La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEMINARIO ISTRUZIONE SQUADRA DISTRETTUALE Repubblica di San Marino, 22 Febbraio 2014 SEMINARIO d’ ISTRUZIONE dei PRESIDENTI ELETTI S.I.P.E. SEMINARIO d’ISTRUZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEMINARIO ISTRUZIONE SQUADRA DISTRETTUALE Repubblica di San Marino, 22 Febbraio 2014 SEMINARIO d’ ISTRUZIONE dei PRESIDENTI ELETTI S.I.P.E. SEMINARIO d’ISTRUZIONE."— Transcript della presentazione:

1 SEMINARIO ISTRUZIONE SQUADRA DISTRETTUALE Repubblica di San Marino, 22 Febbraio 2014 SEMINARIO d’ ISTRUZIONE dei PRESIDENTI ELETTI S.I.P.E. SEMINARIO d’ISTRUZIONE dei SEGRETARI ELETTI S.I.S.E. Castrocaro, 28 Marzo 2015 Pietro Pasini Commissione Distrettuale Formazione Distretto 2072 Emilia Romagna – San Marino Anno Governatore : Paolo Pasini

2 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club Il presente manuale è la risorsa principale per la partecipazione consapevole del Presidente Eletto al SIPE ed all’Assemblea Distrettuale, oltre che risorsa di riferimento e consultazione per l’intero anno di presidenza del Club per gli anni

3 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente Eletto del Rotary Club Prima di entrare in carica il presidente eletto deve partecipare a : SIPE (Seminario d’istruzione dei presidenti eletti) ASSEMBLEA DISTRETTUALE di FORMAZIONE. (STRC 10,5) Deve inoltre (RCP ) : 1) Essere in grado di guidare il Club con il sostegno dei soci; 2) Essere in grado di dedicare il tempo e le energie necessarie a guidare il Club con dovuto impegno; 3) Essere stato socio del Club per almeno un anno prima della nomina a Presidente (salvo deroga decisa dal governatore) e aver ricoperto la carica di membro del consiglio direttivo, membro di una commissione tra le più importanti o segretario del club; 4) Aver preso parte ad almeno un Congresso distrettuale o a un Congresso internazionale; 5) Conoscere a fondo lo Statuto e il Regolamento del Club.

4 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente Eletto del Rotary Club Il Presidente Eletto del Rotary Club si attiva per : Partecipare a : *Seminario d’Istruzione dei Presidenti Eletti (SIPE) *Assemblea Distrettuale di Formazione (ASDI) * La partecipazione del Presidente Eletto a questi eventi è obbligatoria Aggiornare : il Piano Direttivo di Club per l’annata imminente (compreso il Piano Formativo) secondo le linee del Piano Direttivo Distrettuale,in collaborazione coi dirigenti del Club in carica, passati e futuri ed, eventualmente con l’Assistente del Governatore e le Commissioni distrettuali Istituire : le Commissioni del Club per l’annata entrante ( ne specifica il mandato, gli obbiettivi, l’azione e le notifica al Presidente ed al Consiglio Direttivo in carica) Nominare :il Prefetto del Club (con il Consiglio entrante ) l’Istruttore del Club N.B. Prefetto ed Istruttore, sono dirigenti (“officers”) del Club, solo se previsto dal Regolamento del Club. Sempre se previsto possono fare parte del Consiglio. In tale caso devono essere eletti all’Assemblea Annuale per le elezioni.

5 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club “ efficiente “ Club efficiente Conserva e aumenta l’effetti vo Attua progetti di servizio validi Sostiene la Fondazione Rotary Forma dirigenti in grado di servire a livello di Club e…oltre Lo scopo del Piano Direttivo è il rafforzamento del Club nel quadro e con l’obiettivo di un Club efficiente. Piano Direttivo del Club Comunica il Rotary Comunica il Rotary

6 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club “efficiente” 3 obbiettivi di questa presentazione: Il Piano Direttivo del Club Il Piano Formativo del/nel Club L’ “Attestato Presidenziale”

