La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del."— Transcript della presentazione:

1 Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del programma sono forniti nelle note_bilancio_2013.pdf Per eventuali problemi o suggerimenti all'uso del software l'utente potrà contare sul servizio del proprio rivenditore. Bilancio UE

2 Gestione in Magix Gestione in Ms-Excel ® Gestione in Ms-Excel ® - Nota integrativa Gestione in Ms-Excel ® - Fascicolazione Gestione in Ms-Excel ® - Bozze fiscali Per visualizzare i paragrafi premere con il cursore sul testo Documenti allegati Stampe di utilità Premessa Gestione in Ms-Excel ® - Bilanci esterni Sommario

3 Con Bilancio UE per Ms-Excel® è possibile sfruttare tutte le potenzialità di Microsoft-Office per creare fogli aggiuntivi e direttamente implementabili. Il vantaggio subito tangibile ed apprezzabile dall’utente, è quello di avere “a portata di click” tutti i dati che sono normalmente gestiti da programmi diversi, il tutto con un maggior dettaglio di informazioni. Ogni foglio di lavoro, pur avendo la sua specifica funzione, è collegato dinamicamente a tutti gli altri. Ecco quindi, ad esempio, che il bilancio in forma estesa, il bilancio in forma abbreviata, la nota integrativa, i vari prospetti extracontabili e gli indici di analisi di bilancio, sono sempre tutti aggiornati simultaneamente e sempre pronti per la stampa o la consultazione. Premessa

4 La gestione dei bilanci si sviluppa attraverso: - una parte, collocata all'interno dell'applicativo contabile Magix, che fornisce la base tabellare, una serie di funzioni di utilità e consente di procedere alla generazione della base dati per la redazione del bilancio d'esercizio in ambiente Ms-Excel™; - un'altra parte, in ambiente Ms-Excel™, che provvede alla gestione vera e propria del bilancio con tutti i prospetti tabellari della nota integrativa, oltre ad una serie di funzionalità aggiuntive di analisi finanziaria e di calcolo della fiscalità Sommario

5 Tabella struttura Bilancio UE - la tabella strutture bilancio UE deve essere identica a quella standard proposta da Apogeo. La procedura provvede in automatico all’aggiornamento delle tabelle dell’utente. Tale tabella serve per la valorizzazione automatica dei prospetti contabili del bilancio d’esercizio, per l’esecuzione di test di controllo e per la predisposizione guidata dei vari prospetti allegati Verifiche preliminari

6 Accumuli – nella tabella degli accumuli sono memorizzate alcune voci riepilogative che vengono utilizzate per aggregare i dati contabili ai fini della compilazione della nota integrativa e degli altri allegati di dettaglio, sia facoltativi che obbligatori, gestiti dal Bilancio UE Verifiche preliminari

7 Piano dei conti - le coordinate e gli accumuli sono collegati ai sottoconti del piano dei conti in uso. In caso di nuovi conti creati nel piano dei conti occorre inserire tali dati (si consiglia l’utilizzo delle apposite funzioni di manutenzione / copia piano dei conti). Verifiche preliminari

8 Gestione veloce piano dei conti - per collegare le coordinate UE e gli accumuli ai sottoconti è possibile utilizzare la gestione veloce piano dei conti richiamabile dal menu Funzioni di utilità: "Gestione veloce piano dei conti« (in laternativa utilizzare le apposite funzioni di abbinamento piano dei conti con il piano dei conti delle tabelle standard Apogeo). Verifiche preliminari

9 Dalla presente gestione è possibile eseguire i controlli di validità che permettono di controllare in tempo reale la situazione del piano dei conti in uso. Ad ogni errore è associato un colore come spiegato in “Legenda errori” (nell’es. il record rosso significa: coordinata UE inesistente Verifiche preliminari

10 Controllo congruenza piano dei conti – la stampa in oggetto verifica eventuali anomalie/errori di compilazione sul piano dei conti in uso per i conti movimentati dalla ditta Verifiche preliminari

11

12 All’interno del modulo Bilancio UE al menù Esportazione dati è prevista la funzione «Esportazione a Bozze Fiscali» e «l’esportazione a bilancio UE». La prima tipologia di esportazione apre esclusivamente il bilancio per il calcolo delle imposte. La seconda esportazione apre la gestione completa del bilancio, dove è comunque presente la sezione per il calcolo delle imposte. E’ possibile sia gestire inizialmente le bozze fiscali e successivamente esportare i dati per il bilancio, sia effettuare direttamente l’esportazione per il bilancio e calcolare le imposte in quel momento (nelle successive slide è rappresentata quest’ultima alternativa. Esportazione da Magix

13 La sezione simulazione consente di attivare le simulazioni collegate alle situazioni contabili (ammortamenti, ratei e risconti, leasing, movimenti temporanei). Questo significa che è possibile elaborare una situazione contabile in cui le rettifiche legate a queste quattro particolari tipologie di elementi sono incluse a prescindere dall'effettiva rilevazione contabile delle scritture di rettifica. Esportazione da Magix

