La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Inglese Lezz. 24-24 7/4/14. Cap. "Selflessness" da Nozick Presentazione di Antonio De Grandis senza l'ausilio del Powerpoint.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Inglese Lezz. 24-24 7/4/14. Cap. "Selflessness" da Nozick Presentazione di Antonio De Grandis senza l'ausilio del Powerpoint."— Transcript della presentazione:

1 Inglese Lezz /4/14

2 Cap. "Selflessness" da Nozick Presentazione di Antonio De Grandis senza l'ausilio del Powerpoint

3 Value and Meaning In Robert Nozick’s “The Examined Life – Philosophical Meditations” Presentazione di Luca Badaloni

4 Robert Nozick si focalizza in questo capitolo, attorno alla nozione di realtà a partire dalla valutazione degli oggetti che ci circondano ed in particolar modo il valore intrinseco di essi. Nozick divide la sua analisi in due parti: la prima fa riferimento alle dimensioni del reale nel loro aspetto valutativo. La seconda prende in considerazione un aspetto maggiormente metafisico come il “significato” in rapporto al reale. Nozick riconosce che la stessa nozione di valore è vaga, sia in relazione a sè stessa sia in relazione a qualcos’altro. “ Some things have value only as a means to something else that is valuable. And some things have a value of their own, an intrinsic value. [...] This notion of intrinsic value is the basic one; other kinds of value exist by their relation to intrinsic value.” Pag

5 Nozick prende allora in considerazione, il caso dell’opera d’arte, come oggetto che ha valore di per sé. Tale valore è assicurato da una certa omogeneità paragonabile all’unità organica (Organic Unity) in ambito biologico. (Per es. Le varie componenti di un quadro, l’estetica, i colori, la composizione etc etc) Si potrebbe stabilire una scala di valori a partire da questa “organic unity” di riferimento sia in ambito artistico che in quello scientifico e così via. “ In science also, theories are evaluated by invoking some notion of unity in diversity. Scientists speak of the degree which a vast amount of data and diverse phenomena are unified by being explained in terms of a small number of simple scientific laws.“ Pag

6 L’unità organica di cui parla Nozick fa appello a due fattori: A) Più grande è la diversità da unificare e conseguentemente più alto è il valore di “organic unity” B) Più è omogenea il risultato di unificazione dalla diversità originaria, più è alto il valore di “organic unity” “Something has intrinsic value, I suggest, to the degree that is organically unified. Its organic unity is its value. At any rate, it is a structure of organic unity that constitutes value’s structure. Perhaps, in some special areas, additional specific characteristics [...] also play a role in value, but the common structure of value across different areas, and the major dimension that underlies almost all value, is the degree of organic unity.” Pag. 164 Il paragone tra sistemi di tale diversità (ecologici, planetari, artistici etc etc) risulta sempre difficile a causa della vaghezza di cui è vittima la scala valoriale riferita alla “organic unity”.

7 Nozick prende allora come esempio, il rapporto mente-corpo e l’alto grado di unità che riesce a raggiungere la coscienza con il corpo. Se si accetta come vero il fatto che l’”organic unity” sia la vera scala valoriale, allora le persone, grazie alla connessione mente-corpo che offre la coscienza, hanno un alto “valore”. “ We want to encompass a diversity of traits and phenomena, uniting these through many cross-connections in a tightly integrated way, feeding these productively into our activities. Some entities will be the agents of their own organic unity, or some of it, shaping and developing it from within, while others will have it wholly arranged externally; this may make a difference to the kind or extent of value the entity has.” Pag.165 L’uomo cerca allora di raggiungere questa unità; lo stesso Platone vede quest’ultima caratteristica come l’equilibrio tra le varie parti dell’anima (razionale, irascibile e concupiscibile).

8 Nozick fa notare che esistono differenti metodi di valutazione e interpretazione del termine “value”. Il valutare si costituisce come un’attività relazionale caratterizzata da un rapporto psicologico positivo con l’oggetto e da una alto grado di unità organica. “ You might then say that every thing or trait to which we do that specific activity therefore has value, but that is to project the unity of the psychological evalutative activity onto whatever differing objects that activity was directed toward. The view of value as degree of organic unity, on the other hand, keeps value as just one kind of phenomenon, the activity of valuing being an istance.” Pag.166

9 Nozick non si concentra soltanto sul concetto di “valore” ma anche su quello di “significato” e nota che quest’ultimo emerge dal problema del limite della vita umana. Il “dare significato” alla propria vita, molte volte coincide con il cercare di superare dei limiti. “About any given thing, however wide, it seems we can stand back and ask what its meaning is. To find a meaning for it, then, we seem driven to find a link with yet another thing beyond its boundaries. And so a regress is launched. To stop this regress, we seem to need something that is intrinsecally meaningful, something meaningful in itself, not by virtue of its connection with something else;” Pag. 167 L’uomo ha cercato di rispondere a queste domande “metafisiche” con degli appelli fideistici; quindi con la religione.

10 Emerge allora lo stretto rapporto relazionale tra “valore” e “significato”. La ricerca continua del secondo può avere fine soltanto quando si trova il primo nella sua dimensione unitaria ed organica. Emerge allora l’importanza del collegamento tra questi due fattori: “The tighter the connection with value, the greater the meaning. This tightness of connection means that you are interrelated with the value in a unified way; there is more of an organic unity between you and the value. Your connection with the value, then, is itself valuable; and meaning is gotten through such a valuable connection with value.” Pag. 168 “Valore” e “Significato” si possono così intrecciare nel tempo e fondere, al loro interno, nuove caratteristiche in processi artistici o scientifici.

11 Nozick fa anche notare come i concetti di “value” and “meaning” abbiano una notevole importanza anche nella sessualità. L’unità interiore e la connessione richiesta nell’atto sessuale sembrano riflettersi in maniera distinta tra uomo e donna, dando significati diversi alla stessa concezione di “value” & “meaning”. Dove l’uomo esternando la propria energia sessuale è legato alla nozione di “valore”, la donna incentrando la propria è legata ad una dimensione relazionale di “significato”. Per concludere in capitolo: “Value and meaning are notions so broad that it might seem anything can be fitted under them. Even then, it would be unilluminating to place other evalutative notions under just these two categories if doing that distorted or hid their most salient features.” Pag. 169

12 Grazie


Scaricare ppt "Inglese Lezz. 24-24 7/4/14. Cap. "Selflessness" da Nozick Presentazione di Antonio De Grandis senza l'ausilio del Powerpoint."

Presentazioni simili


Annunci Google