La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comprende tutte le misure di prevenzione primaria atte ad evitare che gli individui si ammalino di malattie infettive Profilassi diretta rivolta a fonte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comprende tutte le misure di prevenzione primaria atte ad evitare che gli individui si ammalino di malattie infettive Profilassi diretta rivolta a fonte."— Transcript della presentazione:

1 Comprende tutte le misure di prevenzione primaria atte ad evitare che gli individui si ammalino di malattie infettive Profilassi diretta rivolta a fonte d ’ infezione Profilassi indiretta rivolta all ’ ambiente (veicoli d ’ infezione) Profilassi specifica rivolta all ’ uomo sano PROFILASSI GENERALE DELLE MALATTIE INFETTIVE

2 Razionale smaltimento dei rifiuti solidi e liquidi Approvvigionamento idrico con acque potabili Controllo sugli alimenti dalla produzione alla vendita Costruzione razionale delle abitazioni e degli ambienti di lavoro Educazione sanitaria Principali misure di profilassi indiretta

3 Notifica o Denuncia Misure contumaciali Sorveglianza sanitaria Inchiesta epidemiologica Accertamento di laboratorio Disinfezione e disinfestazione Profilassi diretta delle malattie infettive

4 E' regolamentata dal DM che prevede: »Il medico curante ha l'obbligo di segnalare al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria competente tutti i casi di malattia infettiva utilizzando dei moduli appositi predisposti dalla Regione. »Il Dipartimento di Prevenzione attiva una inchiesta epidemiologica e notifica su appositi moduli il caso di malattia infettiva, avviando un FLUSSO INFORMATIVO di notifica del caso agli organi sanitari regionali e statali. »Le malattie infettive sono distinte in 5 classi in rapporto al tipo ed alla rapidit à del flusso informativo da seguire. Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

5 Classe 1° Malattie per le quali si richiede segnalazione immediata o perch é soggette a Regolamento Internazionale o perch é rivestono particolare interesse Medico curante --> al solo sospetto clinico entro 12 ore AUSL --> immediata Assessorato Sanit à Regione --> Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanit à --> OMS (se previsto) In seguito lo stesso flusso informativo sar à seguito per notificare i risultati dell ’ accertamento Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

6 Classe 2° Malattie rilevanti perch é ad elevata frequenza e/o passibili di intervento di controllo Medico curante --> entro 2 giorni AUSL --> Assessorato Sanit à Regione --> ISTAT --> Ministero della Salute La notifica viene effettuata quando sussistono per la malattia i criteri: Clinici, colturali, di esame diretto, sierologici previsti per la diagnosi di ciascuna malattia Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

7 Classe 3° Malattie per le quali sono richieste particolari informazioni o flussi informativi differenziati: AIDS, lebbra, malaria, micobatteriosi non tubercolari, tubercolosi Per AIDS la notifica cerca di rispettare l'anonimato del paziente (l'unica copia con il nominativo del paziente è quella diretta al COA) e segue un flusso informativo diverso: Medico curante --> Regione e Ministero della Sanit à (COA presso ISS) Per le altre malattie della classe 3 a il flusso informativo è lo stesso della classe 2 a. Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

8 Classe 4° Malattie per le quali alla segnalazione del singolo caso da parte del medico deve seguire la segnalazione dell'Azienda sanitaria solo quando si verificano focolai epidemici: Dermatofitosi, infezioni, tossinfezioni ed infestazioni di origine alimentare, pediculosi, scabbia Medico  AUSL  Regione  Ministero della Salute, e ISTAT Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

9 Classe 5° Malattie infettive e diffusive segnalate dal medico all'AUSL e non comprese nelle classi precedenti, zoonosi indicate dal regolamento di polizia veterinaria di cui al DPR 320/54. Le Aziende sanitarie notificheranno annualmente il riepilogo di tali malattie alla Regione e da questa al Ministero per le vie ordinarie. Ove tali malattie assumano le caratteristiche di focolaio epidemico, verranno segnalate con le modalit à della classe 4 a. Misure di profilassi diretta: Notifica o Denuncia

10 Isolamento dell ’ ammalato »In ospedale per infettivi »Domiciliare fiduciario »Domiciliare coercitivo Durata dell ’ isolamento varia a seconda delle durata dell ’ eliminazione degli agenti eziologici Sorveglianza sanitaria E ’ rappresentata da tutte le misure di sorveglianza e trattamento dei contatti Misure di profilassi diretta: misure contumaciali e sorveglianza sanitaria

11 Quando si verifica un caso di malattia rara e grave o un episodio epidemico, l ’ autorit à sanitaria ha il compito di raccogliere tutti i dati utili a comprendere quando, come, dove l ’ infezione si è trasmessa. Ciò è utile soprattutto ai fini di prevenire l ’ ulteriore propagazione dell ’ infezione. Esempi:  Episodio epidemico di salmonellosi o caso di colera o botulismo: occorre identificare cibo responsabile, centro di ristorazione …..  Caso di tetano, malaria, rabbia, ecc.: occorre individuare modalit à con cui è stata contratta la malattia, ferita, morso di animale, viaggio all ’ estero, …..  Primi casi di influenza in periodo pre-epidemico: occorre isolare priontamente il virus per poterlo utilizzare nell ’ allestimento del vaccino Misure di profilassi diretta: inchiesta epidemiologica

12 Metodi diretti sul materiale patologico »Esame microscopico »Esame colturale seguito da tipizzazione e prove di sensibilit à ai farmaci »Immunologico Metodi indiretti Consistono nel rilevamento di un movimento anticorpale specifico attraverso la ricerca di anticorpi nel siero del paziente (reazioni sierologiche) Misure di profilassi diretta: accertamento di laboratorio


Scaricare ppt "Comprende tutte le misure di prevenzione primaria atte ad evitare che gli individui si ammalino di malattie infettive Profilassi diretta rivolta a fonte."

Presentazioni simili


Annunci Google