La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “LA SAPIENZA” DI ROMA F ACOLTÀ DI S CIENZE P OLITICHE, S OCIOLOGIA, C OMUNICAZIONE “L’ANALISI AMBIENTALE, CON IL METODO LCA,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “LA SAPIENZA” DI ROMA F ACOLTÀ DI S CIENZE P OLITICHE, S OCIOLOGIA, C OMUNICAZIONE “L’ANALISI AMBIENTALE, CON IL METODO LCA,"— Transcript della presentazione:

1 1 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “LA SAPIENZA” DI ROMA F ACOLTÀ DI S CIENZE P OLITICHE, S OCIOLOGIA, C OMUNICAZIONE “L’ANALISI AMBIENTALE, CON IL METODO LCA, DEL SISTEMA PAESE VIETNAM” 1 Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente TIROCINANTE Dott.ssa Vera Lullo TUTORS Dott.ssa Maria Litido (ENEA) Ing. Paolo Neri (LCA-labs.r.l. - spin off ENEA)

2 2 LA REPUBBLICA SOCIALISTA DEL VIETNAM  Forma di governo: Stato comunista marxista-leninista (Indipendenza 2 settembre 1945)  Superficie totale: km² (65º), di cui: terreno arabile 20.14%(2005) coltivazioni permanenti 6.93%(2005)  Popolazione totale: ab. (2009)  Densità: 253 ab./km²  Città più importanti (2009): Ho Chi Minh City millioni di ab. HANOI (capitale) millioni di ab.  Popolazione urbana: 30% della pop. Tot. (2010)  Tasso di alfabetizzazione: 94% (maschi: 96.1%; femmine: 92% est.)  Popolazione sotto la linea di povertà: 14,5% (2010 est.)  Aspettativa di vita: anni (uomini, anni; donne anni- 128°, 2012 est.)

3 3 IL VIETNAM- ECONOMIA  Valuta: dong (VND)  PIL (PPA): $282.9 miliardi (2010 est.)  PIL pro capite (PPA): $3,100 (2010 est.)  Tasso di crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL): 6,8% (2010 est.)  Tasso di accrescimento della produzione industriale: 6% (2011 est.- 54°).  Composizione PIL(2011): Agricoltura 48%, Industria 22,4% Servizi 29,6%  Bilancia dei pagamenti: -$4.287 billion (2010 est.)  Esportazioni: $72.19 billion (2010 est.)  Importazioni: $77.34 billion (2010 est.)  IDE: $57.92 billion (31 December 2010 est.)  ISU (2005): 0,733 (medio) (105º) 3

4 LA DELOCALIZZAZIONE  Definizione: scelta di spostare un’attività economica da un luogo ad un altro per ridurre i costi di produzione.  In Vietnam: Costo del lavoro contenuto e di elevata qualità Presenza di 200 parchi industriali ben serviti Vantaggi fiscali per imprese avviate in aree svantaggiate Basso costo dei terreni Possibilità di costruire una fabbrica in 6 mesi Tassazione: 25% sugli utili annui (come in Cina)  industrie in Vietnam (dati GSO 2008), di cui: 5759 imprese statali imprese private (molte joint-venture) 1525 imprese con capitali esteri 4

5 Il metodo LCA (Life Cycle Assessment)  È un processo che permette di valutare gli impatti ambientali associati ad un prodotto, processo o servizio, per i quali: Identifica e quantifica i consumi di materia e energia, le emissioni nell’ambiente Identifica e valuta le opportunità per diminuire questi impatti 55

6 66 LCA (Life Cycle Assessment) VALUTAZIONE DEL DANNO AMBIENTALE Metodi di valutazione NORMALIZZAZIONE CARATTERIZZAZIONE CLASSIFICAZIONE OBIETTIVO UNITA’ FUNZIONALE FUNZIONE DEL SISTEMA CONFINI DEL SISTEMA INVENTARIO EMISSIONI E RISORSE Competenze: INGEGNERIA, FISICA, SC. AMBIENTALI, SC. NATURALI, BIOLOGIA, ARCHITETTURA, CHIMICA, MEDICINA, STORIA, ECONOMIA (internazionale ed ecologica) MATERIALI PROCESSI ENERGIE ANALISI DI SENSIBILITA’ E VALUTAZIONE DEI MIGLIORAMENTI

