La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La filiera del calcestruzzo: gli inerti. CONSULENZE TECNICHE: ALESSANDRO ALLASIA; LUCA GIUGGIA; MARCO MARABOTTO; PASQUALE NASSO SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La filiera del calcestruzzo: gli inerti. CONSULENZE TECNICHE: ALESSANDRO ALLASIA; LUCA GIUGGIA; MARCO MARABOTTO; PASQUALE NASSO SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE:"— Transcript della presentazione:

1 La filiera del calcestruzzo: gli inerti

2 CONSULENZE TECNICHE: ALESSANDRO ALLASIA; LUCA GIUGGIA; MARCO MARABOTTO; PASQUALE NASSO SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE: EDILNORD S.R.L, MONDOVÌ (CN); GIUGGIA COSTRUZIONI, VILLANOVA MONDOVÌ (CN); BETON CALCESTRUZZI S.P.A, SAVIGLIANO (CN) COLLABORAZIONE TECNICO-DIDATTICA : LAURA BLUA; SERGIO BRERO; PAOLO GERBALDO; ELSA RABBIA; PIERANGELO SPERTINO; SERGIO VIGLIETTI SI RINGRAZIA INOLTRE: MARIA MADDALENA MANA, CON L’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “MAURIZIO EULA” DI SAVIGLIANO (CN) VISITA GUIDATA LA FILIERA DEL CALCESTRUZZO: GLI INERTI AUTORE: PASQUALE NASSO

3 PER CAPIRE BENE COSA SONO GLI INERTI E COME VENGONO IMPIEGATI, INIZIAMO DA UNO DEI PRODOTTI FINALI: IL CALCESTRUZZO

4 NAX COD FASE DI GETTO SOLAIO IN CALCESTRUZZO ARMATO

5 IL CALCESTRUZZO È UNA MISCELA DI ACQUA, CEMENTO E INERTI DI DIVERSA GRANULOMETRIA NELLE SLIDE SUCCESSIVE VEDREMO COSA SONO GLI INERTI E COME VENGONO PRODOTTI 2° ESTRAZIONE DI INERTI DA LETTO DI FIUME IN SECCA 1° ESTRAZIONE DI INERTI DA CAVA DI ORIGINE CALCAREA

6 CAVA DI ORIGINE CALCAREA ATTUALMENTE ATTIVA

7 AUTOMEZZI PER IL MOVIMENTO DEGLI INERTI

8 ESCAVATORE

9 TOUT VENANT IL TOUT VENANT È UN MISTO DI GHIAIA, SABBIA E ARGILLA. VIENE SPESSO IMPIEGATO COME RIEMPIMENTO DEI FONDI STRADALI. UNA SUA CARATTERISTICA È CHE, UNA VOLTA COSTIPATO CON APPOSITI RULLI, CREA UN MANTO STRADALE TALMENTE COMPATTO DA PERMETTERE IL PASSAGGIO DI CAMION, DRAGHE ECC.

10 FONDO STRADALE CON TOUT VENANT DRAGHE CHE TRASPORTANO INERTI DI GROSSA PEZZATURA, CHE SARANNO FRANTUMATI TRAMITE UN FRANTOIO MECCANICO

11 FRANTOIO PRIMARIO NEL FRANTOIO AVVIENE UNA PRIMA FASE DI LAVORAZIONE DEGLI INERTI

12 NASTRO TRASPORTATORE DEGLI INERTI DOPO LA PRIMA LAVORAZIONE

13 VAGLIO VIBRANTE DOPO LA PRIMA FASE DI FRANTUMAZIONE I NASTRI TRASPORTANO GLI INERTI NEL VAGLIO: ENTRIAMO COSÌ NELLA FASE DI 1° VAGLIATURA NELLA 1° VAGLIATURA VENGONO SEPARATI GLI INERTI 0/32 E 30/70 LA RIMANENZA DEGLI INERTI CONTINUERÀ IL PERCORSO VERSO ALTRE FASI DI LAVORAZIONE

14 NASTRO TRASPORTATORE CHE ACCUMULA GLI INERTI SETACCIATI E DIVISI IN GRANULOMETRIA 30/70

15 DA QUESTA FASE IN AVANTI GLI INERTI INIZIANO AD ESSERE DISTINTI PER CATEGORIA. IN QUESTO CASO L’INERTE PRESO IN ESAME È IL PIETRISCO 30/70

16 MULINI A MARTELLO IN QUESTA FASE AVVIENE LA FRANTUMAZIONE SECONDARIA E TERZIARIA

17 VAGLIO VIBRANTE SECONDA VAGLIATURA DA QUESTO PROCESSO PRODUTTIVO, SETACCIANDO ULTERIORMENTE GLI INERTI, SI OTTIENE LA GRANULOMETRIA IDONEA PER LA PRODUZIONE DEL CALCESTRUZZO E DEI CONGLOMERATI BITUMINOSI

18 MULINO A BARRE NEL MULINO A BARRE AVVIENE UNA ULTERIORE FRANTUMAZIONE E SI PRODUCONO LE SABBIE FINI (AD ESEMPIO LA SABBIA 0/3 E LA SABBIA 0/5)

19 SCOLATRICE A TAZZE LA SABBIA LAVATA IN PRECEDENZA NEL VAGLIO PER ESSERE LIBERATA DALLE IMPURITÀ (FANGO, POLVERE, TERRA, ARGILLA O VEGETALI) ARRIVA NELLA SCOLATRICE. DOPO LA FASE DI SCOLATURA, TRAMITE I NASTRI TRASPORTATORI VIENE ACCUMULATA PER ESSERE UTILIZZATA NELLE DIVERSE APPLICAZIONI

