La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

M.G. Fugini1 Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Prof. Mariagrazia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "M.G. Fugini1 Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Prof. Mariagrazia."— Transcript della presentazione:

1

2 M.G. Fugini1 Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Prof. Mariagrazia Fugini Dipartimento di Elettronica e Informazione Politecnico di Milano piazza L. da Vinci, Milano tel fax

3 M.G. Fugini2 Moduli della lezione 1.Scopi e contesto: supporto amministrativo e Fiera dei Lavori 2.Specifiche dei servizi erogati 3.L’architettura

4 M.G. Fugini3 1 Scopi e contesto: supporto amministrativo e Fiera dei Lavori Progetto “Modello di Servizi per il Lavoro” presso Regione Lombardia, alcune province italiane e Ministero del Lavoro per creare un che integri le tre aree : z Istruzione: per l’accesso ai servizi relativi al mondo dell’educazione (scuole, politiche di supporto economico e altro). z Formazione: per la promozione di corsi di formazione professionale a diversi livelli. z Lavoro: per la pubblicazione di domande e offerte di lavoro e per la diffusione di strumenti informativi in grado di supportare l’incontro effettivo tra domanda e offerta di lavoro.

5 M.G. Fugini4

6 5 1 Scopi e contesto: supporto amministrativo e Fiera dei Lavori Il Portale in ogni nodo è distinto in due parti: zComponente Amministrativa zComponente “Servizi” per il Lavoro, detto Fiera dei Lavori (parte innovativa di supporto alle politiche di prevenzione disoccupazione)

7 M.G. Fugini6 Caratteristiche DOMINIO REGIONALE ELEMENTI yCOMPONENTI INFORMATIVE (VETRINA ASSESSORATO) xISTRUZIONE xFORMAZIONE xLAVORO yCOMPONENTI PER L’INTEROPERABILITA’ (DIALOGO CON ATTORI) yCOOPERAZIONE (COMUNICAZIONI AMMINISTRATIVE FRA PROVINCIE) ySERVIZI DI INFRASTRUTTURA (SICUREZZA, FIRMA, AUTENTICAZIONE, PROFILAZIONE) yBD INFORMATIVE yDATAWAREHOUSE yINTERFACCIAMENTO VERSO APPLICAZIONI AMMINISTRATIVE ESISTENTI

8 M.G. Fugini7 Caratteristiche DOMINIO DI INTEROPERABILITA’ ELEMENTI yELEMENTI AMMINISTRATIVI: xADEMPIMENTI DELLE PV SU LAVORATORI-IMPRESE yBD DEL PORTALE: ARCHIVI INDICE + FORM STANDARD PER CV E OFFERTE yLINK CON ALTRE AMMINISTRAZIONI (UNIONCAMERE, INPS, INAIL, ALTRO) E ALTRI PORTALI REGIONALI (PIEMONTE, VENETO) - IMPRESE yGESTIONE SCHEDA ANAGRAFICA SCHEDA PROFESSIONALE - CITTADINI ySERVIZI DI INFRASTRUTTURA (SICUREZZA, FIRMA, AUTENTICAZIONE, PROFILAZIONE UTENTE)

9 M.G. Fugini8 Caratteristiche DOMINIO DELLE POLITICHE ATTIVE yPIAZZA DEL LAVORO (DOMINIO DOMANDA/OFFERTA) yMOTORE DI RICERCA yIL FORMATO DEI DATI: PARTENZA DAL MODELLO DEI SERVIZI ALL’IMPIEGO yACCESSO ALLE BD FORMATIVE ySERVIZI DI INFRASTRUTTURA (SICUREZZA, FIRMA, AUTENTICAZIONE, PROFILAZIONE UTENTE)

10 M.G. Fugini9 Sistema a rete zLa Regione è l’intermediario per la comunicazione fra gli attori province, il Ministero l’intermediario fra le Regioni zIn questi ruoli, i nodi regione/minsitero gestiscono i flussi informativi di interoperabilità mediante: yun lato front-end yun lato back-end.

