La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Registro nazionale Imprese storiche Le imprese piacentine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Registro nazionale Imprese storiche Le imprese piacentine."— Transcript della presentazione:

1 Registro nazionale Imprese storiche Le imprese piacentine

2 REGISTRO IMPRESE STORICHE Dal 2011 il Registro nazionale delle imprese storiche istituito da Unioncamere è uno strumento di valorizzazione delle imprese che, nella longevità ultracentenaria, testimoniano le trasformazioni e i caratteri più profondi di un’identità nazionale e territoriale, nonché la capacità di coniugare innovazione e tradizione, apertura al mondo e appartenenza alla comunità, luogo per eccellenza dove si costruisce e si conserva l’identità del sistema economico e imprenditoriale locale.

3 D.A.F.AL. SRL

4 D.A.F.AL. SRL L’inizio delle attività agro-industriali dell’azienda risale alla metà del XIX secolo. Nel registro imprese storiche l’anno di attività è attestato al Nel 1850 era attiva la filanda, con la trasformazione in seta del prodotti dei bachi da seta, Nel 1920 l’azienda produceva e trasformava pomodoro in pelati, salse e passate Nel 1935 venne avviata la produzione della barbabietola da zucchero; dal melasso, sottoprodotto della lavorazione principale, iniziò ad essere distillato l’alcool etilico. Oggi è venuta meno la distillazione ma continua ad essere commercializzato alcool etilico di esclusiva provenienza agricola Nel 1961 fu avviata la produzione e trasformazione dei piselli (sottovuoto) Nel 1971, primi in Europa, l’azienda iniziò la coltivazione e trasformazione del mais dolce, OGM free

5 Demicheli Enrico

6 Demicheli Enrico Giacomo Demicheli fondò nel 1826 l’attività di fabbro e commercio dei propri manufatti. L’esercizio di tale attività proseguì con Enrico che, alla fine dell’800 aprì il primo negozio di ferramenta specializzato nella vendita di attrezzature realizzate dai propri figli. Fu Deliso a proseguire in linea diretta l’attività di fabbro e commerciante (dapprima con un fratello, poi da solo) Il figlio Enrico ne raccolse l’eredità, potenziando l’attività commerciale e chiudendo, nel tempo, l’officina artigiana.

7 F.d.F. di Fornasari Sante e Luigi

8 F.d.F. di Fornasari Sante e Luigi La data di iscrizione nel Registro nazionale delle imprese storiche è il E’ da questa data infatti che viene fatta risalire l’origine dell’attività della FdF (Fornasari di Fornasari). La data coincide con l’anno di nascita di Tobia, figura talmente nota che tutta la famiglia, in Val Tidone, viene riconosciuta come I Tobia Di generazione in generazione i Fornasari si dedicano alla professione del muratore. Luigi, che insieme al padre, gestisce oggi la ditta, è ormai un rappresentante della sesta generazione.

9 Follini D.ssa Luisa

10 Follini D.ssa Luisa L’imprenditrice ha avviato l’attività nel 2002 dopo essere entrata in possesso del nucleo centrale del fondo agricolo di famiglia, tramandato per generazioni a partire dalla metà degli anni ‘800. Le colture che vi si sono da sempre avvicendate sono quelle tipiche della zona pedemontana: erba, cereali, boschi, e viti, con produzione di vino. L’allevamento di bestiame è stato abbandonato negli anni ’60 del ‘900. Primo ad avviare l’attività fu Giuseppe. Nel suo congedo militare (del 1868) è indicata la professione di Proprietario. L’attività agricola era la sussistenza della famiglia.

11 Azienda agricola Zerioli Sas di Zerioli Filippo & C.Soc. agricola

12 Azienda agricola Zerioli di Zerioli Filippo & C. soc.agr. Nel 1890 i fratelli Ernesto e Filippo Zerioli diedero vita alla Casa Agricola per Esportazione Zerioli delle uve da tavola e dei vini. I primi successi li convinsero della necessità di ampliare la produzione vitivinicola della Val Tidone I due fratelli si distinsero a livello internazionale e divennero esperti consulenti chiamati in moltissimi convegni. Filippo Zerioli, Commendatore della Corona d’Italia, fu membro dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino. L’azienda si è quindi tramandata per quattro generazioni e oggi è Filippo Zerioli ad aver raccolto il testimone. L’azienda coltiva uva che trasforma, imbottiglia e commercializza.

13 Azienda agricola Monferrina di Sforza Fogliani P

14 Azienda agricola Monferrina di Sforza Fogliani P. Sog. Agricola Situata nel borgo storico di Vicobarone, la Cantina Monferrina, di origine feudale, appartiene alla famiglia Sforza Fogliani dal Fanno parte dell’azienda i due poderi di Badenigo e Solana, con vigneti ubicati tra i 200 ed i 300 metri. Ai primi del secolo la vendita dell’uva prevaleva sulla vinificazione. Dagli anni quaranta è prevalsa la vendita di vino sfuso e dagli anni sessanta è iniziato l’imbottigliamento. La cantina, di antica costruzione, è posta su due piani uno dei quali, interrato è adibito all’affinamento dei vini. Vengono seguiti metodi tradizionali di vinificazione con fermentazione naturale in bottiglia per tutti i vini rossi.

15 Impresa COGNI S.p.A

16 Impresa Cogni spa L’impresa Cogni nasce nel 1899 come impresa stradale con Antonio Cogni, fondatore della ditta ed amplia successivamente la propria attività ai lavori di sistemazione idraulica e drenaggi. Negli anni sessanta l’ing. Carlo Cogni apre una nuova sede secondaria a Cremona, costituita da uffici, area di stoccaggio materiali e deposito mezzi, per una più efficace e continua gestione dei lavori sul territorio cremonese e lombardo. Dal 1970 si sono susseguiti lavori di grande importanza (ad esempio costruzione completa della base militare a Lampedusa, opere presso la centrale nucleare di Caorso, depositi petroliferi, reti di teleriscaldamento, nuova Questura). Dal 1980 l’azienda è retta dai fratelli Antonio ed Enrico, quarta generazione imprenditoriale. L’azienda è oggi controllata da FINCO spa società finanziaria e di gestione industriale della famiglia.


Scaricare ppt "Registro nazionale Imprese storiche Le imprese piacentine."

Presentazioni simili


Annunci Google