La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sangue ed Ematopoiesi Le Cellule del Sangue e la loro Origine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sangue ed Ematopoiesi Le Cellule del Sangue e la loro Origine."— Transcript della presentazione:

1 Sangue ed Ematopoiesi Le Cellule del Sangue e la loro Origine

2 Altri fluidi e tessuti 92%Sangue8% % in Volume (5 litri) Plasma55% Elementi Figurati 45% Plasma (% in peso) Albumine 58% Globuline 38% Fibrinogeno 4% % in Peso Ioni Nutrienti Prodotti di Rifiuto Gas Sostanze regolatrici (ormoni) Neutrofili 60-70% Linfociti 20-25% Monociti 3-8% Eosinofili 2-4% Basofili 0.5-1% Composizione del sangue Proteine 7% Acqua91% Altri soluti 2% Elementi Figurati (x mm 3 ) Piastrine Globuli Bianchi Globuli Rossi 4,2-6,2 milioni

3 Sangue Connettivo specializzato.Connettivo specializzato. Fluido viscoso, leggermente alcalino, pH 7,4.Fluido viscoso, leggermente alcalino, pH 7,4. Colore rosso.Colore rosso. Circola all’interno del distretto vascolare.Circola all’interno del distretto vascolare. Una porzione liquida, Plasma,(costituisce la sostanza fondamentale) ed una corpuscolata o figurata rappresentata dalle cellule: Globuli Rossi, Globuli Bianchi e Piastrine.Una porzione liquida, Plasma,(costituisce la sostanza fondamentale) ed una corpuscolata o figurata rappresentata dalle cellule: Globuli Rossi, Globuli Bianchi e Piastrine.

4 Sangue PlasmaPlasma –55% del volume –Acqua –Elettroliti –Proteine plasmatiche AlbuminaAlbumina GlobulineGlobuline FibrinogenoFibrinogeno –Sostanze trasportate dal sangue NutrientiNutrienti Prodotti di rifiutoProdotti di rifiuto Gas della respirazioneGas della respirazione OrmoniOrmoni

5 Proteine del Plasma Albumina, prodotta dal Fegato, GlobulineAlbumina, prodotta dal Fegato, Globuline –  e , prodotte dal Fegato, trasporto ioni metallici, proteine che legano lipidi e vitamine liposolubili. – , prodotte da plasmacellule, anticorpi della difesa immunitaria. Proteine della coagulazione, protrombina e fibrinogeno, prodotte dal Fegato.Proteine della coagulazione, protrombina e fibrinogeno, prodotte dal Fegato. Proteine del complemento, C1-C9, prodotte dal Fegato, difesa microorganismi e risposta infiammatoria.Proteine del complemento, C1-C9, prodotte dal Fegato, difesa microorganismi e risposta infiammatoria. Lipoproteine plasmaticheLipoproteine plasmatiche –colesterolo dal fegato alle cellule.

6 Elementi Figurati Eritrociti (Globuli Rossi)Eritrociti (Globuli Rossi) 99% delle cellule99% delle cellule Trasportano Ossigeno.Trasportano Ossigeno. Leucociti (Globuli Bianchi)Leucociti (Globuli Bianchi) –Proteggono dalle infezioni e insorgenza tumori. –Granulari PolimorfonucleatiPolimorfonucleati Neutrofili, basofili, eosinofiliNeutrofili, basofili, eosinofili –Agranulari Linfociti e MonocitiLinfociti e Monociti PiastrinePiastrine –Frammenti cellulari, coagulazione.

7 Cellule e piastrine presenti nel sangue Striscio di sangue circolante visto al m. ottico

8 Eritrociti (Globuli Rossi) 4-5 x 10 6 /mm x 10 6 /mm 3. Nei mammiferi, non- nucleati, nucleo perso durante il differenziamento.Nei mammiferi, non- nucleati, nucleo perso durante il differenziamento. Forma di disco biconcavo.Forma di disco biconcavo. Dimensioni circa 8x2 micron.Dimensioni circa 8x2 micron. Contengono:Contengono: –Emoglobina. –ATP, lipidi, anidrasi carbonica. Trasporto ossigeno dai polmoni ai tessuti ed anidride carbonica dai tessuti ai polmoni.Trasporto ossigeno dai polmoni ai tessuti ed anidride carbonica dai tessuti ai polmoni.

