La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il consumo dei farmaci oppiacei in Italia

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il consumo dei farmaci oppiacei in Italia"— Transcript della presentazione:

1 Il consumo dei farmaci oppiacei in Italia

2 Agenda Aspetti normativi Dati OsMED sull’uso dei farmaci oppiacei
Novità regolatorie Limiti e criticità degli ultimi provvvedimenti Dati OsMED sull’uso dei farmaci oppiacei Confronti internazionali Prescrizioni territoriali Prescrizione ospedaliera Aspetti culturali Programma di informazione Programma di formazione

3 Legge n. 12/ 2001 “Norme per agevolare l’impiego dei farmaci analgesici oppiacei nella terapia del dolore” Obiettivo: Garantire un più facile accesso agli oppiacei nel trattamento del dolore severo in corso di malattia neoplastica o degenerativa. I principi attivi coinvolti: Allegato III bis Buprenorfina Codeina Diidrocodeina Fentanil Idrocodone Idromorfone Metadone Morfina Ossicodone Ossimorfone

4 Legge n. 12/ 2001 I punti fondamentali:
nuovo ricettario a ricalco in triplice copia autocopiante per la prescrizione dei farmaci dell’allegato III è possibile prescrivere sino a 2 farmaci o a 2 dosaggi diversi dello stesso farmaco per un numero di confezioni corrispondenti a una terapia massima di 30 giorni consegna a domicilio dei farmaci di cui all’allegato III bis nell’assistenza domiciliare autoricettazione per uso professionale urgente da parte del medico DM 4 Aprile 2003: modifiche e semplificazioni alla Legge n. 12/2001 possibilità di prescrizione di associazioni di principi attivi di cui almeno uno è compreso nell’allegato III bis (atropina + morfina; paracetamolo + codeina; propifenazone + codeina) eliminazione dell’obbligo da parte del medico di: - redazione in tutte lettere delle quantità, dosaggi, modi e tempi di somministrazione - conservazione della copia della ricetta per 6 mesi

5 Riclassificazione in fascia A secondo i criteri OMS
Scala del dolore OMS 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 lieve (I grado) moderato (II grado) severo (III grado) Criticità Modalità di prescrizione: le associazioni sono prescrivibili con ricettario a ricalco (dolore severo) nonostante siano classificate nel trattamento del dolore moderato (grado II scala OMS) III grado buprenorfina, morfina, ossicodone, fentanil II grado tramadolo codeina+paracetamolo, ossicodone+paracetamolo Oppioidi forti ± paracetamolo o FANS ± adiuvanti I grado Oppioidi deboli Paracetamolo o FANS ±adiuvanti Scala analgesica OMS

6 Principio attivo Indicazioni registrate Criticità
Nota AIFA 3 Terapia del dolore: trattamento del dolore lieve e moderato in corso di patologia neoplastica o degenerativa Modalità di prescrizione: semplice ricettario regionale e non ricettario a ricalco Determinazione AIFA 9 Marzo 2005 Eliminazione della nota AIFA 3 per l’associazione codeina/paracetamolo. Solo tramadolo rimane in nota AIFA 3 Principio attivo Indicazioni registrate Criticità Codeina+paracetamolo Trattamento sintomatico delle affezioni dolorose Le indicazioni terapeutiche autorizzate non contemplano condizioni di cronicità Eliminazione della nota 3 comporta la prescrivibilità solo nel dolore severo (Legge 12/01) e contraddice la classificazione OMS Tramadolo Trattamento di stati dolorosi acuti e cronici di media e grave intensità Le indicazioni terapeutiche autorizzate non sono in linea né con la scala OMS né con i criteri della nota 3 Fonte:GU n. 305 del ; GU n. 1 del ; GU n. 65 del

