La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMPRENSIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI. “Silvio ha comprato Il Giornale” Alcune interpretazioni possibili: LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO 1.Ha comprato una.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMPRENSIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI. “Silvio ha comprato Il Giornale” Alcune interpretazioni possibili: LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO 1.Ha comprato una."— Transcript della presentazione:

1 COMPRENSIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI

2 “Silvio ha comprato Il Giornale” Alcune interpretazioni possibili: LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO 1.Ha comprato una copia de Il Giornale. 2.Ha comprato la casa editrice. 3.Ha comprato alcune azioni della società 4.Ha corrotto alcuni giornalisti.

3 Linguaggio una delle facoltà cognitive di cui è dotato il sistema cognitivo umano Sorprendenti sono la velocità e la correttezza con cui i bambini raggiungono la padronanza di uno strumento così complesso LA FACOLTA’ LINGUISTICA

4 produttività linguistica la possibilità di creare un numero infinito di frasi a partire da un numero finito di parole utilizzando un numero finito di regole grammaticali  I bambini mostrano questa capacità molto precocemente  I bambini non imparano esplicitamente le regole grammaticali, e non vengono corretti quando producono frasi scorrette

5 2-year-old: Mamma isn’t boy, he a girl. Mother: That’s right. 2-year-old: And Walt Disney comes on Tuesday. Mother: No, he does not. (Brown e Hanlon, 1970) LA CONOSCENZA SINTATTICA gli adulti normalmente non correggono le frasi scorrette da un punto di vista grammaticale

6 è una conoscenza implicita i bambini sono in grado di formare frasi sintatticamente corrette prima di essere scolarizzati e lo stesso vale per gli adulti non alfabetizzati Le regole della sintassi permettono di combinare i simboli del linguaggio (parole) per produrre significati complessi (frasi e discorsi) LA CONOSCENZA SINTATTICA

7 “Andrea ama Anna” “Anna ama Andrea” Le regole della sintassi sono le regole che governano la relazione tra le parole e contribuiscono alla costruzione del significato delle frasi LA CONOSCENZA SINTATTICA

8 secondo Chomsky: Le diverse lingue presentano notevoli differenze, MA Le differenze tra le lingue sono di tipo superficiale  tutte le lingue conosciute condividono un numero di elementi in comune chiamati universali linguistici TEORIA GENERATIVO- TRASFORMAZIONALE

9 FONEMI MORFEMI PAROLE SINTAGMI FRASI TESTI LINGUA COME STRUTTURA PIRAMIDALE

10 le parti più piccole di cui sono composte le parole di una lingua (parlata) /s/ /t/ /a/ non corrispondono alle lettere sogno suono GN corrisponde adue lettere la corrispondenza tra fonemi e grafemi varia da lingua a lingua FONEMI

11 Lingue:  Trasparenti alta corrispondenza tra grafemi e fonemi  Opache bassa corrispondenza tra grafemi e fonemi FONEMI

12 Inglese (opaca) stesso fonema rappresentato da grafemi diversi i lunga: green (verde), field (campo), people (gente); stesso grafema (gh) assume valori fonetici diversi: enough (/f/, abbastanza), e ghost (/g/, spirito). Italiano (trasparente) Quelle che possono apparire eccezioni seguono delle regolarità

13 Suoni diversi sono considerati fonemi diversi se sostituendoli l’uno con l’altro danno luogo a parole diverse Rana- Lana Sale - Tale dentale velare differenza non percepita Allofoni sono varianti dello stesso fonema teNdoTeNgo In molte lingue orientali /l/ ed /r/ sono allofoni

14 Combinazioni di fonemi formano morfemi e parole di una lingua Non tutte le combinazioni sono consentite Non-parole Legali Darta (Regolari) Datza (Irregolari) Illegali:Drtzc I morfemi sono le unità più piccole dotate di significato Esempio: [gatt-] radice di parole con significato simile MORFEMI E PAROLE

15 Catena sintattica struttura con cui si dispongono le parole all’interno di una frase Sintagma unità minima di tale catena costituito da  Testala parola fondamentale  Modificatorigli altri elementi del sintagma SINTAGMI

16 In funzione della testa I sintagmi si distinguono in  Sintagmi nominali (il gatto)  Sintagmi verbali (gioca volentieri)  Sintagmi preposizionali (con la lana colorata) SINTAGMI