14 In fase di esportazione per il bilancio è possibile esportare i dati dal modulo cespiti, risconti leasing, dati leasing, ratei e risconti, categorie clienti/fornitori e le variazioni fiscali per il calcolo delle imposte Ires e Irap Esportazione da Magix

15 Movimenti cespiti - permette di recuperare le movimentazioni delle immobilizzazioni avvenute nell’esercizio, raggruppate per contropartita contabile patrimoniale, al fine di creare una base dati per la compilazione automatica del prospetto di movimentazione delle immobilizzazioni nella nota integrativa in forma estesa. L'esportazione delle movimentazioni delle immobilizzazioni è subordinata alla compilazione del campo "conto cespite" sulle schede cespiti. L'indicazione della contropartita è indispensabile per collocare i movimenti nella struttura del bilancio UE. Risconti leasing - permette di comprendere nella base dati l’elenco dei risconti attivi, o eventualmente dei ratei passivi, che si generano dalla rilevazione dei contratti di leasing secondo il metodo patrimoniale; tale esportazione riepiloga le rettifiche lette dalla griglia dei dati annuali dei contratti di leasing e raggruppate per contropartita contabile. Dati leasing - permette di recuperare tutte le informazioni relative ai contratti di leasing, in applicazione del metodo finanziario. Tale esportazione consente di avere a disposizione una base dati per costruire automaticamente il prospetto di cui al punto n. 22 della nota integrativa. L'esportazione dei dati leasing è subordinata alla compilazione del campo "conto cespite" sui singoli contratti. L'indicazione della contropartita è indispensabile per iscrivere i beni nell'attivo dello stato patrimoniale del bilancio UE nella versione con simulazione del metodo finanziario. E’ inoltre obbligatorio aver eseguito le simulazioni dei piani di ammortamento del bene e del finanziamento. Esportazione da Magix

16 Ratei e risconti - permette di comprendere nella base dati l’elenco dei ratei e risconti dell’esercizio, come gestiti nel relativo modulo. Categorie clienti / fornitori - permette di esportare dal modulo di contabilità dei saldi clienti e fornitori raggruppati per categorie, come impostate nella tabella categorie clienti/fornitori. Questa esportazione può essere utilizzata per ottenere la ripartizione geografica dei saldi delle voci crediti verso clienti e debiti verso fornitori. Nuovo bilancio - da utilizzarsi quando si predispone, per la prima volta, il bilancio di una società. La barratura di questo check determina l'automatica apertura di Microsoft Excel e del relativo modello per la gestione del bilancio. Questo check non deve mai essere barrato quando l'utente, avendo già iniziato a lavorare sul bilancio della società oggetto di esportazione, deve semplicemente riaggiornare i dati provenienti dalla contabilità. L'esportazione dati effettuata senza la selezione del check determina unicamente la produzione del file di interscambio dati. Si dovrà quindi procedere alla reimportazione dei dati aggiornati, richiamando il file di Excel ™contenente il bilancio già parzialmente elaborato e premendo il bottone di importazione della base dati. Per fare ciò, utilizzare la funzione, denominata "Apri bilancio". Variazioni fiscali - permette di generare una base dati delle variazioni in aumento e in diminuzione ai fini Ires e una base dati per la compilazione della dichiarazione Irap. Questi dati consentono l’aggiornamento dei fogli “Ires” e “Irap” delle bozze fiscali. Esportazione da Magix

17 Verifica installazione di Office: L'applicativo per la gestione dei bilanci UE è stato sviluppato nell'ambiente Microsoft Office ™ e prevede l'utilizzo contemporaneo dei prodotti MS-Excel™ e MS-Word™. È pertanto necessario aver installato, sui computer delegati alla produzione dei bilanci, una delle seguenti versione di Microsoft Office, Basic / Small Business o più completa: - Office 2000 service pack 3; - Office XP service pack 3; - Office 2003 service pack 3; - Office 2007 service pack 3; - Office 2010 service pack 1. I due applicativi (Word™ ed Excel™) devono essere della stessa versione. Ciò è importante in quanto, dovendo lavorare assieme sugli stessi dati, nel caso di versioni disallineate di Word™ ed Excel™ sono possibili malfunzionamenti non controllabili. L'utente che non disponesse di una installazione omogenea e completa dei suddetti applicativi deve provvedere ad adeguare la propria installazione. Gestione in Excel

18 Con la conferma dei dati in accettazione limiti si apre una maschera dove vengono richiesti ulteriori dati per la produzione del file telematico XBRL: Gestione in Excel

19 L’esportazione con “nuovo bilancio” apre il foglio di Excel, dove è necessario selezionare “Acquisizione dati” per aggiornare i dati contabili Gestione in Excel

20 Durante l’importazione compare una maschera in cui l’utente deve: - scegliere quale tipo di foglio di start utilizzare; - scegliere tra il formato di bilancio esteso e il formato di bilancio abbreviato; - scegliere se redigere la nota integrativa con l’applicativo ExcelTM o WordTM (solo versione plus).

