La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

USTIONI Profondità –I° grado  epidermide eritema –II° grado  intradermica vescicole, edema, sup. Umida dolorose, sensibili anche allo sfioramento dell’aria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "USTIONI Profondità –I° grado  epidermide eritema –II° grado  intradermica vescicole, edema, sup. Umida dolorose, sensibili anche allo sfioramento dell’aria."— Transcript della presentazione:

1 USTIONI Profondità –I° grado  epidermide eritema –II° grado  intradermica vescicole, edema, sup. Umida dolorose, sensibili anche allo sfioramento dell’aria gli annessi cutanei sono risparmiati –III° grado  derma a tutto spessore aspetto carbonizzato, cereo, tipo cuoio. Vasi trombizzati, perdita di sensibilità

2 Estensione (regola del nove) –arti superiori, capo-collo9% –arti inferiori18% –torace-addome ant.18% – “ “ post18% –pube1% Aree critiche –Volto collo ascelle scavo politeo genitali

3 Indicazioni al ricovero In base all’estensione –Ustioni di 3° grado che si estendono oltre il 2% della sup. Corporea –ustioni di 2° grado che si estendono oltre il 10% della sup. Corporea –Ricovero in terapia intensiva in tutte le ustioni di 2° o 3° grado che si estendono per oltre il 20% In base alla localizzazione –Ustioni di 2° e 3° grado localizzate a: volto mani, piedi genitali ascelle, cavo popliteo

4 Terapia: controllo delle vie aeree Ostruzione delle vie aeree –precoce –tardiva (24-48 h) per edema progressivo. Da sospettare se: Anamnesi di ustione in ambiente chiuso Ustione facciale o peluria bruciacchiata Carbonizzazione o particelle di carbone nell’orofaringe Espettorato carbonioso ustioni su tutta la circonferenza del dorso

5 Terapia: controllo delle vie aeree Emogasanalisi arteriosa –da eseguirsi sempre quando la concentrazione di monossido di carbonio è elevata (carbosiiemoglobina > a 10%) Intubazione naso-tracheale –da attuare prima che compaiano problemi respiratori –da evitare la tracheostomia nelle ustioni al volto, al collo, all’albero respiratorio  elevata mortalità

6 Terapia: supporto cardio-circolatorio Liquidi infusi per via ev meglio per via giugulare –Volume adulti: % BSA ustionata x Kg di peso corporeo x 2-4 ml bambini % BSA x Kg peso x 3 ml –velocità di infusione 1/2 < 8 ore, 1/2 successive 16 ore sulla base della PVC e della diuresi Diuresi ottimale 30/50 ml / ora adulti 1ml/Kg peso corporeo/orabambini –La perdita per evaporazione inizia 24 ore dopo –Tipo: Ringer lattato Colloidi, plasma Sangue Tutte le ustioni > al 20 del BSA richiedono riequilibrio elettolitico

7 Terapia: trattamento delle lesioni –Applicazioni fredde se ustioni < 10% –Mantenimento temp. Corporea. (att.ne ai bambini) –trattamento antimicrobico topico (nitrato d’argento) –sbrigliamento o escarectomia solo in centri specializzati d’urgenza se compromissione respirazione o circolazione distale –analgesia: narcotici a basse dosi frequentemente –antibiotico terapia sistemica  no ( ev. Profilassi dello streptococco Beta-emolitico –anatossina tetanica se condizioni precarie

8 Ustioni chimiche –Le ustioni da sost. Alcaline sono più gravi e più profonde di quelle da sost. Acide –Lavaggio continuo con soluzioni neutre –lesioni oculari: lavaggio per almeno 8 ore

9 Ustioni elettriche Lesioni muscolari / tessuti molli –l’energia elettrica viaggia lungo le vie di minor resistenza (vasi e nervi) –si trasforma in calore quando incontra zone a magg. Resistenza ( es. i muscoli vicino alle ossa ) –Caratteristico l’edema bruno –Intervenire con precoce escarectomia, fasciotomia, necrosectomia, reintervenendo dopo ore Alto voltaggio (> V) –lesioni gravi dei tessuti molli Basso voltaggio (elettrodomestici) –minori danni, ma possibile asistolia ed apnea Sono in genere più gravi e più profonde di quanto sembri. Il fabbisogno idrico è del 50% superiore a quello previsto dall’estensione delle lesioni superf.

10 Ustioni elettriche Lesioni superficiali –si verificano nel punto di entrata e di uscita: ricercare sempre nel cuoio capelluto, piedi, perineo Infarto del miocardio –precoce o tardivo è più frequente nelle ust. Elettriche sequele a distanza –la mielite trasversa o la cataratta


Scaricare ppt "USTIONI Profondità –I° grado  epidermide eritema –II° grado  intradermica vescicole, edema, sup. Umida dolorose, sensibili anche allo sfioramento dell’aria."

Presentazioni simili


Annunci Google