La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il disimpegno morale. IL FENOMENO DEL DISIMPEGNO MORALE Ci si mette al riparo dalle nostre sanzioni interne facendo ricorso a meccanismi cognitivi che.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il disimpegno morale. IL FENOMENO DEL DISIMPEGNO MORALE Ci si mette al riparo dalle nostre sanzioni interne facendo ricorso a meccanismi cognitivi che."— Transcript della presentazione:

1 Il disimpegno morale

2 IL FENOMENO DEL DISIMPEGNO MORALE Ci si mette al riparo dalle nostre sanzioni interne facendo ricorso a meccanismi cognitivi che giustificano condotte incoerenti sul piano etico.

3 I meccanismi di “disimpegno morale” possono agire sulla valutazione dell’azione per giustificarne o attenuarne la gravità.

4 8 Meccanismi 8 Meccanismi Giustificazione morale Etichettamento eufemistico Confronto vantaggioso Dislocamento della responsabilità Diffusione della responsabilità Distorsione delle conseguenze Attribuzione di colpa Deumanizzazione

5  Quando fai così, mi fai sentire  Non l’ho fatto apposta  Se non fosse stato per lui allora io…  Non potevo fare altrimenti ….  Se avessi avuto un capo diverso allora…  Mica è colpa mia, non ero da solo...  E che ne potevo sapere

6 Spesso rovesciamo sugli altri le colpe di ciò che non va, o l’onere di provvedere al cambiamento.

7 Responsabilità COSCIENZA DELLA COLPA  L’evento non viene negato  Presuppone consapevolezza e coscienza delle proprie azioni  Comprensione delle conseguenze delle proprie azioni  Progettualità  Valutazione delle diverse alternative  Si agisce sulla realtà

8 La parola “colpa” (dal latino culpa) in greco antico non ha un equivalente; fino al V sec. a. C. non c’è l’esperienza della colpa come noi la intendiamo né la parola che dovrebbe esprimere questa esperienza. I caratteri di interiorità e soggettività della colpa che presuppongono l’idea di un individuo come soggetto libero che agisce intenzionalmente si sviluppano successivamente all’avvento del Cristianesimo.

9 Senso di colpa  l a colpa è un sentimento  E' fortemente influenzato dalla nostra cultura  La colpa percepita è superiore all'atto compiuto  E' un meccanismo della coscienza che segnala un disagio e ci rimprovera quando facciamo qualcosa che infrange il nostro codice morale  L' educazione cattolica ci insegna che ognuno nasce macchiato dalla "colpa" del peccato commesso dai nostri progenitori  Il sentimento di colpevolezza nasce dal nostro "giudice interiore" che ci mette di fronte agli insegnamenti che abbiamo ricevuto

10

11 Respons- Abilità Abilità a rispondere all’evento non in conseguenza dello stimolo, ma del risultato che si desidera ottenere

12 Responsabilità verso:  La società  Se stessi  L’altro  L’organizzazione

13 1° Livello Preconvenzionale 4-11 anni RISPOSTA AL SINGOLO EVENTOO SENZA COSTRUZIONE FUTURA Stadio1: orientamento alla punizione e all’obbedienza il bambino obbedisce alle regole al fine di evitare la punizione Stadio 2: orientamento all’individualismo e alla relatività strumentale il bambino rispetta le regole se queste soddisfano i suoi interessi immediati. I rapporti umani sono basati su una reciprocità esclusivamente materiale ed immediata 2° Livello Convenzionale adolescenti-adulti RISPOSTA AGLI EVENTI PER COMPIACERE O PER RISPETTO DEL CONTRATTO Stadio 3: accordo interpersonale il bambino si conforma alle regole per mantenere buone relazioni, far piacere agli altri ed ottenere la loro approvazione. Stadio 4: orientamento alla legalità e all’ordine sociale L’azione giusta consiste nel fare il proprio dovere. Stadio 5: orientamento sociale la persona risponde alle proprie regole morali. Stadio 6: orientamento ai principi etici universali l’individuo difende i principi universali di giustizia, uguaglianza dei diritti umani, di rispetto per la dignità, anche se contro convenzioni o norme

14 Il cervello morale esiste. Ha le sue radici in alcune aree cerebrali che interagiscono fra di loro. E’ come se nella testa dell’uomo fosse in azione una sorta di vigile urbano in grado di regolare il traffico interiore mediando tra le componenti emotive e quelle razionali nell’ambito dei comportamenti.

15 Il sistema orbito frontale è coinvolto nei processi di pianificazione e progettualità. Dopo il primo anno di vita, questo sistema matura con i circuiti limbici ( esperienza d’attaccamento ) che coinvolgono amigdala, giro del cingolo ed insula. Quest’ultima è connessa con l’ipotalamo e la formazione reticolare e tramite diverse connessioni permette la modulazione dei comportamenti istintivi.

16 L'Amigdala delle persone con poca coscienziosità o nulla è del 17% più piccola e non comunica bene con i lobi frontali ( il controllore)

17 Il segreto del comportamento relativo al gioco d'azzardo è nel cervello, in lesioni profonde all'amigdala che condiziona pesantemente gli innati freni inibitori che abbiamo nei confronti del rischio, arrivando ad annullarlo. L'eccitazione del rischio e dunque la preeccitazione che anticipa l 'azione, è data dalla dopaminia

18 Le persone coscienziose tendono ad avere la corteccia prefrontale laterale più sviluppata. Non a caso è l'area del cervello coinvolta nella pianificazione e nel controllo del comportamento. Diverse ricerche neuroscentifiche hanno dimostrato che:

19 La mente umana trasformata dal linguaggio è capace di ritagliarsi un piccolo spazio di libertà in un universo deterministico.


Scaricare ppt "Il disimpegno morale. IL FENOMENO DEL DISIMPEGNO MORALE Ci si mette al riparo dalle nostre sanzioni interne facendo ricorso a meccanismi cognitivi che."

Presentazioni simili


Annunci Google