La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma - 28 ottobre 2005 I Centri di Servizio per il Volontariato in Italia presenza, struttura e servizi V Rapporto Centri istituiti sino al 2005 Attività.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma - 28 ottobre 2005 I Centri di Servizio per il Volontariato in Italia presenza, struttura e servizi V Rapporto Centri istituiti sino al 2005 Attività."— Transcript della presentazione:

1 Roma - 28 ottobre 2005 I Centri di Servizio per il Volontariato in Italia presenza, struttura e servizi V Rapporto Centri istituiti sino al 2005 Attività 2004 A cura Gruppo ricerca di CSV.net Cesiav (Centro studi e iniziative per l’associazionismo e il volontariato) In collaborazione con Istat

2 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre La rete dei CSV in Italia Nel 2005 in Italia ci sono 77 CSV presenti in tutte le Regioni tranne in Provincia di Bolzano 8 regionali 65 provinciali 2 interprovinciali 2 circondariali Istituiti nel 2004 erano quelli a cui si fa riferimento per le attività svolte

3 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre L’istituzione dei CSV 10 anni di lavoro: nel 1995, sollecitato dalle organizzazioni nazionali di volontariato, si è messo in moto il processo di istituzione dei Csv e solo ora si è completata la loro istituzione.

4 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre “a disposizione delle organizzazioni di volontariato” (legge 266/91 art. 15) Nel 2004 una rete di 384 punti di ascolto e servizio nel territorio nei 66 CSV, in media 4 per provincia. Un’opportunità per promuovere e sostenere le reti e i coordinamenti locali del volontariato. Le sedi sono aperte 5 o 6 giorni alla settimana (95% > di 30 ore settimanali), gli sportelli mediamente 3 g.

5 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Per sostenere e qualificare il volontariato Dal 2001 al 2004 aumentano le prestazioni del 220 % ( prestazioni) e gli utenti (+66 %) Al volontariato l’84% dei servizi, 56% alle OdV, 28% ai singoli volontari Ciascuna organizzazione di volontariato ha ricevuto in media 3 servizi nel 2004.

6 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Prestazioni in costante aumento Più iniziative di promozione del volontariato Più presenza del volontariato nella comunicazione rivolta all’opinione pubblica Più iniziative di sostegno alla progettualità sociale e alla iniziative del volontariato Più assistenza, consulenza e accompagnamento (processi formativi, capacità di progettare ed accedere ai bandi, consulenza giuridica, fiscale e amministrativa, servizio civile) A servizio dello sviluppo del volontariato, promuovendo servizi innovativi e articolati, con l’obiettivo di realizzare non solo singole prestazioni, ma azioni progettuali a sostegno degli obiettivi strategici del volontariato.

7 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Promuovere il volontariato per dare futuro alle organizzazioni e per educare alla cittadinanza solidale: Iniziative più che triplicate tra il 2002 e il 2004 (da 899 a 3.002) 25% di iniziative nelle scuole con i giovani 64% delle iniziative sono realizzate in partnership con reti del volontariato, 54% proposte dalle organizzazioni di volontariato

8 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Sostenere con risorse e competenze la progettazione sociale e le iniziative del volontariato Aumentano le iniziative sostenute (+ 100% sul 2002) e l’investimento economico (+ 220%) Il 95% delle iniziative sono proposte dalle stesse OdV, il 60% sono gestite direttamente dalle OdV, il 34% sono realizzate assieme tra CSV e OdV. I CSV si dotano sempre più di sistemi di selezione trasparenti, compartecipati, pubblici (59% a bando)

9 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Informazioni, orientamento e consulenza per meglio essere e fare volontariato Quasi prestazioni consulenziali a organizzazioni

10 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Consulenze, un trend in continua crescita Più 78% sul 2003 e +256% sul 2001: aumentano le informazioni di sportello, le associazioni chiedono e ricevono servizi sempre più qualificati e qualificanti