7 7 Definizione degli obiettivi e dei confini dello studio  Obiettivo dello studio Valutazione del danno ambientale del ciclo di vita del sistema economico attuale di un PVS.  Sistema studiato: il Vietnam  Unità Funzionale: abitanti (2010), durante un anno di vita.  Confini del sistema La produzione, il consumo, il trasporto e il fine vita dei beni necessari a soddisfare il fabbisogno interno, prodotti all’interno del paese e importati (non la produzione) La produzione nazionale dei beni esportati.  Qualità dei dati Sono ricavati dalle condizioni reali del Paese e da nostre ipotesi. Quando possibile sono stati usati processi della banca dati (Ecoinvent, Buwal 250, Input-output USA e USA 2002) del codice usato per lo studio (SimaPro7) che si riferisce a una realtà europea. 7

8 8 I Metodi di valutazione- IMPACT  Implementato dallo Swiss Federal Institute of Technology di Losanna  Offre una soluzione intermedia tra gli approcci dalle precedenti metodologie midpoint-oriented (basate su categorie di impatto, come CML ed EDIP 1996) e damage-oriented (valutazione per categorie di danno, come EPS ed Eco- Indicator99), connettendo i risultati degli inventari LCI a 14 “midpoint categories”, riconducibili a 4 “damage categories” Modifiche:  Introduzione di un’ulteriore categoria di danno, vale a dire l’Indice di Sviluppo Umano (I.S.U.).  Inseriti i costi in dollari ($)  Inserite le substances particulates mancanti in Respiratory inorganics  Inserite in Land occupation le Transformation corrispondenti alle Occupation già esistenti e ad altre aggiunte  Inserito il consumo di energia in più che deve essere impiegato per estrarre l’acqua di falda a causa dell’abbassamento della falda dovuto all’aumento dei consumi in Minerals. Impact SVIZZERA

9 99 I Metodi di valutazione- EPS 2000 EPS 2000 Svezia Elaborato nel 2000 dallo Swedish Environmental Research Institute, opera la valutazione del danno in termini di “disponibilità a pagare” da parte di un individuo per evitare cambiamenti che possano peggiorare le condizioni ambientali e la salute umana. L’unità di misura del danno complessivo è l’ELU (Environmental Load Unit), che restituisce direttamente il valore monetario del danno 1ELU= 1€.

10 10 Schema a blocchi dell’inventario Prodotti agricoli Carta e cartone Legno Vetro Plastica e gomma Tessile Acciaio Alluminio Rame Piombo Stagno Altri metalli Batterie Electronic Waste Unità Funzionale nell’anno 2010 GESTIONE dei RIFIUTI EDILIZIA Durata di vita: 100 anni t=1/100 TRASPORTO Persone in pers*km Merci in t*km PRODUZIONE INDUSTRIALE allocata al tempo di vita del prodotto AGRICOLTURA

11 Elenco dei Comparti Produttivi studiati  Agricoltura  Industria Trasformazione prodotti agricoli, di allevamento e di pesca; Prodotti chimici; Industria meccanica; Prodotti in legno e carta; Plastica; Metalli; Materie prime.  Edilizia Privata Pubblica  Trasporti Merci Persone  Gestione rifiuti Settore urbano, Settore industriale Settore rurale  Acqua ed Energia elettrica 11

12 12 INVENTARIO – Agricoltura  Elenco delle produzioni dei prodotti agricoli di maggior rilevanza (dati FAOSTAT 2009/2010)  Per ogni produzione agricola abbiamo indicato: la produzione annua reale i costi di produzione il volume delle esportazioni e delle importazioni (e costi)  I costi di produzione: Uguali ai costi di esportazione o di importazione meno il 17 % (differenza tra costi di produzione e costi di vendita supposta). Altrimenti dati relativi al mercato interno (www.alibaba.com). Oppure i costi di produzione relativi ai paesi limitrofi oppure ai paesi italo- americani.  Il valore economico delle esportazioni con segno negativo, considerando solo la produzione ma non il consumo e fine vita (dati GSO 2010)  Il valore economico delle importazioni con segno positivo, considerando il consumo e il fine vita, ma non la loro produzione (dati GSO 2010) 12

