La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5. PARLAMENTO. I - FONTI DEL DIRITTO PARLAMENTARE COSTITUZIONE REGOLAMENTI DI CIASCUNA CAMERA LEGGI ORDINARIE CONSUETUDINI E PRASSI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5. PARLAMENTO. I - FONTI DEL DIRITTO PARLAMENTARE COSTITUZIONE REGOLAMENTI DI CIASCUNA CAMERA LEGGI ORDINARIE CONSUETUDINI E PRASSI."— Transcript della presentazione:

1 5. PARLAMENTO

2 I - FONTI DEL DIRITTO PARLAMENTARE COSTITUZIONE REGOLAMENTI DI CIASCUNA CAMERA LEGGI ORDINARIE CONSUETUDINI E PRASSI

3 II - STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE BICAMERALISMO:PARITARIO E INDIFFERENZIATO CAMERA DEI DEPUTATI COMPONENTI 630 MEMBRI ELETTORATO ATTIVO 18 ANNI ELETTORATO PASSIVO 25 SENATO DELLA REPUBBLICA COMPONENTI 315+SENATORI A VITA ELETTORATO ATTIVO 25 ANNI ELETTORATO PASSIVO 40 ANNI DURATA IN CARICA 5 ANNI “LA DURATA NON PUÒ ESSERE PROROGATA SE NON PER LEGGE E SOLTANTO NEI CASI DI GUERRA”

4 INFLUENZA DEL SISTEMA ELETTORALE SULLA RAPPRESENTATIVITA’ DEL PARLAMENTO La Costituzione non prevede uno specifico sistema elettorale, ma fa riferimento ad una rappresentanza plurale Dal sistema proporzionale al sistema maggioritario L. n. 270/2005: sistema proporzionale con liste bloccate, premio di maggioranza e soglie di sbarramento Compressione della garanzia di indipendenza di cui all’art. 67 Cost., che esclude il vincolo di mandato

5 III - LO STATUS DI PARLAMENTARE INDIPENDENZA E RAPPRESENTANZA DELL’INTERA NAZIONE (ART. 67 COST) INDENNITÀ STABILITA PER LEGGE (ART. 69 COST.) INSINDACABILITÀ PER LE OPINIONI ESPRESSE E I VOTI DATI NELL’ESERCIZIO DELLE FUNZIONI (ART COST. – v. problema interpretativo su “esercizio delle funzioni”) IMMUNITÀ DA OGNI FORMA DI LIMITAZIONE DELLA LIBERTÀ PERSONALE (ARTT E 3 COST.)

6 segue AUTORIZZAZIONE PER INTERCETTAZIONI TELEFONICHE (ART. 68, c. 3, COST.) problema delle intercettazioni > intercettazioni illegaliintercettazioni legali utilizzabilità a fini processuali utilizzabilità a fini di cronaca

7 INTERCETTAZIONI ILLEGALI Art. 240 c.p.modif. con Legge n. 281/2006 Obbligo per il P.M. di disporne la secretazione e la custodia in luogo protetto Divieto di effettuarne copia Entro 48 ore richiesta al giudice di disporne la distruzione Entro 48 ore successive fissazione di udienza in camera di consiglio (da tenersi entro 10 gg.), con avviso alle parti interessate Se ordine di distruzione: verbale delle operazioni, senza riferimento al contenuto dei documenti Pena della reclusione per la mera detenzione

8 segue -- carattere precoce della distruzione -- presenza solo eventuale delle parti interessate -- redazione di verbale cui è precluso ogni riferimento al contenuto dei documenti Perdita di prove essenziali per il giudizio di merito Rischio di compromissione di altri valori cost., come il diritto di difesa e il diritto al risarcimento della persona offesa

9 sentenza Corte cost. n. 173/2009 Illegittimità dell’art. 240 c.p.: Nella parte in cui prevede il rito camerale anziché l’udienza preliminare Nella parte in cui prevede che il verbale sostitutivo non faccia riferimento ai contenuti dei documenti di cui è ordinata la distruzione

10 Intercettazioni legali: utilizzabilità a fini processuali nel caso di intercettazioni > di parlamentari Legge n. 140/2003 Distruzione richiesta autorizz. parl. se giudicate irrilevantise giudicate rilevanti distrutte se aut. negata utilizzabili se aut. concessa

11 AUTOMATICITA’ DELLA SOLUZIONE Il diniego dell’autorizzazione da parte della camera comporta l’inutilizzabilità delle registrazioni anche a carico di terzi Indebita estensione della prerogativa anche a vantaggio di indagati non parlamentari

12 Sentenza Corte cost. n. 390/2007 Illegittimità art. 6 della legge n. 140/2003 per disparità di trattamento

13 IV - GLI ORGANI DELLE CAMERE SEDUTA N. 1: ELEZIONE DEL PRESIDENTE DI ASSEMBLEA > COSTITUZIONE DEI GRUPPI PARLAMENTARI SEDUTA N.2: ELEZIONE DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA (VICEPRESIDENTI,QUESTORI, SEGRETARI) NOMINA DEI COMPONENTI DELLE GIUNTE COSTITUZIONE DELLE COMMISSIONI PERMANENTI, ELEZIONE DEI PRESIDENTI E DEGLI UFFICI DI PRESIDENZA

