La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il ruolo dell’ente locale per l’integrazione sociale degli immigrati M.E.I.C. - Delegazione Regionale della Sicilia «L’integrazione culturale, socio-economica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il ruolo dell’ente locale per l’integrazione sociale degli immigrati M.E.I.C. - Delegazione Regionale della Sicilia «L’integrazione culturale, socio-economica."— Transcript della presentazione:

1 Il ruolo dell’ente locale per l’integrazione sociale degli immigrati M.E.I.C. - Delegazione Regionale della Sicilia «L’integrazione culturale, socio-economica e politica degli immigrati nella società italiana, verso la piena cittadinanza» Ragusa – 24 aprile 2005

2 Il ruolo del Comune  Promuovere l’inserimento e favorire la partecipazione dei cittadini immigrati alla vita sociale e politica (per es. diritto di voto)  Coordinare, nel rispetto del principio di sussidiarietà, gli interventi dei diversi attori coinvolti nella questione immigrazione  Gestire e implementare servizi e interventi specifici, inserendoli nel quadro dei servizi socio-assistenziali (Piano di Zona L. 328)  Monitorare e valutare gli interventi tenuto conto delle mutevoli condizioni: flussi immigratori, diverse nazionalità, tipologia delle persone (minori, donne, richiedenti asilo, lavoratori stagionali, ecc…)

3 Le politiche sociali a sostegno degli immigrati in generale:  innanzitutto rispettare e garantire un corredo di diritti elementari, affermati universalmente per ogni persona;  ogni ambito di assistenza socio-sanitaria, educativa, lavorativa, abitativa, così come ogni tipo di prestazione non deve operare distinzioni tra cittadini italiani e immigrati

4 Le politiche sociali a sostegno degli immigrati in particolare:  fornire risposte appropriate alle specifiche situazioni di indigenza, di pericolo e persino di clandestinità che assumono i caratteri di disagio psichico, sociale ed economico.  I servizi sociali dei Comuni si trovano quindi sempre di più nella difficile situazione di dovere compensare squilibri sociali che hanno cause remote e attendono soluzioni che investono altri livelli istituzionali (Regioni, Stato).

5 Obiettivi  Sostenere politiche sociali in favore degli immigrati al fine di favorire l’integrazione sociale e prevenire fenomeni di intolleranza, di esclusione sociale o peggio di criminalità.  Assicurare interventi di accoglienza e di sostegno agli immigrati e alle loro famiglie nei casi di particolare disagio anche attraverso l’inserimento di mediatori culturali in alcuni servizi particolarmente fruiti dagli stranieri.

6 Le azioni per favorire l’integrazione degli immigrati Coordinamento comunale immigrazione e accordo di collaborazione con enti e associazioni (anche di immigrati) Programma Nazionale Asilo Progetto “FAMIGLIA AMICA” Accoglienza, servizio mensa e corsi di alfabetizzazione per gli immigrati Progetto “DO.MA.N.I.” Centro interetnico per minori Sportello Mediazione culturale presso UPLMO Il servizo di igiene pubblica e medicina di base

7 Il Coordinamento per l’Immigrazione  è costituito dalle associazioni, dagli enti pubblici e privati che operano nel settore dell’immigrazione, dei richiedenti asilo, dei rifugiati e della tratta.  il ruolo è quello di armonizzare le attività al fine di ottimizzare le risorse destinate all’immigrazione  può presentare propri progetti e fornire pareri consultivi e non vincolanti per progetti o iniziative presentati dal Comune o da Organizzazioni nel settore dell’immigrazione e per la creazione di una rete che consenta di lavorare, armonizzare e progettare in sinergia con le forze operanti nel settore.

8 Il Progetto “FAMIGLIA AMICA”  I destinatari del progetto sono i richiedenti asilo, gli sfollati e i rifugiati politici.  Il progetto prevede l’alloggio, l’ospitalità, l’integrazione nel tessuto sociale e l’accesso ai servizi  attuato in convenzione con la Fondazione S. Giovanni di Ragusa e la consulenza della Caritas.  dovrà essere integrato e ampliato sulla base delle nuove disposizioni in materia di asilo

9 Accoglienza, servizio mensa e corsi di alfabetizzazione  L’obiettivo è quello di fornire un aiuto materiale e la consulenza agli immigrati presenti nel territorio, nella fase iniziale dell’integrazione  Le attività vengono svolte da diverse Associazioni che operano nel campo dell’immigrazione, a cui il Comune di Ragusa eroga contributi economici finalizzati alla fornitura di alloggio, pasto caldo e indumenti e realizzazione di corsi di alfabetizzazione

10 Il progetto “DO.MA.N.I.”  Il servizio è rivolto alle donne vittime della violenza ed ai loro figli  con lo scopo di prevenire situazioni di emarginazione, di ghettizzazione e di degrado sociale.  prevede: a) l’accoglienza residenziale per un periodo limitato (da due a tre mesi) presso la Casa famiglia “L’Isola Vicina”, b) l’inserimento lavorativo, la formazione e l’orientamento, attraverso la formulazione di “Piani personalizzati”.

11 Il Centro interetnico  Il servizio è rivolto ai bambini immigrati e alle loro famiglie per favorirne l’integrazione sociale  consiste in un “centro ricreativo” con ludoteca, spazi attrezzati e informatizzati, biblioteca, ambienti per laboratori  Le attività sono finalizzate alla conoscenza e lo scambio tra le diverse culture e identità

12 Lo Sportello Mediazione culturale presso UPLMO Il servizio di igiene pubblica e medicina di base (AUSL)

13 Le strategie di intervento  Implementare nuovi modelli culturali e politici che facciano incontrare i valori dell’accoglienza e del dialogo con la drammatica domanda che proviene dai poveri del mondo  Costruire una rete coordinata di servizi coinvolgendo gli enti del privato sociale, gli enti ecclesiali gli enti pubblici  riconoscere che ogni persona ha diritto di cittadinanza indipendentemente dallo status civile, dell’identità culturale e/o religiosa

14 Il sogno Far diventare la città una “casa dei popoli”


Scaricare ppt "Il ruolo dell’ente locale per l’integrazione sociale degli immigrati M.E.I.C. - Delegazione Regionale della Sicilia «L’integrazione culturale, socio-economica."

Presentazioni simili


Annunci Google