La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scienza, ma quale? La Terra è rotonda! Finisce, anzi, è già finita! 15/04/2015Rodolfo Damiani1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scienza, ma quale? La Terra è rotonda! Finisce, anzi, è già finita! 15/04/2015Rodolfo Damiani1."— Transcript della presentazione:

1 Scienza, ma quale? La Terra è rotonda! Finisce, anzi, è già finita! 15/04/2015Rodolfo Damiani1

2 Da trent’anni viviamo al di sopra dei nostri mezzi! mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani2

3 Quelli che intascano i profitti non sono gli stessi che pagano i costi.. mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani3

4 La consapevolezza collettiva di questo problema è però gravemente limitata mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani4

5 E’ tutta qui! … mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani5

6 De Bono: “Io ho ragione, tu hai torto” La logica del riduzionismo analitico, vincente sotto il profilo tecnico, è assai debole sotto il profilo umano. E’ la logica-roccia, la logica ferrea degli assoluti, della rigidità, delle contrapposizioni nette ed inderogabili, manichea e arrogante, priva di creatività e di energia costruttiva. 15/04/2015Rodolfo Damiani6

7 La tragedia delle risorse comuni e limitate si risolve solo con l’emergere di una visione olistica e sistemica della realtà. 15/04/2015Rodolfo Damiani7

8

9 Il termine “olismo” indica la tesi generale per cui “ il tutto è più della somma delle sue parti” 15/04/2015Rodolfo Damiani9

10 Enrico Cheli, all’università di Siena dirige la Scuola di Dottorato di Ricerca “Studi per la pace e la risoluzione dei conflitti” 15/04/2015Rodolfo Damiani10

11 Il paradigma olistico e quello sistemico coincidono 15/04/2015Rodolfo Damiani11

12 Il sistema Oggetti tra di loro interdipendenti: una variazione nello stato di uno di essi si riflette sempre sugli altri e sul sistema nella sua totalità. L’influenza non segue percorsi lineari, ma un processo circolare in cui il mutamento di una parte modifica il sistema globale che a sua volta rimodifica la parte. 15/04/2015Rodolfo Damiani12

13 Novità centrale dei sistemi olistici: Non località della causalità, località che è invece centrale per il riduzionismo. 15/04/2015Rodolfo Damiani13

14 Processi interdipendenza l’emergenza l’autoorganizzazione causalità circolare, feedback la relazionalità le proprietà del tutto determinano quelle delle parti 15/04/2015Rodolfo Damiani14

15 capire le cose in maniera sistemica significa letteralmente porle in contesto, stabilire la natura delle loro relazioni 15/04/2015Rodolfo Damiani15

16 Rodolfo Damiani Il famoso regolatore centrifugo, l’omeostasi..

17 Rodolfo Damiani Pensare circolarmente, anziché per linee rette

18 Non più variabili indipendenti (cause) e dipendenti (effetti). Ogni rapporto di influenza è sempre reciproco, non fluisce in una sola direzione (geo o eliocentrico) 15/04/2015Rodolfo Damiani18

19 Un evento-sistema non è autosufficiente, separabile e isolabile, ma esprime un “continuum”. La separatezza è solo un’astrazione, la dicotomia un’illusione. 15/04/2015Rodolfo Damiani19

20 La separatezza è un’illusione! 15/04/2015Rodolfo Damiani20

21 ‘Gli uomini piccoli discriminano e dicono: egli è un mio parente; l’altro è uno sconosciuto. Per coloro che vivono in modo magnanimo il mondo intero non è altro che un’unica famiglia.’ - Upanishad 6,72 mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani21

22 Una società sostenibile deve pensare saggiamente alla qualità della vita. Una società sostenibile ha bisogno di una nuova etica mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani22

23 Sostenibilità non è “crescita zero”! mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani23

24 John Stuart Mill, 160 anni fa! mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani24

25 Una rivoluzione culturale dopo l’altra … dopo quella dell’agricoltura, e quella dell’industria … è arrivato il momento dell’ultima o.. più nessuna! mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani25

26 Ogni rivoluzione culturale ha un’anima: l’etica e un corpo: la conoscenza scientifica mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani26

27 Due definizioni di società sostenibile (è una società che..) : 1).. è in grado di andare avanti generazione dopo generazione, abbastanza lungimirante, flessibile e saggia da non minare i sistemi fisici o sociali sui quali poggia 2).. “soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri” La Commissione Mondiale per l’Ambiente e lo Sviluppo mercoledì 15 aprile 2015 Rodolfo Damiani 27

28 La società è un sistema complesso, dove diamo le martellate e con quali martelli? mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani28

29 I due punti più sensibili: L’informazione è il fattore chiave del cambiamento Coloro che s’avvantaggiano del sistema esistente resistono attivamente al cambiamento mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani29

30 Non più: o il mercato o l’umanità mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani30

31 “Il Prodotto Interno Lordo.. misura, in breve, tutto tranne ciò che dà valore alla vita” Robert F. Kennedy mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani31

32 Ciò che il PIL non misura: i benefici del lavoro non retribuito, i costi della criminalità, dell’inquinamento idrico e atmosferico, le perdite di terreni agricoli e foreste. mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani32

33 I costi per ripulire diventano positivi, il danno ambientale non conta nulla mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani33

34 “E’ una tentazione troppo forte, avendo solo un martello, non trattare ogni cosa come un chiodo” Abraham Maslow, psicologo mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani34

35 Significa: “se il solo strumento che utilizziamo per analizzare cosa ha davvero valore è l’assegnazione di un prezzo, allora ciò che ne è privo rischia di sembrare senza valore” Al Gore, nobel per la pace mercoledì 15 aprile 2015Rodolfo Damiani35


Scaricare ppt "Scienza, ma quale? La Terra è rotonda! Finisce, anzi, è già finita! 15/04/2015Rodolfo Damiani1."

Presentazioni simili


Annunci Google