11 M.G. Fugini10 Caratteristiche REQUISITI lato front-end: zaccessibilità ztrasparenza zsicurezza zusabilità

12 M.G. Fugini11 Caratteristiche REQUISITI lato back-end: zdialogo zsicurezza zadattabilità (verso sistemi legacy)

13 M.G. Fugini12 Componente Amministrativa zANALISI DEI FLUSSI INFORMATIVI 1. Flusso Cittadino-CPI Evento: il cittadino si iscrive a uno o più CPI Problemi: l’iscrizione è permessa in CPI diversi, quindi DUPLICAZIONE DATI (da gestire) Soluzioni lato front-end: creazione di un SI/PortaleWeb con Call Center(a livello solo informativo) Soluzioni lato back-end: meccanismi di sicurezza (es. Single Sign On) e meccanismi di profilazione utente

14 M.G. Fugini13 Componente Amministrativa zANALISI DEI FLUSSI INFORMATIVI 2. Flusso Impresa-CPI Evento: l’impresa modifica lo stato lavorativo di un cittadino Problemi: la modifica dello stato deve attuarsi presso un preciso CPI Soluzioni lato front-end: creazione di un SI/PortaleWeb con Call Center Soluzioni lato back-end: 2 approcci - ridirezione semplice - creazione di standard e plug in presso CPI sicurezza e profilazione utente

15 M.G. Fugini14 Componente Amministrativa zANALISI DEI FLUSSI INFORMATIVI 3. CPI-CPI Evento: es. propagazione di un’assunzione (l’impresa notifica al proprio CPI e poi l’informazione è propagata) es. variazione scheda anagrafica/professionale: propagazione Problemi: da discutere Soluzioni lato front-end: da discutere Soluzioni lato back-end: da discutere

16 M.G. Fugini15 Componente Amministrativa Problemi aperti: zCongruenza nella replicazione dati zDefinizione dello standard di interoperabilità zMeccanismi di autenticazione zProfilazione utente

17 M.G. Fugini16 Componente Servizi Aspetti evidenziati nell’analisi: zSpazio Vetrina: pubblicazione di dati e trasmissibilità degli stessi su autorizzazione esplicita zMotore di Ricerca: matching ricerca/offerta zFruizione delle BD informative

18 M.G. Fugini17 Componente Servizi Aspetti progettuali: zstrutture dati (Formati Standard per CV/Offerte) - aspetti di privacy zfunzionalità del motore zinterfacciamento a sistemi regionali (portali esistenti, SI e datawarehouse, BD regionali, altro) zdefinizione di metodologia di progetto del portale

19 M.G. Fugini18 1 Scopi e contesto: supporto amministrativo e Fiera dei Lavori Attori: yCittadini yImprese yRegioni yProvincie - Centri per l’Impiego (CPI) yMinistero del Lavoro yAltri Enti (INPS, INAIL, UnionCamere, altro)

20 M.G. Fugini19 1 Scopi e contesto: supporto amministrativo e Fiera dei Lavori z L’area amministrativa richiede di inserire una infrastruttura di comunicazione in un ambiente operativo già definito (quello delle Province e dei Centri per l’Impiego Provinciali - o C.I.P.) z L’area Fiera dei Lavori supporta la PA nello svolgere un ruolo attivo per chi cerca lavoro e di chi lo offre. z Le componenti Fiera dei Lavori, Formazione e Orientamento, Banche Dati e Servizi Informativi si rivolgono anche al mercato dei Privati, accreditati e/o abilitati (per esempio, le Società di Ricerca e Selezione, le società di lavoro temporaneo) z Il Portale consente di navigare nelle banche dati di operatori accreditati e/o abilitati per scegliere i risultati che “meglio” rispondono alle esigenze di cittadini e imprese

21 M.G. Fugini20 Componenti in ciascun nodo COMPONENTE AMMINISTRATIVA PUNTO DI ACCESSO UNIFICATO AL CENTRO “SERVIZI ALL’IMPIEGO” GESTIONE DEL DIALOGO FRA PROVINCIE DELLA STESSA REGIONE GESTIONE DEL DIALOGO CON ALTRE REGIONI GESTIONE DEL DIALOGO CON MINISTERO DEL LAVORO E ALTRI ENTI IMPRESE CITTADINI PORTALE REGIONALE PV MI …. PV LC IN AMBITO STESSA REGIONE SMISTAMENTO DATI (MEDIANTE INDICI) ALTRE REGIONI MINISTERO ENTI