17 1.Ciascuna lingua ha un numero finito di fonemi 2.Da un numero finito di fonemi è possibile costruire un numero finito di parole 1.le parole di una lingua (lessico) sono in numero finito 2.La relazione tra ciascuna parola e il proprio significato è arbitraria 3.In qualsiasi lingua è possibile produrre un numero infinito di frasi UNIVERSALI LINGUISTICI

18 Le regole sintattiche governano il modo in cui le parole sono disposte all’interno di una frase “gatto con la volentieri mio il gioca lana” ItalianoSoggetto-Verbo-Oggetto GiapponeseSoggetto-Oggetto-Verbo SINTASSI nome-aggettivo Italiano “Un gatto nero mi ha attraversato la strada” Inglese “A black cat crossed the street in front of me”

19 Comprendere una frase vuol dire elaborare una rappresentazione mentale del significato della frase  Attribuire uno specifico ruolo grammaticale a ciascuno degli elementi presenti “Andrea ama Anna” “Anna ama Andrea”  Recuperare il significato delle parole SINTASSI E SEMANTICA

20 Tre tipi di processo (elaborazione)  Fonologica/ortografica identificazione e riconoscimento dei singoli fonemi o grafemi  Sintattica a ciascun elemento della frase viene assegnato uno specifico ruolo sintattico  Semantica per ciascuna parola viene recuperato il corrispondente significato COME INTERAGISCONO SINTASSI E SEMANTICA?

21 in psicolinguistica MODELLI INTERATTIVI E SERIALI  Modelli interattivi interdipendenza tra le componenti sintattica e semantica nella comprensione di una frase (Marslen-Wilson, 1975; MacDonald, Pearlmutter e Seidenberg, 1994)  Modelli seriali autonomia e indipendenza tra le componenti e i diversi livelli di elaborazione (Forster, 1979; Frazier e Rayner, 1982)

22 fonologia sintassi semantica pragmatica t0 ti Modello interattivo durante la comprensione di una frase le diverse informazioni vengono analizzate in parallelo l’analisi fonologica ha una priorità temporale ogni livello di analisi interagisce con gli altri creando continue ipotesi interpretative in base alle informazioni disponibili fino ad un certo momento

23 Modello seriale LESSICOLESSICO elaboratore del messaggio GPS sistema di conoscenze elaboratore sintattico elaboratore lessicale frase risposta General Problem Solver Solutore Generale di Problemi

24 LESSICOLESSICO elaboratore del messaggio GPS sistema di conoscenze elaboratore sintattico elaboratore lessicale frase risposta elaboratore lessicale la frase viene segmentata in parole e ogni parola viene cercata nel lessico mentale

25 LESSICOLESSICO elaboratore del messaggio GPS sistema di conoscenze elaboratore sintattico elaboratore lessicale frase risposta elaboratore sintattico assegna una struttura sintattica alle entrate lessicali

26 LESSICOLESSICO elaboratore del messaggio GPS sistema di conoscenze elaboratore sintattico elaboratore lessicale frase risposta elaboratore del messaggio elabora una rappresentazione del significato della frase

27 LESSICOLESSICO elaboratore del messaggio GPS sistema di conoscenze elaboratore sintattico elaboratore lessicale frase risposta il GPS riceve le informazioni dai tre livelli ed elabora una interpretazione. E’ in contatto con il sistema di conoscenze, quindi non è esclusivamente linguistico

28 PROVE A FAVORE DEL MODELLO SERIALE esperimento presentazione visiva seriale rapida di parole la velocità di presentazione impedisce il ricordo delle singole parole compitoalla fine della presentazione i partecipanti devono scrivere tutte le parole che ricordano ipotesise i partecipanti riescono ad imporre una struttura sintattica alle parole e formare delle frasi il ricordo delle parole è migliore

29 materiale sperimentale il discorso fu scritto attentamente il fu discorso scritto attentamente il sogno fu aggiunto relativamente il fu sogno aggiunto relativamente frase corretta dal punto di vista del significato errore sintattico frase anomala errore sintattico

30 risultati il discorso fu scritto attentamente 61.3 % il fu discorso scritto attentamente 50.6 % il sogno fu aggiunto relativamente 48.4 % il fu sogno aggiunto relativamente 35.8 % il ricordo peggiora per le frasi con errori sintattici indipendentemente dalla presenza di anomalie semantiche l’elaborazione sintattica delle frasi è indipendente dall’elaborazione semantica 10.7 % 12.6 % differenza non significativa

31 PROVE A FAVORE DEL MODELLO INTERATTIVO esperimento ombreggiamento (ripetizione immediata di frasi) ho visto la ragazza seduta al bar all’interno delle frasi possono comparire paroledomani sirena confine non paroledomabo furena contune ho visto la ragazza seduta al bar

