La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Napoli 19.2.2014 – Managing Archaeological Knowledge: the experience of CISA-UNO A. D’Andrea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Napoli 19.2.2014 – Managing Archaeological Knowledge: the experience of CISA-UNO A. D’Andrea."— Transcript della presentazione:

1 Napoli – Managing Archaeological Knowledge: the experience of CISA-UNO A. D’Andrea

2 Napoli –  Istituito nel 1992 ha il compito di supportare le missioni archeologiche dell’Ateneo.  Dispone di un Laser scanner (Imager 5003 Zoller&Froilich), un GPS differenziale (Trimble 5700 e 5800) e due stazioni totali elettroniche (Trimble). Tra breve la dotazione sarà integrata da un nuovo Laser Scanner 3D e un drone.  Collabora con istituzioni pubbliche e private promuovendo attività di ricerca e progetti interdisciplinari con finanziamenti pubblici e/o privati.  Dal 2009 cura la pubblicazione on-line di una newsletter, direttore prof. Bruno Genito, che ha il compito di fornire una prima importante comunicazione sulle attività di ricerca degli archeologi dell’Ateneo. Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia LA Mission

3 Napoli –  Attività della Missione Archeologica Italiana in Yemen. Ricostruzione virtuale, a fini conoscitivi e di valorizzazione, dell’area archeologica di Baraqish in Yemen. Metodologie Laserscanning per il rilievo tridimensionale delle strutture e del paesaggio antico (2005)  L’uso di metodologie integrate non invasive nella ricerca archeologica. L’impiego di prospezioni geofisiche e geo- archeologiche e l’uso del telerilevamento nella ricostruzione dell’antico territorio di Cuma (2003)  Creazione di un Sistema Informativo Geografico collegato ad una rete di dati archeologici relativi al territorio antico di Pontecagnano per la valutazione dell’impatto archeologico nella programmazione urbanistica ed infrastrutturale degli Enti Locali (1999) Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Progetti Regionali di Ricerca

4 Napoli –  Scuola Internazionale di Archeologia (2005)  Parco Naturale di Roccamonfina -LaboratorioDonna: Orienta & Forma nei Beni ArcheoCulturali (2004)  Archaeological Resources Management (2004)  Nuove Metodologie per l’Individuazione, la Catalogazione e lo Studio delle Preesistenze Archeologiche nel Territorio ( ) Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Progetti di formazione

5 Napoli –  3D-ICONS ( )  DICOR ( )  EPOCH ( )  THE ALUKA INITIATIVE (2007)  ARCHEOZONE: un portale per l’archeologica classica e orientale ( )  INNOVA. Centro Regionale di Competenza per lo Sviluppo dei Beni Culturali ed il Trasferimento dell’Innovazione Applicata ai Beni Culturali e Ambientali ( ) Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Progetti di Ricerca con finanziamenti nazionali ed Internazionali

6 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Managing Archaeological Knowledge  Gli archeologici hanno bisogno dei dati, raccolti nel corso delle indagini sul terreno, per proporre ipotesi, modelli e teorie. Nel corso delle ricerca molteplici attività producono dati scientifici necessari alla ricostruzione del passato.  Questo corpus di informazioni, composto da differenti tipologie di dati e supporti (schede, note, disegni, foto, video) deve essere reso disponibile. Poiché le indagini distruggono irreversibilmente il deposito archeologico, questi documenti rappresentano le uniche testimonianze e tracce elle attività umane. Rendere disponibili questi dati è perciò un compito cruciale per gli archeologi.  Negli ultimi anni, grazie allo sviluppo delle tecnologie web, molte soluzioni sono state progettate e sviluppate con le stesse finalità e ciò condividere in modo semplice e rapido tutte le informazioni acquisite nel corso dello scavo.

7 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Managing Archaeological Knowledge  Il CISA-UNO negli ultimi 10 anni ha sperimentato nuove forme di gestione della conoscenza archeologica. Grazie a differenti progetti internazionali il CISA ha sviluppato alcune linee di ricerca nel settore del networking in particolar per: condividere I dati archeologici (ARCHAEOZONE) testare software a e applicazioni (EPOCH) il Patrimonio Culturale condividere la documentazione archeologica (DICOR) creare metadati per il modelli 3D (3D-ICONS)  Questi progetti hanno coinvolto numerosi archeologi dell’Ateneo e altri specialisti. I risultati raggiunti sono incoraggianti poiché non solo migliorano la qualità della ricerca, ma contribuiscono al rafforzamento di quell’area della ricerca Europea sostenuta dal programma Europeo Horizon 2020.

8 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Archeozone. (MIUR - PON , Avviso n. 68/2002)

9 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia Archeozone. (MIUR - PON , Avviso n. 68/2002)

10 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia ALUKA (ITHAKA HARBORS INC. of NEW YORK)

11 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia ALUKA (ITHAKA HARBORS INC. of NEW YORK)

12 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia INNOVA (Centro Regionale di Competenza)

13 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia EPOCH (VI Programma Quadro per “Research, Technology and Demonstration Activities”)

14 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia DICOR (Divulgazione e condivisione Tecnologie, Saperi e Servizi dell’Orientale – L.R. 13/04 triennio )

15 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP ) Obiettivi  Creare uno schema di metadati in grado di descrivere il modello in tutti i suoi aspetti tecnologici (provenance e paradata)  Digitalizzare capolavori dell’architettura e dell’archeologia Europea con particolare riferimento alle aree che rientrano nella lista dell’UNESCO (Napoli, Ercolano e Pompei)  Fornire ad Europeana i metadati e l’accesso al modello

16 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP )

17 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP )

18 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP )

19 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP )

20 Napoli – Il Centro Interdipartimentale di Servizi di Archeologia 3D-ICONS. (European Commission’s ICT Policy Support Programme. Call CIP-ICT-PSP )

21 Napoli – 3D-ICONS EUROPEANA Archeozone Epoch INNOVA ALUKA AL.CH.COMPILATION.COLLECTION-MAJOR.AAE Links


Scaricare ppt "Napoli 19.2.2014 – Managing Archaeological Knowledge: the experience of CISA-UNO A. D’Andrea."

Presentazioni simili


Annunci Google