La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giorgio GOZZI INFORMAZIONI GENERALI Struttura delle lezioni Lunedì 11 – 13 aula K2 (teoria+esercizi) Lunedì 14.00 – 16.00 aula.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giorgio GOZZI INFORMAZIONI GENERALI Struttura delle lezioni Lunedì 11 – 13 aula K2 (teoria+esercizi) Lunedì 14.00 – 16.00 aula."— Transcript della presentazione:

1 Giorgio GOZZI

2 INFORMAZIONI GENERALI Struttura delle lezioni Lunedì 11 – 13 aula K2 (teoria+esercizi) Lunedì – aula K2 (teoria+ esercizi) Mercoledì – aula K9(teoria+ esercizi) Ricevimento studenti Lunedì 9 – 11 Mercoledì 9 – 11 Disponibile in altri orari per "fuori sede" e lavoratori (appuntamento Prima lezione a.a

3 FREQUENZA DELLE LEZIONI: REGOLE GENERALI Non chiedo firme di frequenza. Chi non è interessato può: a) stare a letto b) andare al parco c) andare al bar Ciò nonostante, si può prendere 30 e lode ugualmente. Non parlare/fare confusione – 2 INVITI a) Chi infastidisce verrà “invitato” a lasciare l’aula per fare posto a chi è interessato. b) Ovviamente chi viene “invitato” ad uscire dell’aula avrà conseguenze in sede d’esame. c) Se avete dubbi o quesiti siete invitati ad interrompere e chiedere. Cellulari SPENTI!!!!!! Prima lezione a.a

4 4 Smartphone Cellulari SPENTI!!!!!!

5 PROGRAMMA DEL CORSO A GRANDI LINEE Prima lezione a.a Il programma è un insieme di strumenti, ciò che nei testi di lingua inglese viene denominato toolbox.

6 PROGRAMMA DEL CORSO A GRANDI LINEE 1. I rendimenti finanziari: proprietà formali e caratteristiche empiriche delle serie storiche di finanziarie 2. Variabili casuali continue elementari e trasformazioni. 3. Correlazione tra rendimenti e relativi test. Processi White Noise e autoregressivo. 4. Modelli per analisi dei prezzi: individuazione dei trend con medie mobili. Prima lezione a.a

7 LIBRO DI TESTO Prima lezione a.a

8 NUOVA EDIZIONE A.A E’ necessaria la nuova edizione? Si perché: Ampliata per tenere conto del numero maggiore di crediti (da 4 a 5); Eliminati tutti (speriamo!) i refusi della precedente edizione; Contiene un numero più elevato di esercizi svolti e da svolgere: in totale sono oltre 80; Sono stati inseriti altri temi di sessione di esame. Ora sono in totale 11. Prima lezione a.a

9 NUOVA EDIZIONE A.A OVVIAMENTE SARANNO RIMASTI DEI REFUSI Per ogni errore di battitura segnalato si ha diritto a 0.25 punti Per ogni errore metodologico si ha diritto a 0.50 punti Prima lezione a.a

10 MODALITÀ DI ACCERTAMENTO-1 L'esame è in forma scritta. Non è prevista alcuna forma di esame orale e NON ci saranno eccezioni. L'esame consiste in uno scritto diviso in due parti (una per il modulo del prof. Gozzi, una per il modulo della prof.ssa De Donno). Prima lezione a.a

11 MODALITÀ DI ACCERTAMENTO -2 Ciascuna delle due parti si compone di due domande, delle quali una è un problema (simile a quelli svolti in aula durante le esercitazioni) e l’altra una domanda “aperta” di teoria. Ciascuna delle due parti dello scritto sarà valutata in trentesimi; il voto finale sarà la media dei due voti (arrotondata per eccesso). Per superare lo scritto occorrerà riportare un voto maggiore o uguale a 10 in ciascuna delle due parti e una media maggiore o uguale a 18. Prima lezione a.a

12 MODALITÀ DI ACCERTAMENTO -3 Per avere un’idea della struttura del tema di esame potete consultare il Capitolo 7 nel libro di testo in cui sono riportati i temi di esame somministrati negli appelli degli anni accademici 2012_13 e 2013_14 Per alcuni si fornisce la soluzione Prima lezione a.a

13 MODALITÀ DI ACCERTAMENTO-3 La durata complessiva della prova sarà di 90 minuti. Sarà consentito l'uso della calcolatrice tascabile, ma non sarà consentito consultare alcun tipo di materiale tranne il TOOLBOX PER L’ESAME SCRITTO (Formulario e Tavole). Formulario e Tavole sono distribuite con il tema d’esame. Per sostenere l'esame è necessario presentarsi con un documento d'identità (preferibilmente il libretto universitario). Prima lezione a.a

14 Prima lezione a.a

15 DOMANDE RICORRENTI D: Posso tornare a fare l’esame se ho rifiutato 18? R: Si, ma una volta rifiutato il 18 non vale più. Inoltre, si può rifiutare il voto una sola volta. D: Come si verbalizza il mio voto? R: La verbalizzazione avviene online. La prof.ssa De Donno inserirà voti e verrete avvisati via mail. Se non fate NULLA il voto è verbalizzato in segreteria studenti 1 settimana (circa) dopo l’uscita degli esiti. Prima lezione a.a

