La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sanità elettronica: il ruolo dell’ICT quale strumento di Governo Clinico Fabio Perina Roma, 10 maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sanità elettronica: il ruolo dell’ICT quale strumento di Governo Clinico Fabio Perina Roma, 10 maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 Sanità elettronica: il ruolo dell’ICT quale strumento di Governo Clinico Fabio Perina Roma, 10 maggio 2005

2 “le difficoltà incontrate dalle autorità pubbliche nel far coincidere gli investimenti in tecnologia con i complessi cambiamenti organizzativi necessari per sfruttare appieno il potenziale dell’innovazione tecnologica” (pag. 6). Il settore sanitario dell’Europa Action plan for a European e-health Area SFIDE ASPETTATIVE

3 Tra le questioni da affrontare per giungere ad un’implementazione più estesa delle soluzioni di eHealth (di cui viene sottolineato il carattere ancora prototipale, cui è legato il ricorso per la realizzazione a fonti finanziarie riconducibili a programmi di ricerca) è il “commitment e la leadership delle autorità sanitarie per ciò che riguarda le risorse e le questioni organizzative” […]. Affinché l’e-Health possa migliorare le modalità di erogazione dei servizi sanitari, esso deve combinarsi con cambiamenti organizzativi” (pag. 12). e-Health: implementazione

4 “Nessun singolo stakeholder può realizzare in proprio un’implementazione di successo senza l’attiva collaborazione degli altri portatori di interesse. Ciascuno degli stakeholder, autorità sanitarie, professionisti, utenti, industria, ha un potere di veto sull’implementazione, se questa non è percepita come un beneficio. Solo attraverso uno sforzo concertato di tutti gli stakeholder, può essere realizzata un’implementazione di successo da cui tutti i partecipanti traggano beneficio” (pag. 15). Analogamente, viene sottolineata la necessità che si sviluppi una visione comune ed un’attiva collaborazione tra tutti i portatori di interesse. e-Health: collaborazione

5 Obiettivi dell’Amministrazione regionale Attuare un efficace coordinamento delle attività di investimento in ICT delle Aziende Sanitarie per agevolare la standardizzazione dei processi di erogazione delle prestazioni Concorrere e contribuire al piano di e-government e alle iniziative nazionali per la Sanità Elettronica sviluppando soluzioni standard per l’integrazione dei sistemi informativi

6  ponendo l’obiettivo della cooperazione dei sistemi quale condizione essenziale per l’innalzamento della qualità dei servizi erogati  introducendo, per la gestione dei sistemi informativi, la nozione di funzione sovrazonale, di area vasta o di ambito regionale, concependola dunque come un’attività gestionale per cui è concretamente ipotizzabile la definizione di bacini di utenza più ampi di quello aziendale, con effetti positivi sia sul lato dei costi sia sul lato del valore dei servizi erogati Il Piano della Regione del Veneto per i servizi alla persona e alla comunità si è mosso in questa direzione

7 gli impegni sempre più complessi derivanti dalla necessità di fornire copertura adeguata in termini di servizi ad aree di competenza emergenti come quella territoriale I più rilevanti fattori di criticità del settore dell’ICT in Sanità la dinamica in diminuzione delle risorse destinate al settore informatico il livello crescente delle aspettative collegate al sistema tecnologico

8 Ne deriva la necessità di integrare e coordinare gli sforzi e gli investimenti di progettazione e di conduzione dei sistemi informativi. D’altra parte la disponibilità a costi sempre più contenuti dei servizi di rete e l’allestimento di specifiche soluzioni per la cooperazione applicativa permette l’integrazione di sistemi anche eterogenei, consentendo inoltre la progettazione di forme nuove di organizzazione e distribuzione dei D’altra parte la disponibilità a costi sempre più contenuti dei servizi di rete e l’allestimento di specifiche soluzioni per la cooperazione applicativa permette l’integrazione di sistemi anche eterogenei, consentendo inoltre la progettazione di forme nuove di organizzazione e distribuzione dei servizi. I più rilevanti fattori di criticità del settore dell’ICT in Sanità

9 Il coordinamento ha l’obiettivo di incentivare, coordinare, monitorare ed autorizzare, in ottica sovra-aziendale e con l’obiettivo dell’integrazione, le iniziative di sviluppo dei sistemi informativi socio sanitari locali, in particolare promuovendo e verificando le attività finalizzate alla costituzione di consorzi sovra-aziendali (provinciali o di area vasta) per l’erogazione dei servizi attinenti il sistema informativo Il rafforzamento della funzione di livello regionale cui è demandato il ruolo di orientamento e supporto delle Aziende nelle attività di progettazione e conduzione dei sistemi informativi ha condotto all’attivazione del Coordinamento regionale per l’informatica socio sanitaria (DGR 2502/2004) Coordinamento regionale per l’informatica socio sanitaria

