La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università di Torino Revisioni sistematiche Torino, 12 dicembre 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università di Torino Revisioni sistematiche Torino, 12 dicembre 2003."— Transcript della presentazione:

1 Università di Torino Revisioni sistematiche Torino, 12 dicembre 2003

2 Come accedere ai risultati della ricerca scientifica? Risposta semplicistica: banche dati informatiche (Medline, Embase) articoli originali su riviste scientifiche convegni, corsi di aggiornamento libri di testo, libri specialistici …..

3 BANCHE DATI INFORMATICHE BANCHE DATI INFORMATICHE MEDLINE copre solo 1/6 delle riviste mediche una ricerca effettuata da un esperto permette mediamente di: –recuperare poco più del 50% degli articoli su un argomento specifico, –con una specificità massima del 50% (Haynes, 1990)

4 ARTICOLI ORIGINALI ARTICOLI ORIGINALI Rappresentano i documenti primari della letteratura scientifica. Ma... Le riviste biomediche sono circa (Ziman 1980) e raddoppiano ogni 19 anni Ogni anni Medline aggiunge referenze ogni anno vengono pubblicati circa 100 RCT sul trattamento dell’IMA (Antman et al 1992) Una ricerca Medline: Nel 1999: Diabete 46 IMA 100 Stroke 25 Leucemie 18 Smoking cessation 17

5 CONVEGNI Fra i più importanti fattori favorenti l’attenzione nei congressi: 1) sesso e gradevolezza dello speaker 2) abilità dello speaker < 5° percentile 3) la sequenza di parole “in conclusione” … 9) interesse scientifico per relazione (Harvey et al Dreaming during scientific papers. BMJ 1984)

6 CORSI Il loro obiettivo è modificare –Conoscenze –Comportamento –Salute dei pazienti Generalmente gli RCT sulla prevenzione hanno evidenziato cambiamenti sulle conoscenze, ma pochi sui comportamenti e nessuno sulla salute Solo i corsi student-based hanno dimostrato di essere in grado di cambiare i comportamenti

7 Accedere ai risultati della ricerca scientifica può essere: Complesso Pletorico (per il numero di studi pubblicati) Confusivo per l’eterogeneità dei risultati –Vd oltre Metodologicamente difficile

8 Three solutions Clinical performance can keep up to date: 1by learning how to practice evidence-based medicine ourselves. 2by seeking and applying evidence-based medical summaries generated by others. 3by accepting evidence-based practice protocols developed by our colleagues. (EBM center - Oxford, 1998)

9 Come sintetizzare i risultati di più studi? Rassegna ‘classica’ –assenza regole esplicite e condivise –assenza regole esplicite e condivise di: strategia di ricerca degli studi criteri di selezione degli studi sulla base della qualità estrazione dei dati sintesi dei dati (di solito qualitativa)

10 Publication bias (I) differential probability of publication of positive (expected)Def: differential probability of publication of positive (expected) results compared to negative ones It causes a bias (usually an increase in RR) in the estimated means of the results –funnel-plot can identify it –systematic reviews –systematic reviews are able to manage it

11 Publication bias (II) RR Nb of subjects True RR

12 Funnel-plot for detection of publication bias

13

14

15

16 Come sintetizzare i risultati di più studi? Rassegna ‘classica’ –assenza regole esplicite e condivise –assenza regole esplicite e condivise di: strategia di ricerca degli studi criteri di selezione degli studi sulla base della qualità estrazione dei dati sintesi dei dati (di solito qualitativa) influenza dell’autore –rischio di influenza dell’autore nella: selezione degli studi valutazione critica sintesi dei risultati interpretazione della sintesi

17 Rassegna di 106 rassegne sui rischi del fumo passivo (Barnes, 1998) Qualità delle rassegne di letteratura

18 Qualità delle rassegne di letteratura (II)

19 Fumo passivo… continua Enstrom BMJ 17 May 2003

20

21

22 Commento # 1 Le rassegne classiche non permettono di evitare: –il bias dovuto agli autori –il publication bias

23 Come sintetizzare i risultati di più studi? Rassegna sistematica publication bias eterogeneità –presenta regole esplicite per evitare il publication bias e ridurre l’eterogeneità : esaustività della ricerca di studiesaustività della ricerca di studi sia temporale, che ricerca studi non pubblicati critical appraisalvalutazione e scelta degli studi (critical appraisal) estrazione dei dati metanalisisintesi quantitativa (metanalisi) peer reviewing Collaborazione Cochrane –la Collaborazione Cochrane come modello internazionale

24 Quali disegni di studio? Cochrane Collaboration Studi Randomizzati e ControllatiRCTLa Cochrane Collaboration raccomanda la limitazione delle rassegne sistematiche ali Studi Randomizzati e Controllati (RCT), ma: –sempre più sovente si applica questa metodologia agli studi sui fattori di rischio (osservazionali) –anche le rassegne di efficacia di interventi cominciano a sentire la necessità di includere studi osservazionali

25 Systematic review: Preventing the uptake of smoking in young people Effective Health Care edizione italiana 2000, vol 4 English ed. available on:

26 Community programmes versus no intervention

27

28

29 Eterogeneità stessa relazione di occorrenza Def: differenze nelle stime degli effetti di studi che mirano a misurare la stessa relazione di occorrenza e che possono essere controllate da rassegne sistematiche accurate D eterminant E vent

30 Fonti di eterogeneità (I) 1. Errore casuale 2. Errori sistematici confondimento (cause alternative dell’evento in studio statisticamente associate al determinante in studio)

31 The case of the ß-carotene Egger M et al. BMJ 1998 ß-carotene intake shows considerable benefit in the prevention of cardiovascular mortality, in cohort studies … but not in RCTs, showing an increase risk of death

32 Fonti di eterogeneità (II) 1. Errore casuale 2. Errori sistematici confondimento (cause alternative dell’evento in studio statisticamente associate al determinante in studio) Detection bias (misclassificazione del determinante o dell’evento in studio)

33 Accuratezza? Cappuccio FP et al. Am J Epid 1995

34 Interview bias? Nelemans PJ et al. J Clin Epid 1995

35 Fonti di eterogeneità (III) 1. Errore casuale 2. Errori sistematici confondimento (cause alternative dell’evento in studio statisticamente associate al determinante in studio) Detection bias (miscalssificazione del determinante o dell’evento in studio) disegno dello studio (caso-control vs coorte)

36 Study design (II)

37 Boyd NF et al. B J Cancer 1993

38 Misure epidemiologiche Bobbio, Lancet, 1994

39 Metanalisi: definizione procedura statistica E’ una procedura statistica che mira a : –effettuare sintesi di studi epidemiologici indipendenti –producento stime di effetto più precise (restringendo gli intervalli di confidenza)

40 Metanalysis on: Individual behavioural counselling for smoking cessation favours controls favours treatment

41 Metanalisi prognosi IMA IMA

42 Commento # 2 Se non vengono considerate le fonti di bias degli studi originale... tight confidence intervals around spurious resultsLe rassegne sistematiche possono solo produrre tight confidence intervals around spurious results. Egger M et al. BMJ 1998


Scaricare ppt "Università di Torino Revisioni sistematiche Torino, 12 dicembre 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google