La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RUOLO DELLA LAPAROSCOPIA NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA PANCREATICO Ialongo Paolo Divisione di Chirurgia Generale III Universitaria Ospedale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RUOLO DELLA LAPAROSCOPIA NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA PANCREATICO Ialongo Paolo Divisione di Chirurgia Generale III Universitaria Ospedale."— Transcript della presentazione:

1 RUOLO DELLA LAPAROSCOPIA NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA PANCREATICO Ialongo Paolo Divisione di Chirurgia Generale III Universitaria Ospedale Policlinico – BARI Direttore Prof. Nicola Palasciano

2  Si colloca al 10 ° posto tra le neoplasie solide più frequenti  Tra i maschi : 4° causa di morte (dopo polmone, colon-retto e prostata)  Tra le donne : 5° causa di morte (dopo mammella, colon-retto, utero-annessi e polmone)  Sopravvivenza a 5 anni : 1-5%

3 Il carcinoma pancreatico rappresenta una patologia in costante aumento

4 L’aumento di incidenza potrebbe attribuirsi :  Incremento età media di sopravvivenza  Miglioramento metodiche diagnostiche  Incremento fattori di rischio

5 Purtroppo la diagnosi, ancora oggi, è troppo tardiva e pertanto la sua prognosi è decisamente infausta

6 Nel corso degli ultimi anni notevoli progressi si sono verificati per ciò che concerne l’affinamento diagnostico ed il trattamento chirurgico con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita e la sopravvivenza

7 Elementi di valutazione basale per definizione della resecabilità  Assenza di metastasi epatiche e/o carcinosi peritoneale (eco, TAC, ERCP, PTC)  Infiltrazione vasi mesenterici (TAC, arteriografia) LAPAROSCOPIA ?

8 Età media 69,7 ± 12,6 anni (estremi 36-89)

9 Ittero ostruttivo : 158 pazienti 118 (74,7 %) pazienti ERCP + protesi biliare per via endoscopica 90 pazienti (57 % - non operabili) NESSUN ALTRO TRATTAMENTO

10 68 ( 43%) pazienti operati 222( *9) duodenocefalopancreasectomia 224( *6) gastrodigiunoanastomosi + derivazione biliare 110( *6) gastrodigiunoanastomosi 110laparoscopia esplorativa  2laparotomia esplorativa *Laparoscopia

11 Tasso di resecabilità13,9 %

12 PARAMETRI DEMOGRAFICI Gruppo chirurgico Gruppo endoscopico P Età64,4 ± 9,673,2 ± 13,3< 0,05 Sesso (maschio/femmina) 42/2646/44

13 DEGENZA PAZIENTI OPERATI DCPAltri interventi chirurgici P Degenza (giorni)27 ± 410 ± 5< 0,05

14 MORBILITA’ - DCP n. casi% Fistola pancreatica29,09 Laparocele14,54 Totale513,63

15 MORTALITA’ OPERATORIA - DCP 2 pazienti (9 %) sono deceduti nel post-op. immediato

16 RIPARTIZIONE IN STADI Stadio Hermereckn. casi% Stadio I – malattia localizzata22,9 Stadio II – invasione tessuti vicini (duodeno, vena porta e vv. mesenterici) 811,8 Stadio III – metastasi linfonodali3044,1 Stadio IV – carcinoma diffuso (metastasi epatiche e peritoneali) 2841,2

17 La presenza di un carcinoma pancreatico viene solitamente evidenziata quando il tumore è in fase avanzata : nella nostra esperienza l’85,3% dei pazienti appartiene a stadi avanzati (III e IV) nei quali non è più perseguibile una chirurgia resettiva con presunzione di radicalità oncologica Importanza del bilancio pre-operatorio per definire la resecabilità della neoplasia

18 PAZIENTE OPERABILE LAPAROSCOPIA DIAGNOSTICA

19 LAPAROSCOPIA  Evitare laparotomie esplorative  Propedeutica per chemio-radioterapia neo- adiuvante

20 NEOPLASIE NON RESECABILI EERCP + Protesi biliare DDerivazione gastro-digiunale laparoscopica

21 NEOPLASIE RESECABILI Solo la chirurgia exeretica ha significato in termini di radicalità oncologica

22 PT : eradicazione localizzazioni multifocali e linfadenectomia più estesa Stadio II e III sopravvivenza migliore ma non statisticamente significativa Launois Dig Surg 1996

23 DCP : minore morbilità, mortalità e degenza ospedaliera Intervento di riferimento per neoplasie della testa del pancreas

24 “Extended lymphadenectomy does not benefit overall survival and there may even be a trend towards increased morbidity. Therefore should be performed only within adequately powered controlled trials, if at all” Büchler Br J Surg 2007

25 MORBILITA’ DCP Fistola pancreatica : 5-15%

26 PROGNOSI Sopravvivenza a 5 anni dopo DCP : 15-20% Cameron Ann Surg 1995

27 FATTORI PROGNOSTICI  dimensioni tumore (Ø < 3 cm.)  interessamento linfonodale (40% vs 14%)  margini resezione indenni (26 vs 8%)  tipo istologico (adenoca : 1,3%, ca papillari 7,7%, neuroendocrini ad estensione locoregionale 67%)

28 TRATTAMENTI PALLIATIVI (obiettivo) Ittero ostruttivo, ostruzione duodenale, dolore

29 TRATTAMENTI PALLIATIVI A - ITTERO OSTRUTTIVO  Tecniche chirurgiche  Tecniche non chirurgiche : endoscopiche / radiologiche in pazienti non operabili poiché recidiva ittero : 17-38% Watanapa Br J Surg 1992

30 TRATTAMENTI PALLIATIVI B- OSTRUZIONE DUODENALE  Contestualmente a derivazione bilio-digestiva : in caso contrario 13% operati entro 8 mesi e mortalità operatoria 25% in presenza di occlusione intestinale

31 CONCLUSIONI - 1 La chirurgia exeretica rappresenta la migliore palliazione anche se è gravata da morbilità e mortalità

32 CONCLUSIONI – 2 Riteniamo la laparoscopia avere un ruolo 1. diagnostico :  Metastasi epatiche (eco intra-op.)  Carcinosi peritoneale 2. terapeutico :  DCP, gastrodigiunoanastomosi

33 LESIONE TISSUTALE CHIRURGICA (LUNGHEZZA FERITA CHIRURGICA) “STRESS RESPONSE” EFFETTO IMMUNOSOPPRESSIVO SISTEMICO MIGLIORE OUTCOME FASE POST- OPERATORIA LC vs OC

34 La laparoscopia e la chirurgia “fast track” in effetti inibiscono il rilascio di fattori infiammatori nel post operatorio con conseguente riduzione dello stress chirurgico e della immunosoppressione Wang G. J Gastrointest Surg 2012

35 Il sistema immune del paziente potrebbe essere capace di controllare la malattia minima residua e l’insorgenza di metastasi nell’immediato post-operatorio anche se non è stato capace di controllare la crescita del tumore primario Whelan RL Surg Endosc 2001

36 - “ GRAZIE


Scaricare ppt "RUOLO DELLA LAPAROSCOPIA NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA PANCREATICO Ialongo Paolo Divisione di Chirurgia Generale III Universitaria Ospedale."

Presentazioni simili


Annunci Google