La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunità Montana Valle di Scalve. Parte del Parco Regionale delle Orobie da oltre 20 anni, la Valle è composta da 4 comuni con circa 4.500 abitanti complessivi:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunità Montana Valle di Scalve. Parte del Parco Regionale delle Orobie da oltre 20 anni, la Valle è composta da 4 comuni con circa 4.500 abitanti complessivi:"— Transcript della presentazione:

1 Comunità Montana Valle di Scalve

2 Parte del Parco Regionale delle Orobie da oltre 20 anni, la Valle è composta da 4 comuni con circa abitanti complessivi: AZZONE (m 970 slm), affascinante borgo di montagna nel cuore dei “Boschi del Giovetto”, riserva naturale di grande interesse scientifico per la preziosa presenza della formica Rufa; COLERE (m slm), famosa per il lungo inverno e per i suoi 25 km di piste sempre innevate poste ad un'altitudine di metri; SCHILPARIO (m slm), rinomata località per lo sci nordico, il museo etnografico e l’antica miniera da rivivere ripercorrendo l’originale ferrovia a bordo di vagonetti di un caratteristico trenino; VILMINORE (m slm), con l’antico Palazzo Pretorio, il nuovissimo percorso naturalistico-didattico dell’Arboreto Gleno Alpino e i ruderi di una fra le più imponenti dighe della zona, crollata per cedimento nel 1923 distruggendo gli abitati sottostanti.

3 COME ARRIVARE da Brescia: percorrere la strada sebina orientale fino a Darfo Boario Terme, poi al bivio proseguire per SS 294 della Valle di Scalve (la “Via Mala”); da Milano: - percorrere circa 100 km passando per Bergamo, proseguire poi lungo la SS 42 fino a Darfo Boario Terme e svoltare per la SS 294 della Valle di Scalve (la “Via Mala”); - percorrere circa 100 km passando per Bergamo, proseguire per Clusone e attraversare il Passo della Presolana. LA “VIA MALA”: TRA STORIA E SUGGESTIONE Tra le strade percorribili per raggiungere la Valle di Scalve, indubbiamente la più suggestiva è la “Via Mala”: prendendo la strada a sinistra al semaforo davanti alle Terme di Boario, infatti, si potrà scoprire il fascino dell’antico percorso nella profondissima gola scavata dal fiume Dezzo, caratterizzato da gallerie scavate nella roccia sotto il massiccio della Presolana e scorci indimenticabili.

4

5

6 I percorsi sono attrezzati con illuminazione elettrica, documentazione fotografica d'epoca, oggetti e utensili usati nella miniera, ferrovia originale con vagonetti e trenini per il transito dei visitatori (equipaggiati di casco protettivo e mantella impermeabile e coperti da assicurazione). Grazie all’esposizione di oggetti, attrezzi e fotografie della cultura contadina e artigiana del passato, offre al pubblico la possibilità di entrare in contatto con un mondo sconosciuto e di fare un tuffo nei secoli che ci hanno preceduto hanno segnato la storia del paese.

7 E’ composto da un cammino natura- listico e da uno spazio espositivo coperto. L'area verde di mq. ospita alberi ed arbusti rispondenti alle specie presenti in Valle di Scalve, mentre la struttura edificata di 140 mq. ospita una mostra dei legni locali e pannelli espositivi sulla diga del Gleno. E’ ricordata per il disastro che provocò nel 1923, quando si ruppe distruggendo i paesi sottostanti come Bueggio e Dezzo di Scalve fino a Boario. I resti della diga sono oggi meta di una facile e piacevole escursione.

8 Offre la possibilità di gustare prodotti tipici e genuini, visitare la fattoria e scoprire le caratteristiche e le abitudini dei numerosi animali presenti, al fine di al fine di avvicinare i ragazzi ad un corretto rapporto uomo - animali - ambiente. Raccoglie tutti gli animali che vivono sulle Alpi e Prealpi Orobiche: lepri, ermellini, marmotte… La visita consente di apprendere le fasi di produzione del formaggio, di conoscere le proprietà nutritive del latte e di scoprire le abitudini dei bovini.

9 SCHILPARIO Famoso per gli sport invernali, primo fra tutti lo sci nordico, Schilpario offre agli appassionati del fondo il complesso della Pista degli Abeti, una serie di tracciati nel cuore della magnifica pineta. E’ il paradiso bianco per gli atleti che amano lo sci immerso nella natura. Gita di 1 giorno sulle splendide piste della Valle di Scalve, con possibilità di noleggio attrezzatura.

10 COLERE A nord della Presolana, immerso in un ambiente unico e incontaminato, sorge il complesso turistico di Colere. Neve, sole, impianti e piste adatti a tutti per un totale di 25 km, dotati di 2 seggiovie biposto e 1 triposto, 2 skilift e un campo scuola hanno fatto di Colere una delle stazioni sciistiche più prestigiose della Provincia di Bergamo. Giornata a contatto con la natura sulle piste della Valle di Scalve, con possibilità di noleggio attrezzatura. NON SOLO SCI… Passeggiate con le racchette da neve, “su e giù” con le slitte, mille cristalli di ghiaccio su cui scivolare.