10 normalizzazione degli strumenti di rilevazione e classificazione per la realizzazione di sistemi regionali finalizzati alla programmazione e al controllo progettazione ed allestimento dei sistemi di coordinamento a supporto delle funzioni delle Aziende Sanitarie che richiedono la condivisione di servizi e basi- dati promozione ed elaborazione degli standard e delle soluzioni per l’integrazione dei sistemi informativi aziendali monitoraggio degli investimenti e dei progetti aziendali al fine dell’individuazione delle pratiche migliori definizione delle priorità di investimento e dei livelli minimi di servizio Coordinamento regionale per l’informatica socio sanitaria: obiettivi

11 costituzione dell’osservatorio regionale degli investimenti e delle soluzioni ICT nel settore socio sanitario conduzione di procedimenti di acquisizione a livello regionale e promozione e coordinamento sotto il profilo tecnico ed amministrativo di soluzioni coordinate di acquisizione di ambito sovra-aziendale e provinciale verifica dell’impatto in termini di qualità dei servizi e di rapporto costi-benefici (costi-efficacia) delle soluzioni implementate interazione con gli enti normatori e di standardizzazione interazione con gli altri attori istituzionali del Sistema Informativo Socio Sanitario, di livello locale e nazionale, per il coordinamento delle attività, l’integrazione dei sistemi, la realizzazione di progetti di cooperazione, nonché per la candidatura di progetti al co-finanziamento nazionale o di altre istituzioni Coordinamento regionale per l’informatica socio sanitaria: obiettivi

12 Entro il 2005 ogni Stato Membro deve sviluppare una roadmap deve sviluppare una roadmap regionale o nazionale per l’eH. Questa deve concentrarsi sullo sviluppo dei sistemi di eH, sulla definzione degli obietttivi di interoperabilità, sull’uso dell’EHR […].

13 1.Fascicolo Sanitario Personale 2.Interoperabilità delle anagrafi sanitarie 3.Interoperabilità tra sistemi informativi delle Aziende sanitarie e strumenti di cartella clinica dei Medici di medicina Generale 4.Interoperabilità CUP 5.Repository documentazione clinica 6.Distribuzione referti informatici In risposta all’Avviso per la presentazione delle offerta di riuso e la realizzazione del catalogo delle soluzioni per l’e-Government, la Regione del Veneto ha presentato le seguenti soluzioni ricavate dai progetti E-Government: il riuso IESS TELEMED ESCAPE

14 Allestimento di funzionalità di ricerca e selezione dei dati costituenti il Fascicolo Sanitario Personale del cittadino, con accesso alle basi-dati distribuite residenti presso le strutture di erogazione delle prestazioni, mediante l’utilizzo di un indice regionale degli assistiti- utenti. 1. Fascicolo Sanitario Personale

15 2. Interoperabilità anagrafi Gestione condivisa delle anagrafi sanitarie (iscrizioni per residenza, iscrizioni per scelta del medico, trasferimenti, cancellazioni, ecc.) mediante integrazione dei sistemi anagrafici delle Aziende Sanitarie ed attivazione di servizi di cooperazione con le Anagrafi comunali.

16 3. Interoperabilità tra sistemi informativi delle Aziende sanitarie e strumenti di cartella clinica dei Medici di Medicina Generale Definizione di un’interfaccia standard per l’integrazione dei sistemi di cartella clinica dei MMG/PLS con i sistemi informativi delle Aziende Sanitarie, per la gestione dei servizi di: aggiornamento anagrafe assistititi, distribuzione referti, gestione prescrizioni, prenotazione prestazioni, ecc.

17 Definizione standardizzata dei servizi di cooperazione per l’integrazione dei sistemi CUP esistenti Informazioni in tempo reale sulla struttura di offerta (erogabilità), e sui tempi di accesso alle prestazioni (disponibilità) Maggior libertà di scelta per il cittadino: possibilità di prenotare da qualsiasi punto di accesso tutte le prestazioni gestite dalle agende informatizzate delle Aziende sanitarie coinvolte, con funzionalità di pagamento del ticket 4. Interoperabilità CUP Prenotazione delle prestazioni, con visibilità integrata delle disponibilità offerte dagli erogatori di entrambe le Aziende.

18 5. Repository della documentazione clinica Disponibilità di servizi per la consultazione delle informazioni cliniche standardizzate acquisite dai sistemi dipartimentali

19 6. Distribuzione referti informatici  Definizione standardizzata dei servizi di cooperazione per l’integrazione dei sistemi dipartimentali di laboratorio con il repository della documentazione clinica  Referti strutturati e firmati digitalmente  Trasmissione tempestiva del documento clinico al prescrittore  Integrazione con le cartelle cliniche dei Medici di Medicina Generale  Garanzia della riservatezza e protezione del dato (sistema a doppia tessera)