13 INVENTARIO – Industria  Elenco delle produzioni più rilevanti di tutti i comparti del settore industriale (aziende private, statali, con capitali stranieri- dati GSO 2010)  Le quantità prodotte da tutti i comparti nel 2009 vengono consumate nello stesso anno  Per i prodotti con una durata di vita superiore ad un anno, la loro produzione è stata allocata (produzione/anni di vita prodotto).  I costi di produzione: Uguali ai costi di esportazione o di importazione meno il 17 % (differenza tra costi di produzione e costi di vendita supposta). Altrimenti dati relativi al mercato interno (www.alibaba.com). Oppure i costi di produzione quelli relativi ai paesi limitrofi oppure ai paesi italo- americani.  Il valore economico delle esportazioni segno negativo, considerando solo la produzione ma non il consumo e il fine vita (dati GSO 2010)  Il valore economico delle importazioni segno positivo, considerando il consumo, il fine vita ma non la loro produzione (dati GSO 2010) 13

14 INVENTARIO – Edilizia, Acqua ed Energia elettrica, Trasporti Edilizia  Due moduli abitativi ipotetici attraverso i quali abbiamo considerato ed analizzato sia gli edifici privati, sia quelli pubblici (rappresentati come una somma di più moduli abitativi). l’edificio residenziale; il modulo abitativo mobile. Acqua ed energia elettrica  La produzione di acqua, le risorse disponibili, il suo consumo, i costi ed il fine vita delle acque reflue;  L’energia elettrica: quanto prodotto viene anche consumato considerati solo i costi per ogni utente (prezzo fissato dal governo vietnamita:0,05$/kWh) Trasporti  Il trasporto di merci prodotte, importate ed esportate entro i confini vietnamiti (tonnellate per chilometro): Trasporto su strada Trasporto su rotaie Trasporto in aria Trasporto in acqua (mare e fiumi)  Il trasporto di persone (persone per chilometro): Trasporto su strada (autobus, automobile e motocicletta) Trasporto su rotaie Trasporto via aria e via mare/fiume NB: I costi dei trasporti di merci e persone  in mancanza di dati certi, abbiamo considerato un viaggio medio tra Hanoi e Ho-Chi-Min City, 1726km). 14

15 15 INVENTARIO – Gestione dei rifiuti (1)  La gestione dei rifiuti in è divisa in tre comparti: Urbano Industriale Rurale  Per ogni comparto le diverse categorie merceologiche sono suddivise conferite in: discarica riciclo direttamente nell'ambiente  Una sezione speciale è dedicata ai rifiuti elettronici (RAEE) considerando solo il riciclo  L'inceneritore non viene usato: unica eccezione i rifiuti ospedalieri (valore di stima) 15

16 16 INVENTARIO – Gestione dei rifiuti (2)  Sono considerati come rifiuti tutti i prodotti della produzione agricola ed industriale meno le esportazioni, più le importazioni  Per il riciclo è stato considerato il prodotto evitato (avoided products).  Il fine vita dei materiali relativi ai mezzi di trasporto è stato inserito in questo processo.  Esclusi i prodotti industriali nel cui processo è stato già considerato il fine vita.  I costi: per la raccolta dei rifiuti per la gestione della discarica (trattamento rifiuto) per il guadagno economico derivante dal riciclo dei materiali (vendita del secondario) 16

17 17 LCA del modello di sviluppo in Vietnam (con indice di an. ambientale)- IMPACT Il danno totale vale E8 Pt dovuto: per il 31.77% a L_Produzione agricola in Vietnam per il 41.13% a L_Edilizia nel Vietnam con abitazioni permanenti e non per il 4.83% a Trasporto persone e merci nel Vietnam per l’11.94% a L_Produzione industriale totale in Vietnam per lo 0.7% a L_Consumo di acqua in Vietnam per il 36.79% a L_Gestione rifiuti in Vietnam (senza guadagno riciclo) per il % a Indice di Sviluppo Umano  Inoltre il danno è dovuto: - per il 26.87% a Human Health, - per il 34.64% a Ecosystem Quality, - per il 31.79% a Climate change, - per il 33.86% a Resources, - per il % a Indice di Sviluppo Umano ( Pt).

