La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Titre de la diapositive Éva Buchi & Wolfgang Schweickard Per un’etimologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Titre de la diapositive Éva Buchi & Wolfgang Schweickard Per un’etimologia."— Transcript della presentazione:

1 Titre de la diapositive Éva Buchi & Wolfgang Schweickard Per un’etimologia romanza saldamente ancorata alla linguistica variazionale: riflessioni fondate sull’esperienza del DÉRom (Dictionnaire Étymologique Roman) Accueil diaporama

2 Dictionnaire Étymologique Roman Metodo comparativo-ricostruttivo (Fox 1995) Chambon in stampa a: « […] les mots du latin écrit de l’Antiquité ne sauraient être placés à l’origine des mots héréditaires du français ou des autres langues (gallo)romanes […]. Le seul moyen de faire venir à l’existence l’étymon (oral) d’un mot héréditaire est de le reconstruire sur la base de la comparaison entre formes orales affines, c’est-à-dire dont on a montré qu’elles étaient reliées par un ensemble de correspondances phoniques régulières. »

3 Conseguenza Entrate contrassegnate da un asterisco Lessico protoromanzo (patrimonio lessicale dell’antenato comune delle lingue romanze) REWDÉRom cadĕre/*cadēre*/'kad-e-/ dĕcĕm */'d ɛ ke/ februarius */ ɸ e'βr-ar-i-u/

4 Protolingua Campbell 2004: « Proto-language: (1) the once spoken ancestral language from which daughter languages descend; (2) the language reconstructed by the comparative method which represents the ancestral language from which the compared languages descend. (To the extent that the reconstruction by the comparative method is accurate and complete, (1) and (2) should coincide.)

5 Dimensioni variazionali Diamesia Diatopia Diastratia Diafasia Diacronia A quali varietà diasistematiche del latino appartengono i 28 primi etimi protoromanzi ricostruiti nell’ambito del DÉRom?

6 Quale varietà diamesica? Ricostruzione del lessico protoromanzo a partire dalle forme orali congeneri → protoforme fanno parte del linguaggio orale I lessemi ricostruiti presentano divergenze con i loro correlati latini? No: protorom. */'ann ‑ u/ ≈ lat. scritto annus Sì: – protoforma orale priva di correlato scritto – divergenze nel significante – divergenze nel significato

7 */'baβ ‑ a/ « bava » → Ø Senza correlato */a'pril ‑ e/ → aprilis */a'pril ‑ i ‑ u/ → Ø */as'k ʊ lt ‑ a ‑ / → auscultare */es'k ʊ lt ‑ a ‑ / → Ø */' ɸ ak ‑ e ‑ re/ → facere */' ɸ‑ a ‑ re/ → Ø */'laks ‑ a ‑ / → laxare */'laks ‑ i ‑ a ‑ / → Ø

8 Significante */a'g ʊ st ‑ u/ ↔ augustus */as'k ʊ lt ‑ a ‑ / ↔ auscultare */ ɸ e'βr ‑ ar ‑ i ‑ u/ ↔ februarius */' ɛ der ‑ a/ ↔ hedera */' ɛ rb ‑ a/ ~ */' ɛ rβ ‑ a/ ↔ herba

9 Significato agere « fare (un'azione considerata nel processo del suo svolgimento) » ↔ facere « fare (un’azione considerata in un dato momento) » */' ɸ ak ‑ e ‑ /: « fare » (neutralizzazione) */'laks ‑ a ‑ / « lasciare » laxare « stendere; concedere; rinunciare » Ø concedere, (re)linquere, permittere, sinere

10 Quale varietà diatopica? Diatopicamente non marcati: */a'g ʊ st ‑ u/, */'an ɪ m ‑ a/, */'ann ‑ u/ ecc. Particolarità lessematica Particolarità fonologica Particolarità morfologica Particolarità semantica

11 Particolarità lessematica */ka'βall ‑ a/ > dalmatico, italiano, friulano, ladino, romancio Protoromanzo regionale centrale: */ka'βall ‑ a/ Resto della Romània: */'eku ‑ a/

12 Particolarità fonologica Protoromanzo */' ɸ en ‑ u/ ~ */' ɸɛ n ‑ u/ < latino arcaico */' ɸ ain ‑ u/ (Alessio 1948) */kas'tani ‑ a/ ~ */kas't ɪ ni ‑ a/ < greco καστάνεια (Biville 1995)

13 Particolarità morfologica */'karp ɪ n-u/ s.f. */'karp ɪ n-u/ s.m.*/'karp ɪ n-a/ s.f.

14 Particolarità semantica */'β ɪ nd ɪ k ‑ a ‑ /: Romània occidentale: « vendicare » Rumeno: « guarire » < « salvare » Romània occidentale: « salvare » */'salβ ‑ a ‑ /

15 Quale varietà diastratica? */' ɛ rb ‑ a/ ~ */' ɛ rβ ‑ a/ latino scritto herba */'laks-a/ ↔ */'laks-i-a/ latino scritto laxare (de Dardel 2006)

16 Quale varietà diafasica? */'baβ ‑ a/ « bava » Varietà utilizzata parlando coi bambini

17 Quale varietà diacronica? Protoromanzo più antico (prima della separazione del sardo nel secondo secolo [Straka 1956]) */'ann ‑ u/, */'b ɪ β ‑ e ‑ /, */'d ɛ ke/, */ka'βall ‑ u/, */'karn ‑ e/, */ka'ten ‑ a/, */'mai ‑ u/

18 Posteriore alla separazione del sardo */a'pril ‑ e/: protoromanzo più antico ↔ */a'pril ‑ i ‑ u/: – sardo, + rumeno → tra seconda metà del secondo secolo e seconda metà del terzo secolo Protoromanzo più antico SardoAltro Seconda metà del secondo secolo (Straka 1956)

19 Posteriore alla separazione del rumeno */' ɸ ak ‑ e ‑ re/ ↔ */' ɸ‑ a ‑ re/ Protoromanzo più antico SardoResto Futuro romanzo */' ɸ‑ a ‑ re ‑ 'aβ ‑ e ‑ / RumenoResto Seconda metà o fine del terzo secolo (Straka 1956; Rosetti 1986)

20 Stratificazione interna */ka'βall ‑ u/ > tutti i rami romanzi */ka'βall ‑ a/ > dalmatico, italiano, friulano, ladino, romancio (1) Protoromanzo più antico: */ka'βall ‑ u/ (2) Protoromanzo più recente: */ka'βall ‑ a/

21 Schema di Molinelli 2006 */ka'βall ‑ a/ */es'k ʊ lt ‑ a ‑ / */'laks ‑ i ‑ a ‑ / */'baβ ‑ a/ */' ɸ‑ a ‑ re/

22 Conclusione Osservazione meta-metodologica Il metodo comparativo applicato al lessico romanzo permette la ricostruzione della variazione interna del lessico latino Protoromanzo = protolinguaggio più concreto del mondo (Chambon in stampa b)

23 Grazie! Wolfgang Schweickard


Scaricare ppt "Titre de la diapositive Éva Buchi & Wolfgang Schweickard Per un’etimologia."

Presentazioni simili


Annunci Google