La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA COMUNICAZIONE DELLE SOCIETA’ SPORTIVE E IL RAPPORTO CON I MEDIA Sabaudia, 28 marzo 2015 “COMUNICARE CON SUCCESSO” Mario Arceri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA COMUNICAZIONE DELLE SOCIETA’ SPORTIVE E IL RAPPORTO CON I MEDIA Sabaudia, 28 marzo 2015 “COMUNICARE CON SUCCESSO” Mario Arceri."— Transcript della presentazione:

1 LA COMUNICAZIONE DELLE SOCIETA’ SPORTIVE E IL RAPPORTO CON I MEDIA Sabaudia, 28 marzo 2015 “COMUNICARE CON SUCCESSO” Mario Arceri

2

3 PRINCIPI La comunicazione è uno degli elementi fondamentali della società moderna Lo sport è uno dei settori di attività sociale tra i più importanti oggi sotto il profilo etico, educativo, spettacolare e commerciale per i valori propri e per i valori relativi alla comunicazione

4 I MEDIA Imprese commerciali Utilizzazione dei media per il mass marketing e per il business marketing Interesse dei media per lo sport in eventi di grande interesse pubblico Interesse dello sport per i media se necessario diffondere la conoscenza dell’impresa (evento o team)

5 ESIGENZE Ogni impresa, per avere successo, deve essere conosciuta, praticata, supportata Deve ottenere fiducia della gente e contributo degli sponsor, quindi audience e risorse Deve essere comunicata: gli spazi sui media costituiscono una risorsa fondamentale per il successo di eventi successivi

6 DA TENERE IN CONTO CHE… …la comunicazione oggi è fondamentale …è indispensabile comunicare …è necessario comunicare nel modo più incisivo …il concorrente adotterà strategie di comunicazione …comunicare ha valenza economica …i mezzi di comunicazione hanno un enorme potere di penetrazione e convincimento …la tecnologia perfeziona e innova continuamente i mezzi a disposizione (multimedialità) LA COMUNICAZIONE E’ UN FATTORE PRODUTTIVO

7 …E INOLTRE… Esigenza di apparire …con un robusto impianto organizzativo, rapportato alle disponibilità …strutturando la comunicazione con una strategia di interventi …tenendo conto che chiediamo e riceviamo tanta informazione… …consumandola rapidamente fino a dimenticarla

8 …ALLORA E’ NECESSARIO CHE… …la notizia venga fatta recuperare (ricordare) dai consumatori …puntando sull’originalità del messaggio …puntando sulla sua reiterazione …consolidando e sedimentando l’informazione Quindi l’evento di un giorno va lanciato e ricordato più volte nella sua imminenza La manifestazione che si protrae nel tempo va lanciata, seguita e richiamata tappa dopo tappa

9 L’UFFICIO STAMPA Si è reso necessario per la trasformazione del giornalismo dopo il Sessantotto 1) Per intervenire (per apparire) nel flusso sempre maggiore di informazioni al fine di: esistere, spiegare e far capire come e perché 2) Per tenere sotto controllo la comunicazione relativa all’azienda con un’informazione controllata e certificata

10 COMUNICARE PER… Agevolare il marketing che negli anni è cambiato: Anni ’80 - Sponsorizzazione, attraverso la vendita degli spazi Anni ’90 - Comunicazione integrata, con molteplicità di protagonisti reali Duemila - Valorizzazione degli aspetti culturali, sociali, economici

11 TIPOLOGIE DI MARKETING SPORTIVO Marketing degli eventi sportivi Marketing delle Federazioni Marketing delle Leghe Marketing delle Società sportive Marketing dei singoli atleti Marketing delle attrezzature e dell’abbigliamento Marketing dei prodotti e dei servizi connessi Marketing delle aziende sponsorizzatrici

12 COINVOLGIMENTO Mass marketing: la gente Business marketing: le imprese Marketing territoriale: le istituzioni

13 I TEMPI DELLA COMUNICAZIONE dell’evento Preparazione: elaborazione del budget, ricerca delle risorse, promozione, organizzazione Realizzazione: aspetto agonistico o ludico Dimostrazione: azioni di comunicazione (dopo la promozione) per portare in evidenza positiva l’immagine dell’organizzazione e dell’evento stesso

14 LA TERZA FASE Sottovalutare o dimenticare l’ultima fase della comunicazione d’azienda è grave perché… …sottrae all’evento una valenza positiva utile in caso di reiterazione dell’impresa …toglie a chi ha garantito risorse ulteriori occasioni di visibilità sui mass media …priva il “consumatore” del diritto di sapere cosa è accaduto e come si è concluso un evento se non ne è stato spettatore

15 LA FORMULA Produttore (EMITTENTE): ha bisogno di comunicare per imporre un …. Prodotto (bene materiale o immateriale) che deve raggiungere un… Target (DESTINATARIO: contesto socio- economico più o meno vasto) utilizzando un… Messaggio che ha bisogno di un… Mezzo (stampa scritta, radiotelevisiva, web, cartellonistica, volantinaggio, ecc.)