9 Eritrociti

10 Eritrociti Emoglobina –Grossa proteina tetramerica, composta da 4 catene legate covalentemente ad un gruppo Eme. –Trasportatore dei gas respiratori: Ossiemoglobina, legata all’ossigeno;Ossiemoglobina, legata all’ossigeno; Carbaminoemoglobina, legata alla CO 2 ;Carbaminoemoglobina, legata alla CO 2 ; Trasporta anche ossido nitrico (NO).Trasporta anche ossido nitrico (NO). 4 tipi di globine,  :4 tipi di globine,  : –Feto: HbF,     ; –Adulto: HbA 1,     96% del totale;HbA 1,     96% del totale; HbA 2,    , 2% del totale;HbA 2,    , 2% del totale; HbF, restante 2%.HbF, restante 2%.

11 Eritrociti Membrana cellulare Molto flessibile, resistente alle forze tangenziali.Molto flessibile, resistente alle forze tangenziali. Proteine 50% (prevalentemente integrali) :Proteine 50% (prevalentemente integrali) : Lipidi 40%.Lipidi 40%. Carboidrati 10%, superficie extracellulare, antigenici (A e B), determinano gruppo sanguigno. Rh (macacus rhesus) complesso gruppo di antigeni (C, D, E) 85% Rh +.Carboidrati 10%, superficie extracellulare, antigenici (A e B), determinano gruppo sanguigno. Rh (macacus rhesus) complesso gruppo di antigeni (C, D, E) 85% Rh +.

12 Rimozione degli Eritrociti Vita media = 120 giorni.Vita media = 120 giorni. Eritrociti invecchiati eliminati nella Milza o fegato.Eritrociti invecchiati eliminati nella Milza o fegato.

13 Leucociti Sono le cellule bianche del sangue.Sono le cellule bianche del sangue /mm /mm 3. Non svolgono funzioni nel circolo, ma lo usano per spostarsi. A destinazione escono attraverso endotelio dei vasi e vanno nel connettivo dove funzionano.Non svolgono funzioni nel circolo, ma lo usano per spostarsi. A destinazione escono attraverso endotelio dei vasi e vanno nel connettivo dove funzionano. Forma tonda nei vasi, mentre varie forme nel connettivo.Forma tonda nei vasi, mentre varie forme nel connettivo. Funzione di difesa dell’organismo da sostanze estranee (microorganismi), rimozione cellule morte e residui cellulari.Funzione di difesa dell’organismo da sostanze estranee (microorganismi), rimozione cellule morte e residui cellulari.

14 Leucociti Si possono classificare in:Si possono classificare in: –Granulociti, granuli specifici nel citoplasma. Neutrofili, piccole cellule fagocitiche;Neutrofili, piccole cellule fagocitiche; Basofili, rilascio istamina, aumento della risposta infiammatoria;Basofili, rilascio istamina, aumento della risposta infiammatoria; Eosinofili, diminuzione della risposta infiammatoria.Eosinofili, diminuzione della risposta infiammatoria. –Agranulociti o agranulari, non presentano granuli citoplasmatici. Linfociti, immunità;Linfociti, immunità; Monociti, divengono Macrofagi.Monociti, divengono Macrofagi.

15 Neutrofili Sono i leucociti più comuni, 60-70%.Sono i leucociti più comuni, 60-70%. Sono fagociti, distruggono i batteri che invadono il connettivo.Sono fagociti, distruggono i batteri che invadono il connettivo. Aspetto:Aspetto: –Nucleo Multilobato, leucociti polimorfonucleati, 3- 5 lobi connessi da sottili tratti di cromatina, aumentano con l’età. Cromosoma X inattivo, cromatina condensata a forma di “bacchetta di tamburo” (drumstick) o corpo di Barr.Cromosoma X inattivo, cromatina condensata a forma di “bacchetta di tamburo” (drumstick) o corpo di Barr. –Diametro 9-12 µm. –Granuli citoplasmatici.