22 M.G. Fugini21 Componenti in ciascun nodo COMPONENTE SERVIZI FIERA LAVORI VETRINA DELL’ ASSESSORATO (PER COMUNICAZIO NI, STATISTICHE, NEWSGROUP) POLITICHE ATTIVE /MERCATO DEL LAVORO Cittadini PORTALE REGIONALE PV MI …. PV LC BD DEL PORTALE MOTORE DI RICERCA PUBBLICAZIONE CV/OFFERTE DOMINIO PROVINCIE -CPI DOMINIO CONVENZIONI/ PRIVATI FRUIZIONE DELLE BD INFORMATIVE IMPRESE DOMINIO NAZIONALE

23 M.G. Fugini22 z Evento: il lavoratore pubblica il proprio CV sul Portale (es. a livello regionale) z Problemi: pubblicazione anonima con sufficienti informazioni per permettere al Portale la comparazione Domanda-Offerta (è il lavoratore a decidere di rendere pubblico il proprio nominativo, per esempio, solo dopo aver conosciuto l’attore interessato al suo profilo lavorativo). z Soluzioni front-end:il Portale supporta formato standard del dato “CV”; ne permette la compilazione guidata on-line usando vocabolario standard di professioni e competenze. z Soluzioni back-end: il dato “CV” è separato in sezione anagrafica – sezione competenze professionali. I dati professionali del CV devono essere accessibili a Enti esterni, mentre altri dati sono disponibili solo su autorizzazione del proprietario (legge sulla Privacy). 2 Specifiche dei servizi erogati

24 M.G. Fugini23 2 Specifiche dei servizi erogati z Evento: l'impresa pubblica un'offerta di lavoro sul Portale (es. su nodo provinciale) z Problemi: pubblicazione anonima con sufficienti informazioni per permettere al Portale l’incontro Domanda-Offerta soddisfacente. z Soluzioni front-end: il Portale supporta un formato standard del dato “Offerta di Lavoro” e ne permette la compilazione guidata on-line basandosi su un vocabolario standard di professioni e competenze. z Soluzioni back-end: la struttura del “CV” è separata in anagrafica- competenze professionali. I dati professionali del CV devono essere accessibili a enti esterni mentre i dati rimanenti sono accessibili solo su autorizzazione del proprietario (legge sulla Privacy).

25 M.G. Fugini24 2 Specifiche dei servizi erogati z Evento: società privata accede al Portale per esaminare CV che corrispondano a certi criteri, oppure pubblica sul Portale i CV prelevandoli dalla propria banca dati, mantenendo in locale dati riservati e di propria competenza. z Problemi: il privato si interfaccia al Portale via Web; il Portale fornisce servizi di interrogazione e browsing guidati e basati su criteri selettivi significativi (per esempio, catalogazioni per fasce di età-competenze-aree geografiche). z Soluzioni front-end: il Portale dispone di un motore di ricerca ottimizzato per confrontare le strutture dati del CV e dell’Offerta. z Soluzioni back-end: accesso solo a informazioni professionali (anagrafiche solo su autorizzazione). Il motore di ricerca applica criteri flessibili di selezione - basati su affinità e su algoritmi di ranking e feed- back utente per ottimizzazione delle ricerche.

26 M.G. Fugini25 2 Specifiche dei servizi erogati SCHEMA IMPRESA

27 M.G. Fugini26 2 Specifiche dei servizi erogati SCHEMA LAVORATORE

28 M.G. Fugini27 2 Specifiche dei servizi erogati Dal matching CV/Offerte alla ricerca di Occasioni Formative

29 M.G. Fugini28 2 Specifiche dei servizi erogati COINVOLGIMENTO DI ENTI PRIVATI: Funzionalità di ricerche multiple in blocchi

