La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Edizione italiana delle slide a cura di Gabriele D’Angelo e Gaia Maselli Traduzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Edizione italiana delle slide a cura di Gabriele D’Angelo e Gaia Maselli Traduzione."— Transcript della presentazione:

1 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Edizione italiana delle slide a cura di Gabriele D’Angelo e Gaia Maselli Traduzione delle slide di Renato Cortinovis Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl. Capitolo 8 La gestione di rete

2 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Capitolo 8: indice 8.1 Introduzione 8.2 Gestione delle reti: il protocollo SNMP

3 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Capitolo 8: Obiettivi  Nella prima parte si introdurrà il concetto di gestione di rete (network management) e si discuteranno le cinque macroaree in cui viene solitamente suddiviso: configurazione (configuration), guasti (fault), prestazioni (performance), sicurezza (security) e rendicontazione (accouting).  Nella seconda parte del capitolo si analizzerà il Simple Network Management Protocol (SNMP), attraverso il quale è possibile gestire dispositivi all’interno di una qualsiasi internet basata su tecnologia TCP/IP. Si vedrà l’architettura formata da manager (uno o più host con un client SNMP in esecuzione) e un insieme di agenti (router o host con server SNMP in esecuzione).  Si descrive brevemente uno standard che fornisce i metodi e le regole per la definizione di dati e oggetti. Questo paragrafo è molto breve e introduttivo; è parzialmente utilizzato da SMI nel paragrafo successivo.

4 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl 8.1 Introduzione È possibile definire il network management ( gestione di rete) come tutte quelle attività relative alla rilevazione (monitoring), sperimentazione (testing), configurazione (configuring) e risoluzione dei problemi (troubleshooting) dei componenti di rete al fine di soddisfare le esigenze di un’organizzazione. Queste esigenze comprendono un funzionamento della rete che sia efficiente, senza interruzioni e con un ben preciso livello di qualità del servizio. Per raggiungere questi obiettivi la gestione di rete ha la necessità di interagire con hardware e software, ma anche la componente umana non deve essere trascurata.

5 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.1: Aree del network management

6 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Configuration management Una rete di grandi dimensioni è formata da centinaia di entità che sono fisicamente o logicamente collegate tra loro. Ognuna di queste entità ha una configurazione iniziale che viene predisposta al momento del suo inserimento in rete, ma nel corso del tempo può cambiare o può essere necessario aggiornarla. I computer vengono sostituiti, le applicazioni software vengono aggiornate, gli utenti possono spostarsi da un gruppo di lavoro ad un altro. Obiettivo del configuration management è quello di conoscere in ogni istante lo stato di ciascuna entità e le sue relazioni con le altre entità.

7 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl  Riconfigurazione  Riconfigurazione hardware  Riconfigurazione software  Riconfigurazione relativa agli utenti  Documentazione  Documentazione hardware  Documentazione software  Documentazione relativa agli utenti Configuration management (continuazione)

8 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Fault management Le reti moderne sono complesse e spesso formate da un gran numero di componenti. Il funzionamento corretto della rete dipende dal funzionamento di ciascuno dei componenti che ne fanno parte. La gestione dei guasti ( fault management) è l’area della gestione di rete che si occupa di questi problemi. A grandi linee il fault management può essere suddiviso in due ampi sottosistemi: gestione reattiva e gestione proattiva dei guasti.

9 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl  Gestione reattiva dei guasti  Individuazione dei guasti  Isolamento dei guasti  Correzione dei guasti  Documentazione dei guasti  Gestione proattiva dei guasti Fault management (continuazione)

10 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Performance Management Il performance management è strettamente correlato al fault management ed ha come scopo l’analisi e la verifica continua delle prestazioni offerte dall’infrastruttura di rete al fine di ottimizzarne il funzionamento. Nella pratica quello che viene fatto è la rilevazione ad intervalli di tempo regolari e prefissati di alcune misure di prestazione tipiche quali il livello di traffico, il throughput ottenuto dalle varie stazioni e il tempo di risposta dei vari componenti. Alcuni protocolli, come SNMP discusso in questo capitolo, possono essere utilizzati per il performance management.

11 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl  Livello di traffico  Tempo di risposta  Throughput Performance Management (continuazione)

12 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Security Management La gestione della sicurezza ha lo scopo di controllare gli accessi alla rete sulla base di politiche d’accesso predefinite. Tecnologie e tecniche tipiche in questo ambito sono i meccanismi di autenticazione combinati con varie tecniche crittografiche. Inoltre, l’analisi della tipologia e della quantità del traffico di rete può essere un ulteriore strumento per individuare accessi non autorizzati ed eventuali fughe di informazioni.

