La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL’UNIONE EUROPEA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL’UNIONE EUROPEA."— Transcript della presentazione:

1

2 LA CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL’UNIONE EUROPEA

3 1.Portogallo 2.Spagna 3.Francia 4.Italia 5.Grecia 6.Austria 7.Germania 8.Lussemburgo 9.Belgio 10.Olanda 11.Danimarca 12.Gran Bretagna 13.Irlanda 14.Svezia 15.Finlandia L’Europa dei 15 e gli altri 13 paesi candidati: e gli altri 13 paesi candidati: 1.Cipro 2.Turchia 3.Malta 4.Bulgaria 5.Romania 6.Ungheria 7.Slovenia 8.Repubblica Ceca 9.Slovacchia 10.Polonia 11.Estonia 12.Lituania 13.Lettonia

4 Le tappe fondamentali dell’Unione Europea 1951 Nasce l’Europa: la Ceca (Trattato di Parigi) 1957 La Comunità Economica Europea (Trattato di Roma) 1963 Yaoundè, il debutto dell’Europa sulla scena internazionale 1973 Primo allargamento della CEE 1979 Prime elezioni dirette del Parlamento Europeo 1986 Firma dell’Atto Unico Europeo 1992 Trattato di Maastricht: dalla CEE all’UE 1993 Attuazione del Mercato Unico – spazio senza frontiere 1997 Trattato di Amsterdam 1998 Decisione sugli stati che adotteranno l’Euro (a Bruxelles) 1999 L’Euro è adottato ufficialmente da 11 paesi 2000 Trattato di Nizza – CARTA DEI DIRITTI DELL’UE Decisione sull’allargamento ad est Decisione sull’allargamento ad est 2002 Messa in circolazione delle monete e banconote in Euro

5 Nizza, 7 dicembre 2000: Quel giorno si disse… Sig. Jacques Chirac, Presidente del Consiglio europeo "A Nizza abbiamo proclamato la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Questo testo ha grandissimo valore politico. In futuro se ne comprenderà tutta la portata e ringrazio il Parlamento europeo per l'ampio contributo dato alla sua elaborazione". (Strasburgo, 12 dicembre 2000) Sig.ra Nicole Fontaine, Presidente del Parlamento europeo "Firmare significa impegnarsi (...) — Sappiano fin d'ora tutti i cittadini dell'Unione che (...) la Carta sarà legge per il Parlamento (...). D'ora in poi sarà il nostro riferimento per tutti gli atti del Parlamento europeo che riguarderanno direttamente o indirettamente i cittadini di tutta l'Unione". (Nizza, 7 dicembre 2000) Sig. Romano Prodi, Presidente della Commissione "Per la Commissione, la proclamazione sottolinea l'impegno delle Istituzioni a rispettare la Carta in tutte le azioni e politiche dell'Unione (...). I cittadini possono contare sulla Commissione per farla rispettare (...)." (Nizza, 7 dicembre 2000)

6 Diritti Umani? 1789 Rivoluzione Francese: l’Assemblea Costituente francese proclama per la prima volta nella storia dell’occidente una “Dichiarazione sui diritti dell’uomo e del cittadino”1789 Rivoluzione Francese: l’Assemblea Costituente francese proclama per la prima volta nella storia dell’occidente una “Dichiarazione sui diritti dell’uomo e del cittadino” 1948 all’indomani della Seconda Guerra Mondiale: gli stati membri dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) firmano la “Dichiarazione Universale sui Diritti dell’Uomo”1948 all’indomani della Seconda Guerra Mondiale: gli stati membri dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) firmano la “Dichiarazione Universale sui Diritti dell’Uomo” 1950 subito dopo la creazione del Consiglio d’Europa, i suoi stati membri decidono di sottoscrivere una “Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali”. Tale Convenzione, entrata in vigore nel 1953, costituisce insieme ai Protocolli aggiuntivi una sorta di "Magna Charta" a livello europeo dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, ed è il risultato di una delle più significative iniziative assunte dal Consiglio d'Europa1950 subito dopo la creazione del Consiglio d’Europa, i suoi stati membri decidono di sottoscrivere una “Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali”. Tale Convenzione, entrata in vigore nel 1953, costituisce insieme ai Protocolli aggiuntivi una sorta di "Magna Charta" a livello europeo dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, ed è il risultato di una delle più significative iniziative assunte dal Consiglio d'Europa 1962 il Consiglio d’Europa redige una “Carta Sociale”, che tutela in maniera particolare i diritti sociali ed economici dei lavoratori1962 il Consiglio d’Europa redige una “Carta Sociale”, che tutela in maniera particolare i diritti sociali ed economici dei lavoratori 1989 anche la Comunità Europea firma la sua “Carta Comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori”1989 anche la Comunità Europea firma la sua “Carta Comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori”

7 La Carta dei Diritti è divisa in 6 capitoli: Capo I: Dignità Capo II: Libertà Capo III: Uguaglianza Capo IV: Solidarietà Capo V: Cittadinanza Capo VI: Giustizia

8 Una Carta originale perché? Oltre ai diritti “classici”, sono inseriti i cosiddetti “diritti di nuova generazione”: Diritto alla privacyDiritto alla privacy Tutela ambientaleTutela ambientale Diritto alla qualità della vitaDiritto alla qualità della vita Protezione dei consumatoriProtezione dei consumatori Tutela dell’infanziaTutela dell’infanzia Diritto degli anziani ad una vita dignitosaDiritto degli anziani ad una vita dignitosa Piena integrazione dei disabiliPiena integrazione dei disabili Diritto all’identità genetica e Divieto di clonazione umanaDiritto all’identità genetica e Divieto di clonazione umana Libertà di ricerca scientificaLibertà di ricerca scientifica

9 Si condanna la pena di morte Si vieta la tortura Si vieta la schiavitù Diritto di asilo Piena uguaglianza dei sessi Diritto dell’impresa Protezione della proprietà intellettuale Diritto ad una buona amministrazione Diritto di accesso ai documenti Inoltre…

10 “Costituzione europea” o solo enunciazione di principi? La Carta non abbia efficacia vincolante (i giudici negli Stati non sono obbligati ad applicarla) La Carta non abbia efficacia vincolante (i giudici negli Stati non sono obbligati ad applicarla) E sia stata per ora rimandata la sua integrazione nei Trattati E sia stata per ora rimandata la sua integrazione nei Trattati Una “dichiarazione d’intenti” concreta applicazione …e dagli stati membri dell’UE ci si aspetta una concreta applicazione referente d’obbligopietra di paragone I contenuti della Carta sono destinati a diventare un referente d’obbligo per le politiche comunitarie e una pietra di paragone per le politiche nazionali. Sebbene… La Carta è: Da un’Europa degli Stati e dei Mercati ad un’Europa dei Cittadini e dei Diritti


Scaricare ppt "LA CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL’UNIONE EUROPEA."

Presentazioni simili


Annunci Google