20 Priorità di intervento per la aziende sanitarie Piattaforme di integrazione tra applicazioni legacy. Piattaforme di integrazione tra applicazioni legacy. Messaggi standard. Messaggi standard. Siti aziendali e portali. Siti aziendali e portali. Cartella Clinica Elettronica. Cartella Clinica Elettronica. Integrazione servizi diagnostici Integrazione servizi diagnostici (HIS-RIS-PACS, HIS-LIS..) (HIS-RIS-PACS, HIS-LIS..) Interventi localizzati interni Interventi strategici Infrastrutture tecnologiche e servizi regionali e inter- regionali Anagrafe sanitaria. Anagrafe sanitaria. Fascicolo sanitario personale (EHR) Fascicolo sanitario personale (EHR) Interventi integrati in collaborazione tra più aziende Servizi di teleconsultoServizi di teleconsulto ICT Miglioramento servizi al cittadino Contenimentospesa Infrastrutture informative interregionali e internazionali Definizione e promozione di standard internazionali Definizione e promozione di standard internazionali Il contesto generale

21 HIS-RIS-PACS HIS-RIS-PACS HIS-LIS HIS-LIS Cartella Clinica Elettronica Integrazione servizi diagnostici ICT Prospettiva differenziata in funzione degli ambiti di utilizzo Prospettiva differenziata in funzione degli ambiti di utilizzo Aggiornamento in tempo reale attraverso notifica degli eventi da parte dei dipartimentali Aggiornamento in tempo reale attraverso notifica degli eventi da parte dei dipartimentali ICT Interventi interni

22 Standard di formattazione (XML). Standard di formattazione (XML). Standard di riferimento ( HL7, LOINC,.. ) Standard di riferimento ( HL7, LOINC,.. ) Standard applicativi Standard applicativi Piattaforme di integrazione Messaggi standard ICT SPC (Sistema Pubblico di Connettività) SPC (Sistema Pubblico di Connettività) cooperazione applicativa interdominio (Porte di dominio) cooperazione applicativa interdominio (Porte di dominio) Front-End servizi aziendali Front-End servizi aziendali Facilità di consultazione Facilità di consultazione Omogeneità anche rispetto alle altre aziende Omogeneità anche rispetto alle altre aziende Portali Front-End dei servizi del HSB Front-End dei servizi del HSB Autenticazione forte degli operatori Autenticazione forte degli operatori Disponibilità di prospettive differenziate in base all’utilizzo Disponibilità di prospettive differenziate in base all’utilizzo Siti aziendali Interventi strategici

23 Definizione/Promozione di standard inter-regionali Definizione/Promozione di standard inter-regionali Definizione/Promozione di standard internazionali Definizione/Promozione di standard internazionali Piattaforme di integrazione Standard ICT Soluzione architetturale MIT Soluzione architetturale MIT Porte di dominio Porte di dominio Gestore eventi Gestore eventi Gestione accessi Gestione accessi ICT Infrastrutture informative interregionali e internazionali

24 ICTICT Servizi di teleconsulto Teleconsulto cardiologico Teleconsulto cardiologico Consulenza Radiologica Consulenza Radiologica Telemonitoraggio Telemonitoraggio InfrastruttureTecnologiche Interoperabilità delle cartelle Interoperabilità delle cartelle Interoperabilità delle anagrafi Interoperabilità delle anagrafi Interventi integrati in collaborazione tra più aziende

25 Prospettiva differenziata in funzione degli ambiti di utilizzo (paziente, medico d’emergenza, operatore, MMG/PLS) Prospettiva differenziata in funzione degli ambiti di utilizzo (paziente, medico d’emergenza, operatore, MMG/PLS) Aggiornamento in tempo reale attraverso notifica degli eventi da parte dei dipartimentali locali e remoti Aggiornamento in tempo reale attraverso notifica degli eventi da parte dei dipartimentali locali e remoti Anagrafe sanitaria Fascicolo sanitario personale (EHR) ICT Interoperabilità dei Master Index anagrafici delle aziende Interoperabilità dei Master Index anagrafici delle aziende Interoperabilità tra le anagrafi sanitarie e comunali Interoperabilità tra le anagrafi sanitarie e comunali Anagrafe sanitaria on line Anagrafe sanitaria on line ICT Infrastrutture tecnologiche e servizi regionali e interregionali

26 FASCICOLO SANITARIO PERSONALE ADT REPARTO CARDIOLOGIA LABORATORIO FASCICOLO SANITARIO PERSONALE ADT REPARTO CARDIOLOGIA LABORATORIO AZIENDA 1 AZIENDA 2 ………. Fascicolo sanitario personale (EHR)

27 Fascicolo Sanitario Personale Gestore Eventi REPOSITORY REFERTI CARDIOLOGIA ULSS REMOTA Gestore Eventi Fascicolo Sanitario Personale Fascicolo sanitario personale (EHR)

28

29  di organizzazione (master index, fascicolo sanitario personale repository documentale, repository dei servizi, cartella clinica..)  di architettura (interoperabilità, busta di e-government, broker eventi..)  di comunicazione (soap, xml, tcp-ip..)  di processo (web services, porte di dominio, ihe,..)  di messaggio (hl7, cda, dicom, tps??, )  di codifica (loinc, catalogo prestazioni..)  di sicurezza (saml,..)  di accesso (cns,..)  di autenticità (firma digitale,..) Standard


Scaricare ppt "Sanità elettronica: il ruolo dell’ICT quale strumento di Governo Clinico Fabio Perina Roma, 10 maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google