La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Incontro dei referenti e coordinatori PASSI Roma, 6 Febbraio 2009 La revisione del questionario Passi “modifiche e moduli opzionali” Angelo D’Argenzio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Incontro dei referenti e coordinatori PASSI Roma, 6 Febbraio 2009 La revisione del questionario Passi “modifiche e moduli opzionali” Angelo D’Argenzio."— Transcript della presentazione:

1 Incontro dei referenti e coordinatori PASSI Roma, 6 Febbraio 2009 La revisione del questionario Passi “modifiche e moduli opzionali” Angelo D’Argenzio Gruppo Tecnico PASSI

2 La struttura del questionario Nucleo fisso di domande Nucleo di approfondimento a rotazione (domande proposte ad anni alterni) Moduli opzionali (nazionali) Moduli opzionali (regionali) Moduli per l’emergenze

3 Il “core”: nucleo fisso e di approfondimento NUCLEO CENTRALE FISSO Moduli opzionali Moduli per emergenze Nucleo di approfondimento a rotazione nazionali regionali Durata ragionevole di molti anni

4 Il nucleo fisso

5 I criteri per la scelta delle domande Producono informazioni su temi di rilevanza per il Piano Sanitario Nazionale Riguardano fenomeni soggetti a variabilità temporale e territoriale per cui ne è richiesto un monitoraggio Alcune danno informazioni non ottenibili da altre fonti Sono relative a condizioni e problemi suscettibili di interventi preventivi Esplorano i comportamenti “a rischio” o “orientati alla prevenzione” Permettono la valutazione di interventi preventivi attuati dal S.S.N. Fonte: Protocollo del sistema di Sorveglianza Rapporto Istisan 07/30

6 Modifiche al nucleo fisso Sono auspicabili cambiamenti di piccola entità per garantire –continuità di rilevazione sui temi d’interesse per la salute pubblica –stabilità del dato per l’analisi dei trend –confrontabilità nel tempo dei temi indagati –mantenimento delle interrelazioni reciproche tra le diverse sezioni

7 Alcune ipotesi … (1) Reinserimento set domande screening ca mammella donne anni* *gruppo responsabili screening, decisori ed epidemiologi, regioni varie Se la donna ha anni saltare alla domanda 9.11

8 Alcune ipotesi … (1) Reinserimento set domande screening ca mammella donne anni* *Responsabili screening ed epidemiologi regioni varie Se la donna ha anni, saltare alla sezione 11: Vaccinazioni

9 Alcune ipotesi … (2) Inserimento del modulo opzionale sulla sicurezza stradale (approfondimento della sezione originaria) tra le domande del nucleo fisso – coda sezione “6”

10 Alcune ipotesi … (2) Inserimento del modulo opzionale sulla sicurezza stradale (approfondimento della sezione originaria) tra le domande del nucleo fisso – coda sezione “14”

11 Il nucleo di approfondimento

12 Il nucleo di approfondimento … Le domande rispondono ai criteri formulati per la scelta dei temi del nucleo fisso, ma indagano eventi o comportamenti i cui cambiamenti sono attesi “nel medio-lungo periodo” La raccolta dati di tali eventi, pertanto, può essere limitata ad anni alterni Alcune domande del questionario attuale, o interi ambiti d’indagine, già rispondono al criterio di “approfondimento” Altri ambiti, invece, possono essere arricchiti da domande di approfondimento

13 Modifiche al nucleo di approfondimento … Sono “gruppi di domande” che esplorano parte del tema indagato (es. consigli dei medici, motivazioni personali, …) o “intere sezioni” Sezioni o “sottosezioni” suscettibili di modifiche … –Sicurezza domestica … ? –Attività fisica … ? –Screening … ? –… Le domande escluse potranno comunque essere previste dalle singole realtà (ASL o Regioni) come “moduli opzionali” se i temi specifici necessitano di un monitoraggio continuo

14 I moduli opzionali

15 NUCLEO CENTRALE FISSO Moduli opzionali Moduli per emergenze Nucleo di approfondimento a rotazione nazionali regionali non indispensabili per la partecipazione al Sistema di Sorveglianza rispondono a bisogni informativi locali o nazionali la rilevazione può durare un anno, mantenuta per periodi più lunghi o ripetuta a cadenza periodica in relazione alle rispettive esigenze informative

