La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3 ALS - ASA Appunti conclusioni simulazione lancio dadi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3 ALS - ASA Appunti conclusioni simulazione lancio dadi."— Transcript della presentazione:

1 3 ALS - ASA Appunti conclusioni simulazione lancio dadi

2 - al crescere di n non sempre decrescono - se n è “grande” è “molto” probabile che diventino “piccole” più precisamente al crescere di n è sempre più probabile che si “avvicinino” a 0. Le differenze d Simulazioni – Una conclusione: le differenze tra frequenza relativa e stima a priori, in modulo numero prove

3 Simulazioni: una conclusione (insegnante) al crescere di n non sempre decrescono anzi se n è “grande”, in “numerosi” casi diventano “grandi” [ dell’ordine della radice di n ]. Simulazioni – Una conclusione: le Differenze Le differenze D tra frequenza e valore atteso, in modulo

4 al crescere del numero delle prove è sempre più probabile che la frequenza relativa si “avvicini” alla stima a priori della probabilità. Non possiamo prevedere quale punteggio uscirà al prossimo lancio. Però, se effettuiamo “molte” prove, possiamo affermare qualcosa sulla frequenza relativa di ogni punteggio: Simulazioni – Una conclusione: le frequenze relative … è probabile, ma non è certo che questo accada

5 Un altro modo di valutare la probabilità (schema frequentista): la probabilità di un evento è data dalla frequenza relativa di tale evento, osservata su un “grande” numero di prove. Assumiamo che le prove avvengano nelle “stesse” condizioni. Simulazioni: una conclusione (insegnante) Tale risultato vale per ogni esperimento in cui si effettuano prove ripetute, tra loro indipendenti e nelle “stesse” condizioni. Esprime la sostanza della Legge dei grandi numeri. E’una legge teorica e si può dimostrare. Simulazioni ed esperimenti – Una conclusione E’ verificata dall’esperienza (“Legge” empirica del caso). Ciò che è più probabile in teoria, si realizza più spesso anche nella pratica.

6 La legge dei grandi numeri esprime un risultato sulle frequenze relative. Vale un risultato analogo per le frequenze assolute? No. Le frequenze assolute di un evento E, al crescere del numero N di prove, non tendono ad “avvicinarsi” al valore atteso p(E)∙N. Anzi. Simulazioni – Una conclusione: le frequenze assolute Un esempio. Lancio di un dado. Il numero “2” è uscito 110volte su 600 lanci | frequenza – valore atteso |= volte su 6000 lanci| frequenza – valore atteso |= volte su lanci | frequenza – valore atteso |= 66 Non c’è “recupero”. Anzi, i “ritardi” aumentano.


Scaricare ppt "3 ALS - ASA Appunti conclusioni simulazione lancio dadi."

Presentazioni simili


Annunci Google