21 L’esportazione dati origina l'apertura di una nuova barra degli strumenti “Apogeo 2013”, di seguito riprodotta: Ricerca conti - Questa macro consente di effettuare inquiry sui sottoconti presenti in base dati, filtrati a seconda del foglio di lavoro da cui si esegue la ricerca. La funzione è attiva solo sui fogli che richiedono l'imputazione di codici conto, quindi Immobilizzi1 e Immobilizzi2, Crediti >12 mesi, Debiti >12 mesi, Leas1 e Leas2. Posizionamento diretto - Consente lo spostamento veloce tra le sezioni del prospetto di bilancio su cui si sta lavorando. Una volta selezionata dalla finestra di dialogo la voce interessata, il programma provvede a posizionarsi sulla prima voce della sezione. La funzione non è attiva qualora il foglio gestito non sia un bilancio. Le scelte disponibili sono: · stato patrimoniale attivo · stato patrimoniale passivo · conti d’ordine · valore della produzione · costi della produzione. Gestione in Excel

22 Dettaglio composizione voci / Stampa dettaglio globale - Esplode il dettaglio dei sottoconti di contabilità generale che compongono il valore della singola coordinata UE o del singolo accumulo. Di conseguenza questa funzione è attiva solo sul foglio di calcolo dei bilanci (Bozza) oppure sul foglio di calcolo degli accumuli. La procedura propone una finestra in cui elenca il dettaglio dei singoli conti che confluiscono, nel primo caso, nella coordinata UE sulla quale si è posizionati e nel secondo, nel singolo accumulo. Quando si preme il bottone non posizionati su una cella relativa ad una coordinata di livello inferiore (direttamente valorizzata dalla contabilità), viene eseguita la stampa dettaglio globale. Questa stampa viene altresì eseguita premendo il bottone dettaglio globale presente sull'esplosione di una singola coordinata. La stampa dettaglio globale evidenzia, per ogni coordinata UE valorizzata, i relativi sottoconti con i saldi di contabilità. E' possibile la stampa con esclusione degli importi relativi all’esercizio precedente. La stessa stampa è eseguibile dal foglio Start selezionando il bottone “dettaglio sottoconti” Gestione in Excel

23 Apertura e chiusura database - Si tratta di due funzioni che consentono rispettivamente di accedere e di abbandonare il database ed il foglio di controllo contenente le parametrizzazioni dei vari automatismi del programma. Modifica Nota Integrativa - Consente la gestione, tramite un essenziale programma di videoscrittura, delle singole porzioni di testo contenuto nelle varie celle che compongono la nota integrativa, facilitandone la redazione. Mostra / Nascondi barra della formula - Permette di nascondere o rendere visibile la barra della formula di Excel® Informazioni su – espone la versione del bilancio Gestione in Excel

24 Pulsante Start – muove al foglio Start in qualsiasi posizioni ci si trovi Il pulsante PROSEGUI serve a facilitare la navigazione nei vari fogli di ExcelTM del bilancio UE. Ogni volta che l’utente si posiziona su un foglio di lavoro richiamandolo dai collegamenti di START, premendo il pulsante Prosegui, il programma ritorna al foglio di start e si posiziona sulla fase di lavoro successiva a quella precedentemente selezionata. Questo pulsante apre l’anteprima di stampa di ExcelTM per la maggior parte dei fogli di lavoro e, in particolare, per quelli di calcolo che è utile conservare come documentazione interna (es. fogli di calcolo delle imposte, schemi fiscalità differita, ecc.). Per poter stampare bisogna posizionarsi sul foglio desiderato ed utilizzare il pulsante stampa. Il programma, oltre ad avviare l’anteprima di stampa, provvede a formattare i fogli di lavoro in modo che la stampa risulti correttamente formattata. Gestione in Excel

25 Il foglio START rappresenta il punto di partenza sia per la compilazione dei vari prospetti che compongono il bilancio, sia per accedere alle varie gestioni a supporto della redazione del bilancio (analisi di bilancio, bozze fiscali, fiscalità differita, altri documenti e verbali a corredo della pratica). Ogni funzione è identificata da un’icona e da una breve descrizione. Per eseguire il comando bisogna cliccare sull’icona. Gestione in Excel

26 Il gruppo gestione contiene il richiamo a: - Prospetti Contabili; - Nota integrativa; - Allegati di bilancio. Cliccando sulle relative icone, si apre una casella di riepilogo contenente un elenco di fogli di lavoro richiamabili attraverso il doppio click del mouse, oppure con il posizionamento sulla voce interessata e il bottone “Conferma”. Start Gestione

27 Selezionando il pulsante Prospetti Contabili si apre una list-box contenente l’elenco delle gestioni Per integrare le informazioni contenute nel foglio Bozza è necessario compilare i fogli di lavoro Prospetto crediti esigibili entro l’esercizio successivo e Prospetto debiti esigibili entro l’esercizio successivo. Al termine di tali operazioni è utile effettuare un controllo di quadratura attraverso il foglio Test quadratura bilancio (Test bilrid o Test bilest a seconda della forma del bilancio). Il foglio Bilancio Ue contiene Stato patrimoniale, Conti d’ordine e Conto economico definitivi, pronti per la stampa e per l’invio telematico. Start

