La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DEFINIZIONE DI POLIURIA Poliuria: >2 Litri di urina/m2/die Adulti e bambini > 40 ml/kg/die lattanti (0-2 aa) > 100 ml/kg/die.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DEFINIZIONE DI POLIURIA Poliuria: >2 Litri di urina/m2/die Adulti e bambini > 40 ml/kg/die lattanti (0-2 aa) > 100 ml/kg/die."— Transcript della presentazione:

1 DEFINIZIONE DI POLIURIA Poliuria: >2 Litri di urina/m2/die Adulti e bambini > 40 ml/kg/die lattanti (0-2 aa) > 100 ml/kg/die

2 Quando sospettare poliuria/polidipsia nei bambini più piccoli Difficoltà all’alimentazione Mancato accrescimento Irritabilità Nicturia Sazietà legata a sola introduzione di liquidi Ridotto apporto calorico Disidratazione borderline Primi segni da non sottovalutare nel lattante Suzione vigorosa e vomito Febbre senza causa apparente Stipsi ostinata Pannolino eccessivamente bagnato di urine La diagnosi può essere difficile a causa della aspecificità dei sintomi ATTENZIONE!

3 Rischio elevato di disidratazione se non viene mantenuto il bilancio idrico in pareggio fra entrate e uscite di liquidi il lattante viene alimentato dalla madre che può non aver riconosciuto la poliuria può presentare vomito ripetuto può essere letargico Il bambino più grande (con senso della sete conservato) Chiede insistentemente di bere Se non vi è restrizione di liquidi può bilanciare le perdite urinarie Complicanze gravi della disidratazione e diselettrolitemia:  Convulsioni da severa ipernatremia e disidratazione iperosmolare.  Ritardo mentale (danno cerebrale da iperosmolarità, convulsioni e ipossia)  Exitus per shock ipovolemico o convulsione ipernatriemica

4 Obiettività clinica: Lattante irritabile pannolino bagnato di urine segni di disidratazione quali: Secchezza delle mucose diminuito turgore cutaneo ( spesso assente nella disidratazione ipernatriemica nonostante la disdratazione significativa) ridotta lacrimazione Tachicardia Fecaliti in addome Shock ipovolemico

5 Quali accertamenti?  bilancio idrico con raccolta urine delle 24 ore (osmolarità, elettroliti urinari)  prelievo ematico per osmolarità, glicemia e elettroliti

6 Se confermata poliuria? PS urine del mattino <1002 osmolarità Urine 24h < 300 mOsm/kg acqua osmolarità Plasma >290 mOsm/kg se disidratazione Na + plasma: >144 mmol/l Iperglicemia e glicosuriaDiabete mellito Diabete insipido (DI) Ipokaliemia e ipercalcemia Difetto di concentrazione renale secondario

7 Conferma di diabete insipido nei casi dubbi Test dell’assetamento Restrizione idrica per 7 ore (4 ore per i lattanti) e valutazione di: Na, K, Osmolarità plasmatica, ADH di base e ogni ora PS urinario ogni 2 ore peso del bambino ogni 2 ore per limitare la disidratazione al 2-5% interrompere il test se PS urinario ≥1014 o sete intollerabile o disidratazione >5% Se persiste poliuria si somministra DDAVP intranasale e si reintegra l’apporto di liquidi e dopo 4 ore (2 ore nel lattante) si valuta l’osmolarità su siero e urine

8 RISULTATO TEST DELL’ASSETAMENTO normale DI psicogeno DI centrale Osmolarità urinaria > 450 mOsm/kg osmolarità urine/siero ≥1,5 incremento di osmolarità urine/siero di 1.0 o più + DDAVP disidratazione Osmolarità urinaria < 300 mOsm/kg osmolarità urine/siero <1,5 poliuria 4-7 ore Disidratazione + poliuria DI nefrogenico

9 Il diabete insipido centrale può essere segno di  patologia neoplastica o infiammatoria intracranica (p.e. istiocitosi X),  anticiparne l’esordio o esserne sequela diretta  o secondaria a suo trattamento (p.e. post ablazione chirurgica di craniofaringioma) La diagnosi di DI centrale deve essere completata con lo studio RMN dell’encefalo ed in particolare della regione ipotalamo ipofisaria

10 Enuresi Minzione completa durante il sonno oltre l’età in cui il controllo vescicale viene raggiunto  ♂ > 6 anni  ♀ > 5 anni

11 Prevalenza nella popolazione Enuresi 1 % 0,5 %

12 Enuresi Mesi Follow-up e percentuali di risoluzione

13 Fisiopatologia  Capacità vescicale funzionale notturna  Produzione notturna di urina  Turbe dell’addormentamento/risveglio Enuresi

14  Età > 6 anni (8-9 anni)  Peso del disturbo in famiglia e nella vita sociale  Grado di accettazione del disturbo da parte dei genitori Quando iniziare il trattamento Enuresi

15 Farmacologico  Ormonale  Anticolinergici  Antidepressivi triciclici Comportamentale-motivazionale  Allarme sonoro  Training minzionale Tecniche non convenzionali  Ipnosi  Agopuntura  Riflessoterapia  Omeoterapia Modalità di trattamento Enuresi

16


Scaricare ppt "DEFINIZIONE DI POLIURIA Poliuria: >2 Litri di urina/m2/die Adulti e bambini > 40 ml/kg/die lattanti (0-2 aa) > 100 ml/kg/die."

Presentazioni simili


Annunci Google