30 M.G. Fugini29 3 Architettura completa del Portale a livello regionale

31 M.G. Fugini30 3 Architettura del Portale: sottosistemi 1/2 1 Sottosistema di memorizzazione. Basi dati contenenti le informazioni necessarie all’incontro tra domanda e offerta, applicazioni di gestione dei dati inseriti. 2 Sottosistema di content management. Costituisce l’interfaccia visiva del Portale definita in termini di pagine Web fruibili da un qualunque utente registrato. Tra gli utenti vi sono: y i lavoratori e le Imprese, che tramite Web form possono richiedere o fornire informazioni al Portale; y gli operatori del call/contact center associato al Portale, che utilizzano le pagine Web per il disbrigo delle chiamate; y gli operatori dei C.I.P. e degli Enti accreditati e/o abilitati, che fruiscono dei servizi innovativi del Portale allo stesso livello dei Lavoratori e delle Imprese.

32 M.G. Fugini31 3 Architettura del Portale: sottosistemi 2/2 3 Sottosistema di interoperabilità. Middleware che permette la comunicazione tra il Portale Web e i sistemi collegati: C.I.P. Provinciali, Enti privati, Ministero. Il flusso informativo riguarda sia l’area amministrativa sia le funzionalità di incontro domanda/offerta. 4 Sottosistema di sicurezza e profilazione. Posto trasversalmente agli altri sottosistemi, mette a disposizione una infrastruttura per l’autenticazione e il tracciamento di un qualunque utente collegato al Portale.

33 M.G. Fugini32 3 Architettura del Portale: interfacce z Verso il Sistema Informativo Regionale Direzionale e di Controllo Gestione: è un modulo che alimenta il Data Warehouse regionale. La funzionalità di Portale consiste nel visitare le basi di dati dei C.I.P. e delle Province per alimentare il Data Warehouse con dati statistici e di sintesi, su iniziativa di un Web Service in esecuzione a livello di Portale per conto del Data Warehouse. z Verso il Sistema Informativo della Banche Dati Informative: funzionalità di alimentazione e reporting a cura del Portale (tramite Web Service di Portale) utilizzando i dati della base dati di Portale (applicativa) e l'Indice Anagrafico. Viceversa, le Banche Dati Informative sono collegate al Portale per fornire accesso alle occasioni formative e accesso agli Indici professionali.

34 M.G. Fugini33 3 Architettura del Portale: back end per amministrazione Funzionalità di back-end del Portale supportano le operazioni di comunicazione/cooperazione. Esempi di funzionalità di back-end: x ottenimento dello status del lavoratore; x interrogazione dell’archivio dati da un C.I.P. all’altro o di una base di dati di operatore privato; x allineamento dati.

35 M.G. Fugini34 3 Architettura del Portale: back end per Fiera dei Lavori Funzionalità (servizi) della Fiera dei Lavori : y matching CV/offerte di lavoro: dato un blocco di CV sono fornite le offerte di lavoro adatte (precise o simili) ad ognuno di essi; y matching CV/offerte formative: dato un blocco di CV sono fornite le offerte formative (precise o simili) rivolte ad ognuno di essi; y matching offerte di lavoro/CV: dato un blocco di offerte di lavoro sono forniti i CV (precisi o simili) adatti ad ognuna di esse.

36 M.G. Fugini35 3 Architettura del Portale: back end lato operatore z Gli operatori del Mercato del Lavoro mettono a disposizione informazioni che permettono una ricerca efficiente dei dati “domanda/offerta” e dei dati amministrativi. z Questo scambio di informazioni avviene a seguito dell’invocazione di una funzione messa a disposizione dagli operatori stessi. Pertanto vanno definite le sole interfacce (in apposito linguaggio Web Service Defintion Language) dei servizi che gli Operatori del Mercato del Lavoro devono implementare. z Il Portale fa riferimento a queste funzioni per accedere alle informazioni contenute nelle banche dati non di propria competenza. z Tra le funzionalità rivolte agli Operatori del Mercato si hanno: - ricerca CV: invocata dal motore di matching domanda e offerta del Portale per la ricerca di CV con particolari caratteristiche; - ricerca offerta: invocata dal motore di matching domanda e offerta del Portale per la ricerca di offerte con particolari caratteristiche.