18 18 Analisi dei sotto-processi (IMPACT 2002+)- Produzione Agricola in Vietnam Dai risultati della valutazione si nota che il danno totale vale E7Pt dovuto: per il 46.91% a Rice seed, at regional storehouse/US per il 18.65% a Manioca (da Potatoes IP, at farm/CH) per il 12.94% Maize seed IP, at farm/CH per il 6.5% a Albicocche (Italia) (produzione convenzionale)(senza costi) processo assunto per rappresentare la frutta.  Il processo che impatta di più è Rice seed, at regional storehouse/US per il rilascio di Nitrogen oxides in aria, di Copper nel suolo, di Carbon dioxide, fossil nell’aria e Oil, crude, in ground.

19 19 Analisi dei sotto-processi(IMPACT 2002+)- Consumo di acqua in Vietnam Dai risultati della valutazione si nota che: il danno totale vale 8.203E5Pt, dovuto: per il 64.55% all’acqua naturale consumata, per il 13.62% a Tap water, at user, per il 19.78% Treatment, sewage, to wastewater treatment, class 3/CH, per il 2.05% a Dispersione acque reflue nell’ambiente.  Il processo più impattante è Tap water, at user per il rilascio di Nitrogen oxides in aria, di Aluminium nel suolo e di Carbon dioxide, fossil nell’aria.

20 20 Analisi dei sotto-processi(IMPACT2002+)- Edilizia nel Vietnam con ab. perm. e non Il danno totale vale E7Pt dovuto: per il 26.9% a EDIFICIO RESIDENZIALE senza isolamento nel Vietnam (senza costi)  edifici privati per il 62.34% a Modulo abitativo mobile (in Vietnam), per l’1.1% a EDIFICIO RESIDENZIALE senza isolamento nel Vietnam (senza costi)  edifici pubblici scolastici per il 9.93% a EDIFICIO RESIDENZIALE senza isolamento nel Vietnam (senza costi)  edifici pubblici sanitari. 20  Il processo più impattante è Modulo abitativo mobile (in Vietnam) per il rilascio di Particulates, <2.5  m in aria, di Copper nel suolo, di Carbon dioxide, fossil nell’aria e di Coal hard, unspecified, in ground.

21 21 Analisi dei sotto-processi(IMPACT 2002+)- Gestione rifiuti con macro-processi Il danno totale vale E7Pt ed è dovuto: per lo 0.6% a L_Gestione rifiuti in Vietnam_discarica, per il 7.94% a L_Gestione rifiuti in Vietnam_riciclo, per il 91.74% a L_Gestione rifiuti in Vietnam_conferimento diretto dei rifiuti nell’ambiente.  Il processo più impattante è L_Gestione rifiuti in Vietnam_riciclo per il rilascio di Sulfur dioxide in aria, di Carbon dioxide, fossil nell’aria, di Coal, hard, unspecified, in ground.

22 Analisi dei sotto-processi(IMPACT 2002+)- Trasporto di merci e persone in Vietnam Dai risultati della valutazione si nota che il danno totale vale 5.643E6Pt ed è dovuto: per lo 0.84% a Transport, freight, rail/RER, per il 34.77% a Transport, lorry 20-28t, fleet average/CH, per il 9.45% a Tanker inland ETH, per il 5.74% a Tanker oceanic ETH, per l’1.5% a Transport, aircraft, freight/RER, per il 10.78% a Transport, passenger car, petrol, fleet average/RER, per il 10.82% a Transport, regular bus/CH, per il 16.02% a Transport, scooter/CH, per l’1.09% a Transport average train/IT, per l’8.96% a Transport, aircraft, passenger/RER, per lo 0.04% a Transport, barge/RER. 22