16 Drumstick o Corpo di Barr NucleiCentrioloGranuli

17 Neutrofili Granulazione:Granulazione: –Piccoli granuli specifici, 0.1 µm Ø. –Grossi granuli azzurrofili, 0.5 µm Ø. LisosomiLisosomi

18 Neutrofili Funzione.Funzione. –Cellule molto mobili, primi ad arrivare sul luogo di un infezione. –Rispondono a fattori chemiotattici. Rilasciati da tessuti danneggiati.Rilasciati da tessuti danneggiati.

19 Eosinofili 2-4% di tutti i globuli bianchi.2-4% di tutti i globuli bianchi. Aspetto:Aspetto: –Forma tonda nel circolo, µm Ø. Variabile nel connettivo. –Nucleo bilobato a forma di occhiale. Granulazione:Granulazione: –Granuli specifici, 1-1.5x1 µm, "rosso-arancio”. –Granuli azzurrofili, aspecifici, lisosomi.

20 Eosinofili Funzione:Funzione: –Cellule fagocitiche con affinità per i parassiti e contribuiscono ad eliminare i complessi antigene-anticorpo.

21 Basofili –Sono i leucociti meno comuni, meno dell 1% di tutti i globuli bianchi. Aspetto:Aspetto: –8-10 µm di Ø. –Nucleo ad S, spesso mascherato dalla presenza di numerosi granuli citoplasmatici. Granulazione:Granulazione: –Granuli specifici, blu scuro. Si dispongono alla periferia del citoplasma dando origine al “perimetro rugoso”. Eparina,istamina, perossidasi, fattore chemiotattico eosinofilo e neutrofilo. –Granuli azzurrofili, aspecifici, lisosomi.

22 ISTAMINA E EPARINA (CONTENUTE ANCHE DAI MASTOCITI) ISTAMINA fa dilatare i vasi sanguigni EPARINA rende incoagulabile il sangue ES:In seguito ad un’infezione batterica si scatena un meccanismo di difesa che si chiama INFIAMMAZIONE la dilatazione dei vasi (piu’ sangue non coagulato)permettono piu’ velocemente alle cellule di aggredire i batteri. Tutto il processo si chiama appunto Infiammazione Dal latino: rubol,calor,dolor,tumor

23 Basofili Funzione:Funzione: –Reazioni di ipersensitività immediata (allergie), iniziatori della risposta infiammatoria.

24 Monociti –Sono le cellule più grandi del sangue. 3-8% di tutti i globuli bianchi. Rimangono in circolo solo pochi giorni, poi migrano nel connettivo dove differenziano in Macrofagi. Aspetto:Aspetto: –10-20 µm di Ø. –Nucleo grande, eccentrico, forma a ferro di cavallo o fagiolo. Occupa circa 50% della cellula. –Citoplasma grigio-azzurro con granuli azzurrofili e piccoli vacuoli.

25

26 Monociti Funzione:Funzione: –Dopo aver lasciato il circolo si trasformano in Macrofagi. –Sono fagociti molto efficienti, eliminano cellule morte o danneggiate (eritrociti), antigeni e batteri. –Secernono citochine che attivano risposta infiammatoria, la proliferazione e la maturazione di altre cellule.

27 Monociti Dove funziona il sistema Monociti- Macrofagi:Dove funziona il sistema Monociti- Macrofagi: –Pelle -> Cellule di Langerhans –Osso -> Osteoclasti –Fegato -> Cellule di Kuppfer –Cervello -> Microglia

28 Linfociti –20-25% di tutti i globuli bianchi. Aspetto:Aspetto: –Nucleo eccentrico, denso e che occupa circa il 90% della cellula. –Citoplasma scarso, color blu tenue con pochi granuli azzurrofili. –8-10 µm di Ø. –Visivamente non si distinguono i Linfociti B (15%) dai Linfociti T (80%) e dai Natural Killer (NK, 5%).

