La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RICORDO DI ALBERTO SORDI “E VA E VA” Me sarò chiesto cento mille volte io che non so’ né re né imperatore: che ho ffatto per trovamme ‘sta reggina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RICORDO DI ALBERTO SORDI “E VA E VA” Me sarò chiesto cento mille volte io che non so’ né re né imperatore: che ho ffatto per trovamme ‘sta reggina."— Transcript della presentazione:

1

2 RICORDO DI ALBERTO SORDI “E VA E VA”

3 Me sarò chiesto cento mille volte io che non so’ né re né imperatore: che ho ffatto per trovamme ‘sta reggina

4 nel letto fra le braccia in fonno al core e dato sì che sei così preziosa stasera io te vojo di’ ‘na cosa

5 te c’hanno mai mannato a quel paese sapessi quanta gente che ce sta er primo cittadino è amico mio tu dije che te c’ho mannato io

6 e va va avanti tu che adesso c’ho da fa’ sarai la mia metà ma si nun parti diventi un altro po’ la mia trequarti

7 e va nun pòi sape’ er piacere che me fa magari qualche amico te consola così tu fai la scarpa e lui te sòla io te ce manno sòla sola senza de me

8 già che ce so’ me levo ‘st’altro peso co’ tte che fai er capoccia e stai più su te sei allargato troppo senti, ‘a coso, mica t’offendi se te do del tu

9 te c’hanno mai mannato a quer paese sapessi quanta gente che ce sta a tte te danno la medaja d’oro e noi te ce mannamo tutti in coro

10 e va chi va co’ la cor(r)ente è baccalà io so’ salmone e nun mme ‘mporta niente a me (me) piace anna’ contro cor(r)ente e va che più sei grosso e più ce devi anna’

11 e t’aritroverai nel posto giusto e prima o poi vedrai ce provi gusto gu… sto solo scherzando gu… sto solo cantando uh sto solo a scherza’ pardon

12 ma quanno alla mattina sto allo specchio c’è un fatto che me butta giù er morale io me ritrovo sempre ar gabbinetto e me ricanto addosso ‘sto finale

13 te c’hanno mai mannato a quel paese sapessi quanta gente che ce sta così che m’encoraggio e me consolo cor fatto de mannammece da solo

14 e va che sì ce devi anna’ ce devi anna’ tanto se t’annisconni dietro a un vetro ‘na mano c’hai davanti e ‘n’altra dietro

15 e va è inutile che stamo a litiga’ tenemoce abbracciati stretti stretti che tanto prima o poi c’annamo tutti a quel paese tutti a quel paese là…

16 Alberto Sordi attore, cantante, regista n.a Roma, 15/6/1920 m. 25/2/2003


Scaricare ppt "RICORDO DI ALBERTO SORDI “E VA E VA” Me sarò chiesto cento mille volte io che non so’ né re né imperatore: che ho ffatto per trovamme ‘sta reggina."

Presentazioni simili


Annunci Google