28 Selezionando il pulsante Nota Integrativa si apre una list-box contenente l’elenco delle gestioni Con la scelta “Gestione nota integrativa”, viene richiamata la gestione scelta in impostazione nota integrativa o nel settaggio iniziale. La scelta è visualizzata accanto al bottone tipo nota. Se si è scelto ExcelTM, viene richiamato il foglio Nota, se, in impostazione nota integrativa o nel settaggio iniziale si è scelto WordTM, viene richiamato il documento contenente la matrice WordTM della nota oppure, se non esistente, viene creato. I prospetti allegati alla nota integrativa possono essere gestiti selezionando le altre voci della casella di riepilogo. Start

29 Richiamando la voce “Allegati di bilancio”, si apre una list-box contenente l’elenco delle gestioni “Gestione organi sociali” apre il foglio Organi sociali che viene aggiornato automaticamente in fase di acquisizione dati. Le scelte che seguono si riferiscono ad una serie di documenti, alcuni dei quali entreranno nella pratica da inviare alle CCIAA, mentre altri sono di supporto all’iter di approvazione del bilancio. In pratica, sono state inserite nel foglio start le stesse funzioni già presenti in Magix al menu Bilancio UE, gestione matrice allegati. Start

30 In questa sezione, gestibile solo nella versione plus, sono compresi i richiami ai singoli fogli di start relativi ai seguenti tre gruppi di fogli: - Analisi di bilancio, gruppo di fogli di lavoro che consente di effettuare l’analisi di bilancio; - Bozze fiscali, gruppo di fogli di lavoro che consente il calcolo presuntivo delle imposte; - Fiscalità differita, gruppo di fogli di lavoro che consente di calcolare le imposte differite e anticipate. Ad ognuna di queste scelte corrisponde l’apertura di una serie di fogli di lavoro per sviluppare la relativa problematica. Nella versione Plus sono abilitate tutte le gestioni presenti, nella versione base, selezionando i moduli non collegati (Bozze fiscali, Fiscalità differita, Analisi di bilancio), l’utente sarà avvisato da un apposito messaggio. Start Gruppo prospetti avanzati

31 Una volta che sia ultimata anche la gestione dei prospetti avanzati, è consigliabile attribuire lo stato di compilazione del bilancio con l’apposito pulsante del foglio Start. Solo con stato di compilazione “Definitivo” è possibile produrre il file telematico XBRL attraverso il pulsante Fascicolazione. Prima della stampa definitiva è possibile effettuare un ulteriore controllo stampando il “Dettaglio sottoconti”. Quando l’utente chiude la cartella di lavoro e lo stato di compilazione è definito “provvisorio”, il programma chiede se si vuole chiudere il bilancio in definitivo. I bilanci chiusi in definitivo possono essere riportati in provvisorio solo attraverso il bottone posto a sinistra del campo che indica lo stato di compilazione. Start Stato compilazione

32 Fascicolazione La funzione permette di produrre in modo definitivo il fascicolo di bilancio, ovvero uno o più documenti Ms-Word™ completi di tutti gli elementi che l’utente decide di inserire (bilancio, nota integrativa, prospetti, ecc.). Nel caso venga rilevata la presenza di dati simulati viene visualizzato un messaggio di avvertimento e viene disabilitata la stampa della nota integrativa ed dei prospetti tabellari, lasciando all’utente la possibilità di stampare i soli prospetti contabili. Dettaglio sottoconti Avvia la stampa della bozza di bilancio con il dettaglio dei sottoconti contabili che hanno valorizzato ogni coordinata. La presente stampa può essere effettuata anche con esclusione dei dati dell’esercizio precedente e costituisce un utile supporto ai controlli preliminari sul bilancio. Allegati Avvia la stampa degli allegati gestiti tramite il pulsante “allegati di bilancio”. Start Stampe

33 Pratica Bitel Con questo pulsante è possibile procedere alla creazione guidata della pratica da inviare alla Camera di Commercio (vedere l’apposito paragrafo). Di fatto questo pulsante apre una gestione composta di due fogli di lavoro: - “Monitor”, accessibile solo con la versione plus, che permette di controllare i principali adempimenti legati ai valori di bilancio; -“Bitel”, accessibile a tutti, per predisporre le informazioni di base importabili nell’omonimo applicativo che permette di predisporre in modo automatizzato la pratica da inviare alla CCIAA. Validatore TEBE Attiva il validatore di Infocamere per verificare il file telematico XBRL Start Pratica telematica

34 Il foglio start guidato è alternativo al tradizionale foglio di Start. È possibile scegliere quale foglio di start si vuole utilizzare durante il settaggio iniziale che viene proposto in fase di acquisizione dati Start guidato

