La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale 1 ESAMI DI STATO 2014/15: FORMAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale 1 ESAMI DI STATO 2014/15: FORMAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale 1 ESAMI DI STATO 2014/15: FORMAZIONE DOCENTI SULLA SECONDA PROVA D.M. 890/ /04/2015 UFFICIO DIRIGENTI TECNICI

2 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 CM prot.n (Termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione) CM prot.n.7354 del 26/11/2014 (Prime indicazioni sullo Schema di Regolamento) CM prot.n del 18/12/2014 (Termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione - Tabella codici indirizzi di esame) CM 1 del 29/1/2015 (Individuazione delle materie oggetto della seconda prova scritta negli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio ordinari e sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado - Scelta delle materie affidate ai commissari esterni delle commissioni) 07/04/2015

3 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte SITO MIUR 3 07/04/2015

4 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte FAQ 4 07/04/2015 FAQ

5 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA FINALITA’: -Accertare il possesso delle conoscenze e abilità e competenze specifiche del candidato relative all’ultimo anno di studi La SECONDA PROVA verte: -Su una delle discipline caratterizzante il corso di studio tenuto conto degli indirizzi, articolazioni, opzioni MATERIE CARATTERIZZANTI: Vedi Tabelle A (licei), B (tecnici), C (professionali) 5 07/04/2015

6 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA DIMENSIONE TECNICO-PRATICA E LABORATORIALE: Valida negli Istituti Tecnici e Professionali, Licei artistici, licei musicali e coreutici DURATA: n. 6 ore salvo diversa indicazione ( LICEI ARTISTICI = 3 gg. per n. 6h/giorno, LICEI MUSICALI = 1^parte: 1°g. Per un massimo di n. 6h 2^ parte: 2° g. 20’ LICEI COREUTICI = 1^ parte: Esibizione collettiva - 1° g. per un massimo di n. 2h Relazione accompagnatoria – 1° g. per un massimo di n. 4h 2^ parte: 2° g. per un massimo di 10’) 6 07/04/2015

7 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA SPECIFICO PER ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI « Per lo svolgimento della seconda prova, gli studenti potranno anche eventualmente avvalersi anche delle conoscenze e competenze maturate attraverso le esperienze di alternanza scuola lavoro, stage e formazione in azienda». 7 07/04/2015

8 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: LICEO CLASSICO: traduzione in italiano di un testo latino o greco LICEO SCIENTIFICO : soluzione di un problema e risposta ad alcuni quesiti LICEO SCIENZE UMANE : trattazione di un argomento con quesiti di approfondimento LES – OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE : a)Trattazione di problemi, concetti e/o temi della disciplina b)Analisi e trattazione qualitativa e quantitativa di particolari casi o situazioni socio-politiche giuridiche ed economiche Sono previsti in ogni caso alcuni quesiti di approfondimento

9 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: LICEO ARTISTICO: elaborazione di un progetto che tiene conto della dimensione pratica e laboratoriale delle discipline coinvolte LICEO LINGUISTICO : analisi di uno dei testi proposti Prova articolata in due parti: a)risposte a domande aperte/chiuse b) redazione di un testo in forma di narrazione o descrizione o argomentazione afferente alla tematica trattata

10 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: LICEO MUSICALE E COREUTICO (indirizzo musicale): Prova consistente in due parti: 1^parte: una delle seguenti tipologie a)Analisi di una composizione b)Composizione di un brano c)Realizzazione di un percorso digitale del suono e dei materiali correlati e/o sonorizzazione di un video d)Progettazione di un’applicazione musicale di produzione o trattamento del suono 2^parte: consiste nella prova di strumento

11 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: LICEO MUSICALE E COREUTICO (indirizzo coreutico): Prova consistente in due parti: 1^parte: a)Esibizione collettiva su un tema riguardante gli ambiti della sezione classica e contemporanea b)Relazione accompagnatoria redatta sulla base dell’analisi stilistica degli elementi dell’esibizione 2^parte: consiste nell’esibizione individuale

12 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: ISTITUTI TECNICI – SETTORE ECONOMICO Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Analisi di testi e documenti economici b)Analisi di casi aziendali c)Simulazioni aziendali 2^parte: quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo In caso di lingua inglese/lingua comunitaria La prova si articola in: a)Comprensione e analisi di testi scritti con risposte a domande aperte/chiuse b)Elaborazione di un testo scritto riguardante esperienze, processi e situazioni relative al settore di indirizzo

13 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: ISTITUTI TECNICI – SETTORE TECNOLOGICO Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Analisi di problemi tecnologico-tecnici b)Analisi di caratteristiche di macchine e apparecchiature c)Ideazione e progettazione di componenti e prodotti d)Analisi di processi tecnologici di produzione, gestione e controllo di qualità dei processi produttivi e)Sviluppo di strumenti per l’implementazione di soluzioni a problemi organizzativi e gestionali dei processi produttivi f)Gestione di attività produttiva e del territorio nel rispetto e tutela dell’ambiente 2^parte: quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo

14 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: ISTITUTI PROFESSIONALI – SETTORE SERVIZI Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Definizione, analisi ed elaborazione di un tema b)Analisi e soluzione di problematiche (caso aziendale) c)Individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto e/o di un servizio d)Individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e dei servizi 2^parte: quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo

15 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: ISTITUTI PROFESSIONALI – SETTORE SERVIZI per L’ENOGASTRONOMIA E L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA – ARTICOLAZIONE ACCOGLIENZA TURISTICA Caso di LINGUA INGLESE/SECONDA LINGUA STRANIERA: 1^parte: - Comprensione e analisi di testi scritti, con risposte a domande aperte e/o chiuse 2^parte: - Elaborazione di un testo scritto riguardante esperienze, processi e situazioni

