La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le finalità di giustizia/equità Dispensa sostitutiva: par. 5 Manuale 1, cap. 4, par. 1, 2, 5 e 6 (con eccezione funzione di Nash)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le finalità di giustizia/equità Dispensa sostitutiva: par. 5 Manuale 1, cap. 4, par. 1, 2, 5 e 6 (con eccezione funzione di Nash)"— Transcript della presentazione:

1 Le finalità di giustizia/equità Dispensa sostitutiva: par. 5 Manuale 1, cap. 4, par. 1, 2, 5 e 6 (con eccezione funzione di Nash)

2 Efficienza e dipendenza dallo status quo La prospettiva dell’efficienza e la sovranità dello status quo - accettazione della distribuzione e delle preferenze vigenti -esempio grafico nel consumo -una (piccola) digressione sulla dipendenza dal contesto da parte delle preferenze (il ruolo del menu di scelta) -incomparabilità degli ottimi e incompletezza, dunque, della valutazione di efficienza Il ruolo delle valutazioni di equità/giustizia nella messa in discussione dello status quo

3 Una chiarificazione sui termini * Equità come procedura imparziale di giustificazione -contro assunzione della sovranità dello status quo -concetto del velo di ignoranza/lavaggio delle preferenze -imparzialità o universalizzazione? Diverse forme di imparzialità -lotteria, voto democratico -imparzialità, nel caso dell’equità, come assunzione della prospettiva giustizia sociale come insieme di criteri distributivi sostanziali Giustizia come criteri valori di scelta (in diversi ambiti) -non tutte le teorie della giustizia sono a stampo equitativo Noi, soprattutto giustizia (distributiva/sociale) anche se….

4 Giustizia ed economia (1)* Ma la giustizia sociale/l’equità non sono valori sui quali il conflitto è inevitabile? Innanzitutto, anche l’efficienza è un giudizio di valore? - certamente debole, ma giudizio di valore E comunque ruolo imprescindibile delle valutazione di giustizia - rischi di giudizi impliciti La domanda diviene: come può l’economia tenere conto della giustizia?

5 Giustizia ed economia (2) La nozione di frontiera del benessere -la messa a fuoco della pluralità di ripartizioni efficienti di utilità Risposta tipica dell’economista è a favore della separazione delle competenze: - altri danno valori -economista formalizza raccordo fra valori di giustizia e ottimo da scegliere

6 La frontiera del benessere ub ua

7 La funzione del benessere sociale La nozione di funzione del benessere sociale -esplicitazione della preferibilità sociale delle diverse alternative - la selezione dell’ottimo degli ottimi La pluralità di funzioni di benessere sociale -il ricorso alle curve di indifferenza sociale

8 ua ub Curva di indifferenza sociale moderatamente ugualitaria Il caso della dedizione ad una “qualche” uguaglianza

9 Curve di indifferenza sociale utilitaristica ua ub 45 Utilità vs. reddito; utilitarismo vs. efficienza (oggettivismo/ perdite)..... N M P Q Z O

10 Curva di indifferenza sociale rawlsiana G ub ua H.. Rawls e la difesa della perfetta uguaglianza - deroghe sulla base del principio del maximin -Rawls vs. Pareto

11 Alcune osservazioni critiche (1)* Incapacità dell’approccio economico appena descritto di tenere conto di una pluralità di principi di giustizia - i principi non benesseristici (welfaristici): cfr. - lo stesso Rawls - il criterio dell’uguaglianza di capacità di Sen - principi aggiuntivi di qualificazione dell’uguaglianza distributiva -principi relazionali -tutti i beni sono scambiabili? - la stessa libertà: il paradosso del liberale paretiano e il contrasto fra liberà di scelta nel mercato e autonomia) -la questione dell’attribuzione dei diritti di proprietà -la questione dei poteri (etica degli affari) -cfr. il caso della ripartizione dei rischi della globalizzazione e dei cambiamenti tecnologici

12 Alcune osservazioni critiche (2)* Sottovalutazione, comunque, dell’onnipresenza dei valori - nelle analisi positive (presenza valore più debole) -nelle analisi prescrittive (impossibilità di prescrizioni neutre) -pe crescita e mercato del lavoro Data questa realtà, insufficienza del rimando alla funzione del benessere sociale e necessità di una maggiore conoscenza del linguaggio dei valori -ruolo etica analitica/applicata

13 Come distinguere fra efficienza e equità/giustizia distributiva (senza distinguere fra equità e giustizia) - descrizione verbale - rimando al dato grafico (dell’efficienza nel consumo) Alcune domande riassuntive (1) Cosa intendere per - frontiera del benessere - ottimo degli ottimi - le diverse curve di indifferenza sociale

14 Come potreste difendere una proposta di reddito minimo a favore dei più poveri sulla base di motivazioni - di efficienza - di giustizia in termini - rawlsiani - utilitaristici - di una “qualche” uguaglianza distributiva Alcune domande riassuntive * (2) Le domande con l’asterisco valgono ai fini di approfondimento. Non costituiscono possibili domande di esame


Scaricare ppt "Le finalità di giustizia/equità Dispensa sostitutiva: par. 5 Manuale 1, cap. 4, par. 1, 2, 5 e 6 (con eccezione funzione di Nash)"

Presentazioni simili


Annunci Google