35 o successivamente, attraverso l’apposito pulsante (modalità di lavoro di ciascun foglio di start). Start guidato

36 Il foglio Start guidato ha come obbiettivo quello di indirizzare l’utente fra i tanti fogli di lavoro e di proporgli una serie di fasi di lavoro da seguire per arrivare in modo assistito alla realizzazione del bilancio. Le principali fasi di lavoro sono: - settaggio iniziale; - prospetti contabili; - nota integrativa e prospetti allegati; - stato di compilazione del bilancio; - fasi finali. Ogni pulsante (icona) all’interno delle varie fasi di lavoro richiama delle funzioni o altri fogli di lavoro, così come avviene nel foglio Start principale. Per ogni fase di lavoro è presente una breve descrizione. E’ consigliabile lavorare seguendo l’ordine proposto, quindi partendo dal settaggio iniziale e concludendo con le fasi finali. Start guidato

37 In fase di fascicolazione, il programma controlla se ad ogni fase di lavoro obbligatoria è stato attribuito uno stato di compilazione definitivo (smile verde). Start guidato

38

39 In caso di fascicolazione di bilancio con almeno una fase di lavoro obbligatoria in provvisorio esce il messaggio: E’ possibile proseguire con la fascicolazione, ignorando il messaggio e scegliendo SI. Con NO, invece si tornare alla gestione del bilancio Start guidato

40 Selezionando l’apposita voce esce la list-box con la gestione dei prospetti contabili: Prospetti contabili

41

42 Dal foglio Bozza è possibile posizionarsi direttamente in una delle sezioni del bilancio con l’apposita icona

43 Dal foglio Bozza è possibile verificare la composizione delle singole coordinate UE con i sottoconti importati da contabilità. Per attivare la funzione posizionarsi sull’importo desiderato e attivare l’apposita icona Dettaglio sottoconti

44 Utilizzando il pulsante Prosegui il programma ritorna al foglio di start e si posiziona sulla fase di lavoro successiva a quella precedentemente selezionata. Prospetti contabili

45 Per ottimizzare l’utilizzo dei fogli di lavoro 'Crediti >12 mesi' e 'Debiti >12 mesi' in contabilità generale collegare tutti i conti da proiettare in bilancio nelle voci relative a crediti o debiti alla coordinata UE che prevede scadenza entro l'esercizio successivo. Il pulsante Recupero da a.p. permette di recuperare i valori relativi al bilancio dell’anno precedente. In questi fogli, dopo aver digitato il codice del conto, si andrà a specificare la parte di credito/debito che scade oltre l'esercizio successivo e la parte che scade oltre i cinque anni. Prospetti contabili

46 Il foglio Test permette di verificare la quadratura del bilancio e altre situazioni che possono essere anomale ed eventualmente le segnala Prospetti contabili

47 Proseguendo si arriva all’anteprima del bilancio con riferimento ai prospetti contabili Prospetti contabili

48

49 Selezionando l’apposita voce esce la list-box per la gestione della Nota Integrativa Nota integrativa

50 Se impostato il tipo nota Excel si arriva nel foglio Nota Nota integrativa

51 Quando viene attivato il foglio relativo al testo della nota integrativa “Nota”, compare una ulteriore barra degli strumenti con quattro pulsanti: Inserisci prospetto / Recupero testo / Testo standard / Frasi standard Nota integrativa

52 Permette di importare un testo standard di nota integrativa. Alla pressione del bottone viene chiesto se si intende importare il testo standard di una nota integrativa in forma abbreviata oppure in forma estesa. Con la pressione del bottone di conferma avviene il recupero del testo standard. Il testo viene copiato in toto e completamente sovrascritto al foglio in gestione. L’iter classico di lavoro prevede come punto di partenza l’importazione del testo standard Nota integrativa

53 Nel foglio nota è possibile selezionare o deselezionare tutti i paragrafi attraverso il check posizionato nella parte superiore del foglio. Nota integrativa

54 E’ possibile modificare le frasi del testo standard attraverso l’apposita icona “Modifica nota integrativa” Nota integrativa

55 La nota integrativa è già completa dei prospetti obbligatori inseriti nelle apposite sezioni. Con il pulsante “Inserisci Prospetto” è possibile scaricare gli stessi prospetti oppure altri prospetti facoltativi nella riga in cui si è posizionati, purché in colonna C del foglio. In sede di fascicolazione del bilancio, le etichette verranno sostituite dal relativo prospetto. In questo modo è possibile gestire il posizionamento del prospetto nel testo (es. inserimento delle informazioni relative alle imposte anticipate anche nella nota abbreviata). Nota integrativa

