La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ELABORAZIONE DELL’ INFORMAZIONE VISIVA DIAGNOSI E TERAPIA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ELABORAZIONE DELL’ INFORMAZIONE VISIVA DIAGNOSI E TERAPIA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA."— Transcript della presentazione:

1 ELABORAZIONE DELL’ INFORMAZIONE VISIVA DIAGNOSI E TERAPIA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA

2 DIAGNOSI CONCETTI DI VISIONE PER COMPRENDERE LA VISIONE DOBBIAMO CONOSCERE IL BAMBINO; PER COMPRENDERE IL BAMBINO DOBBIAMO CONOSCERE LA NATURA DELLA SUA VISIONE ARNOLD GESELL, PSICOLOGO

3 la prima indagine fornisce una valutazione che raccoglie tutti i dati che un’analisi visiva può produrre in merito alle diverse abilità visive funzionali, non limitandosi quindi alla misurazione dell’acutezza visiva e dello stato refrattivo, che risulta essere un metodo d’indagine limitativo, ma esplorando con particolare attenzione l’area prossimale, valutando quindi : equilibrio binoculare capacità accomodative capacità fusionali capacità oculomotorie

4 PRESCRIZIONE LENTI: SEMPRE DA VICINO CON SEGNO + (POSITIVE). QUESTO ELIMINA O RIDUCEDE NOTEVOLMENTE LO STRESS RESPONSABILE DEL PROCESSO CHE PORTA ALLA REAZIONE DI RIFIUTO. LE CARATTERISTICHE DELLE LENTI POSITIVE DISPERDERE LA LUCE RIFRATTA DIMINUISCE L’INTENSITA’ DELLA LUCE DIMINUISCE LA TONICITA’ DEI MUSCOLI POSTURALI ESPANDERE IL VOLUME SPAZIALE VISIVO ENFATIZZARE LO SFONDO

5 UNIVERSITA’ DI NEW YORK: HA RAGGRUPPATO UNA SERIE DI TEST PER BAMBINI DISLESSICI PER VEDERE LA COMPONENTE VISIVA SU DI LORO. DEM: SVILUPPO MOVIMENTI OCULARI DEM: SVILUPPO MOVIMENTI OCULARI GROFMAN: INSEGUIMENTI GROFMAN: INSEGUIMENTI PIAGEAT: LATERALITA’ DX/SX PIAGEAT: LATERALITA’ DX/SX SACCADE: SALTI SACCADE: SALTI COORDINAZIONE OCCHIO MANO COORDINAZIONE OCCHIO MANO ELABORAZIONI SPAZIALI ELABORAZIONI SPAZIALI

6 la seconda osservazione fornisce una valutazione che riassume i dati fondamentali per capire come l’informazione visiva è integrata ed elaborata. In questo senso le aree che vengono maggiormente indagate sono: relazione visuo-spaziale integrazione visuo-uditiva percezione della forma integrazione visuo-motoria relazione figura sfondo memoria visiva

7

8

9

10

11

12

13 TERAPIA VOLGE QUASI SEMPRE AD MIGLIORARE LE SACCADI RIORGANIZZAZIONE SPAZIALE CENTRO PERIFERICO

14 TERAPIA MOTRICITA’ : scopo,organizzazione mentale del movimento. Lobo frontale che viene chiamato ESECUTORE dove vengono programmate le saccadi/inseguimenti tramite il sistema Magnocellulare e Parvocellulare

15 Movimenti oculari registrati in un normo-lettore e in un dislessico

16 FINE GRAZIE


Scaricare ppt "ELABORAZIONE DELL’ INFORMAZIONE VISIVA DIAGNOSI E TERAPIA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA MAURIZIO GAMBARI OTTICO OPTOMETRISTA."

Presentazioni simili


Annunci Google