7 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : il Piano Direttivo del Club Club Leadership Plan The purpose of the Club Leadership Plan is to strengthen the Rotary club by providing the administrative framework of an effective club. Club leaders should implement the Club Leadership Plan in consultation with district leaders as described by the District Leadership Plan. The Club Leadership Plan should be reviewed annually. Il piano direttivo di club è la struttura amministrativa consigliata dal R.I. per i Rotary Club per rafforzarne i caratteri di Club Efficiente e consentire loro di “raggiungere i loro obiettivi nelle diverse Vie d’azione.” Il Piano Direttivo del Club deve essere rivisto ed aggiornato annualmente ( adeguamenti riportati nel Regolamento,se appropriato) per garantirne la coerenza con gli obiettivi e l’identità del Club, col Piano Direttivo Distrettuale, col Piano Strategico del R.I., con l’indirizzo del Presidente Internazionale. Opportuna la collaborazione dell’Assistente del Governatore e del Distretto

8 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il “SERVIZIO” rotariano Le 5 “Vie d’Azione “ ( “Avenues of Service”) 8 “SERVICE ABOVE SELF” L’Azione interna si concentra sull’affiatamento dei soci ed il buonfunzionamento dei club. L’Azione d’interesse pubblico riguarda i progetti e le iniziative intraprese dai Club per migliorare le condizioni di vita nelle loro comunità L’Azione professionale incoraggia i Rotariani a porre le proprie competenze professionali al servizio del prossimo nel più alto rispetto dei principi morali. L’Azione internazionale riguarda le iniziative per promuovere la pace e la comprensione, i progetti umanitari, condotti in tutto il mondo L’azione per la gioventù riguarda ogni aspetto della promozione personale e sociale dei giovani nella società

9 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il PIANO STRATEGICO DEL ROTARY

10 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : il Piano Direttivo del Club ( A ) RCP, Club Leadership Plan. I dirigenti del Club attuali,passati,futuri,in collaborazione, dovrebbero : a) Formulare o Rivedere un piano a lungo termine focalizzato sui caratteri del “Club Efficiente” b) Definire gli obiettivi annuali da inoltrare a Rotary Club Centrale c) Svolgere Assemblee di Club per coinvolgere i Soci nella pianificazione e tenerli aggiornati sulle attività rotariane d) Realizzare una chiara comunicazione tra il Presidente,il Consiglio,le Commissioni, i Soci, nel Club e con il Governatore,l’Assistente del Governatore,le Commissioni Distrettuali,il Rotary International e) Operare per la continuità direttiva, per la pianificazione degli avvicendamenti, per la formazione di nuovi dirigenti f) Aggiornare il Regolamento del Club perché rifletta la struttura delle Commissioni e ruolo e responsabilità di ciascuno dei dirigenti nell’annata g) Prevedere occasioni di affiatamento per incrementare l’amicizia tra i Soci h) Assegnare a ciascun Socio un ruolo attivo in una funzione o in un progetto del Club

11 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : Commissioni (e Sotto-Commissioni )

12 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : le Commissioni (e Sotto-Commissioni) Selezione dei Presidenti di Commissione I presidenti delle commissioni devono essere nominati in base alle loro capacità professionali, ai loro interessi e alle loro doti personali. Poiché le attività delle commissioni possono proseguire per più di un anno, è utile rinominare i membri delle commissioni affinché essi possano rimanere in carica per un periodo di tre anni per assicurare la continuità d’azione (prevedendo nel Piano Direttivo la Rotazione annuale dei membri a Presidenti in modo che il Presidente abbia esperienza della Commissione) Presidenti di Commissione e Consiglio Direttivo I presidenti delle commissioni, nominati dal presidente entrante e non eletti dai soci, non fanno automaticamente parte del consiglio. Qualora un club decida di inserire i presidenti di commissione nel consiglio, deve prima modificare il regolamento.

13 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : le Commissioni (e Sotto-Commissioni) Istruzione dei Presidenti di Commissione Il presidente di club dovrebbe fornire ad ogni presidente di commissione una copia del manuale della commissione corrispondente. I presidenti di commissione sono tenuti a partecipare all’Assemblea distrettuale, per affinare le capacità e le conoscenze necessarie al ruolo.