14 I GRUPPI PARLAMENTARI CAMERA : 20 DEPUTATI SENATO : 10 SENATORI  GRUPPI AUTORIZZATI  GRUPPO MISTO  COMPONENTI POLITICHE DEL GRUPPO MISTO

15 LE GIUNTE PARLAMENTARI CAMERA :  GIUNTA PER IL REGOLAMENTO  GIUNTA DELLE ELEZIONI  GIUNTA PER LE AUTORIZZAZIONI  COMITATO PER LA LEGISLAZIONE

16 LE GIUNTE PARLAMENTARI SENATO :  GIUNTA PER IL REGOLAMENTO  GIUNTA DELLE ELEZIONI E DELLE IMMUNITÀ PARLAMENTARI  GIUNTA PER GLI AFFARI DELLE COMUNITÀ EUROPEE

17 LE DELIBERAZIONI DEL PARLAMENTO - DELIBERAZIONI ADOTTATE A MAGGIORANZA DEI PRESENTI (quorum funzionale) - DELIBERAZIONI VALIDE SE È PRESENTE LA MAGGIORANZA DEI COMPONENTI (quorum strutturale) LE MODALITÀ DI VOTAZIONE  SCRUTINIO PALESE - VOTAZIONE ELETTRONICA - ALZATA DI MANO - APPELLO NOMINALE  SCRUTINIO SEGRETO

18 I L PARLAMENTO IN SEDUTA COMUNE FUNZIONIMAGGIORANZE ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DUE TERZI DEI COMPONENTI, METÀ PIÙ UNO DOPO LA TERZA VOTAZIONE GIURAMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA - MESSA IN STATO D ’ ACCUSA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA METÀ PIÙ UNO DEI COMPONENTI

19 FUNZIONIMAGGIORANZE ELEZIONI DI 10 COMPONENTI DEL CSM TRE QUINTI DEI COMPONENTI, TRE QUINTI DEI VOTANTI DOPO LA SECONDA VOTAZIONE ELEZIONE DI 5 GIUDICI DELLA CORTE COSTITUZIONALE DUE TERZI DEI COMPONENTI, TRE QUINTI DOPO LA TERZA VOTAZIONE ELEZIONE DELLA LISTA DEI GIUDICI AGGREGATI ALLA CORTE COSTITUZIONALE DUE TERZI DEI COMPONENTI, TRE QUINTI DOPO LA TERZA VOTAZIONE

20 V – LE FUNZIONI FUNZIONE LEGISLATIVA FUNZIONE DI INDIRIZZO FUNZIONE DI CONTROLLO E INFORMAZIONE ALTRE FUNZIONI ( GIURISDIZIONALI E AMMINISTRATIVE )

21 IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLA LEGGE : 1. L ’ INIZIATIVA Governo ciascun parlamentare Consigli regionali Cnel 50 mila elettori disegno o progetto di legge camera o senato

22 IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLA LEGGE : 1.L’INIZIATIVA PRESIDENTE Camera/Senato assegnazione in commissione sede referente sede redigente sede legislativa Assemblea Commissione Commissione (discussione generale, (discussione generale, (discussione, esame esame art. per art. e esame art. per art.) e votazione finale) votazione degli emend. Assemblea dichiarazioni di voto, (dichiarazioni di voto, votazione finale)

23 IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLA LEGGE ES. dalla Camera al Senato Presidente Camera messaggio al Presidente Senato 1°a) se il Senato approva nello stesso testo messaggio al Presidente della Repubblica promulgazione (salvo rinvio) e pubblicazione 1°b) se il Senato apporta modifiche si ritorna alla Camera (ma la discussione è limitata alle parti modificate) 2°a) se la Camera approva nello stesso testo messaggio al Presidente della Repubblica promulgazione (salvo rinvio) e pubblicazione 2°b) se la Camera apporta modifiche si ritorna alla Camera (ma la discussione è limitata alle parti modificate) ……fino a quando il testo approvato dall’ultima camera sia già stato votato nello stesso testo dall’altra Camera

24 LE PROCEDURE DI INDIRIZZO, CONTROLLO, INFORMAZIONE mozioni risoluzioni ordini del giorno di istruzione al governo interrogazioni interrogazioni a risposta immediata interpellanze audizioni indagini conoscitive inchieste


Scaricare ppt "5. PARLAMENTO. I - FONTI DEL DIRITTO PARLAMENTARE COSTITUZIONE REGOLAMENTI DI CIASCUNA CAMERA LEGGI ORDINARIE CONSUETUDINI E PRASSI."

Presentazioni simili


Annunci Google