56 Il testo modificato e personalizzato con le funzioni precedenti può essere recuperato anche sugli altri bilanci attraverso la funzione “Recupero testo”. Alla pressione del bottone viene aperta una maschera di dialogo che chiede di selezionare da quale file di Magix per Excel™ recuperare il testo. Tale maschera punta direttamente alla cartella “bilanci” della zona archivi utente; l’utente provvederà quindi a selezionare la cartella dell’annualità e successivamente della società da cui vuole effettuare il recupero della nota integrativa. Una volta selezionato il file di bilancio, l’applicativo provvede a copiare il corrispondente foglio e successivamente lo incolla sulla nota in gestione. Il foglio di acquisizione dati viene automaticamente chiuso. Nota integrativa

57 La nota integrativa Word costituisce un'alternativa alla nota integrativa redatta in excel (nel foglio nota) nata per soddisfare le esigenze degli studi professionali che necessitano di redigere note integrative con dati e commenti esposti in formato fortemente personalizzato alle caratteristiche dell'azienda. Per gestire la nota integrativa in formato word dal modulo Bilancio UE, selezionare o nel settaggio iniziale il tipo nota Word o modificare successivamente dal foglio Start l’opzione Tipo Nota: Word. A questo punto selezionando il pulsante Nota Integrativa si accede alla matrice Word per gestire il testo della nota Nota integrativa

58 Dalla matrice, attraverso l’apposita barra dei pulsanti è possibile: - digitare direttamente il testo desiderato / recuperare il testo standard Apogeo oppure il testo dell'anno precedente / recuperare un qualsiasi testo già predisposto a cura dello studio in formato word / inserire le variabili semplici (dati di bilancio, accumuli, indici, ecc…) o complesse (prospetti) / cambiare formato / fare l’anteprima delle variabili Nota integrativa

59 Definita la nota integrativa, attraverso il pulsante Prosegui, è possibile gestire/visualizzare i prospetti presenti nella nota stessa Nota integrativa

60 Es. Prospetto Operazioni locazione finanziaria Il foglio di lavoro denominato leasing sviluppa una riclassificazione di nota integrativa relativamente alle operazioni di locazione finanziaria viste come contratti di finanziamento. I dati vengono scaricati dai contratti di leasing gestiti nell’apposito modulo di Magix Nota integrativa

61 Allegati di bilancio Richiamando la voce “Allegati di bilancio”, si apre una list-box contenente l’elenco delle gestioni: Gestione organi sociali (aggiornato direttamente in fase di acquisizione dati); Verbale assemblea ordinaria per approvazione bilancio; Verbale CDA per approvazione progetto di bilancio; Approvazione mediante decisione scritta dei soci; Relazione del collegio sindacale; Relazione sulla gestione; Verbale assemblea ordinaria per differimento; Verbale CDA per proposta differimento.

62 Da ciascuna gestione degli allegati, si accede alla specifica matrice dove è possibile: inserire variabili semplici e complesse / recuperare il testo standard Apogeo, un testo libero, il testo dell’anno precedente / variare il formato del foglio, Allegati di bilancio

63 Selezionando dal foglio Start il pulsante “Analisi di bilancio” dei Prospetti avanzati si accede alla gestione dei prospetti di calcolo dell’analisi di bilancio Prospetti avanzati – analisi

64

65 Il pulsante Stampa apre l’anteprima di stampa di Excel per i fogli di calcolo che è utile conservare come documentazione interna (es. fogli per l’analisi, fogli di calcolo delle imposte, schemi fiscalità differita, ecc.). Il programma, oltre ad avviare l’anteprima di stampa, provvede a formattare i fogli di lavoro in modo che la stampa risulti correttamente formattata. Analisi bilancio

66 Selezionando dal foglio Start il pulsante “Bozze fiscali” dei Prospetti avanzati si accede ai fogli di lavoro dedicati al calcolo delle imposte IRES ed IRAP Bozze fiscali

67 Si ricorda che per ottenere la valorizzazione automatica delle variazioni in aumento/diminuzione per il calcolo dell’IRES e dell’IRAP, in fase di esportazione a bilancio UE occorre selezionare l’apposita voce “Variazioni fiscali” Bozze fiscali

68 Il collegamento ai fogli fiscali si basa su voci logiche collegate ai sottoconti contabili, utilizzando la terza pagina “Codifiche per trasferimento dati” nella gestione del piano dei conti di Magix. I saldi dei singoli sottoconti saranno aggregati a parità di voce logica e trasferiti ai quadri di reddito. Bozze fiscali

69 Il dettaglio dei singoli sottoconti che aggiornano ogni voce logica è sempre richiamabile attraverso la stampa di utilità “Controllo per Unico / Irap”, presente nel modulo di Contabilità, stampe di utilità, stampe di controllo per dichiarazioni. Bozze fiscali

70

71 Foglio per l’inserimento dei proventi a tassazione differita, degli oneri a deducibilità differita e delle perdite da recuperare. Il pulsante Recupero quote permette di recuperare le quote inserite l’anno precedente. La quote dell’anno confluiranno nei fogli Ires e Irap per il calcolo delle variazioni in aumento e diminuzione NB – In Magix - Unico SC, quadro RF, sarà possibile aggiornare il prospetto quote pluriennali con i dati gestiti in questi schemi Pluriennali