14 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club Video-presentazioni su YouTube per i dirigenti entranti di Club In questi video vengono fornite risposte a molte domande tipiche, ricevute dai club nel corso degli anni, così come pratiche informazioni per i dirigenti di club. ( Da Home Page Distretto 2072 cliccare su Rotary International poi cliccare su NewsInternational,colonna a Dx) elenco degli argomenti trattati : Video 1 - Panoramica del sito e Registrazione: Panoramica del nuovo sito del Rotary Video 2 - Gestione del club ne “Il mio Rotary”: Strumenti online di grande utilità per dirigenti di club Video 3 - Lo staff del Rotary al Vostro servizio: Supporto fornito dall’Ufficio Rotary Europa/Africa Video 4 - Rotary Club Central: Strumento online del Rotary per la definizione degli obiettivi di club Video 5 - Nuova identità visuale del Rotary: Nuovi loghi e stile visivo Video 6 - Quote semestrali: Pagamento quote di affiliazione e relative novità previste per l’anno Le video-presentazioni, disponibili in varie lingue, possono essere visualizzate su YouTube cliccando sui seguenti link: Video 1: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português Video 2: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português Video 3: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português Video 4: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português Video 5: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português Video 6: Italiano | Français | English | Español | Deutsch | Svenska | Português

15 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club : il Piano Direttivo del Club (B ) i)Adottare un adeguato Piano Formativo di Club che preveda : 1.La partecipazione dei Dirigenti e Soci del Club agli eventi formativi distrettuali appropriati ( ad es.SIPE ed Assemblea per il Presidente Eletto e il Segretario,Assemblea per i presidenti di Commissione, IDIR per i Past Presidenti e Dirigenti,Seminario dei Nuovi soci,Seminario Effettivo e Seminario R.F. per i Presidenti delle rispettive Commissioni… 2. Un programma di formazione dei nuovi Soci continuo e regolare ( oltre che l’assegnazione di un “mentore” ad ogni nuovo Socio per i primi due anni) 3. Occasioni di formazione continua rivolte a tutti i Soci (Ciclo Formativo ) 4. Un programma diretto a tutti i Soci per favorirne la formazione alla leadership ( una o più occasioni in collaborazione col Distretto : Governatore, Assistenti, Commissioni Distrettuali etc.. )

16 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale RCP, Club-Level Training – Formazione ( o istruzione) a livello di Club (Nota : Il Code of Policies è solo in inglese! ) A) Piano Formativo di Club RCP, Club Training Plan The club should have a comprehensive training plan that ensures : 1.Club leaders attend district training meetings as appropriate 2. Orientation is consistent and regularly provided to new members 3. Ongoing educational opportunities are available for current members 4. A leadership skills development program is available for all members.

17 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale RCP, Club-Level Training – Formazione ( o istruzione) a livello di Club (Nota : Il Code of Policies è solo in inglese! ) B) Nomina,Ruolo e Compiti dell’Istruttore(i) di Club Club Trainer The club president-elect may wish to appoint a club trainer(s) to oversee the club training plan during the coming year. The club trainer serves a one year term, with a limit of three consecutive terms. The club trainer should work with the club’s board and committees to ensure all training needs are met and work with the district training committee, the assistant governor assigned to the club, and the district governor for support and ideas.

18 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Formazione ( o “istruzione”) a livello di Club elementi correlati Piano Formativo del Club (Presidente E.e Consiglio) Nomina, Ruolo e Compiti dell’Istruttore di Club ( da includere nel regolamento del Club Nomina, Ruolo e Compiti dell’Istruttore di Club ( da includere nel regolamento del Club CICLO FORMATIVO nel CLUB ( Istruttore e Sotto-Comm. Programmi ) Nomina e ruolo dell’Istruttore del Club *da riportare nel Regolamento ( Presidente E.,Consiglio,Soci)