16 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte BOZZA DI REGOLAMENTO ESAMI DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA 07/04/ MODALITA’ SECONDA PROVA: ISTITUTI PROFESSIONALI – SETT. INDUSTRIA E ARTIGIANATO Prova consistente in una delle seguenti tipologie: 1^parte: a)Analisi e problemi tecnici relativi alle materie prime, ai materiali e ai dispositivi del settore di riferimento; b)Diagnosi nella predisposizione, conduzione e mantenimento in efficienza di macchine, impianti e attrezzature c)Organizzazione dei servizi tecnici nel rispetto delle normative sulla sicurezza personale e ambientale d)Individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto artigianale o industriale; e)Individuazione di modalità e tecniche di commercializzazione dei prodotti e/o dei servizi 2^parte: quesiti con numero minimo di scelta da parte del candidato, indicato nel testo

17 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDIRIZZI DI BASE PER LE PROVE Le prove saranno predisposte con un criterio di continuità rispetto al passato e di gradualità nell’avvio alle nuove modalità di Esame, più centrate sulla valutazione delle competenze; I quesiti saranno in numero ridotto e verteranno in parte su approfondimenti dell’argomento proposto e in parte sull’accertamento delle competenze in esito previste per la disciplina /04/2015

18 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte SUGGERIMENTI Compilare con particolare cura il Documento del C.d.C. in considerazione del fatto che in base ai nuovi ordinamenti il curricolo è definito dalla scuola sulla scorta delle Indicazioni Nazionali o delle Linee Guida (e pertanto non più predeterminato sulla base di un «programma ministeriale»); Fornire informazioni molto dettagliate in particolare sul programma svolto per le discipline sviluppate in modalità CLIL; Se il docente CLIL non è presente nella Commissione come membro interno la disciplina verrà valutata in italiano, ma si dovrà comunque procedere nella terza prova all’accertamento delle competenze in lingua straniera secondo la previgente normativa /04/2015

19 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte CLIL CLIL - Norme transitorie – prot. n Roma, 25 luglio 2014 TERZA PROVA SCRITTA: La scelta della tipologia e dei contenuti da parte della Commissione terrà conto della modalità con le quali l'insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera tramite metodologia CLIL è stato attivato, secondo le risultanze del documento del Consiglio di classe di cui all'articolo 5, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 1998 n PROVA ORALE: Per la disciplina non linguistica, il cui insegnamento sia stato effettuato con la metodologia CLIL, il colloquio potrà accertare anche in lingua straniera le competenze disciplinari acquisite, qualora il relativo docente venga a far parte della Commissione di esame in qualità di membro interno /04/2015

20 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE Sul sito dell’USR Piemonte sarà creata un’area dedicata alla pubblicazione delle simulazioni di seconda prova prodotte nei gruppi di lavoro; Ogni gruppo dovrà far pervenire la prova prodotta al coordinatore del gruppo; Eventuali ulteriori prove prodotte successivamente potranno essere inserite sul sito. Dovranno essere inviate al coordinatore che provvederà a trasmetterle all’USR /04/2015

21 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE COORDINATORI DEI GRUPPI (a cui inviare le prove una volta definite perchè le validino): -Ds ABBIO -Ds MERLONE -Ds ZANET D.T. DAGNA Pierangela ( : alla quale i coordinatori invieranno le prove già verificate, per successiva pubblicazione su sitoweb USR 21 07/04/2015

22 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds ZANET INDIRIZZO: SERV. PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE -Valorizzazione delle attività produttive e legislazione INDIRIZZO: SERV. PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE – opz. GESTIONE RISORSE FORESTALI MONTANE - Agronomia territ. montan sistemaz. idroforestale 22 07/04/2015

23 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds ZANET INDIRIZZO: SERV. PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE – opz. VALORIZZAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE PRODOTTI AGRICOLI DEL TERRITORIO - Valorizzazione attività produttive legislazione nazionale e comunitaria 23 07/04/2015

24 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds ABBIO INDIRIZZO: SERVIZI SOCIO SANITARI - Psicologia generale ed applicata 24 07/04/2015

25 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds MERLONE INDIRIZZO: SERVIZI ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA’ ALBERGHIERA – articolazione ENOGASTRONOMIA -Scienza e cultura dell’alimentazione INDIRIZZO: SERVIZI ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA’ ALBERGHIERA – articolazione ENOGASTRONOMIA/ opz. Prodotti dolciari, artigianali e industriali -Scienza cultura aliment. anal contr. microbiol prodotti alimentari 25 07/04/2015

26 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds MERLONE INDIRIZZO: SERVIZI ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA’ ALBERGHIERA – articolazione SALA E VENDITA -Scienza e cultura dell’alimentazione INDIRIZZO: SERVIZI ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA’ ALBERGHIERA – articolazione ACCOGLIENZA TURISTICA -Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva 26 07/04/2015

27 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds ABBIO INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI -Tecniche professionali serv. commerciali INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI – curvatura: Promozione commerciale pubblicitaria -Tecniche professionali serv. commerciali e pubblicitari 27 07/04/2015

28 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte INDICAZIONI OPERATIVE IST. PROFESSIONALI SETT. SERVIZI MATERIA SECONDA PROVA Coordinatore: ds ABBIO INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI – curvatura: Turismo -Tecniche professionali servizi commerciali INDIRIZZO: SERVIZI COMMERCIALI – opz. Promozione commerciale e pubblicitaria -Tecniche professionali servizi commerciali pubblicitari 28 07/04/2015


Scaricare ppt "Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale 1 ESAMI DI STATO 2014/15: FORMAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google