20 GHIAIA 8/15 GHIAIA 15/30 GHIAIA 8/15 GHIAIA 15/30 SABBIA 0/3 SABBIA 0/3 SABBIA DI FIUME

21 VASCHE DI RACCOLTA DEGLI INERTI

22 SABBIA MULINO MACINATA 0/3

23 SABBIA GRANITA O NATURALE 0/5

24 GHIAIA O PIETRISCO 8/15

25 GHIAIA O PIETRISCO 15/30

26 ESTRAZIONE DI INERTI DA LETTO DI FIUME IN SECCA

27 PINZA MECCANICA LA PINZA VIENE LASCIATA SCENDERE IN FONDO AL LETTO DEL FIUME: PESCA GLI INERTI E LI PORTA IN SUPERFICIE

28 PINZA CARICA DI INERTI DI DIVERSE GRANULOMETRIE. GLI INERTI VERRANNO SEPARATI IN UN SECONDO TEMPO ED EVENTUALMENTE FRANTUMATI TRAMITE IL PROCEDIMENTO CHE ABBIAMO VISTO PER GLI INERTI DA CAVA

29 SCARICO DEGLI INERTI IN UNA VASCA VIBRANTE

30 GLI INERTI APPENA SCARICATI INIZIANO IL LORO PERCORSO SUI NASTRI TRASPORTATORI. I NASTRI TRASPORTERANNO GLI INERTI VERSO I MACCHINARI PER LE DIVERSE FASI DI LAVORAZIONE VISTE IN PRECEDENZA

31 NASTRI TRASPORTATORI

32 SCOLATRICE A TAZZA

33 VASCHE DI RACCOLTA DEGLI INERTI LAVORATI PRONTI PER LA DISTRIBUZIONE

34

35 SILOS CONTENITORI PER CEMENTO SFUSO

36 VASCA DI CARICO PER LE AUTOBETONIERE IN QUESTA VASCA TRAMITE UN COMPUTER VENGONO TRASPORTATI TUTTI I COMPONENTI NECESSARI PER CONFEZIONARE IL CALCESTRUZZO

37 INTERNO DELLA VASCA DI CARICO

38 AUTOBETONIERA IN FASE DI CARICO INERTI CHE SARANNO SCARICATI DENTRO LA BOTTE DELL’AUTOBETONIERA

39 COMPUTER CHE GESTISCE TUTTE LE FASI DI CARICO

40 L’AUTOBETONIERA È PRONTA A DIRIGERSI CON IL SUO CARICO DI CALCESTRUZZO PRESSO IL CANTIERE CHE NE HA FATTO RICHIESTA

41 DESCRIZIONE DOCUMENTO DI TRASPORTO DEL CALCESTRUZZO (BOLLA DI ACCOMPAGNAMENTO) NOME DELLA DITTA_ _ _ _ _ _ _ _ _ …

42 codice cliente 7 1 radiale = 2 km 2756 numero progressivo del documento luogo di destinazione SN cantiere senza numero civico N° targa autobetoniera NOME COGNOME VIA (AUTISTA DELL’AUTOBETONIERA) Codice di riferimento autista NOME DELLA DITTA_ _ _ _ _ _ _ _ _ … 08A2209 contratto con la ditta

43 14:1014:3015:00 MANCATO CARICO FERMO MACCHINA MANCATO CARICO ALCUNE AZIENDE FORNITRICI DI CALCESTRUZZO APPLICANO IL MANCATO CARICO SU DI UNA FORNITURA IN CANTIERE INFERIORE A SEI METRI CUBI. ESEMPIO: NEL CASO DI QUESTA BOLLA DI ACCOMPAGNAMENTO, SONO STATI FORNITI IN CANTIERE DUE METRI CUBI DI CALCESTRUZZO, MA LA DITTA CHE NE HA FATTO RICHIESTA NE PAGHERÀ SEI METRI CUBI. N.B. L’APPLICAZIONE DEL MANCATO CARICO PUÒ VARIARE DA UN’AZIENDA ALL’ALTRA. Nome cognome (destinatario)

44 Nome cognome (destinatario) 14:1014:3015:00 MANCATO CARICO FERMO MACCHINA FINE PRESENTAZIONE FERMO MACCHINA ALCUNE AZIENDE FORNITRICI DI CALCESTRUZZO APPLICANO UN TEMPO MASSIMO PER SCARICARE UNA AUTOBETONIERA DI CALCESTRUZZO DA OTTO METRI CUBI. IL TEMPO MASSIMO È STATO STABILITO IN UNA ORA CIRCA. SUPERATO IL TEMPO MASSIMO DISPONIBILE, VIENE APPLICATO IL FERMO MACCHINA: CONSISTE IN UNA TARIFFA ORARIA STABILITA DALL’AZIENDA FORNITRICE. N.B. L’APPLICAZIONE DEL FERMO MACCHINA PUÒ VARIARE DA UN’AZIENDA ALL’ALTRA


Scaricare ppt "La filiera del calcestruzzo: gli inerti. CONSULENZE TECNICHE: ALESSANDRO ALLASIA; LUCA GIUGGIA; MARCO MARABOTTO; PASQUALE NASSO SI RINGRAZIA PER LA COLLABORAZIONE:"

Presentazioni simili


Annunci Google