19 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Riunioni del Club (dallo Statuto Standard del Rotary Club) A)Riunioni ordinarie (“regular meetings”,Art.6 Sez.1) Il Club dovrebbe : 1° dedicare delle riunioni regolari all’esame dell’operatività ed attività dello stesso Club (RCP ) 2° tenere con periodicità riunioni ordinarie e/o Assemblee di Club (almeno 6 nell’annata) per trasmettere a tutti i Soci informazione rotariana,formazione sul Rotary,preparazione alla dirigenza ( ) 3° di queste riunioni 2 sono dedicate alla Rotary Foundation ( una nel mese di Novembre) ( RCP ) B) Riunione Annuale (“Annual Meeting”, Art.6, Sez.2),o Assemblea Annuale (Assemblea dei Soci),per le elezioni dei dirigenti del Club, da tenersi non oltre il 31 Dicembre

20 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Assemblee del Club (RCP,7.050) : sono riunioni di tutti i Soci,inclusi i membri del Consiglio, i dirigenti,i Presidenti di Commissione, per a) esaminare programmi ed attività del Club o b) a scopo di formazione 1° Subito dopo l’Assemblea Distrettuale per discutere i piani sviluppati e suggeriti all’Assemblea Distrettuale e come il Club potrà adeguarli al Tema annuale del Rotary International ed alle indicazioni del Governatore N.B.Questa Assemblea del Club è presieduta dal Presidente Eletto 2° Dopo il 1 Luglio per discutere ed adottare il piano annuale 3° Due settimane prima della Visita Ufficiale del Governatore 4° Durante la Visita del Governatore per discutere lo stato del Club 5° A metà dell’anno rotariano per esaminare i progressi del Club riguardo agli obbiettivi e rivedere i programmi del Club per il resto 6° Dopo il Congresso Distrettuale per discutere idee e suggerimenti

21 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale

22 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale ATTIVITA’ OBBLIGATORIE * Fissare almeno 15 obiettivi su Rotary Club Centrale * Corrispondere tempestivamente a Luglio le quote semestrali dovute al Rotary International

23 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale ANDAMENTO DELL’EFFETTIVO a) Ammissione di Nuovi Soci b) Mantenimento dei Soci esistenti Da realizzare almeno 3 dei seguenti obiettivi: Club fino a 49 Soci :almeno 1 Socio in più :almeno 1 Socio donna in più : almeno 1% in più di Soci rimasti : almeno 1% di Soci “sponsor Club da 50 e oltre :almeno 2 Soci in più : almeno 2 Soci donna in più : almeno 2% in più di Soci rimasti : almeno 2% di Soci “sponsor”

24 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale CONTRIBUZIONE ALLA FONDAZIONE ROTARY da raggiungere almeno 2 dei seguenti obiettivi : 1. Contribuzione minima di 20 $ 2. Contribuzione EREY di 100 $ 3. almeno 1 in più nel Club dei membri PHFSociety * 4. almeno 1 in più di Benefattori della R.F.,di PHF, di membri della Becquest Society *Singoli Soci impegnati a donare $ annuali a :  Fondo annuale – SHARE  Fondo di dotazione – Fondo mondiale  Fondo di dotazione – Centri della pace del Rotary  Fondo PolioPlus  Fondo di dotazione – SHARE  Altro  Sovvenzione approvata dalla Fondazione (n.)

25 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale PROGETTI UMANITARI realizzare almeno 3 dei seguenti : 1.Sponsorizzare almeno 1 Gruppo Rotary di Comunità 2.Avere almeno 1 Socio partecipante ad un Gruppo d’Azione Rotariana (RAG) riconosciuto 3.Avere almeno 1 Socio partecipante al Seminario Gestione Sovvenzioni della RF 4.Sponsorizzare,con la RF,un progetto District o Global Grant 5.Avere il 75% dei Soci partecipe attivo di un progetto 6.Condurre un progetto con una entità pubblica o privata 7.Partecipare ad un progetto con almeno 5 altri Club della Regione

26 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale IMMAGINE PUBBLICA Almeno 1 degli obiettivi seguenti : 1.Adeguare il sito del Club ed i Social media alle Linee Guida dell’immagine del Rotary 2. Adeguare alle stesse Linee Guida tutto il materiale per le comunicazioni del Club

