La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il progetto MICHAEL www.michael-culture.org The MICHAEL Project is funded under the European Commission eTEN Programme Rossella Caffo - MiBAC Coordinatore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il progetto MICHAEL www.michael-culture.org The MICHAEL Project is funded under the European Commission eTEN Programme Rossella Caffo - MiBAC Coordinatore."— Transcript della presentazione:

1 Il progetto MICHAEL The MICHAEL Project is funded under the European Commission eTEN Programme Rossella Caffo - MiBAC Coordinatore del progetto MICHAEL

2 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAEL MICHAEL lancerà un portale trans-europeo della cultura che darà accesso, su base multilingue, al patrimonio culturale digitale di: Francia, Italia e Regno Unito (I fase) Finlandia, Germania, Grecia, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Ungheria (II fase)

3 30 gennaio 2006Rossella Caffo Concordare un approccio per la digitalizzazione del patrimonio culturale condiviso da Francia, Italia e Regno Unito, e poi di altri paesi europei Creare un punto di accesso unico ai vari portali nazionali della cultura Implementare una piattaforma distribuita basata su software open source Sostenere il multilinguismo Creare un’infrastruttura europea per sostenere il servizio Allargare il sistema ad altri paesi europei Obiettivi

4 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAEL si basa su: I PRODOTTI MINERVA Linee guida tecniche Manuale di buone pratiche Set di metadati per inventari di contenuti culturali digitali Prototipo di portale franco-italiano delle collezioni culturali digitali E in più… Strumenti per la qualità dei siti web culturali Relazione annuale sullo stato della digitalizzazione

5 30 gennaio 2006Rossella Caffo E in particolare: sul lavoro portato avanti dal gruppo MINERVA su “inventari, creazione di contenuti digitali e mulinguismo” sulla piattaforma tecnologica SDX messa a punto dal Ministero francese della cultura per il Catalogue des fonds culturels numérisés

6 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAEL: Progetto open source Applica le linee guida tecniche di MINERVA e le raccomandazioni fornite per la qualità dei siti web Data model allineato al set di metadati di Dublin Core e al Dublin Core Collection Level Description Permette lo scambio di metadati in formato XML attraverso il protocollo OAI-PMH Standard

7 30 gennaio 2006Rossella Caffo Francia, Italia e Regno Unito partecipano al consorzio MICHAEL: MiBAC (coordinatore, Italia) Ministère de la Culture et de la Communication (Francia) Museums, Libraries, Archives Council (Regno Unito) Amitié (Italia) Dédale (Francia) AJLSM (Francia) Il consorzio MICHAEL

8 30 gennaio 2006Rossella Caffo Finanziato dal programma eTen Durata: 36 mesi (giugno 2004-maggio 2007) Basato su iniziative nazionali di digitalizzazione e creazione di portali culturali MICHAEL in breve

9 30 gennaio 2006Rossella Caffo Finanziamenti nazionali (90%) Contributo della Commissione Europea (10%), solo per l’integrazione delle iniziative nazionali in un’infrastruttura europea Finanziamenti nazionali: 33 M€ Finanziamento europeo: 3,3 M€ Questioni finanziarie

10 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAELplus, il progetto di allargamento ad altri paesi europei proposto dal MiBAC e attivato dal gruppo dei rappresentanti nazionali (NRG), è stato approvato. 11 nuovi paesi (Finlandia, Germania, Grecia, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Ungheria) Investimenti nazionali per ulteriori 53 M€ Contributo comunitario di 5,1 M€ L’allargamento: MICHAELplus

11 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAEL censisce e dà accesso alle collezioni digitali.