37 M.G. Fugini36 3 Architettura del Portale: scelte tecnologiche z Sistema estensibile mediante strumenti di amministrazione limitando l’utilizzo di tecniche di programmazione. Personalizzato per classi di utenza abilitate ad accedere in quanto qualificati come autorizzati alla fruizione dei servizi e permette la modifica dinamica della navigazione senza interrompere il servizio. Utilizzo dei Web Services per l’interoperabilità e la cooperazione applicativa. z Il Portale prevede funzioni per la fruibilità del sistema durante l’edizione dei contenuti: un sistema di database, interrogabile da parte degli autori di contenuto, permette di avvalersi dell’intero archivio di quanto già pubblicato o, comunque, di soddisfare richieste di ricerca di materiale multimediale presente e già immagazzinato dal sistema. zIl sistema di content management si appoggia ad un ‘core’ tecnologico basato su tecnologie web (XML/XSL) per la rappresentazione dei contenuti. Come repository dei contenuti, sono garantite compatibilità con database relazionali e XML.

38 M.G. Fugini37 3 Architettura del Portale: scelte tecnologiche z garantisce scalabilità e portabilità e può essere integrato con i principali Application Server di mercato. z consente l’inserimento di porzioni di portali esterni tenendo presente le condizioni di usabilità (medesimo look&feel e metafora di interazione) e di filtraggio del contenuto in base alle regole di personalizzazione (ruolo, profilo). z In Regione Lombardia si basa sulle strutture di interoperabilità a livello di rete regionale (messe a disposizione da Lombardia Integrata). Il sistema:

39 M.G. Fugini38 3 Architettura del Portale: scelte tecnologiche z Il sistema tratta dati personali (Legge 675/96): vanno soddisfatte le “misure di sicurezza minime” previste dal DPR 318 del 28/7/1999. z Necessario gestire profilazione utente: trasmettere e ricevere i dati di interesse personale in maniera privata. Previsti meccanismi di autenticazione basati su SSO (Single Sign-On). z Il sistema prevede modalità di accesso in grado di mantenere facilità di accesso, sicurezza delle transazioni di autenticazione e gestione architetturale unica delle autenticazioni che mantenga la coerenza in tutte le aree e per tutte le tipologie di utenti. z Il repository utenze è gestito da un Directory Server che, interrogato dai singoli Server di accesso, verifica l’accessibilità alle utenze. Questo rende più efficiente e sicuro il sistema a livello di amministrazione utenza e affidabile l’integrazione tra le singole macchine, alleggerendo la sicurezza.

40 M.G. Fugini39 Aspetti progettuali zstrutture dati (Formati Standard per CV/Offerte) - aspetti di privacy zfunzionalità del motore di ricerca zinterfacciamento a sistemi regionali (portali esistenti, SI e datawarehouse, BD regionali, altro) zdefinizione di metodologia di progetto e di project management del portale

41 M.G. Fugini40 Bibliografia/Sitografia [1]M. Martini (a cura di), Potenziamento dei servizi per l’impiego e nuove iniziative a supporto dell’incontro domanda-offerta di lavoro, Rapporto Tecnico Nuove Iniziative per il Lavoro in Provincia di Milano, Ottobre [2]E. Damiani, M.G. Fugini, C. Bellettini, A Hierarchy-aware Approach to Faceted Classification of Object- Oriented Libraries, ACM Transactions on Software Engineering and Methodology, vol. 8, n. 3, 1999, pp [3]M.G. Fugini, F. Maio, P. Plebani, Sicurezza dei Sistemi Informatici, Apogeo Editore, Marzo [4]H. Garcia Molina, Y.Papakonstantinou., D.Quass, A.Rajaraman, Y.Sagiv, J.Ullman, V.Vassolos, & J.Widom, The TSIMMIS approach to mediation: data models and languages, Journal of Intelligent Information Systems, 8, 1997, pp [5]W3C. WSDL XML Schema. W3C Web Page: [6]Microsoft ARIBA, IBM. UDDI Executive White Paper. UDDI.org Web Page: Executive White Paper.pdf. Executive White Paper.pdf. [7]European Commission, (2000). Homepage of the IST project: XML-based Mediator for Knowledge Extraction and Brokering, [8]LISPA (a cura di), Il programma Lombardia Integrata, Rapporto Tecnico Lombardia Informatica SpA, [9] M.G. Fugini, M. Mezzanzanica, P. Plebani, Il nuovo portale “ Istruzione, Formazione, Lavoro ” della Regione Lombardia: Interoperabilit à e Web Services, Atti Conferenza Annuale AICA, Conversano, Settembre 2002

