La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I giovedì della cultura scientifica ENEA, 7 ottobre 2004 ETICA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE NELLA RICERCA BIOMEDICA Alberto Loizzo, Gabriella Galietta, Paolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I giovedì della cultura scientifica ENEA, 7 ottobre 2004 ETICA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE NELLA RICERCA BIOMEDICA Alberto Loizzo, Gabriella Galietta, Paolo."— Transcript della presentazione:

1 I giovedì della cultura scientifica ENEA, 7 ottobre 2004 ETICA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE NELLA RICERCA BIOMEDICA Alberto Loizzo, Gabriella Galietta, Paolo Renzi Istituto Superiore di Sanità, Roma Università La Sapienza, Roma LA VIA DEL FARMACO DALLA SPERIMENTAZIONE ALL’UOMO

2 La ricerca biomedica è utilizzata a favore sia dell’uomo che degli animali…

3 NUMERO DI MOLECOLE TESTATE DAL LABORATORIO AL MALATO Screening di laboratorio>1000 Prove precliniche 6 Prove cliniche- Fase I 3.6 Prove cliniche- Fase II 2.4 Prove cliniche- Fase III 1.2 Registrazione e Distribuzione 1

4 COSTI DI PROVE DI TOSSICOLOGIA PRECLINICA TEST COSTI APPROSSIMATIVI Tossicità per dose singola (roditori) 4 000 € Tossicità subacuta (4 sett ratti/cani) 190 000 € Tossicità subacuta (4 sett. scimmie) 125 000 € Tossicità subacuta (13 sett ratti/cani) 300 000 € Tossicità subacuta (13 sett. scimmie) 190 000 € Tossicità cronica (26 sett ratti/39 cani) 500 000 € Tossicità cronica (39 sett scimmie) 290 000 € Mutagenesi (3 prove base) 70 000 € Cancerogenesi (topi o ratti)2 200 000 € Tossicità riproduttiva e teratogenesi 450 000 € Costo complessivo approssimato(2001) ~ 3 – 6 milioni €

5 FASE I Se la molecola supera i test prescritti, allora può essere ammessa alle prove pilota nell’uomo, con cautela, a partire da dosi basse fino a dosi che producono effetti tossici, con studi di farmacocinetica e di tollerabilità generale. Le prove sono effettuate di solito su soggetti maschi “volontari sani”, pagati a tale scopo dalle industrie farmaceutiche.

6 FASE II e III Il farmaco si prova su malati che abbiano dato il “consenso informato” in condizioni controllate, e sempre piu’ vicine alle condizioni d’uso abituale di mercato. Anche in questo caso i malati, il cui numero cresce a mano a mano che il procedimento va avanti, fino ad alcune migliaia di malati, Che spesso sono in prevalenza uomini, a meno che non si tratti di patologie tipiche delle donne.

7 Costi totali investiti per un farmaco innovativo Costi totali investiti per un farmaco innovativo Dallo screening alla farmacia IN MILIONI DI DOLLARI USA DEL 2000 Anni ’70 138 Anni ’80 318 Anni ’90 802

8 FASE IV Dopo la registrazione e l’immissione sul mercato inizia la Fase IV, detta “post-marketing surveillance”, fase in cui sono seguiti con particolare attenzione sia gli effetti terapeutici, sia gli effetti collaterali provocati dal farmaco, in confronto a qualli evidenziati nelle fasi II e III. Durante questa fase talvolta si evidenziano effetti collaterali che non erano stati notati nelle precedenti fasi, anche a causa del numero di soggetti trattati (alcune migliaia, invece che i milioni delle vendite in farmacia)

9 PROBABILITA’ DI EVIDENZIARE EFFETTI “RARI” Incidenza del fenomeno Numero di campioni necessari a evidenziare il fenomeno, con probabilità del 95% 5% 60 60 0.5%600 0.1%3000

10 Il farmaco viene provato in clinica “nell’uomo”…

11

12 …Conclusioni


Scaricare ppt "I giovedì della cultura scientifica ENEA, 7 ottobre 2004 ETICA E SPERIMENTAZIONE ANIMALE NELLA RICERCA BIOMEDICA Alberto Loizzo, Gabriella Galietta, Paolo."

Presentazioni simili


Annunci Google