La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBIETTIVI E STRATEGIE DELL’ASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO TAVOLA ROTONDA FATTIBILITA’ DEL MODELLO PIEMONTESE NELLE SINGOLE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBIETTIVI E STRATEGIE DELL’ASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO TAVOLA ROTONDA FATTIBILITA’ DEL MODELLO PIEMONTESE NELLE SINGOLE."— Transcript della presentazione:

1 OBIETTIVI E STRATEGIE DELL’ASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO TAVOLA ROTONDA FATTIBILITA’ DEL MODELLO PIEMONTESE NELLE SINGOLE REALTA’ REGIONALI - INTERVENTI PREORDINATI DEI RAPPRESENTANTI DELLE REGIONI LOMBARDIA MARIA ROSA STRADA Oncologia Riabilitativa Fondazione Maugeri – I.R.C.C.S PAVIA ROMA, Settembre 2006

2 Roma, settembre 2006 Delibera N° VIII/1375 del “Determinazione in ordine alla gestione del Servizio Socio Sanitario Regionale per l’esercizio 2006” SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA

3 Roma, settembre 2006 Allegato 3: Piani regionali di settore e di sviluppo Allegato 8: Piano dei controlli, qualità ed appropriatezza SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA

4 Roma, settembre 2006 Paragrafo: Area Riabilitativa (I) Sono state individuate, in relazione alle attività attualmente svolte, alla letteratura scientifica, alle regole di altre nazioni (es. Medicare, USA), in collaborazione con le società scientifiche Le situazioni post-acute provviste dall’ “evento-indice” SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA

5 Roma, settembre 2006 Paragrafo: Area Riabilitativa (II) Sono in via di definizione avanzata i quadri morbosi e le alterazioni funzionali nel contesto di alcune patologie “leader” di tipo cronico-degenerativo: neurologico, osteo-articolare-muscolare, pneumologico, cardiologico … … … per cui sono appropriate le cure riabilitative SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA

6 Roma, settembre 2006 TRATTAMENTO RIABILITATIVO E’ complementare o alternativo rispetto a quello dell’acuzie ed ha il significato della gestione appropriata della cronicità (Degenza, D.H. Ambulatorio) Ha lo scopo di ripristinare/mantenere le migliori condizioni di compenso funzionale compatibili con lo stadio della patologia cronica in atto [Programmati: monitoraggio, analisi delle attività e auditing clinico]

7 SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA Roma, settembre 2006 PRS = Progetto Riabilitativo di Struttura  definizione della “mission”  esplicitamento dei percorsi diagnostico- terapeutici  rispetto dei requisiti di accreditamento  organizzazione dipartimentale  interventi integrati socio-sanitari e socio- assistenziali

8 SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA Roma, settembre 2006 PRI = Progetto Riabilitativo Individuale E’ il documento diagnostico-prognostico e terapeutico elaborato dal “Team Riabilitativo” Contiene:  obiettivi coerenti  figure professionali  metodi e tempi  scale funzionali (di valutazione) Fa parte della cartella clinica

9 SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA Roma, settembre 2006 Pri = Programma Riabilitativo Individuale  E’ la declinazione dal PRI  E’ caratterizzato da più documenti (uno per ogni operatore)  Fa parte della cartella clinica

10 SITUAZIONE DELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO NELLA REGIONE LOMBARDIA Roma, settembre 2006 Elenco patologie e quadri morbosi e/o alterazioni funzionali di organi ed apparati … … … Stroke Lesioni del midollo spinale Deformità congenite Amputazioni Fratture … … Patologia neoplastica maligna … …


Scaricare ppt "OBIETTIVI E STRATEGIE DELL’ASSISTENZA RIABILITATIVA MULTIDISCIPLINARE AL PAZIENTE ONCOLOGICO TAVOLA ROTONDA FATTIBILITA’ DEL MODELLO PIEMONTESE NELLE SINGOLE."

Presentazioni simili


Annunci Google