42 M.G. Fugini41 Rete dei servizi nazionale Servizi del nodo regionale

43 M.G. Fugini42 Livello: nodo regionale zVi accedono persone, imprese e operatori zComunica direttamente con i livelli nazionale e provinciale zI nodi regionali comunicano fra loro per mezzo del nodo nazionale zConnette i soggetti privati accreditati e autorizzati tramite sistema di interoperabilità o altre forme definite a livello regionale zOffre servizi di informazione, ricerca e servizi interattivi di gestione dati

44 M.G. Fugini43 I servizi zServizi erogati dalla Borsa Lavoro z(Normalizzazione e classificazione) zClassificazione delle professioni zGestione dell’indice anagrafico regionale zGestione dei servizi di Interoperabilità e cooperazione applicativa

45 M.G. Fugini44 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Classi di servizio z Servizi informativi, di accesso libero – per utenti che non richiedono una preventiva registrazione (utenti che visitano il portale a scopo informativo) z Servizi operativi, di accesso condizionato – per utenti che entrano nella borsa in qualità di partecipanti o di mediatori specializzati

46 M.G. Fugini45 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi informativi

47 M.G. Fugini46 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi operativi

48 M.G. Fugini47 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Classi di utenti zNon partecipanti yControllano l’andamento generale della Borsa Lavoro yRicevono le informazioni di interesse yNon partecipano alle attività proprie della Borsa Lavoro zPartecipanti ySono registrati sul nodo regionale yRilasciano i dati utili alle operazioni di ricerca e di matching zIl cambiamento di stato tra queste due tipologie di utenze richiede il verificarsi di uno dei seguenti eventi: yesistenza di un’offerta di lavoro da parte dei lavoratori yesistenza di almeno una domanda di lavoro da parte dei datori di lavoro yesistenza di almeno una domanda di lavoro o offerta di lavoro da parte degli enti accreditati, autorizzati e CPI

49 M.G. Fugini48 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Classi di utenti zGli attori partecipanti possono: yProdurre informazione yInviare e gestire informazione yRicercare e selezionare informazione yContattare e comunicare con gli altri attori della Borsa Lavoro

50 M.G. Fugini49 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Tipologie di servizio Servizi informativi di accesso libero Servizi di accoglienza Servizi di gestione delle informazioni Inserimento e accesso Matching e ricerca Servizi di contatto e notifica Servizi di disattivazione delle posizioni non più attive Servizi di reporting statistico

51 M.G. Fugini50 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi informativi di accesso libero

52 M.G. Fugini51 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi informativi di accesso libero zSono servizi che non richiedono una preventiva registrazione e che sono fruibili da un qualsiasi utente anonimo zLe informazioni proprie della borsa del lavoro vengono offerte in forma aggregata tali da offrire informazioni utili ma non esaustive yQuali e quanti posti di lavoro sono disponibili? yData una professione. Quali sono i corsi formativi? Qual è l’offerta formativa? Quali sono le professioni prossime? Quante aziende richiedono questa professione? yDato un percorso formativo. Quali sono le professioni di sbocco? Qual è l’offerta formativa? Quali sono i percorsi prossimi? Quante aziende richiedono questa professione? zI servizi possono essere fruiti: ymediante motore di ricerca sui termini introdotti nei campi ymediante navigazione tra le possibili professioni