27 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale ADOZIONE DI STRUMENTI ON-LINE da realizzare almeno 2 obiettivi dei seguenti: 1.almeno il 50% dei Soci registrati su MY ROTARY 1.almeno 1 iniziativa del Club“postata”su Rotary Showcase 1.“postare” un progetto da assistere su Rotary Ideas o contribuire ad un progetto su Rotary Ideas 1.almeno 2 Soci che partecipino ad un Gruppo di Discussione su MY ROTARY

28 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Il Rotary Club e l’Attestato Presidenziale Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale NUOVE GENERAZIONI almeno 2 obiettivi dei seguenti : 1.Club sponsor o co-sponsor di un Club Rotaract nella comunità ( community-based) 3. Club sponsor o co-sponsor di un Club Interact 4. Avere almeno 3 Soci ciascuno dei quali “mentore” di un rotaractiano o interactiano

29 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Take home ! Tra gli input operativi da riportare dal SIPE nel Club : 1.Procedere alla revisione del Piano Direttivo del Club 2.Procedere alla definizione del Piano Formativo del Club 3.Programmare il conseguimento dell’Attestato Presidenziale Coinvolgere tutto il Club negli adempimenti per conseguire l’Attestato Presidenziale Partecipare personalmente o inviare ed invitare a partecipare i Soci ed i Dirigenti del Club a tutti gli incontri distrettuali pertinenti,sia a quelli generali che a quelli di formazione, “aperti” a tutti, ad es. Assemblea, Congresso, Forum, o riservati per incarico ad es. SIPE, o Squadra Distrettuale, o,specifici ma non esclusivi, per argomento, ad es. Seminari Rotary Foundation e Gestione Sovvenzioni, Effettivo, Nuovi Soci, Prevedere nella Programmazione delle Riunioni Settimanali la relazione dei Soci partecipanti agli eventi distrettuali Predisporre un Programma di Formazione Continua per tutti i Soci da inserire nella Programmazione delle Riunioni Settimanali del Club Nominare l’Istruttore del Club e segnalarlo all’Istruttore Distrettuale Assegnare un “Mentore” ( Socio esperto) ad ognuno dei Nuovi Soci

30 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Take home ! A) i Club abbiano un Piano di Club per la Formazione con incontri inseriti nella programmazione annuale a costituire il “Ciclo Formativo nel Club” Operativamente a) deliberazione del Consiglio Direttivo di inserire nella Programmazione delle Riunioni Ordinarie del Club le riunioni del Ciclo Formativo,almeno 6 (sei) riunioni ( conviviali o non ) nel corso dell’annata 2 (due) delle quali sulla Rotary Foundation, dedicate alla conoscenza del Rotary,a tipologia scelta dal Club ( relatore interno o esterno,materiale audio-visivo,dibattito aperto, etc.) b) Assegnare alla Sotto-Commissione Programmi la appropriata programmazione delle riunioni del “Ciclo Formativo nel Club”

31 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro 28/03/2015 Piano del Club per la formazione di “dirigenti ” Pietro Pasini, PDG, Istruttore Distrettuale Take home ! B) i Club abbiano un Istruttore (“Club Trainer”), di nomina presidenziale, meglio se eletto a norma di regolamento nel Consiglio Direttivo,che lavori con il Consiglio Direttivo, le Commissioni del Club, l’Assistente del Governatore,e tutte le Commissioni Distrettuali, Formazione compresa Operativamente : Il Presidente nomini l’Istruttore tra i rotariani esperti del Club Il Consiglio Direttivo scelga gli argomenti sentiti i Soci e l’Istruttore la Sotto-Commissione Programmi settimanali,sentito il Consiglio e l’Istruttore,e verificati gli eventi distrettuali, programmi il Calendario e la tipologia della riunione, da tenere con modalità e tempi che favoriscano la massima partecipazione Svolgimento delle sessioni a cura dell’Istruttore del Club con l’aiuto e l’intervento di Soci esperti,delle Commissioni di Club e di Distretto,l’Assistente,i PDG, altri dirigenti distrettuali,etc..