13 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Accounting Management La gestione della rendicontazione (accouting management) riguarda l’accesso da parte degli utenti alle risorse di rete. In questo caso l’attenzione non è sul fatto che un utente sia o meno autorizzato ad accedere ad una determinata risorsa, bensì sulla rendicontazione del suo accesso relativamente alle risorse che ha “consumato”. Tutto questo al fine di imputare correttamente i costi alla sua divisione, dipartimento o gruppo d’appartenenza nell’organizzazione. Ovviamente, il fatto che l’utilizzo delle risorse venga rendicontato e imputato non significa necessariamente un trasferimento monetario.

14 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl 8.2 Gestione delle reti:il protocollo SNMP Negli ultimi decenni sono stati sviluppati numerosi protocolli per la gestione delle reti. Il più significativo è il protocollo SNMP (Simple Network Management Protocol) utilizzato in Internet e che verrà descritto in questo capitolo. SNMP è un framework per la gestione dei dispositivi nelle internet basate su TCP/IP.

15 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.2: I concetti di base di SNMP

16 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Manager e agenti La stazione di controllo, chiamata manager, è un host che esegue il programma client SNMP. I dispositivi controllati, chiamati invece agenti, sono router (o host) con il server SNMP in esecuzione. Tutto il meccanismo di gestione avviene attraverso l’interazione, per mezzo di messaggi, tra il manager e gli agenti.

17 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Le componenti della gestione Per i compiti di gestione il protocollo SNMP si avvale di altri due protocolli: SMI (Structure of Management Information) e MIB (Management Information Base). Questo significa che per la gestione di rete è necessaria l’interazione di tre protocolli distinti, come mostrato nella Figura 8.3.

18 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl  Ruolo del protocollo SNMP  Ruolo del protocollo SMI  Ruolo del protocollo MIB Le componenti della gestione (continuazione)

19 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.3: Protocolli coinvolti nella gestione di rete

20 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Una panoramica Prima di affrontare lo studio dettagliato di ciascuna componente, se ne presenta l’impiego in un semplice scenario d’esempio. Questo scenario verrà sviluppato in seguito, al termine del capitolo. Una stazione di gestione, cioè un manager (client SNMP), vuole inviare un messaggio a una stazione agente (server SNMP) per richiedere il numero di datagrammi UDP ricevuti dalla stazione agente.

21 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.4: Un semplice scenario di gestione

22 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Il protocollo SMI La versione 2 del protocollo SMI, SMIv2, è una componente della gestione di rete. SMI è un protocollo di supporto a SNMP e definisce tre attributi associati a ciascun oggetto: il nome, il tipo e il metodo di codifica.  Nome  Tipo  Tipi semplici  Tipi strutturati  Metodo di codifica

23 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.5: Identificazione degli oggetti in SMI

24 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Tabella 8.1 : Tipi di dati semplici

25 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.6: Rappresentazione concettuale dei tipi di dati

26 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Il protocollo MIB La versione 2 del Management Information Base (MIB), detta MIB2, è la seconda componente utilizzata nella gestione di rete. Ogni agente ha il proprio componente MIB2 che consiste nell’insieme degli oggetti che il manager può gestire (Figura 8.7).  Accesso alle variabili MIB  Variabili semplici  Tabelle

27 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.7: Alcuni gruppi MIB2

28 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.8: Gruppo udp

29 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.9: Tabelle e variabili del gruppo udp

30 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.10: Indici di udpTable

31 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Il protocollo SNMP SNMP utilizza sia SMI che MIB per la gestione di rete.  PDU (pacchetti)  GetRequest  GetNextRequest  GetBulkRequest  SetRequest  Response  Trap  InformRequest  Report

32 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl  Formato  I messaggi  Le porte UDP  La sicurezza Il protocollo SNMP (continuazione)

33 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.11: Le PDU definite da SNMP

34 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.12: Formato delle PDU SNMP

35 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Tabella 8.2 : Tipi di PDU

36 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Tabella 8.3 : Tipi di errore

37 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.13: I messaggi SNMP

38 B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Copyright © 2013 McGraw-Hill Education Italy srl Figura 8.14: Numeri di porta utilizzati da SNMP


Scaricare ppt "B.A. Forouzan, F. Mosharraf – Reti di calcolatori. Un approccio top-down Edizione italiana delle slide a cura di Gabriele D’Angelo e Gaia Maselli Traduzione."

Presentazioni simili


Annunci Google