53 M.G. Fugini52 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi di accoglienza zOgni utente che intende partecipare alle attività della Borsa Lavoro deve essere registrato presso il nodo regionale zSono dette informazioni di controllo i dati utilizzati per controllare il comportamento all’interno della Borsa Lavoro che ogni utente ha la facoltà di modificare accedendo al proprio profilo yConsenso al trattamento dei dati yTipo di visibilità alla ricerca/matching yEsclusioni tipologie di ente yModalità di fornitura delle informazioni yNodo regionale di riferimento yAmbito territoriale di diffusione dell’informazioni

54 M.G. Fugini53 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Gestione dati

55 M.G. Fugini54 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Gestione dati zModalità di inserimento yesplicitamente attraverso il front-end xUna volta registratosi un utente può decidere di partecipare alle attività della Borsa Lavoro inserendo una offerta o una domanda yesplicitamente attraverso lo strato di interoperabilità xinserimento esplicito di una offerta/domanda da parte di un ente accreditato ysecondo una politica di collecting (viene coinvolto lo strato di interoperabilità) xIl sistema di collecting ha lo scopo di raccogliere dalle diverse realtà afferenti i documenti che descrivono le offerte e le domande di lavoro completate almeno nel loro profilo di sintesi

56 M.G. Fugini55 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Ricerca e matching

57 M.G. Fugini56 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Ricerca zLa ricerca prevede che l’utente inserisca un’interrogazione o navighi tra le informazioni disponibili per ottenere immediatamente i risultati zGli utenti hanno a disposizione una serie di form (semplici o avanzate) o un servizio per inoltrare la query di ricerca costituita da un insieme di informazioni che permetta di ricercare sull’intero set delle informazioni delle offerte e delle domande zLa ricerca avanzata può avvenire in locale oppure essere esplicitamente allargata ai sistemi regionali coinvolgendo il nodo nazionale zTutte le ricerche possono essere memorizzate e possono essere selezionate e riproposte per ottenere nuovi risultati

58 M.G. Fugini57 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Matching zLo scopo del matching è quello di definire i criteri delle domande/offerte di interesse, e di analizzare periodicamente lo stato delle informazioni presenti sulla Borsa Lavoro, per ottenere l’elenco di quelle che soddisfano i criteri definiti zIl matching è eseguito solo in locale utilizzando le domande e offerte inserite direttamente e quelle recuperate periodicamente da remoto presso gli Operatori attraverso lo strato di interoperabilità zL’azione di matching comporta una ricerca sull’indice delle offerte/domande utilizzando le informazioni del profilo di sintesi come elementi di ricerca zL’attività di matching è distinta in: ymatching immediato: ad ogni inserimento/attivazione di una domanda od offerta sul sistema da parte di un Lavoratore o Datore di Lavoro si scatena immediatamente la ricerca di un matching ymatching periodico: tutte le informazioni raccolte con l’attività di collecting/pushing vengono indicizzati e successivamente si scatena una attività di matching sui profili dei datori di lavoro e lavoratori

59 M.G. Fugini58 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Matching zIl matching fra liste permette di attivare la ricerca anziché sulla singola operazione su di un elenco di posizioni. Ciò può essere utile per gestire situazioni che producono un afflusso in blocco di informazioni (ad esempio apertura di una procedura di mobilità aziendale) anziché un flusso continuo. Il vantaggio è quello di spostare in orari di scarso utilizzo operazioni che richiedono l’assorbimento di ingenti risorse del sistema.

60 M.G. Fugini59 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi di notifica zPoiché si è in presenza di servizi legati al verificarsi di eventi, è necessario implementare un sistema che provvede alla notifica del successo o insuccesso di una richiesta zLe notifiche avvengono mediante l’attivazione di diversi servizi di comunicazione che l’utente stesso può scegliere e che vengono riportate nelle informazioni di controllo di ogni profilo zLa notifica può avvenire: yVia yVia front-end (messaggio interno alla homepage dell’utente) yVia web service (solo per gli Operatori)

61 M.G. Fugini60 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi di contatto zA seguito della notifica di un risultato della ricerca o del matching un utente può essere interessato a prendere contatto con l’Operatore, il Datore di lavoro e il Lavoratore zNella stessa sezione in cui verranno visualizzati i risultati vi sarà la possibilità di attivare il processo di richiesta di contatto (nel caso del lavoratore si parlerà di autocandidatura) all’utente corrispondente zLa richiesta può avvenire: yVia yVia front-end (messaggio interno alla homepage dell’utente) yVia web service (solo per gli Operatori)