72 Gli importi relativi alle variazioni in aumento e in diminuzione vengono scritti in sede di import dati e può essere rieseguito fin tanto che non intervengano variazioni manuali ai fogli Ires ed Irap. Al pari della gestione del quadro RF di Unico SC in Magix, l’esecuzione dell’aggiornamento da prima nota, limitatamente ai campi in cui è previsto l’aggiornamento, determina la sovrascrittura dei valori esistenti. Nel prospetto è possibile recuperare i dati dal prospetto società non operative, calcolare le deduzioni per l’irap, l’importo per le spese di rappresentanza fiscalmente deducibili e l’incentivo per la Tremonti Ter IRES

73 Foglio per il calcolo dell’agevolazione fiscale ACE (Aiuto Crescita Economica) NB – In Magix - Unico SC, sarà possibile aggiornare il prospetto ACE con i dati gestiti in questo schema ACE

74 Il foglio permette il calcolo dell’Irap attraverso la compilazione del quadro IC e IS per le deduzioni IRAP NB - In Magix - dichiarazione Irap, sarà possibile aggiornare gli importi leggendo o la contabilità o questo prospetto

75 Prospetto di dettaglio delle imposte Ires ed Irap (Saldo – I acconto – II acconto) NB - In Magix - Unico SC, un apposito diagnostico, evidenzia eventuali differenze fra imposte calcolate in bilancio ed imposte calcolate in Unico Imposte

76 Foglio per il calcolo della quota di indeducibilità degli interessi passivi art. 96 TUIR. NB - In Magix - Unico SC, quadro RF, sarà possibile aggiornare con questi dati, l’apposito prospetto dei righi RF118 e segg. Interessi

77 Prospetto per le cooperative a mutualità prevalente di determinazione degli importi da indicare come "variazioni in diminuzione" nel calcolo dell'imponibile ai fini IRES Coop

78 Selezionando dal foglio Start il pulsante “Fiscalità differita” dei Prospetti avanzati si accede ai fogli di lavoro dedicati al calcolo delle imposte differite ed anticipate Fiscalità differita

79 Compensi - foglio in cui imputare i compensi agli amministratori e ai sindaci di competenza degli esercizi disposti sulle righe dei prospetti, ma pagati negli anni indicati nelle colonne Fiscalità differita

80 Valuta - Prospetto per il calcolo della riserva utili su cambi, delle riprese fiscali sulle operazioni in valuta e della fiscalità differita relativa a utili e perdite su cambi Fiscalità differita

81 Avviamento - Prospetto per l'imputazione dati relativi all'ammortamento dell'avviamento ai fini del calcolo delle relative imposte anticipate Fiscalità differita

82 P14 – è il risultato dei precedenti fogli e di altri fogli di appoggio e contiene l’elenco di tutte le differenze temporanee che hanno originato imposte differite, le aliquote applicate nei vari esercizi e gli importi delle differenze temporanee con evidenziate le rispettive imposte differite o anticipate per anno di formazione. Costituisce il punto 14) della nota integrativa - prima tabella Fiscalità differita

83 P14_2 - espone tre prospetti alternativi tra loro, da stampare in nota integrativa, per evidenziare la variazione del fondo imposte differite o delle attività per imposte anticipate da un anno all’altro. Il prospetto che verrà stampato in nota integrativa è quello individuato dalla “X” nella colonna “Stampa in nota”. Costituisce il punto 14) della nota integrativa - seconda tabella Fiscalità differita

84 Riconciliazione - Prospetto di riconciliazione tra utile civilistico e fiscale da allegare alla nota integrativa Fiscalità differita

85 Lo stato di compilazione deve essere definitivo per poter elaborare il file telematico XBRL Stato compilazione

86 Dal foglio Start – sezione Stampe, il pulsante “Stampa dettaglio sottoconti” avvia la stampa della bozza di bilancio con il dettaglio dei sottoconti contabili che hanno valorizzato ogni coordinata. La stampa può essere effettuata anche con esclusione dei dati dell’esercizio precedente e costituisce un utile supporto ai controlli preliminari sul bilancio Stampa dettaglio s.conti

87 Dal foglio Start – sezione Stampe, il pulsante “Fascicolazione” avvia la stampa del bilancio. La composizione del fascicolo di bilancio può essere personalizzata a seconda delle esigenze dello studio. Al bilancio possono essere allegati diversi prospetti presenti nella gestione di excel. Durante la fascicolazione è possibile personalizzare il formato del bilancio. Fascicolazione

88 Il primo documento che viene prodotto è il file XBRL per l’invio telematico del bilancio Fascicolazione

89 La barra blu evidenzia lo stato di avanzamento del programma di fascicolazione Fascicolazione

90 Fascicolo

91

92 Stampa allegati Dal foglio Start – sezione Stampe, il pulsante “Allegati” avvia la stampa degli allegati al bilancio. Durante l’elaborazione è possibile personalizzare il formato del bilancio.