32 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Dall’invito sul WEB a potenziali “rotariani”: “Vieni nel Rotary”, per : …allacciare contatti con leader che si occupano dei problemi presenti nella tua comunità ed in quelle di tutto il mondo. ….occasione di applicare le tue competenze per risolvere le sfide e creare cambiamenti positivi…..opportunità di stabilire una vasta rete di contatti sociali ….sviluppare le tue doti professionali.… metterti alla guida dello sviluppo di progetti,…. organizzare eventi ….diventare un dirigente del tuo club….passare del tempo con amici, ….fare nuove amicizie ogni settimana …coinvolgere la tua famiglia,coniugi o partner, figli e genitori a dare una mano nei progetti umanitari e a partecipare agli eventi del club. “Tutto ha inizio alle riunioni settimanali di Club dove i soci incontrano i loro amici, parlano di ciò che sta succedendo nella loro comunità e organizzano attività di club e progetti umanitari.” parola “chiave” : ASSIDUITA’ ATTIVA

33 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente del Rotary Club : ruolo fondamentale Alcuni tipi (im-possibili) di Presidente : A Sergente di ferro : obbedire e “marciare” ? C B Stratega a tavolino: complessità del Rotary ? C Rettore Magnifico: il Rotary è accademia ? Ricordare :“Keep Rotary Simple“ (G.P.Lang,RIP ) A B C

34 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente del Rotary Club Negli anni ho osservato che i migliori Leaders rotariani sono quelli che hanno le doti ed il temperamento di un buon Direttore d’Orchestra… (RIPP Cliff Dochterman) Per dirigere il Club con successo, un Presidente deve lavorare con una grande varietà di persone, dai Rotariani del proprio Club, al Governatore,agli Assistenti, alle Commissioni ed agli altri dirigenti distrettuali…nonché i dirigenti centrali del Rotary … e tutti, come lui, leaders e volontari

35 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente del Rotary Club Il buon direttore d’orchestra : ( da C.Dochterman,modificato) 1.Si prepara e prepara. Conosce la musica che andrà a dirigere, prova ed impara per dare il meglio ogni giorno. È preparato e prepara i suoi musicisti a dare il meglio di sè. 2. Ascolta. Il “maestro” ascolta continuamente. Ascolta il fluire del suono, rileva i diversi contributi dei musicisti e degli strumenti per ottenerne la migliore combinazione.Sì, e uno che ascolta. 3. Condivide. Il direttore partecipa continuamente all’orchestra la sua esperienza, sensibilità, studio,esercizio e mette nella musica i suoi sentimenti e sensazioni. Deve essere compartecipe della musica che crea. 4. Incoraggia. Il grande direttore incoraggia ogni elemento dell’orchestra e valorizza l’apporto di ciascuna componente musicale.Si inchina a ringraziare per gli applausi ma li indirizza a tutta l’orchestra ed ai solisti, a riconoscimento del ruolo di tutti. 5. Fa progredire. Gli elementi dell’orchestra hanno un posto connesso al grado della loro prestazione : il direttore cerca di fare progredire ciascuno fino ai primi posti. Tutti sanno che il primo violino ha il posto più vicino al direttore. Il maestro stimola continuamente i musicisti di ogni sezione a esprimere il loro talento musicale ed a raggiungere i livelli più alti. 6. Realizza. Il risultato ultimo dell’orchestra è il lavoro per dare gioia agli altri

36 Distretto 2072 Governatore Paolo Pasini Emilia Romagna – Repubblica di San Marino SIPE – SISE Castrocaro, 28/03/2015 Pietro Pasini,PDG, Istruttore Distrettuale Il Presidente ed il Rotary Club la stagione sarà un successo ! APPLAUSI !


Scaricare ppt "SEMINARIO ISTRUZIONE SQUADRA DISTRETTUALE Repubblica di San Marino, 22 Febbraio 2014 SEMINARIO d’ ISTRUZIONE dei PRESIDENTI ELETTI S.I.P.E. SEMINARIO d’ISTRUZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google