11 Periodo: primavera, estate e autunno Adatta per: scuole primarie e secondarie Programma: Arrivo al Parco Minerario di Schilpario (loc. Fondi) alle ore 9:30. Incontro con la guida in loco (il numero delle guide potrà variare in base al numero dei partecipanti). Inizio itinerario: ore 9:45. Attraverso i numerosi percorsi museali realizzati all’interno dei sotterranei delle miniere, gli alunni inizieranno “un viaggio nella storia” che li porterà a conoscere e comprendere la fatica di questo duro lavoro di cui diverse generazioni furono protagoniste. Pausa pranzo (ore 12:30): - al sacco, in una delle diverse e attrezzate aree verdi aperte al pubblico o in una delle attività di ristorazione di Schilpario al progetto; - in una delle attività di ristorazione convenzionate di Schilpario. Pomeriggio: Visita guidata al Museo etnografico di Schilpario a partire dalle ore 14:30. Gli alunni potranno ammirare in azione la grande ruota del mulino, gli attrezzi per la filatura e tessitura del lino, della canapa e della lana, oltre a numerose testimonianze di oggetti e attività locali. Merenda (ore 16:00/16:30): i ristoratori locali saranno lieti di preparare agli alunni una merenda a base di prodotti tipici della Valle di Scalve. Partenza ore 17:00 circa da Schilpario e rientro a casa.

12 Inizio itinerario: ore 9:30. Camminando per circa un’ora immersi nella natura, gli alunni raggiungeranno e potranno ammirare i resti dell’imponente Diga del Gleno. La guida coinvolgerà i partecipanti nell’osservazione dell’ambiente e darà loro spiegazione dei fatti che portarono al crollo della diga nel 1923 e, quindi, alla distruzione degli abitati sottostanti. Pausa pranzo (ore 12:30/13:00) al sacco in loco in una delle diverse e attrezzate aree verdi. I ristoratori locali saranno lieti di preparare agli alunni, su richiesta, un pranzo al sacco a base di prodotti tipici della Valle di Scalve. Pomeriggio (dalle ore 15:00): Visita guidata all’interessante Museo faunistico (Vilminore di Scalve). All’interno di un ampio spazio espositivo gli alunni potranno ampliare le proprie conoscenze della fauna locale grazie a diorami che riproducono l’habitat naturale in cui vivono gli animali nella realtà. I partecipanti potranno quindi ammirare, grazie ad un contatto visivo di grande effetto, animali che, in natura, implicano lunghe camminate e appostamenti stressanti. Partenza ore 16:30 circa da Schilpario e rientro a casa. Periodo: da aprile a ottobre Adatta per: scuole secondarie Programma: Arrivo a Buezzo (fraz. di Vilminore di Scalve) alle ore 9:15. Incontro con la guida in loco (il numero delle guide potrà variare in base al numero dei partecipanti).

13 Giorno 2: Prima colazione in hotel. Accesso ai campi di discesa o fondo ed attività sportiva prescelta, con la possibilità di organizzare piccole gare sociali tra i partecipanti e premiare i vincitori. Gli alunni potranno inoltre pattinare sul ghiaccio sia di giorno che di notte nella suggestiva cornice del Palazzetto sportivo oppure effettuare brevi ed indimenticabili escursioni con le ciaspole (racchette da neve) al chiaro di Luna. Pranzo libero, cena e pernottamento in hotel. Giorno 3: Prima colazione in hotel. Ultime sciate prima del pranzo libero e partenza per il rientro a casa. Periodo: mesi invernali Adatta per: scuole primarie e secondarie Giorno 1: Arrivo nella mattinata e sistemazione in hotel. Gli alunni scieranno nell’incantevole complesso “Pista degli Abeti”, una serie di anelli da tre, cinque, otto e dieci km per tecnica classica e skating. Il tratto di percorso illuminato offrirà grandi emozioni sotto le stelle. I maestri di sci saranno a disposizione di tutti, specialmente dei meno esperti. Pranzo libero, cena e pernottamento in hotel.

14 E’ una società cooperativa a.r.l. fondata nel 1998 da alcuni operatori turistici locali, con la collaborazione della Comunità Montana e il coinvolgimento di tutti i comuni della Valle di Scalve. Turiscalve è riuscita, nel tempo, a coinvolgere e a far convergere all’interno della società le più importanti realtà turistico-commerciali operanti sul territorio. Lo scopo principale della società è di coordinare le attività promozionali dei soci sotto il profilo pubblicitario e di immagine e di divulgare all’esterno tutte le opportunità offerte dal turismo della Valle di Scalve.

15 Piano di marketing realizzato da Comunicare - Promuovere Informatizzare - Amministrare Infoline: Andrea Zandonai


Scaricare ppt "Comunità Montana Valle di Scalve. Parte del Parco Regionale delle Orobie da oltre 20 anni, la Valle è composta da 4 comuni con circa 4.500 abitanti complessivi:"

Presentazioni simili


Annunci Google