La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DANNO RICONOSCIMENTO SEGNALI (mediatori) SISTEMI POLIMOLECOLARI CELLULE SOLUBILI FUNZIONE PRODUZIONE DI ALTRI MEDIATORI CELLULARE TRASFORMAZIONE DEI SEGNALI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DANNO RICONOSCIMENTO SEGNALI (mediatori) SISTEMI POLIMOLECOLARI CELLULE SOLUBILI FUNZIONE PRODUZIONE DI ALTRI MEDIATORI CELLULARE TRASFORMAZIONE DEI SEGNALI."— Transcript della presentazione:

1 DANNO RICONOSCIMENTO SEGNALI (mediatori) SISTEMI POLIMOLECOLARI CELLULE SOLUBILI FUNZIONE PRODUZIONE DI ALTRI MEDIATORI CELLULARE TRASFORMAZIONE DEI SEGNALI IN EVENTI CELLULARI CLAMOROSI CITOCHINE Amplificazione Mantenimento Progressione

2 CITOCHINE (classificazione) Interleuchine Chemochine Membri della famiglia del Tumor Necrosis Factor Interferoni Colony Stimulating Factors Growth Factors

3 RUOLO FISIOLOGICO Sono prodotte da diversi tipi cellulari ed hanno la funzione di mediatori di diversi processi fisiologici: ematopoiesi difese dell’ospite contro infezioni da virus e da parassiti risposte infiammatorie risposte immuni funzioni delle cellule citotossiche e dei fagociti riparazione delle ferite rimodellamento dei tessuti metabolismo cellulare proliferazione cellulare differenziazione cellulare

4 a) modificazioni vascolari (variazioni del calibro dei vasi, del flusso sanguigno, dei componenti intravasali); b) modificazioni barriera sangue/interstizio (fuoriuscita dai vasi di macromolecole plasmatiche e acqua, quindi essudazione); c) migrazione ed attivazione dei leucociti RISOLUZIONECRONICARIPARAZIONE Eventi “proinfiammatori”

5 Sono i più potenti attivatori integrinici Sono attivatori di motilità cellulare direzionale (chemiotassi) Sono, assieme alle integrine, i determinanti del tipo cellulare da reclutare nel sito infiammatorio CITOCHINE PROINFIAMMATORIE: LE CHEMOCHINE

6 MenuFB IL-18

7 Biochimica del TNF  Struttura: Inizialmente sintetizzata come pro-ormone di 25 kD La proteina va incontro a miristilazione e viene inserita nella membrana plasmatica La forma solubile, di 17 kD (157 amino acidi), deriva dalla forma di membrana in seguito a proteolisi ad opera di T.A.C.E. La forma biologicamente attiva è un trimero, costituito dall’associazione di tre monomeri, che formano una struttura a campana. Cellule producenti: neutrofili, basofili, eosinofili, monociti, macrofagi, microglia, cellule di Kupfer, mastociti, endoteli, linfociti T, linfociti B, NK, osteoblasti, astrociti, fibroblasti, neuroni, cellule muscolari lisce, cheratinociti, cellule tumorali Stimoli inducenti: endotossine batteriche, virus, parassiti, patogeni intracellulari, anafilotossine, ipossia, ligandi per le integrine, radicali tossici dell’ossigeno, esteri del forbolo, ossido nitrico, TNF  IL-1 et al TUMOR NECROSIS FACTOR-  TNF  T.A.C.E. membrane bound TNF-  soluble TNF- 

8

9 Cachettina/TNF  linfociti macrofagi mitogeni Ag specifici Batteri Virus Parassiti Neoplasie SNC Anoressia Febbre Rilascio ACTH Termogenesi Attività simpatico Fegato Proteine fase acuta Attività P450 Midollo ematopoiesi Fibroblasti Collagenasi PGE2 Tratto gastrointestinale Ischemia mesentere Necrosi cieco Muscolo Alterazioni metaboliche Tessuto adiposo Sintesi trigliceridi, AcCoA Rilascio glicerolo Reni Necrosi tubuli Osso Rilascio calcio Sintesi osso Cartilagine Sintesi proteoglicani Endotelio attivazione Neutrofili attivazione

10 AZIONI BIOLOGICHE

11 MenuFB

12

13

14

15

16

17 IL-1 production in various disease state in patients with various viral, bacterial, fungal and parasitic infections; intravascular coagulation; high dose IL-2 therapy; solid tumors; leukemias; Alzheimer’s disease; HIV-1 infection; autoimmune disorders; trauma; hemodialysis ischemic disease (myocardial infarction); non infectious hepatitis; asthma UV radiation; pancreatitis; peridontitis; graft-versus-host disease; transplant rejection

18 EFFETTI RIDONDANTI E PLEIOTROPICI DI TNF , IL-1 TNF  IL-1 Aumento permeabilità vascolare ++ Aumento espressione molecole di adesione endoteliali ++ Induzione chemochine (IL-8) ++ Induzione IL-6 ++ Pirogeni endogeni ++ Sintesi proteine di fase acuta dal fegato ++ Proliferazione fibroblasti ++ Produzione piastrine -+ Attivazione linfociti T ++ Attivazione linfociti B ++ Aumento sintesi immunoglobuline --

19

20 EFFETTI SISTEMICI DEL DANNO LOCALE E DELL’INFIAMMAZIONE Febbre: la temperatura corporea aumenta Leucocitosi: il numero dei leucociti circolanti aumenta Aumento della VES: i globuli rossi si depositano più rapidamente Risposta di fase acuta: modificazione delle proteine plasmatiche (il fegato modifica la propria sintesi proteica)

21 Figura La cinetica di produzione delle citochine infiammatorie in risposta a uno stimolo “modello” (LPS). Dal volume: Pontieri “Patologia Generale”Piccin Nuova Libraria S.p.A.


Scaricare ppt "DANNO RICONOSCIMENTO SEGNALI (mediatori) SISTEMI POLIMOLECOLARI CELLULE SOLUBILI FUNZIONE PRODUZIONE DI ALTRI MEDIATORI CELLULARE TRASFORMAZIONE DEI SEGNALI."

Presentazioni simili


Annunci Google