La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione FL/II pujia 1 H.P. Grice: il significato del parlante Rivalutazione della funzione dell’ascoltatore nella costruzione del significato Interpretazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione FL/II pujia 1 H.P. Grice: il significato del parlante Rivalutazione della funzione dell’ascoltatore nella costruzione del significato Interpretazione."— Transcript della presentazione:

1 lezione FL/II pujia 1 H.P. Grice: il significato del parlante Rivalutazione della funzione dell’ascoltatore nella costruzione del significato Interpretazione pragmatica degli elementi impliciti nell’atto linguistico

2 lezione FL/II pujia 2 H.P. Grice: il significato del parlante Distinzione tra significato naturale Significato non naturale Il significato naturale = il genere di cose cui parliamo quando usiamo espressioni quali : “ quel rossore significa vergogna” “Quelle nuvole significano pioggia”

3 lezione FL/II pujia 3 H.P. Grice: il significato del parlante non naturale Significato non naturale Il genere di significato connesso ad espressioni quali: ”le tre forchette significano che si tratta di un buon ristorante” Il significato non naturale è un significato intenzionale Il significato è connesso alle intenzioni del parlante e al riconoscimento di tali intenzioni da parte dell’uditorio

4 lezione FL/II pujia 4 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale A (il parlante) significa qualcosa (non naturale) dicendo x ( proferimento, gesto) se e solo se intende che il proferimento o il gesto x produca nell’ascoltatore un effetto grazie al riconoscimento della sua intenzione

5 lezione FL/II pujia 5 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale Dire significare, implicare “Dire” è strettamente connesso al significato convenzionale delle parole proferite, ma non esaurisce il significato di termini o enunciati Quando si danno più significati il significato di ciò che si è detto si basa su elementi che determinano la situazione particolare del proferimento

6 lezione FL/II pujia 6 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale Dire significare, implicare implicare si riferisce a ciò che non viene “detto” direttamente

7 lezione FL/II pujia 7 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale Es. (1) Hai dei soldi ? Significa (2) io non ho soldi : puoi prestarmene? Proferendo x U ( il parlante)ha inteso ( significato) p se e solo se per un uditorio A, U ha proferito x intendendo : (i) che A dovrebbe credere che U crede p (ii) che A dovrebbe credere che U intendeva (i) e (iii) che (i) dovrebbe essere ottenuto acquisendo (ii)

8 lezione FL/II pujia 8 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale Il significato del parlante deve essere distinto dal significato convenzionale delle parole. Il significato convenzionale è una caratteristica delle parole che il parlante può sfruttare per realizzare le intenzioni Distinzione tra ciò che le parole di una persona significano letteralmente e ciò che una persona intende con le sue parole

9 lezione FL/II pujia 9 H.P.Grice Teoria della conversazione Interazione tra significato convenzionale e contesto La conversazione come impresa cooperativa Principi della cooperazione – Quantità( non essere reticenti – Qualità( non dire ciò che ritieni falso) – Relazione (pertinenza) – Modalità( evita l’ambiguità)

10 lezione FL/II pujia 10 H.P.Grice Teoria della conversazione Riduzione del significato alla intenzione del parlante Riduzione della semantica alla psicologia Significato naturale ( le nuvole significano pioggia) Significato non naturale “significato globale” non catturato dalla analisi semantica Eccedenze comunicative

11 lezione FL/II pujia 11 H.P.Grice Teoria della conversazione Elementi impliciti della comunicazione Implicature conversazionali – Dipendenti dalla interazione tra significato convenzionale delle parole e struttura della conversazione Implicature particolarizzate – (dipendenti dallo specifico contesto) Implicature generalizzate(legate alle espressioni in ogni contesto)

12 lezione FL/II pujia 12 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale Articolazione del principio cooperativo Un parlante implica q dicendo p se e solo se (1) si uniforma al principio cooperativo dicendo c –e–e (2) la spiegazione del suo uniformarsi al principio cooperativo è che egli pensa che q e (3) Egli pensa che l’ascoltatore riconoscerà che è il suo pensare che q che spiega la conformità al Principio Cooperativo

13 lezione FL/II pujia 13 Articolazione del principio cooperativo Es. A dice a B “ non ho più benzina” B risponde “ C’è un garage dietro l’angolo” B ha implicato conversazionalmente che il garage è aperto e vende benzina perché altrimenti la risposta di B sarebbe irrilevante