16 LA MISSION Ottenere la massima esposizione possibile per l’evento Garantire le migliori condizioni di lavoro per i giornalisti Dare notizia immediata della conclusione dell’evento o delle sue tappe intermedie

17 OBIETTIVI DELL’EVENTO SPORTIVO Promuovere una disciplina sportiva Puntare sulle valenze sociali Offrire prodotti e servizi unici Trasformare il consumo da semplice fruizione ad esperienza Coinvolgere in maniera trasversale una pluralità di soggetti Favorire le relazioni Stimolare le integrazioni e il dialogo fra culture diverse Mantenere vive alcune tradizioni Promuovere le peculiarità del territorio ospitante Affermare le capacità amministrative di chi governa Fare cassa

18 I REQUISITI DELL’ADDETTO STAMPA Interesse reale per il ruolo assunto Consapevolezza dell’importanza del ruolo Condivisione della “mission” con la dirigenza Disponibilità di tempo Capacità di scrittura Disponibilità di mezzi per la comunicazione Conoscenza del mondo dei media per poter agire produttivamente

19 LE FUNZIONI DELL’ADDETTO STAMPA Conoscenza delle strategie aziendali Rapporto diretto con i media locali e almeno di conoscenza con le testate nazionali Redazione e invìo dei comunicati stampa Possibilità di comunicare con i media in qualsiasi momento Conoscenza e disponibilità delle nuove tecnologie Archiviazione del materiale illustrativo Predisposizione di cartelle stampa Allestimento di tribuna e sala stampa Predisposizione della rassegna stampa

20 PREPARAZIONE DELL’EVENTO Annuncio dell’evento Notizia con date e calendario Approfondimento progressivo Presentazione della manifestazione offrendo interviste con protagonisti e organizzatori qualora vadano messi in rilievo particolari elementi di natura sportiva, sociale, culturale, solidale che meritino particolare attenzione

21 DURANTE L’EVENTO Dare notizia con: Cronaca Interviste Risultati Post-evento Utilizzare ogni argomento e mezzo possibili perché l’evento continui a vivere offrendo elementi per commenti e approfondimenti

22 CONFERENZE STAMPA Annunciare con un comunicato che spieghi le motivazioni dell’incontro e presenti i relatori Condurre e moderare l’incontro Diffondere un comunicato che illustri argomenti e conclusioni

23 IL COMUNICATO STAMPA Preavvertire l’inoltro del comunicato stampa Far giungere l’informazione quanto prima possibile Non usare mai il formato pdf, consentendo invece l’uso del “copia e incolla” Evitare per quanto possibile l’uso dell’allegato Indicare con la massima sintesi e altrettanta chiarezza l’oggetto dell’ Non inviare comunicati eccessivamente lunghi Fornire materiale iconografico

24 IL COMUNICATO STAMPA / 2 Scansione dell’informazione in un unico o attraverso più lanci Notizia: condensare in quattro-cinque righe gli elementi più significativi Approfondimento: aggiungere nella seconda parte del comunicato elementi che ne approfondiscano il concetto Servizio: completare il comunicato fino a fargli raggiungere le dimensioni di un servizio giornalistico

25 MONITORING Attività di monitoraggio continuo di qualsiasi fatto, evento o personaggio che possa interessare o coinvolgere il proprio settore di interesse (azione diretta all’interno dell’azienda) Il fine è l’avvìo tempestivo di una eventualmente necessaria campagna di comunicazione L’addetto stampa riveste dunque un ruolo di primaria importanza nell’organizzazione aziendale

26 UTILIZZAZIONE DEL WEB VIRTUAL PRESS OFFICE Creazione di un archivio storico, fotografico, di notizie Utilizzazione corretta dei social network Realizzazione di una newsletter in sostituzione del magazine cartaceo Creazione e gestione di un sito web

27 MARKETING NON CONVENZIONALE In particolar modo nello sport, la comunicazione di maggiore successo è infatti sempre più spesso quella a rete, tipica della comunità, all’interno della quale le persone condividono valori, interessi e conoscenza: il web 2.0 e il marketing non convenzionale stanno cambiando il modo di fare marketing communications.

28 CONCLUSIONI Una squadra che vince, ma ha alle spalle una cattiva gestione, fallisce Una società che non sa comunicare potrà ottenere risultati importanti, ma non riceverà i riconoscimenti che tecnicamente merita L’immagine positiva della società si trasforma in benefici effetti sotto il profilo della buona stampa, dell’appeal verso il pubblico, della considerazione da parte degli sponsor

29 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "LA COMUNICAZIONE DELLE SOCIETA’ SPORTIVE E IL RAPPORTO CON I MEDIA Sabaudia, 28 marzo 2015 “COMUNICARE CON SUCCESSO” Mario Arceri."

Presentazioni simili


Annunci Google