La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rotary Club San Carlo Trezzano s/n Piano Direttivo Anno 2011-2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rotary Club San Carlo Trezzano s/n Piano Direttivo Anno 2011-2012."— Transcript della presentazione:

1 Rotary Club San Carlo Trezzano s/n Piano Direttivo Anno

2 L’organizzazione del Club Amministrazione Pubbliche relazioni Effettivo Progetti di servizio Fondazione Rotary Consiglio direttivo Quattro vie d’azione Interna, professionale, di interesse pubblico, internazionale

3 Consiglio Direttivo Riccardo FuochiPresidente Armando De AngelisVice Presidente Daniele RossiSegretario Gaetano Bragho’Prefetto Rosarita Trombetta Tesoriere Alfredo RadaelliConsigliere – Incoming President Maurizio BreraConsigliere Domenico IntenzaConsigliere Sergio CartenyConsigliere Maurizio GarlaschelliConsigliere Gaetano TruppoConsigliere

4 Le Vie d’Azione Azione Interna –AFFIATAMENTO DEI SOCI E ADEGUATO FUNZIONAMENTO DEL CLUB Azione Professionale –PORRE LE PROPRIE COMPETENZE PROFESSIONALI AL SERVIZIO DEL PROSSIMO Azione d’interesse pubblico –PROGETTI E INIZIATIVE DEL CLUB PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI VITA ALL’INTERNO DELLE LORO COMUNITA’ Azione Internazionale –PROGETTI UMANITARI IN TUTTO IL MONDO E INIZIATIVE PER PROMUOVERE LA COMPRENSIONE E LA PACE TRA I POPOLI

5 Le Commissioni PRESIDENTE –EFFETTIVOROSARITA TROMBETTA VOLPI –PUBBLICHE RELAZIONIGAETANO TRUPPO –PROGETTIARMANDO DE ANGELIS –FONDAZIONE ROTARYBRAGHO’ –AMMINISTRAZIONE CARTENY –COMMISSIONI “SPECIALI” : TRASFERIMENTO, GAETANO TRUPPO IL presidente del club nomina i presidenti delle commissioni e di concerto con loro ne designa i componenti

6 Commissione per lo sviluppo dell’effettivo crea e migliora un piano globale per il reclutamento e la conservazione dei soci del club. –Rosarita Trombetta VolpiPresidente –Daniele RossiConsigliere –Lionella PizziniConsigliere –Maurizio GarlaschelliConsigliere –Beppe BorzianiConsigliere –Roberto AndreaggiConsigliere SOTTOCOMMISSIONI : –Reclutamento,Conservazione,Classifica professionale,Orientamento e Formazione

7 Commissione Progetti Pianifica e dirige progetti indirizzati alle necessità della comunità e delle comunità in altri Paesi –Armando de AngelisPresidente –Ray KakkarConsigliere –Hubert N’DayeConsigliere –Vincenza Visconti-GrecoConsigliere –Savino Di NardoConsigliere –Gaetano TruppoConsigliere –Anita RighiConsigliere –Giorgio GaleottiConsigliere Sottocommissioni : –Formazione professionale,Istruzione,Comunità, Rapporti Internazionali,Raccolta Fondi per progetti, Programmi del RI (RYLA,WCS,APIM,Rotaract

8 Commissione Pubbliche relazioni Sviluppa e migliora i piani per fornire al pubblico le informazioni sul Rotary e promuove i progetti e le attività di servizio del club. –Gaetano TruppoPresidente –Vincenza visconti-GrecoConsigliere –Vladimir VistakConsigliere –Alberto ModugnoConsigliere –Alfredo RadaelliConsigliere Sottocommissione “GRANDI EVENTI” - responsabile Gaetano Truppo

9 Commissione Fondazione Rotary Supporta la Fondazione sia attraverso contributi finanziari sia attraverso la partecipazione ai programmi. –Gaetano BraghòPresidente –Lionella PizziniConsigliere –Filippo BattaglinoConsigliere –Franco PizzelliConsigliere –Alberto ModugnoConsigliere –Maurizio GarlaschelliConsigliere –Maurizio BreraConsigliere Sottocommissioni : Alumni, Fondo programmi,Sovvenzioni, Scambio Gruppi di studio,Fondo Permanente,Polio Plus, Borse della Pace, Borse di Studio