23 Analisi dei sotto-processi(IMPACT 2002+)- Produzione industriale totale in Vietnam Dai risultati della valutazione si nota che il danno totale vale E7Pt ed è dovuto: per il 37.94% a L_Materie prime in Vietnam, per il 4.89% a L_Prodotti chimici in Vietnam, per l’1.61% a L_Prodotti in gomma e plastica in Vietnam, per l’1.51% L_Prodotti in legno e carta in Vietnam, per lo 0.61% a Produzione materiali da costruzione in Vietnam, per il 5.19% a Produzione abbigliamento in Vietnam, per il 47.24% a L_Trasformazione prodotti agricoli, di allevamento e di pesca in Vietnam, per lo 0.99% a L_Industria meccanica in Vietnam. 23

24 Analisi dei costi interni e dei costi esterni(EPS 2000) Dall’analisi dei risultati della caratterizzazione si nota che il danno totale vale 5.649E10 Pt=ELU=€ dovuto: per il % a L_Produzione agricola in Vietnam, per il % a L_Edilizia con abitazioni permanenti e non, per il 19.87% a Trasporto persone e merci nel Vietnam, per il % a L_Produzione industriale totale in Vietnam, per lo 0.65% a L_Consumo di acqua in Vietnam, per il % a L_Gestione rifiuti in Vietnam(senza guadagno riciclo) 24 Inoltre il danno è dovuto: per il % a Human Health (7.7862E10 €), per il 24.37% a Ecosystem production capacity (1.3766E10€), per il % a Abiotic stock resource (-3.635E10€ per il 2.15% a Biodiversity (1.2132E9€).

25 Conclusioni generali (1)  Il danno totale vale E8 Pt (metodo IMPACT 2002+)  È dovuto: per il 31.77% alla Produzione agricola, per il 41.13% all’Edilizia, per il 4.83% al Trasporto persone e merci, per l’11.94% alla Produzione industriale, per lo 0.7% al Consumo di acqua, per il 36.79% alla Gestione rifiuti in Vietnam per il %. all’indicatore Indice di Sviluppo Umano che misura il livello di sviluppo del Paese, anche sotto il profilo sociale.  L’ISU produce un vantaggio che bilancia il danno dovuto alla prod. agricola.  Per ridurre il danno dovuto alla Produzione agricola sarebbe necessario sostituire la coltivazione convenzionale con quella biologica.  Per ridurre il danno dovuto all’Edilizia sarebbe necessario ridurre il consumo di energia da combustibili fossili.  Il danno dovuto alla Gestione dei rifiuti è dovuto soprattutto al rilascio diretto nell’ambiente degli stessi. 25

26 Conclusioni generali (2)  Il danno è dovuto: per il 26,87% a Human Health, per il 34,64% a Ecosystem Quality, per il 31,79% a Climate change, per il 33,86% a Resources, per il -27,16% a Indice di Sviluppo Umano ( Pt).  I costi esterni calcolati con il Metodo EPS sono di 5.649E10 €.  Il costo esterno è dovuto: per il % alla produzione agricola, per il % all’edilizia, per il 19.87% al trasporto persone e merci, per il % alla produzione industriale, per lo 0.65% al consumo di acqua, per il % alla gestione dei rifiuti.  Inoltre il costo esterno è dovuto: per il % a Human Health (7.7862E10 €), per il 24.37% a Ecosystem production capacity (1.3766E10€), per il % a Abiotic stock resource (-3.635E10€), per il 2.15% a Biodiversity (1.2132E9€).  I costi interni sono di E12$ dovuti: per il 57.26% alla produzione industriale, per il 37.37% all’edilizia. 26

27 GRAZIE DELL’ATTENZIONE 27


Scaricare ppt "1 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “LA SAPIENZA” DI ROMA F ACOLTÀ DI S CIENZE P OLITICHE, S OCIOLOGIA, C OMUNICAZIONE “L’ANALISI AMBIENTALE, CON IL METODO LCA,"

Presentazioni simili


Annunci Google