11 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Il sostegno logistico: semplice, concreto, di base, a favore di quasi organizzazioni fornire la sede e servizi di comunicazione (recapiti, , telefonici e fax, …) utilizzo del computer in sede o in comodato fornire programmi informatici prestito di attrezzature prestito di materiali e strutture per eventi, conferenze e mostre prestazioni di copisteria e fotocopie

12 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Formarsi e qualificarsi per affrontare vecchi e nuovi problemi sociali Quasi seminari e corsi, con partecipanti. In prevalenza corsi strutturati (77%) Metà dei corsi sono organizzati direttamente dai Csv, gli altri insieme alle odv

13 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Formazione: aumenta l’efficienza Utenti e ore aumentano più del numero delle iniziative: i corsi si diversificano raggiungendo platee più ampie migliora l’efficienza delle iniziative realizzate

14 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Comunicare per essere visibili iniziative di comunicazione comunicati stampa presenze su giornali locali e nazionali

15 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Comunicare le attività, i valori e la cultura del volontariato Informare il volontariato con tempestività e semplicità, perché meglio colga le opportunità. Quasi 100 testate per 4 milioni di copie diffuse 73 libri o audiovisivi per copie diffuse

16 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Trasparenza e accessibilità verso il volontariato e la comunità Bilancio Sociale per riflettere su identità e elaborare obiettivi e strategie per rendicontare la propria attività con indicatori sulle tipologie dei servizi e sui bisogni del volontariato per migliorare le relazioni interne per migliorare le relazioni con gli interlocutori Nel 2004 pubblicati 22 bilanci sociali, il 30% dei CSV. Regolamento e Carta dei Servizi Cresce il numero dei CSV che si sono dotati di regolamenti di accesso ai servizi e/o carte dei servizi pubblici: dal 37% del 2002 al 70% del Nel 2004: 22 CSV hanno sia il regolamento sia la carta dei servizi 18 hanno un regolamento di accesso 7 hanno una carta dei servizi

17 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Dal volontariato per il volontariato: un servizio secondo il principio di sussidiarietà I CSV, svolgono un’attività di “interesse generale” governata dal volontariato attraverso la presenza di organizzazioni socie come “autonoma iniziativa dei cittadini singoli e associati” (art. 118 u.c. Cost.) e ad essi rivolta: il 93,3 dei CSV sono gestiti da associazioni di associazioni, di volontariato o in prevalenza di volontariato l’indirizzo è dato dal volontariato: Odv socie dei CSV, di cui più di 600 organizzazioni a rete, almeno il 30% del volontariato italiano.

18 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Una base in continua crescita Le organizzazioni socie dei Csv sono in continuo aumento con una crescita dei soci del 218% dalla fondazione dei CSV.

19 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Il volontariato governa i CSV ore di impegno pari a giorni lavorativi dedicate dai volontari alla partecipazione agli organi sociali dei Csv Altre ore (4.800 giorni) dedicate alle attività di volontariato all’interno dei Csv. I Presidenti dedicano in media 3,8 giorni al mese al Csv, i 64 Vicepresidenti, 2, i volontari coinvolti nelle attività dei Csv

20 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre operatori impegnati in modo continuativo pari a più di 400 unità a tempo pieno. Il 44% dipendente e il 38% con collaborazioni coordinate e/o a progetto, il 56% laureato Le risorse umane: professionisti e volontari

21 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Le risorse umane: le caratteristiche In prevalenza donne (58%), quasi il 40% assunto a tempo pieno, le varie figure sono in grande prevalenza dedicate all’erogazione dei servizi (90%)

22 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Le risorse umane: l’impegno L’orario del personale retribuito è distribuito in maniera molto articolata e riflettere la complessità delle esigenze presenti nella gestione dei centri. Inoltre con i CSV collaborano altre 344 persone nei progetti gestiti con il volontariato, con tempi e modalità legate ai progetti. A questi si aggiungono circa 600 collaborazioni occasionali di piccola entità che valorizzano i progetti. Alcuni progetti sono gestiti attraverso 210 convenzioni con enti di cui il 75% di volontariato