12 30 gennaio 2006Rossella Caffo La collezione digitale per MICHAEL Definizione basata su standard internazionali (Research Support Libraries Programme-RSLP collection description e Dublin Core): “La collezione digitale è un’aggregazione di oggetti digitali. Il termine collezione indica che la risorsa digitale è descritta collettivamente; le sue parti possono comunque essere descritte e “navigate” indipendentemente.” Alla collezione digitale può dare accesso online o offline uno o più servizi o prodotti. Ad esempio: CD, DVD Data base, cataloghi, opac Siti web, portali …

13 30 gennaio 2006Rossella Caffo Tipi di record: Istituzione Collezione digitale Collezione fisica Progetto - programma Servizi e prodotti Il data model

14 30 gennaio 2006Rossella Caffo Popolamento del sistema attraverso: Il censimento delle collezioni digitali La migrazione di dati già esistenti Aggiornamento periodico dei dati Popolamento del sistema

15 30 gennaio 2006Rossella Caffo Il production module e il data model sono stati messi a punto Si stanno definendo i sistemi nazionali di MICHAEL in Francia, Italia e Regno Unito Si è avviata la fase di test nei tre paesi Si stanno mettendo a punto i progetti di migrazione dei dati e dei censimenti Sono in via di definizione i moduli e il calendario per il training dei catalogatori Lo stato dell’arte

16 30 gennaio 2006Rossella Caffo MICHAEL e il Portale della cultura Progetti integrati Si basano entrambi sulle linee-guida di MINERVA MICHAEL-IT sarà un modulo interno del Portale Attraverso l’istanza europea di MICHAEL i dati del Portale saranno visibili a livello internazionale

17 30 gennaio 2006Rossella Caffo 3 sono i nuclei principali di collezioni digitali: Le collezioni degli istituti del Ministero Le collezioni delle Regioni Italiane Le collezioni delle biblioteche e dei musei di 77 università Sono rappresentati tutti i settori del patrimonio culturale. MICHAEL in Italia

18 30 gennaio 2006Rossella Caffo La strategia: Definire accordi bilaterali con le singole istituzioni coinvolte per definire condizioni, procedure e requisiti tecnici (Regioni, CRUI). Il MIUR assicurerà l’uso di MICHAEL a fini didattici nelle scuole Il programma: La prima raccolta di dati sta per iniziare e sarà conclusa entro il 2006; Sarà aggiornata regolarmente. MICHAEL in Italia

19 30 gennaio 2006Rossella Caffo Il ruolo delle Regioni Ruolo chiave per il censimento delle collezioni digitali degli istituti del MiBAC sul territorio e di quelli di competenza regionale Il censimento relativo ad archivi di stato e biblioteche statali è invece svolto dai rispettivi Istituti Centrali

20 30 gennaio 2006Rossella Caffo Cosa è necessario fare Predisporre un progetto in cui: Sono individuate le istituzioni da coinvolgere E’ stimato il numero delle collezioni digitali da censire Sono stimati i tempi

21 30 gennaio 2006Rossella Caffo Il MiBAC offre Il coordinamento generale dell’iniziativa e l’assistenza Un finanziamento per l’attività di censimento La piattaforma tecnologica, in cui è implementato il data model I corsi di formazione

22 30 gennaio 2006Rossella Caffo La piattaforma tecnologica La piattaforma tecnologica italiana è presso il CASPUR (Consorzio interuniversitario per le Applicazioni di Supercalcolo di Università e Ricerca). Il CASPUR è responsabile delle installazioni locali e della manutenzione della piattaforma. Le Regioni avranno di estrarre i propri dati, e in un secondo tempo la possibilità di installare la piattaforma a livello locale.

23 30 gennaio 2006Rossella Caffo

24 30 gennaio 2006Rossella Caffo A breve: Il portale europeo di MICHAEL permetterà di condurre ricerche su tutti i data base nazionali allo stesso tempo. Le ricerche saranno di tipo full-text, geografico, per soggetto, cronologico, per istituzione responsabile e altro... “MICHAEL è il catalogo della European Digital Library…” Servizi europei

25 30 gennaio 2006Rossella Caffo


Scaricare ppt "Il progetto MICHAEL www.michael-culture.org The MICHAEL Project is funded under the European Commission eTEN Programme Rossella Caffo - MiBAC Coordinatore."

Presentazioni simili


Annunci Google