62 M.G. Fugini61 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Disattivazione delle posizioni zDisattivazione ad opera della Borsa Lavoro a tempo: decorso un periodo di tempo, che l’amministratore del sistema fissa per ciascuna categoria di richiesta e che può essere modificato nel tempo, la posizione viene disattivata zDisattivazione volontaria: il soggetto che ha attivato una posizione di ricerca può in ogni momento disattivarla zDisattivazione ad opera della BL a seguito di comunicazione di assunzione: La segnalazione della attivazione di un rapporto di lavoro determina la disattivazione della posizione, con informazione all’interessato il quale potrà, se interessato ancora a cambiare, riattivarla

63 M.G. Fugini62 Servizi erogati dalla Borsa Lavoro Servizi di reporting statistico zSi tratta della fornitura di informazioni di tipo aggregato yInformazioni statistiche sull’esito delle ricerche effettuate con il supporto della Borsa Lavoro yInformazioni tecniche sull’entità degli stock e dei flussi di informazione yInformazioni statistiche sull’entità degli stock, dei flussi e sugli esiti delle ricerche effettuate da un singolo soggetto abilitato

64 M.G. Fugini63 Normalizzazione e Classificazione Normalizzazione indica l’attività di associazione di un dato inserito ad una voce di un vocabolario; classificazione indica l’attività di associazione di un termine normalizzato ad una voce di una classificazione informazione in entrata inserimento normalizzatoinserimento libero normalizzazione informazione normalizzata informazione classificata classificazione Il sistema BL è un sistema di classificazione strutturato, ovvero un insieme di tabelle di classificazione unito ad un insieme di tabelle di relazioni tra le voci classificate, il cui scopo è quello di categorizzare e connettere profili professionali e percorsi formativi

65 M.G. Fugini64 Classificazione delle professioni La BL potrebbe gestire n “sistemi classificatori”- tassonomie di professioni dinamiche ed aggiornabili. Le n tassonomie gestite si possono distinguere in due tipi:  1 tassonomia “Master”  n-1 tassonomie dipendenti La tassonomia Master è la tassonomia ufficiale della BL Le n-1 tassonomie dipendenti sono l’insieme delle tassonomie di classificazioni adottate (internamente) dagli Operatori per classificare la domanda/offerta di lavoro archiviata nel loro Sistema Informativo (SI). In qualsiasi momento è possibile eliminare o aggiungere alla BL una nuova tassonomia di professioni o modificare gli elementi di una o più delle tassonomie esistenti

66 M.G. Fugini65 Gestione dell’Indice Anagrafico Regionale

67 M.G. Fugini66 Gestione dell’Indice Anagrafico Regionale Un indice anagrafico al livello regionale e al livello nazionale è garanzia di rintracciabilità e propagazione delle informazioni di un lavoratore relativamente allo stato occupazionale, alle informazioni anagrafiche, professionali e di formazione indipendentemente dagli spostamenti che un lavoratore farà nella sua vita professionale. Tramite gli indici è possibile conoscere dove l’informazione del lavoratore è contenuta. Se consideriamo ad esempio i Centri per l’Impiego, i servizi relativi all’Indice Anagrafico consentono, passando attraverso lo strato di interoperabilità, la propagazione dello stato occupazionale e la tramissione dei dati nel caso di spostamento di un lavoratore sul territorio. I servizi relativi all’Indice Anagrafico : Inserimento/modifica lavoratore Indice Anagrafico Inserimento codice Operatori Cancellazione codice Operatori Propagazione dello stato occupazionale a tutti i Servizi Competenti e gli operatori “interessati” Richiesta Scheda di un Lavoratore (per gli operatori “autorizzati”)

68 M.G. Fugini67 Gestione dell’Indice Anagrafico Regionale


Scaricare ppt "M.G. Fugini1 Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Caso di Studio Il Portale “Istruzione, Formazione e Lavoro” Prof. Mariagrazia."

Presentazioni simili


Annunci Google