93 Dal foglio Start – sezione Pratica Telematica, il pulsante “Validatore TEBE” permette di richiamare direttamente il sito internet del validatore Infocamere, al fine di verificare la correttezza formale dei file XBRL prodotti dall’applicativo. Validatore TEBE

94 Dal foglio Start – sezione Pratica Telematica, il pulsante “Pratica / Bitel” permette di alimentare in automatico la base dati (es. dati identificativi della società e dei documenti da inviare), nonché importare le anagrafiche dei soci direttamente dalla procedura Magix per Excel in Bitel (applicativo che guida l’utente durante le varie fasi di preparazione della pratica (fascicolo di Bilancio) per l’invio telematico alle Camere di Commercio Pratica telematica

95 Il foglio Monitor consente di monitorare i principali adempimenti civilistici e fiscali legati ai valori di bilancio: obbligo del collegio sindacale, obbligo di tenuta della contabilità di magazzino, obbligo riduzione del capitale per perdite, obbligo di reintegro del capitale al minimo legale Monitor

96 Con riferimento alle ditte che provvedono in proprio alla tenuta delle scritture contabili e che forniscono allo studio una stampa della loro situazione contabile di fine esercizio, è attiva la possibilità di digitare manualmente i saldi di contabilità generale su un qualsiasi piano dei conti gestito dall'applicativo Bilanci esterni

97

98 Nella griglia i saldi devono essere inseriti secondo la regola tradizionale della ragioneria: cioè i saldi dare con segno positivo e i saldi avere con segno negativo Bilanci esterni

99 Stampa bilanci esterni

100 Sono attive 5 differenti tipologie di stampa delle situazioni contabili: - Situazione economica/patrimoniale - Situazione a sezioni contrapposte - Bilancio d’esercizio - Situazione comparata con anno precedente - Prospetto IRAP Stampa bilanci esterni

101 La modalità di elaborazione del bilancio per le anagrafiche esterne è la stessa vista prima per i bilanci con contabilità Bilanci esterni

102 Al fine di agevolare il lavoro dell'utente, evitandogli di effettuare ricerche di file attraverso la gestione risorse di Windows™ dal menu Bilancio UE è possibile accedere direttamente ai documenti precedentemente elaborati attraverso le funzioni di seguito evidenziate Bilanci UE

103 Gestione per compilare e inviare le raccomandate per la convocazione dell’assemblea, del cda e per il ricorso alla consultazione scritta. Le stampe sono in formato RTF Stampe utilità

104 Con la richiesta di stampa viene prodotto un documento rtf per ogni socio (raccomandata convocazione assemblea) o per ogni componente l’organo di gestione (raccomandata convocazione cda) memorizzato nei dati di Studio. Sono attivi i controlli atti a verificare le date di acquisto e cessione delle partecipazioni. IMPORTANTE : tutti i tipi di raccomandata riportano in calce i dati del legale rappresentante, senza l’indicazione dello stesso non sarà possibile procedere nell’elaborazione della stampa. E’ indispensabile, quindi, la presenza in Studio – sezione organo di gestione, della barratura del check “Legale rappresentante”. Stampe utilità

105 Funzione utile per duplicare da un soggetto di partenza ad un soggetto di arrivo le matrici relative a nota integrativa e allegati al bilancio (verbali, relazione sulla gestione, ecc…) Duplicazione matrici

106 1- accertarsi di utilizzare un computer dove sono stati installati MS-Excel™, MS-Word™ ed ove sia possibile operare con l'applicativo Magix 2 - gestire la contabilità, inserire le scritture di assestamento oppure inserire manualmente i bilanci esterni 3 - dal menù Contabilità, selezionare "Bilancio UE - Esportazione a bilancio UE", seguire le istruzioni riportate nel paragrafo specifico 4 - accedere in gestione bilancio UE (Excel™) e cliccare sul primo pulsante-icona del foglio “Start” denominato "Aggiornamento dati contabili"; se si preferisce utilizzare il foglio “Start-guidato”, anche qui tale pulsante rimane il primo della serie 5 - al termine dell'importazione, che si avvia automaticamente, viene salvato il file di Excel™ contenente i dati di bilancio e gli altri prospetti. Come nome file è proposto il prefisso cee seguito dall'anno e dal codice del contribuente 6- gestire, dai fogli di lavoro denominati "Crediti >12 mesi" e "Debiti >12 mesi", le poste finanziarie con scadenza oltre l’esercizio successivo 7- gestire, modificare ed integrare il testo della nota integrativa 8 - gestire gli allegati di nota integrativa con eventuale inserimento di informazioni manuali 9 - salvare il file di Excel™ contenente i dati di bilancio 10 - eseguire "Fascicolazione", verificare le scelte proposte e confermare (la macro deve essere eseguita senza avere aperto Word™, nel caso chiuderlo) 11 - la funzione avvia automaticamente Word™, dove occorre confermare il tipo di font (solo versione plus) e l'impaginazione da utilizzare 12 - stampare il bilancio Flusso lavoro


Scaricare ppt "Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del."

Presentazioni simili


Annunci Google