29 Funzione dei Linfociti –Non svolgono attività in circolo, ma nel connettivo. Acquisita la competenza migrano nei linfonodi e nella milza, dove formano cloni di cellule identiche. –Dopo stimolazione mediante antigene proliferano e differenziano in due popolazioni: Cellule con memoria, non partecipano alla risposta immunitaria, ma rimangono nel clone e sono pronte a rispondere a quell’antigene.Cellule con memoria, non partecipano alla risposta immunitaria, ma rimangono nel clone e sono pronte a rispondere a quell’antigene. Cellule effettrici, linfociti immunocompetenti che possono essere classificate come Linfociti B e T.Cellule effettrici, linfociti immunocompetenti che possono essere classificate come Linfociti B e T.

30 Linfociti B:Linfociti B: –si formano e divengono immunocompetenti nel midollo osseo. Responsabili della risposta immunitaria umorale. –Possono differenziare in Plasmacellule e produrre anticorpi. Linfociti T:Linfociti T: –migrano dal midollo osseo al Timo dove maturano. –Costituiscono il sistema immunitario, risposta cellulo-mediata. T Citotossici: contatto diretto ed uccisione cellule estranee o infette;T Citotossici: contatto diretto ed uccisione cellule estranee o infette; T Helper: inizio e sviluppo della risposta immunitaria;T Helper: inizio e sviluppo della risposta immunitaria; T Suppressor: soppressione della risposta immunitaria.T Suppressor: soppressione della risposta immunitaria.

31 Null cells:Null cells: –Cellule Staminali, circolanti ed in grado di differenziare in tutti gli elementi figurati del sangue; –Natural Killer, sono in grado di uccidere le cellule estranee o trasformate senza l’intervento dei Linfociti T.

32 Piastrine Residui cellulari derivanti dalla rottura dei megacariociti nel midollo.Residui cellulari derivanti dalla rottura dei megacariociti nel midollo. 2-4 µm di Ø, forma discoidale,.2-4 µm di Ø, forma discoidale,. Fondamentali per la coagulazione.Fondamentali per la coagulazione.

33

34 Coagulazione Processo che impedisce l’emorragia in caso dei rottura dei vasi.Processo che impedisce l’emorragia in caso dei rottura dei vasi. Attivazione delle piastrine e dei fattori di coagulazione

35

36 CellulaStaminale Proeritroblasto Mieloblasto Linfoblasto Monoblasto Megacarioblasto Promielocita MegacariocitaRotturaPiastrine Eritroblastobasofilo Eritroblastopolicromatofilo Eritrocita Cellule Rosse del sangue Reticolocita Espulsione del nucleo Basofilo Eosinofilo Neutrofilo Linfocita Basofilo Eosinofilo Neutrofilo Linfocita Monocita Basofilo Eosinofilo Neutrofilo Eritroblastoortocromatico Mielocita Granulociti Agranulociti Cellule Bianche del sangue Ematopoiesi Meta- mielocita

37 Tessuti Ematopoietici Mieloidi Midollo osseo:Midollo osseo: –Cavità midollare ossa lunghe e tra le trabecole delle spugnose. –Consistenza gelatinosa, altamente vascolarizzato, separato dal tessuto osseo dall’endostio. –5% del peso corporeo. –è responsabile della produzione di tutte le cellule del sangue (ematopoiesi). –Maturazione dei linfociti B e formazione dei linfociti immaturi T. –Pluripotente cellule staminali ematopoietiche Possono differenziare in tutti i tipi cellulari del sangue in seguito a stimolo appropriato.Possono differenziare in tutti i tipi cellulari del sangue in seguito a stimolo appropriato.

38 Ematopoiesi

39 Midollo Osseo Fonte di tutte le componenti cellulari del sistema immunitarioFonte di tutte le componenti cellulari del sistema immunitario

40 Sinusoidi:Sinusoidi: –Tapezzati da endoteliali –Circondati da sottili fibre reticolarisottili fibre reticolari Isole ematopoietiche:Isole ematopoietiche: –Cellule ematiche a diversi stadi di maturazione, –Macrofagi, distruggono nuclei eritrociti e cellule alterate.