32 le frasi possono essere di tre tipi corrette Mi ha telefonato per scusarsi del ritardo: manderà i documenti domani / domabo semanticamente La sfida è stata annunciata, anomale adesso basta preparare il domani / domabo di silenzio sintatticamente Giovanna pensa che non riceverà la lettera. anomale È stata domani / domabo già messo il francobollo

33 osservazionei partecipanti restaurano automaticamente le non parole in parole ipotesise le informazioni semantiche e sintattiche sono elaborate contemporaneamente ci dovrebbero essere restauri più numerosi nelle frasi corrette

34 risultatiil 70 % dei restauri riguarda parole inserite in frasi corrette da un punto di vista sintattico e semantico Mi ha telefonato per scusarsi del ritardo: manderà i documenti domabo (DOMABO --> DOMANI) conclusionile informazioni sintattiche e semantiche sono utilizzate insieme per costruire una rappresentazione della frase che guida il riconoscimento di parole I risultati sperimentali non permettono di sostenere con certezza l’una o l’altra delle due posizioni

35 Livello fonologico: flusso continuo di suoni “Lei è una donna bella, ricca e famosa, Di/Amanti famosi, ne ha avuti molti? Diamanti? Amanti? Livello semantico: parole polisemiche “Bello quel merlo” Livello sintattico: ambiguità strutturali “Il poliziotto insegue il ladro con la pistola” LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO

36 “Le hanno assegnato un incarico che svolgerà con grande entusiasmo ieri” Interpretazione iniziale???? “che svolgerà con grande entusiasmo ieri” avverbio non compatibile con verbo al futuro ri-analisi della frase, e revisione dell’ interpretazione iniziale LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO

37 STRATEGIE DI ANALISI SINTATTICA il giocatoremosselepedineechiuselapartita ilgiocatoremosselepedinel’avversarioguardò il verbo è ambiguo perché può essere interpretato in due modi passato remotoverbo di una frase principale participio passatoverbo di una subordinata

38 STRATEGIE DI ANALISI SINTATTICA i risultati sperimentali di Frazier dimostrano che c’è un’ interpretazione più frequente che viene applicata sempre quando questa interpretazione risulta sbagliata (come nel caso della seconda frase) è necessario ri-analizzare la frase l’elaboratore sintattico comincia l’analisi della frase man mano che le parole arrivano fornisce una descrizione iniziale della struttura della frase che nelle frasi ambigue può essere confermata (o no) dalle parti successive della frase

39 il camionista si accorse troppo tardi del poliziotto che aveva notato il suo sorpasso pericoloso anche il giorno prima secondo quali principi l’elaboratore sintattico elabora la descrizione iniziale ? Frazier (1978)viene preferita l’analisi più semplice che riduce il materiale da tenere attivo in memoria di lavoro

40 L’elaboratore sintattico funziona in modo da formare il minor numero possibile di costituenti e da costruire strutture sintattiche il più possibile semplici. Strategia dell’attaccamento minimale (Minimal attachment - Frazier,1978) STRATEGIE DI ANALISI SINTATTICA il giocatore mosse le pedine passato remoto

41 il giocatore mosse le pedine SN + SV (V SN) delle due possibili interpretazioni, questa è la preferita perché produce una struttura più semplice se la frase continua “e chiuse la partita” l’interpretazione è corretta e viene mantenuta se la frase continua “guardò l’avversario” l’interpretazione è scorretta e viene abbandonata l’elaboratore sintattico ritorna al verbo ambiguo e ricomincia l’analisi assumendo la seconda interpretazione

42 il giocatore mosse le pedine participio passato SN + F(SN SV (V SN)) il giocatore mosse le pedine questa struttura è più complessa e viene scelta solo in seconda battuta e solo se la prima risulta scorretta

43 L’elaboratore sintattico attacca il materiale in arrivo al costituente aperto Strategia della chiusura differita (Late Closure - Frazier, 1978) Marco cercava il libro di Anna che era in cucina 1)il libro era in cucina 2)Anna era in cucina preferitaAnna era in cucina

44 altro esempiola ragazza guarda l’uomo con il binocolo la ragazza guarda l’uomo con il binocolo secondo Frazier dovrebbe essere l’interpretazione preferita ma non è sempre così la ragazza guarda l’uomo con il binocolo

45 Cuetos & Mitchell (1988) hanno dimostrato che gli inglesi e gli spagnoli interpretano questo tipo di ambiguità in modo diverso Marco cercava il libro della ragazza che era in cucina parlanti inglesila ragazza che era in cucina parlanti spagnoliil libro era in cucina Parlanti lingue diverse differiscono per il tipo di elaborazione sintattica condotta, e quindi per il tipo di rappresentazione mentale del significato della frase ??????????