7 Consumo dei farmaci oppiacei in Europa (2004)
Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

8 I farmaci oppiacei in Italia
rango per consumo (spesa lorda) rispetto agli altri paesi europei (2004) Italia Austria Belgio Finlandia Francia Germania Grecia Inghilterra Irlanda Portogallo Spagna Fentanyl 1 2 3 Codeina 4 Morfina 5 Diidrocodeina * Buprenorfina Metadone 6 ** Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

9 Il mercato dei farmaci analgesici oppiacei in Italia
2000 2001 2002 2003 2004 ∆% 04/00 Confezioni 1,13 Spesa lorda 105,35 DDD/1000 ab die 1,052 1,110 1,206 1,220 1,327 26,10 Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

10 Consumo oppiacei: confezioni
Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

11 Farmaci oppiacei: spesa lorda 2000-2004
Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

12 I principi attivi maggiormente consumati (DDD/1000 ab die)
2000 2001 2002 2003 2004 ∆% 04/00 CODEINA 0,544 0,556 0,586 0,561 0,605 11 FENTANIL 0,017 0,096 0,158 0,232 0,312 1735 DIIDROCODEINA 0,299 0,259 0,258 0,283 0,261 -13 MORFINA 0,110 0,120 0,111 0,098 0,102 -7 METADONE 0,053 0,057 0,074 0,029 0,031 -42 BUPRENORFINA 0,028 0,023 0,02 0,015 -45 Totale 1,051 1,111 1,207 1,220 1,326 26 Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

13 BUPRENORFINA CODEINA DIIDROCODEINA FENTANIL METADONE MORFINA 2000 CONFEZIONI 48.749 2001 2002 2003 2004 ∆% 04/00 -47 18 -11 1.484 -46 -20 2000 SPESA LORDA -35 47 -2 1.760 -44 11 2000 DDD/1000 ab die 0,028 0,544 0,299 0,017 0,053 0,110 0,023 0,556 0,259 0,096 0,057 0,120 0,02 0,586 0,258 0,158 0,074 0,111 0,561 0,283 0,232 0,029 0,098 0,015 0,605 0,261 0,312 0,031 0,102 -45 -13 1735 -42 -7

14 ∆% 04/03 Tramadolo: consumi 2003-2004 8,15 11,22 14,48 2003 2004
2003 2004 ∆% 04/03 CONFEZIONI 8,15 SPESA LORDA 11,22 DDD/1000 ab die 0,418 0,478 14,48 Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

15 Consumo dei farmaci oppiacei nei reparti ospedalieri
Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

16 Spesa* per farmaci oppiacei nei reparti ospedalieri
* EUR/UMF: valore calcolato al 50% del Prezzo al Pubblico Deivato Fonte: elaborazione OsMed su dati IMS

17 Attività di Informazione

18 Programma di Informazione Indipendente
Programma di Formazione a Distanza (FAD)

19 Outcome research Descrivere – osservare – valutare interventi rispetto
caratteristiche dei pazienti oncologici trattamenti farmacologici e non qualità della vita e della cura profili di sicurezza analisi tipologia del dolore utilizzo di controlli adeguati (forme farmac. incluse) posologie, tempi di risposta ecc. segnalazioni ADRs/ADEs

20 Quesiti aperti Co-trattamento farmaci oppiacei e analgesici nei diversi livelli WHO Strategie per ottimizzare l’applicazione delle Linee Guida WHO Trattamento nel “breakthrough pain” Utilizzo forme transdermiche in pazienti con dolore non stabilizzati (compliance?) Reazioni avverse particolari sulle forme farmaceutiche transdermiche

21 Conclusioni Il miglioramento della cura del dolore nel paziente oncologico passa per l’ottimizzazione degli aspetti normativi, culturali e di mercato In questo contesto diventano molto importanti dati originali che aiutino a disegnare gli interventi utili per una migliore terapia del dolore in Italia. Il monitoraggio dell’uso di questi farmaci consentirà di capire se stiamo creando migliori condizioni di cura.


Scaricare ppt "Il consumo dei farmaci oppiacei in Italia"

Presentazioni simili


Annunci Google