41 Midollo Rosso Codoni ematopoietici o Isole ematopoietiche Sinusoidi Endoteliali Adipociti

42 Midollo Rosso:Midollo Rosso: –Nel neonato, molti eritrociti. Midollo Giallo:Midollo Giallo: –Nelle diafisi delle ossa lunghe dopo i 20 anni. Accumulo di grasso che sostituisce i tessuti ematopoietici. Vascolarizzazione:Vascolarizzazione: –Arterie sfioccano in piccoli vasi che formano ampia rete di sinusoidi, confluiscono in vena longitudinale centrale e poi vasi in uscita. –Tra le maglie di questo comparto vascolare si trovano isole di cellule emopoietiche, collegate tra loro a formare il comparto ematopoietico.

43 Linfociti B:Linfociti B: –si formano e divengono immunocompetenti nel midollo osseo. Responsabili della risposta immunitaria umorale. –Possono differenziare in Plasmacellule e produrre anticorpi. Linfociti T:Linfociti T: –migrano dal midollo osseo al Timo dove maturano. –Costituiscono il sistema immunitario, risposta cellulo-mediata. T Citotossici: contatto diretto ed uccisione cellule estranee o infette;T Citotossici: contatto diretto ed uccisione cellule estranee o infette; T Helper: inizio e sviluppo della risposta immunitaria;T Helper: inizio e sviluppo della risposta immunitaria; T Suppressor: soppressione della risposta immunitaria.T Suppressor: soppressione della risposta immunitaria.

44 Prodotti dalle plasmacellulle Possono essere tagliati in 2 frammenti –F ab contiene la regione ipervariabile. –F c interagisce con i recetttori espressi dalle cellule fagocitiche. Anticorpi (Immunoglobuline)

45 Originano da differenze nella Regione Costante –IgE –IgE risposta allergica. –IgA –IgA secreti dai tessuti linfoidi della mucosa. –IgD –IgD espressi da linfociti B maturi, naïve. –IgG –IgG sono i più abbondanti, maggior affinità. –IgM –IgM prima classe che appare nei linfociti B. Classi di Anticorpi

46 Immunologia Comparativa

47 Organi del Sistema Immunitario Tonsille ed Adenoidi Linfonodi Timo Milza Placche del Peyer LinfonodiLinfatico Appendice Midollo

48 Mastociti Funzione:Funzione: –Intervengono nelle reazioni allergiche Contengono: istamina (vasodilatatore),ed eparina (anticoagulante).Contengono: istamina (vasodilatatore),ed eparina (anticoagulante). Distribuzione:Distribuzione: –Derma, Rivestimento gastro-intestinale, Perivascolare, Rivestimento vie respiratorie (non stanno nel sangue ma nel connettivo!!

49 Aspetto:Aspetto: –Cellule larghe, rotondeggianti od ovoidali, –Granuli secretori sferici addossati alla membrana. –Numerosi mitocondri –Poco rER e Golgi abbondante Mastociti

50 Macrofagi Sia fissi che mobili.Sia fissi che mobili. Funzione:Funzione: –Fagocitano residui e li degradano attraverso i lisosomi –Fonte delle proteine del complemento e dei regolatori della crescita –Aiutano la risposta immunitaria Origine:Origine: –Derivano dai moniciti del sangue –Possono avere nomi caratteristici: istiociti

51 Aspetto: cellule con forma da rotondeggiante ad ovoidale, nucleo scuro e periferico, a volte si possono vedere i materiali fagocitati.Aspetto: cellule con forma da rotondeggiante ad ovoidale, nucleo scuro e periferico, a volte si possono vedere i materiali fagocitati.

52 Cellule del Plasma Cellule migranti.Cellule migranti. Origine:Origine: –Discendenti dei linfociti B (globuli bianchi) Funzione:Funzione: –Acquisizione della risposta immunitaria –Fonte degli anticorpi circolanti –Produzione e rilascio delle IgG Distribuzione:Distribuzione: –Connettivo lasso, –Tessuti linfoidi (milza e linfonodi) –Sangue

53 Aspetto:Aspetto: –Citoplasma basofilo –Golgi evidente –Nucleo grande e rotondeggiante


Scaricare ppt "Sangue ed Ematopoiesi Le Cellule del Sangue e la loro Origine."

Presentazioni simili


Annunci Google