14 lezione FL/II pujia 14 H.P.Grice Teoria della conversazione Dal linguaggio alla mente La comunicazione linguistica è una questione di uso delle parole al fine di consentire all’ascoltatore di riconoscere il contenuto dei pensieri Si colloca in una tradizione che risale a Locke( Saggio sull’intelligenza umana, 1689) Connessione con gli sviluppi contemporanei della filosofia della mente

15 lezione FL/II pujia 15 H.P.Grice Teoria della conversazione Distinguere tra “Violare” e “burlare”il principio Si viola il principio nei casi in cui si disobbedisce al principio non intenzionalmente e non con l’intenzione di mostrare la violazione Si burla il principio quando lo si fa con intenzione

16 lezione FL/II pujia 16 H.P.Grice Teoria della conversazione Dai significati delle parole alle rappresentazioni mentali La significatività delle parole deriva dalla dotazione di contenuto delle rappresentazioni mentali Il linguaggio si è evoluto per facilitare le corrispondenze negli stati psicologici tra individui. Riferimenti alla filosofia contemporanea: Davidson Chomsky

17 lezione FL/II pujia 17 H.P.Grice Teoria della conversazione: Riepilogo Negli scambi linguistici i partecipanti intervengono non casualmente ma secondo alcune regole orientate al rispetto di un Principio di cooperazione Contributo alla conversazione in ordine allo Scopo accettato Si devono (?) rispettare queste regole ? Tutti effettivamente seguono tali regole

18 lezione FL/II pujia 18 H.P.Grice Teoria della conversazione: riepilogo La conversazione è un fatto quasi contrattuale Le regole della conversazione sono regole implicite di unasorta di contratto Gli scambi linguistici sono considerati vantaggiosi sole se condotti in conformità al pdc e alle sue massime

19 lezione FL/II pujia 19 H.P. Grice: Analisi del significato intenzionale: Articolazione del principio cooperativo Quantità 1. Da un contributo informativo quanto è richiesto non dare un contributo più informativo di quanto è richiesto QualitàDà un contributo che sia vero( non dire ciò che credi falso Non dire ciò per cui non hai prove RelazioneSii pertinente ModalitàEvita l’oscurità Evita l’ambiguità Sii breve Sii ordinato nell’esposizione

20 lezione FL/II pujia 20 H.P.Grice Teoria della conversazione: riepilogo Esistono altre regole che governano il discorso ( di cortesia, sociali morali) Quelle della conversazione hanno un ruolo speciale : assicurano lo scambio di informazioni e il perseguimento degli scopi

21 lezione FL/II pujia 21 H.P.Grice Teoria della conversazione: riepilogo Dire, significare, implicare Il verbo dire attiene a ciò che è relato al significato convenzionale delle parole Se vi sono più significati l’individuazione precisa del detto dipende da fattori relativi alle circostanze di tempo di luogo, etc. Implicare si riferisce a ciò che non viene detto direttamente Ciò che viene detto contribuisce a determinare ciò che è implicito

22 lezione FL/II pujia 22 H. P. Grice: Infrazioni alle regole conversazionali Si possono violare in vario modo le regole violare le norme senza mostrare di farlo ( ingannare l’interlocutore) uscire dal piano della conversazione mostrando l’intenzione di non cooperare Conflitto fra diverse norme Aggirare, burlare la norma o massima

23 lezione FL/II pujia 23 H.P.Grice Teoria della conversazione: riepilogo L’implicatura conversazionale deve poter essere inferita Deve essere possibile una ricostruzione razionale del ragionalmento Implicature generali Implicature particolari

24 lezione FL/II pujia 24 Si possono violare in vario modo le regole La implicatura conversazionale può assumere il valore di un significato convenzionale La verità dell’implicito non discende dalla verità di ciò che è detto ) ciò che si dice può essere vero, ciò che si implica può essere falso)

25 lezione FL/II pujia 25 Si possono violare in vario modo le regole Gli atti linguistici ( locutivi e illocutivi) sono parte di una teoria del significato Parlare è una attività che trascende il dire dunque è governata da regole che non sono riconducibili alla linguistica Lo studio delle ocuzioni è parte della semantica perché comporta la ricostruzione della catena fonetica e grammaticale

26 lezione FL/II pujia 26 Si possono violare in vario modo le regole Le illocuzioni sono il soggetto anche di una teoria della azione e della pragmatica Un atto linguistico deve soddisfare condizioni e requisiti che vanno al di la di quelli semantici ( restrizioni sociali, )


Scaricare ppt "Lezione FL/II pujia 1 H.P. Grice: il significato del parlante Rivalutazione della funzione dell’ascoltatore nella costruzione del significato Interpretazione."

Presentazioni simili


Annunci Google