10 Commissione Amministrazione Si occupa delle attività associate all'effettiva operatività del club, come il programma settimanale e il bollettino del club. Il tesoriere e il segretario del club sono membri di tale commissione.. –Sergio CartenyPresidente –Domenico IntenzaConsigliere –Luigi MuciConsigliere –Gian Maria RuzzuConsigliere –Maurizio BreraConsigliere –Rosarita VolpiTesoriere –Daniele RossiSegretario –Giorgio GaleottiConsigliere Sottocommissioni: Bollettino e sito web, Assiduità, Affiatamento,Programmi settimanali

11 Commissione Trasferimento Questa commissione rimane attiva nonostante la prevista riorganizzazione dei Distretti, con la creazione del distretto di “Milano” –Gaetano Truppo –Rosarita Trombetta Volpi –Daniele Rossi –Gaetano Braghò Con il re-districting le condizioni in base alle quali il nostro club ha richiesto il trasferimento sono venute a modificarsi sostanzialmente. Resta comunque il fatto che, pur rientrando nel nuovo distretto, il nostro Club resterà il Club San Carlo di Trezzano s/n, cui è attribuito un preciso territorio. E’ nostro dovere e interesse mantenere una presenza viva su questo territorio

12 Obiettivo delle Commissioni Continuità nello svolgimento dei progetti e a livello decisionale Consenso nella gestione del club e nella definizione degli obiettivi Incremento delle capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati Un gruppo più ampio e preparato di futuri dirigenti Continuità nella leadership Partecipazione di tutti i soci alle attività del club LAVORO DI SQUADRA – COINVOLGIMENTO - SERVICE

13 Riunioni del Club Ogni Martedi presso la sede provvisoria c/o UNA Hotel – via Fauche’ 15 : 3 Conviviali - mese 1 Happy Hour – in corrispondenza con la riunione mensile del Consiglio direttivo

14 Interclub Cercheremo di effettuare un cospicuo numero di conviviali “Interclub”, in particolare con il Gruppo Navigli. Queste riunioni verranno svolte in piena autonomia decisionale con lo scopo di uno scambio continuo di esperienze, condivisione di progetti e di utilizzo comune delle “risorse” culturali e relazionali dei club aderenti al gruppo.

15 Rotaract Particolare attenzione e supporto alle attività del “nostro” Rotaract che ha dimostrato di essere un club estremamente dinamico, professionale e fortemente motivato allo spirito Rotariano. Il service distrettuale “ sai salvare una vita?” svolto dal Rotaract e’ un service che potrebbe essere di stimolante esempio anche ai club “padrini”. A costo quasi “zero” ma con un grande impegno umano e professionale il Rotaract ha svolto un service che ha coinvolto in maniera diretta oltre mille studenti, formando i giovani a riconoscere patologie cardiologiche acute e ad effettuare la rianimazione cardiopolmonare in attesa dei soccorsi.

16 Progetti La vita del Club ed i Progetti in particolare derivano dal contributo e dalla partecipazione attiva di tutti i soci. Concentrazione delle risorse su due o tre progetti importanti, riprendendo in primis il progetto India già preso in considerazione dai precedenti consigli. Partecipazione a un progetto del Gruppo Navigli Idee e suggerimenti da parte dei soci del club Services “storici” : –Zelo Surrigone –Luca Moltedo

17 Relatori - conviviali Serate dedicate a Paesi come India, Cina, Vietnam Tibet – Nepal – Himalaya : service di Radaelli ; Impresa sportiva (scalata all’ Hornbein– incontro con monaci Tibetani Interclub con Rotary Aosta, con possibile visita alla città Relazione di Maurizio Brera su gruppo scambio in Brasile Visita alla città di Torino in occasione dei 150 anni dell’unificazione Concerto della nostra NOVIN AFROUZ

18 Effettivo Conservazione dell’effettivo Espansione dell’effettivo – Il nostro club ha bisogno di essere rivitalizzato con l’ingresso di nuovi soci che apportino nuove professionalità ed esperienze. Il numero dei soci effettivi è sceso a 29, ma il socio Guzzi ha fatto domanda per trasferimento ad altro club. Alcuni dei nostri soci non riescono a frequentare Siamo altresì supportati da un importante numero di Soci Onorari che portano lustro e visibilità al nostro club, ma abbiamo bisogno di partecipazione attiva.


Scaricare ppt "Rotary Club San Carlo Trezzano s/n Piano Direttivo Anno 2011-2012."

Presentazioni simili


Annunci Google