46 le ambiguità sintattiche sono rilevate facilmente perché costringono il lettore a compiere dei passi indietro e a ri-analizzare la frase Mangio la pizza con la X Mangio la pizza con la Y Mangio la pizza con la Z molto spesso non siamo consapevoli delle diverse interpretazioni possibili di una frase LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO

47 nonostante le tre frasi siano apparentemente identiche possono avere struttura e significato diversi in funzione di quale parola c’è dopo la preposizione Mangio la pizza con la birra Mangio la pizza con la zia Mangio la pizza con la forchetta Ruoli diversi al sostantivo che segue la preposizione “con”. LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO

48 “CONDANNATO PER STUPRO A 16 ANNI.” “SEQUESTRATI AL BAR DAL RAPINATORE ARMATO DI COLTELLO. UN CLIENTE FUGGE E CHIAMA LA POLIZIA, ARRESTATO.” “MORTO ARAFAT, MA È GIALLO.” LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO “CONDANNATO PER STUPRO A 5 ANNI.” “SI VENDONO LETTI A CASTELLO PER BAMBINI DI LEGNO”

49 LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO “POLLI ARROSTO ANCHE VIVI” “SI INVIANO FIORI IN TUTTO IL MONDO, ANCHE VIA FAX” “SI VENDONO IMPERMEABILI PER BAMBINI DI GOMMA” “SI VENDONO MOBILI DEL SETTECENTO NUOVI” “SI VENDONO UOVA FRESCHE PER BAMBINI DA SUCCHIARE”

50 PRODUZIONE DI FRASI molto più difficile da studiare dal punto di vista metodologico è difficile controllare in laboratorio le produzioni spontanee dei parlanti analisi degli errori di produzione (Garrett, 1975; 1980) modello di riferimento per le ricerche anche contemporanee

51 Nella produzione di una frase sono coinvolti tre diversi livelli di elaborazione  Concettualizzazione responsabile dell’elaborazione del contenuto del messaggio che si intende trasmettere  Formulazione in cui viene elaborata la struttura della frase. Si articola in tre sotto-livelli  Articolatorio prevede la traduzione della rappresentazione frasale nella struttura articolatoria. PRODUZIONE DI FRASI

52 ERRORI DI PRODUZIONE Rappresentazione funzionale: “Oggi faccio gli auguri, non mi fai gli anni” “Oggi faccio gli anni, non mi fai gli auguri” Rappresentazione posizionale: “I torni contano” “I conti tornano” Rappresentazione fonetica: “Un tempo di settimana” “Una settimana di tempo”

53 Rappresentazione funzionale: “Oggi faccio gli auguri, non mi fai gli anni” “Oggi faccio gli anni, non mi fai gli auguri” Elaborazione struttura sintattica assegnazione diversi ruoli grammaticali ai componenti della frase scelta delle parole voci lessicali corrispondenti ai concetti predisposti nella fase di concettualizzazione ERRORI DI PRODUZIONE

54 Rappresentazione posizionale: “I torni contano” “I conti tornano” Lo scambio avviene all’interno dello stesso sintagma, non riguarda parole intere. A questo livello vengono specificati processi fonologici (segmentazione delle voci lessicali in sillabe e informazioni sull’accento) processi sintattici (geometria superficiale della frase) ERRORI DI PRODUZIONE

55 Rappresentazione posizionale: “I’d hear one if I knew it” “I’d know one if I heard it” Nella geometria frasale l’informazione relativa alla coniugazione del verbo viene mantenuta, producendo knew. ERRORI DI PRODUZIONE

56 Rappresentazione fonetica: “Un tempo di settimana” “Una settimana di tempo” A questo livello il sistema opera in modo da adattare il risultato delle fasi precedenti alle regole fonologiche della lingua. Articolo si adatta alle voci lessicali scambiate a livello posizionale. ERRORI DI PRODUZIONE


Scaricare ppt "COMPRENSIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI. “Silvio ha comprato Il Giornale” Alcune interpretazioni possibili: LE AMBIGUITA’ DEL LINGUAGGIO 1.Ha comprato una."

Presentazioni simili


Annunci Google