La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Logica Lezione 3 Riferimenti: Varzi, Nolt, Rohatyn (2007), cap. 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Logica Lezione 3 Riferimenti: Varzi, Nolt, Rohatyn (2007), cap. 1."— Transcript della presentazione:

1 Logica Lezione 3 Riferimenti: Varzi, Nolt, Rohatyn (2007), cap. 1

2 Argomentazioni Un’argomentazione è una forma di discorso in cui una o più proposizioni (premessa/e) è asserita/sono asserite a sostegno di un’altra proposizione (conclusione) N.B. Premesse e conclusione: Proposizioni dichiarative  Vere o False

3 Tipi di argomentazioni (i) 1) Argomentazioni deduttive Se sono vere le premesse, allora è necessario che sia vera la conclusione 2) Argomentazioni induttive Se sono vere le premesse, allora è ragionevole (plausibile) che sia vera la conclusione, ma non è necessario che lo sia

4 Tipi di argomentazioni (ii) 1) Semplici Non vi sono conclusioni intermedie, che fungono da premesse per ulteriori conclusioni 2) Complesse Vi sono conclusioni intermedie, che fungono da premesse per ulteriori conclusioni (sono cioè premesse derivate, a differenza delle premesse non giustificate all’interno dell’argomentazione, che sono assunzioni)

5 Riconoscere un’argomentazione (i) 1) Riconoscere le proposizioni che la costituiscono 2) Riconoscere le premesse e le conclusioni - Indicatori di premessa: Poiché, Siccome, Dal momento che, Considerato che, Dato che, Visto che, Infatti, etc. - Indicatori di conclusione: Quindi, Perciò, Così, Pertanto, Dunque, Etc.

6 Ad esempio: (i) L’inflazione è diminuita considerevolmente, mentre i tassi di interesse sono rimasti alti. Quindi, in termini reali, i prestiti sono diventati più costosi, visto che a queste condizioni il denaro preso a prestito non può essere ripagato con euro altamente inflazionati (mentre poteva esserlo quando l’inflazione era alta.

7 Ad esempio: (i) (1) [L’inflazione è diminuita considerevolmente, mentre i tassi di interesse sono rimasti alti].  Premessa (2) Quindi, [in termini reali, i prestiti sono diventati più costosi],  Conclusione (3) visto che [a queste condizioni il denaro preso a prestito non può essere ripagato con euro altamente inflazionati (mentre poteva esserlo quando l’inflazione era alta].  Premessa

8 Ad esempio: (ii) C’è bisogno di altra morfina. Abbiamo 32 feriti e sono rimaste solo 12 dosi. (1) [C’è bisogno di altra morfina]  Conclusione (2) [Abbiamo 32 feriti]  Premessa (3) [e sono rimaste solo 12 dosi]  Premessa

9 Riconoscere un’argomentazione (ii) 3) Ricostruire l’argomentazione mediante l’uso di diagrammi Ad esempio: (ii) (1) [C’è bisogno di altra morfina]  Conclusione (2) [Abbiamo 32 feriti]  Premessa (3) [e sono rimaste solo 12 dosi]  Premessa

10 Riconoscere un’argomentazione (iv) a) Argomentazione convergente: Diversi passi di ragionamento separati e indipendenti sostengono la stessa conclusione Argomentazione non convergente: non si dà il caso che sia convergente

11 Ad esempio: (iii) I Rossi devono essere a casa. La porta d’ingresso è aperta, l’auto è in garage e la televisione è accesa, dato che se ne intravede il bagliore dalla finestra.

12 Ad esempio: (iii) (1)[I Rossi devono essere a casa]  Conclusione (2)[La porta d’ingresso è aperta]  Premessa (3)[l’auto è in garage] (4)e [la televisione è accesa],  Premessa derivata da (5)/conclusione intermedia (5)dato che [se ne intravede il bagliore dalla finestra]  Premessa di (4) Convergente

13 Ad esempio: (iv) Ho seguito le indicazioni della ricetta sulla scatola, ma la torta è davvero immangiabile. Evidentemente alcuni ingredienti sono andati a male.

14 Ad esempio: (iv) (1) [Ho seguito le indicazioni della ricetta sulla scatola], (2) ma [la torta era immangiabile]. (3) Evidentemente [alcuni ingredienti erano andati a male] Non convergente

15 Riconoscere un’argomentazione (v) b) Alcune premesse e/o la conclusione possono essere implicite. Occorre dunque individuarle per ricostruire certe argomentazioni.

16 Ad esempio: (v) Carla è atea, e questo dimostra che non è necessario credere in Dio per essere delle brave persone.

17 Ad esempio: (v) (1)[Carla è atea]  Premessa (2)E questo dimostra che [non è necessario credere in Dio per essere delle brave persone]  Conclusione (3)[Carla è una brava persona]  Premessa implicita

18 Ad esempio: (vi) Se ci fosse stato un autovelox, sarebbe comparso su questo radar, ma qui non è comparso nulla.

19 Ad esempio: (vi) (1) [Se ci fosse stato un autovelox, sarebbe comparso su questo radar]  Premessa (2) Ma [non è comparso nulla]  Premessa (3) Dunque [non c’è un autovelox]  Conclusione implicita

20 Riconoscere un’argomentazione (sintesi) 1) Riconoscere le proposizioni che la costituiscono 2) Riconoscere le premesse e le conclusioni - Indicatori di premessa: Poiché, Siccome, Dal momento che, Considerato che, Dato che, Visto che, Infatti, etc. - Indicatori di conclusione: Quindi, Perciò, Così, Pertanto, Dunque, Etc. 3) Ricostruire l’argomentazione mediante l’uso di diagrammi a) Argomentazione convergente: Diversi passi di ragionamento separati e indipendenti sostengono la stessa conclusione Argomentazione non convergente: non si dà il caso che sia convergente b) Alcune premesse e/o la conclusione possono essere implicite. Occorre dunque individuarle per ricostruire certe argomentazioni.

21 Ad esempio: (vii) Non sono stati né il maggiordomo, né la cameriera. Rimangono il cuoco e l’autista. Ma l’autista era all’aeroporto quando il delitto è avvenuto. Il cuoco è l’unico senza un alibi. Inoltre l’ereditiera è stata avvelenata. È logico concludere che l’assassino è proprio il cuoco.

22 Ad esempio: (vii) (1) [Non sono stati né il maggiordomo, né la cameriera]  Premessa di (2) (2) [Rimangono il cuoco e l’autista]  Premessa intermedia/conclusione derivata da (1) e (7) (3) Ma [l’autista era all’aeroporto quando il delitto è avvenuto]  Premessa di (6) (4) [Il cuoco è l’unico senza un alibi]  Premessa intermedia - Premessa di (6)/conclusione derivata da (2), (3), (8) (5) Inoltre [l’ereditiera è stata avvelenata]  Premessa di (6) (6) È logico concludere che [l’assassino è proprio il cuoco].  Conclusione (7) [L’assassino è uno tra il maggiordomo, la cameriera, il cuoco e l’autista]  Premessa implicita di (2) (8) [Il delitto è avvenuto in casa]  Premessa implicita di (6)

23 Ad esempio: (vii)


Scaricare ppt "Logica Lezione 3 Riferimenti: Varzi, Nolt, Rohatyn (2007), cap. 1."

Presentazioni simili


Annunci Google