bisogna poi cercare di capire il trend del mercato e il suo andamento futuro per capire in che direzione si sta muovendo anche attraverso “driver” che aiutano a capire dove andrà il mercato. B – IL SETTORE DI RIFERIMENTO

16 1. Evoluzione del settore e del segmento in cui opera l’azienda 2. Principali concorrenti 3. Posizionamento dell’azienda C - L’AMBIENTE COMPETITIVO

17 L’analisi del contesto competitivo A cosa serve? Individuare le principali variabili secondo le quali è possibile creare gruppi competitivi omogenei Con quali strumenti? Matrici di posizionamento C – L’AMBIENTE COMPETITIVO

18 L’analisi del contesto competitivo: ESEMPLIFICAZIONE Per prima cosa bisogna capire con chi e dove competo e ragionare sulle variabili competitive caratteristiche dei gruppi omogenei. Capire le performance dei CONCORRENTI e la loro offerta. Cioè analizzare le caratteristiche dei concorrenti (es. vendono in maniera bilanciata nel mondo, fanno + o – ricorso all’outsourcing, vende pochissimo tramite negozi etc..). Ciò permette di comprenderne le differenze di fondo, e spesso a spiegarne le diverse performance. C – L’AMBIENTE COMPETITIVO

19 Chiedersi e verificare come i clienti percepiscono l’azienda ed i competitor. Analizzare la storia del settore… per “prevederne” il futuro. C – L’AMBIENTE COMPETITIVO

20 Una volta definite le linee guida… 1. Macro Economiche 2. Drivers del settore 3. Azioni dell’azienda 4. Nuovi mercati/prodotti vs. attuali (valori, tassi di crescita) 5. Stabilimenti, logistica D - LE PROIEZIONI ECONOMICO FINANZIARIE

21 …occorre costruire i prospetti economico-finanziari di sintesi per il futuro: 1. Conto Economico 2. Stato Patrimoniale 3. Analisi dei flussi di cassa D - LE PROIEZIONI ECONOMICO FINANZIARIE

22 A cosa servono? Definire in maniera strutturata le regole e le logiche del Business plan. Devono riguardare tutte le variabili chiave: 1.Mercato e competizione 2.Aspetti macro 3.Volumi e prezzi 4.Costi 5.Produzione 6.Circolante 7.Area finanziaria D – LE PROIEZIONI ECONOMICO FINANZIARIE


Scaricare ppt "Business Plan. Sommario Cos’è e a che cosa serve? Chi deve redigerlo? Chi lo usa e perché? I contenuti: l’indice tipico del business plan 1234."

Presentazioni simili


Annunci Google