23 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Le risorse per il volontariato dell’art. 15: un percorso travagliato e lungo Quali le ragioni? Nel 1991 e 1992 tre ricorsi alla Corte Costituzionale contro la legge (alcune regioni e fondazioni), poi respinti (sentenze 75/92, 355/92, 500/93) I Comitati di Gestione istituiti solo a partire dal 1996 I primi CSV sono stati istituiti nel 1997 e gli ultimi nel 2005 I Co.ge. nominati per bienni hanno sinora erogato fondi accantonati da 3 a 4 anni prima, probabilmente solo ora si scenderà ad 1 anno L’atto d’indirizzo dell’aprile 2001 del Ministero del Tesoro sui bilanci delle fondazioni ha determinato ulteriori residui passivi (213,7 mil di €), che grazie ad un accordo con le fondazioni verranno dedicati al volontariato del Sud Italia Ritardi nell’istituzione e nei rinnovi dei Comitati di Gestione e in particolare nel meridione I Comitati di Gestione erogano a rate, anche posticipate rispetto al periodo di utilizzo dei fondi.

24 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Accordo Fondazioni-Volontariato aumento dei fondi, dei servizi e delle risorse al volontariato Se il protocollo ora siglato tra volontariato e fondazioni andrà integralmente in porto: si chiude finalmente un contenzioso che si protrae dal 1992, dando serenità e prospettive di crescita ai CSV si riduce il dimezzamento dei fondi causato dall’atto di indirizzo Visco si attuerà finalmente la perequazione delle risorse per i CSV del Sud richiesta da anni volontariato e fondazioni gestiscono un progetto comune con un patrimonio di 323,7 mil di € ed erogazioni annuali di 20 mil circa di € per il sostegno e lo sviluppo della società civile in Meridione

25 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Fondi finora accantonati da art. 15 L. 266/91 Il protocollo ACRI-Volontariato prevede che i fondi finora accantonati e non ancora assegnati ai Csv siano utilizzati per il Progetto Sud: 110 mil. € di competenza dei Csv da un’accelerazione dei processi di erogazione 213,9 mil. € accantonati prudenzialmente dalle Fondazioni a seguito del contenzioso sull’atto di indirizzo Visco

26 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Fondi destinati ai Csv Al 31 dicembre 2004 i fondi erogati ai Csv sono stati ,56 euro, solo il 52,0% di quelli disponibili. Di questi, alla stessa data, risultano effettivamente spesi dai Csv ,28 euro (il 95,5%). A disposizione dei Comitati di Gestione e non ancora erogati ai Csv sono ,40 euro. Tot. assegnati a Co.ge. 383,2 mil. di €

27 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre Risorse future per i Csv e il Progetto Sud A seguito dell’accordo ACRI-Volontariato le risorse a disposizione del Csv e del Progetto Sud sono quantificabili annualmente in circa: 50 milioni di euro per i Csv a seguito della sentenza del Tar del Lazio del milioni di euro per i Csv dall’accordo ACRI-Volontariato 20 milioni di euro per i Csv del Sud dall’accordo ACRI-Volontariato 20 milioni di euro per il Progetto Sud dall’accordo ACRI-Volontariato

28 I CSV in Italia - Rapporto Csv.net ottobre CSV.net, coord. nazionale dei CSV Coordinarsi per migliorare per confrontarsi all’interno, per dialogare con gli interlocutori nazionali, per tutelare un’esperienza, per sostenere i coordinamenti e le reti nazionali del volontariato Nel 2005 aderiscono 66 CSV su 77 istituiti. CSV.net è presente in 97 province pari al 92% delle province con CSV

29


Scaricare ppt "Roma - 28 ottobre 2005 I Centri di Servizio per il Volontariato in Italia presenza, struttura e servizi V Rapporto Centri istituiti sino al 2005 Attività."

Presentazioni simili


Annunci Google