16 DOMANDE RICORRENTI D: Non riesco ad iscrivermi all’esame. Cosa faccio? R: Contattate la segreteria didattica che vi darà lumi. Vi consiglio di iscrivervi “per tempo”. In ultimissima istanza mandatemi una NB: Sapere quante persone ci sono all’esame serve per avere aule di capienza adeguata. D: Mi presento all’esame. Pensavo di essere iscritto ma non sono nell’elenco degli iscritti. Cosa faccio? R: Regola generale: chi non è iscritto non può sostenere l’esame. Prima lezione a.a

17 Prima lezione a.a e.asp?id=43 17

18 Prima lezione a.a Letture consigliate  Manualetto nel Capitolo 5 della dispensa del corso  L. C. ADKINS, Using Gretl for Principles of Econometrics, 3rd Edition. Version 1.311, 2010 (http://www.learneconometrics.com/gretl/ebook.pdf)http://www.learneconometrics.com/gretl/ebook.pdf

19 C ARATTERISTICHE DI GRETL Semplice interfaccia intuitiva (ora in 15 lingue) Comandi semplici per avviare le procedure Migliore di tutti è gratis Prima lezione a.a

20 C OME USARE G RETL E’ tutto spiegato nel Capitolo 5 del libro. Prima lezione a.a

21 ASPETTI DIDATTICI Durante il ciclo delle lezioni verranno assegnati degli Homeworks /assignements) relativi agli argomenti delle lezioni. La soluzione di questi Homeworks da diritto a dei punti. A tale scopo è importante che ciascuno di voi scelga almeno tre serie storiche finanziarie: A) di un titolo di borsa (italiano, americano, tedesco, ecc.) B) dell’indice sintetico a cui appartiene (FTSE MIB, SP 500, DAX, ecc. C) di una tasso di cambio o di una commodities (oro, petrolio, rame, ecc.) Prima lezione a.a

22 ASPETTI DIDATTICI In primo luogo per ognuna delle tre serie storiche dovrete imparare ad effettuare il download dal sito web yahoo finanza utilizzando GRETL. Successivamente dovrete fare diverse elaborazione seguendo gli Homeworks assegnati per i diversi argomenti di volta in volta spiegati a lezione Chi presenta gli Homeworks, in base al tipo di soluzione proposto avrà dei punti da utilizzare per l’esame finale. Prima lezione a.a

23 ALFABETO GRECO Prima lezione a.a Alfabeto greco arcaico su una kylix attica a figure nere, Museo archeologico nazionale di Atene.kylixatticafigure nereMuseo archeologico nazionale di Atene

24 QUESTIONARI DI VALUTAZIONE DOMANDA Questionari di valutazione 6. Il docente stimola/motiva l’interesse verso la disciplina? ???????????? 7. Il docente espone gli argomenti in modo chiaro? ?????????? Prima lezione a.a

25 Prima lezione a.a Setti mana Capitoli copertiArgomentoLetture & Assignments 1 Introduzione all’analisi delle serie storiche Libro: Capitolo 1 Definizione di serie storica, Rappresentazione grafica Analisi classica e moderna delle serie storiche Stima del trend con medie mobili semplici e ponderate. Simple Exponential smoothing and Holt’s exponential smoothing. Introduzione a Gretl Lettura-Libro pp: 1-52 Assignment- HW 1, HW 2 Esercizi: pp: 52 Quiz 2 Le variabili di interesse. I prezzi e i rendimenti Libro: Capitolo 2 Tipologie di rendimenti: assoluti, semplici o relativi e logaritmici. Uniperiodali e multiperiodali Un titolo e più titoli (portafoglio) Lettura-Libro pp: Assignment- HW3, HW4 HW 5 Esercizi: pp: 83 Metodi Quantitativi per i Mercati Finanziari Modulo 1 - COURSE SCHED ULE

26 Giorgio GOZZI Lezione 1: Introduzione

27 L EZIONE 1: I NTRODUZIONE L’ analisi delle Serie Storiche Finanziarie (FTS) riguarda la teoria e la pratica della valutazione degli assets nel tempo. In confronto con l’analisi delle altre serie storiche : ci sono delle uguaglianze o delle diversità? Molto legati, ma con qualche ulteriore incertezza, perché FTS deve fare i conti con un business in continua evoluzione e con il clima economico e il fatto che la volatilità non è direttamente osservabile. Prima lezione a.a

28 O BIETTIVO DEL CORSO 1) imparare come ottenere informazioni finanziarie dal web dovunque, in qualsiasi momento, e conoscere come elaborare queste informazioni. 2) di fornire alcune conoscenze di base dei dati di serie storiche finanziarie quali: asimmetria, code pesanti, e la misura della dipendenza tra rendimenti delle attività finanziarie 3) di introdurre alcuni strumenti statistici e modelli econometrici utili per l'analisi di queste serie. 4) di acquisire esperienza nell'analisi FTS. Prima lezione a.a

29 E SEMPI DI SERIE TEMPORALI FINANZIARIE Vedere pagina 59 e 60 libro di testo Prima lezione a.a

30 ASSIGNEMENT: I L P ROGRAMMA GRETL Per iniziare, presentiamo brevemente il programma Gretl da utilizzare ampiamente in questo corso. Sarà dato il pacchetto e comandi utilizzati per eseguire l'analisi quando necessario. Il nostro obiettivo è di rendere l'analisi empirica più semplice possibile, in modo che gli studenti possano riprodurre i risultati riportati nel libro di testo. Prima lezione a.a


Scaricare ppt "Giorgio GOZZI INFORMAZIONI GENERALI Struttura delle lezioni Lunedì 11 – 13 aula K2 (teoria+esercizi) Lunedì 14.00 – 16.00 aula."

Presentazioni simili


Annunci Google