16 Moduli opzionali: raccolta dati Regioni/P.A. SICUREZZA STRADALEGENITORI +TOS 1PIEMONTE 2VALLE D'AOSTAxx 3LOMBARDIA x 4PROV. AUTON. BOLZANO 5PROV. AUTON. TRENTOx 6VENETO x 7FRIULI VENEZIA GIULIAxx 8LIGURIAxxx 9EMILIA ROMAGNAxx 10TOSCANAx 11UMBRIA x 12MARCHE 13LAZIOx 14ABRUZZO 15MOLISE x 16CAMPANIA 17PUGLIA 18BASILICATA 19CALABRIA N.A 20SICILIA 21SARDEGNA N.A N.A.: non applicabile

17 Un primo bilancio … 6 regioni hanno raccolto dati su un singolo modulo opzionale, 3 regioni su 2, 1 regione su tutti i moduli disponibili 7 regioni hanno condotto la rilevazione opzionale sulla “Sicurezza stradale” 8 regioni hanno condotto la rilevazione sulla campagna “Genitori +” Soltanto la Liguria ha condotto la rilevazione sulla “TOS”

18 Modulo realizzato per valutare l’efficacia del piano di comunicazione nazionale del progetto “genitori +” -promozione della salute nei primi anni di vita attraverso 7 azioni di provata efficacia - Alcune regioni hanno realizzato campagne informative (televisioni locali - autobus - etc) e condotto attività formative tutt’ora in essere Il mancato avvio della campagna di spot nazionale ha in parte modificato l’obiettivo per il quale la rilevazione era stata prevista, riformulato come: Valutazione dell’impatto degli interventi regionali e locali e delle attività di formazione degli operatori Numerosità del campione ed interventi in corso giustificano di continuare la rilevazione fino ad aprile 2009 (compreso) La raccolta dopo tale data potrà essere sospesa senza necessità di modificare il questionario (lasciando i campi vuoti – missing)

19 Sicurezza stradale Il modulo, approfondimento della sezione originaria, permette di monitorare l’applicazione delle misure di provata efficacia per la riduzione dei traumi da traffico (etilotest, uso seggiolini, informazioni corrette sul loro uso) Si è dimostrato utile completamento delle informazioni rilevabili attraverso la sezione originaria di “Passi” La rilevazione è risultata scorrevole e non ha prodotto aggravi significativi di energie e di tempi per gli operatori La numerosità campionaria minima desiderabile richiede di continuare la rilevazione sino al termine del 2009 Va esplorata l’ipotesi di integrazione nel set di domande del nucleo fisso

20 Terapia Ormonale Sostitutiva Il modulo è finalizzato a rilevare conoscenze, atteggiamenti e comportamenti delle donne, di età anni, rispetto alla menopausa, alla TOS ed alle sue possibili alternative In Liguria, unica regione che ha adottato il modulo, la rilevazione è risultata scorrevole La numerosità campionaria minima desiderabile richiede di continuare la rilevazione sino al termine del 2009 Promozione e la tutela della salute delle donne e dei bambini

21 QES 2010: lavori in corso …

22 Per proporre modifiche o moduli opzionali … Proposta formale al Gruppo Tecnico con –breve relazione sull’importanza del tema o delle modifiche proposte (utile traccia i criteri utilizzati per la scelta dei temi del nucleo fisso) –obiettivo generale e obiettivi specifici della rilevazione proposta –piano d’analisi con indicazione delle variabili –set di domande con segnalazione della sezione in cui è prevista la modifica/inserimento Tener conto della numerosità campionaria e dei tempi necessari per produrre stime affidabili Fare attenzione ad eccessi di temi da indagare: “… il meglio è nemico del bene”

23 I tempi Aprile - Maggio 09 Giugno - Settembre 09 Ottobre 09 - avvio della discussione e definizione di proposte Febbraio – Marzo 09 - discussione in plenaria e condivisione delle modifiche -sviluppo, adeguamento e posizionamento set di domande - pre-test in almeno tre realtà diverse Novembre – Dicembre 09 - rilascio versione operativa - adeguamento software e-passi (MPA) Gennaio avvio rilevazione nuovo questionario

24 Qualche utile indicazione … I tempi sono maturi per iniziare il lavoro di revisione del questionario Per le modifiche del nucleo fisso vale il principio della “parsimonia” I moduli alternanti prevedono la compressione di sottosezioni/sezioni e l’espansione o inserimento di altre I moduli opzionali devono prevedere un numero limitato di domande L’esperienza sul campo e la necessità di rispetto dei tempi prevede l’estensione della rilevazione con un “massimo” di 3 moduli opzionali

25 Grazie per l’attenzione !


Scaricare ppt "Incontro dei referenti e coordinatori PASSI Roma, 6 Febbraio 2009 La revisione del questionario Passi “modifiche e moduli opzionali” Angelo D’Argenzio."

Presentazioni simili


Annunci Google