La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 1 Commissione Calcolo e Reti Ruolo e composizione della commissione I working groups I workshops Geant 4 Reti e potenziamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 1 Commissione Calcolo e Reti Ruolo e composizione della commissione I working groups I workshops Geant 4 Reti e potenziamento."— Transcript della presentazione:

1 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 1 Commissione Calcolo e Reti Ruolo e composizione della commissione I working groups I workshops Geant 4 Reti e potenziamento Rapporti con l’esterno

2 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 2 Ruolo e composizione della CCR La Commissione Calcolo e Reti è composta, oltre che dal Presidente, da un rappresentante per sezione, indicato dai direttori e nominato dalla Presidenza. Al momento la maggior parte dei membri della commissione proviene dai servizi calcolo. È possibile, ed anche auspicata, la presenza di membri provenienti da esperimenti. Il suo ruolo istituzionale è di fungere da punto di contatto tra le necessità degli esperimenti in dominio informatico e le attività dei servizi di calcolo delle sezioni. Oltre a questo CCR gestisce una (modesta) quantità di fondi per le necessità infrastrutturali delle sezioni e controlla le assegnazioni di banda di accesso alla rete GARR.

3 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 3 Attività della CCR L’attività della commissione è organizzata nel modo seguente: 2 riunioni all’anno per la gestione della amministrazione ordinaria (referaggi delle richieste e assegnazione dei fondi). Una serie di working groups per attività tecniche specifiche che si riuniscono più volte all’anno, a seconda delle esigenze. Un workshop di una settimana ogni anno, dove vengono riviste le attività dei working groups e le più rilevanti attività degli esperimenti nel settore del calcolo. Il workshop è pubblico e si conclude con una riunione di CCR (che di solito è riservata ai membri della commissione, almeno di fatto)

4 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 4 Ruolo dei working groups La CCR promuove un certo numero di working groups per coordinare le attività su items specifici. I working groups si occupano sia della valutazione di nuove tecnologie sia del consolidamento e della distribuzione nelle sezioni di tecnologie mature. Di fatto però i prodotti dei working groups non sono prodotti ufficiali della commissione o dell’INFN: ogni sezione sceglie alla fine le soluzioni che preferisce. Il livello di finitura dei prodotti dei WG è quindi usualmente basso, e si demanda ai servizi di calcolo locali il compito di realizzare l’implementazione vera e propria.

5 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 5 I working groups (1) Network: studia le configurazioni di accesso alla rete GARR, dal punto di vista sia HW che SW. Valuta le diverse tecnologie per le LAN, con particolare attenzione alle problematiche di sicurezza, flessibilità e monitoraggio. Security: studia i problemi di sicurezza informatica e propone (ma non impone, nemmeno attraverso la commissione) soluzioni per la protezione dei sistemi INFN. Lavora in connessione con l’ufficio legale INFN alla definizione delle corrette procedure in tema di sicurezza informatica e trattamento dei dati sensibili Autenticazione distribuita: cerca soluzioni per garantire servizi efficienti a chi si sposta frequentemente da una sezione ad un’altra, nel rispetto delle norme di sicurezza delle reti.

6 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 6 I working groups (2) Windows: studia la gestione centralizzata dei sistemi windows, le tecniche per la distribuzione centralizzata del software, l’integrazione con Unix. Mail: valuta i diversi elementi dei sistemi di (relay, server, web-mail, client, antivirus, antispam) e propone soluzioni e configurazioni da adottare nelle sezioni. AFS: cura l’installazione e la gestione delle celle AFS INFN e si occupa dell’integrazione di AFS con altri sistemi di storage ed autenticazione. …

7 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 7 I workshop di CCR Una volta all’anno la CCR organizza un workshop sulle tematiche più attuali. Al workshop partecipano molti system/network managers, ma pochi esperti di software o di acquisizione degli esperimenti, ad eccezione di quelli invitati a parlare. I workshop sono in generale piuttosto vivaci, e costituiscono un utile momento di approfondimento e discussione sulle problematiche del calcolo in un contesto più ampio di quello locale alla sezione. Un più deciso contributo di sperimentali e teorici esperti di informatica renderebbe ancor più proficua la discussione

8 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 8 Geant 4 CCR possiede anche un “esperimento” che noi ben conosciamo: il progetto Geant 4 afferisce alla commissione. La commissione in questo caso si comporta in modo simile alle commissioni scientifiche. Un gruppo di referees valuta i progressi della componente italiana di Geant 4 nelle aree di nostro interesse: Interazioni elettromagnetiche di bassa energia Toolkit statistico Esempi avanzati Validazione interazioni adroniche Sentito il parere dei referees, la commissione assegna fondi per strumenti di calcolo dedicati e missioni.

9 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 9 Reti e potenziamento La commissione analizza periodicamente l’utilizzo della banda di accesso alla rete GARR delle sezioni. Piccoli aggiustamenti (incrementi ma talvolta anche riduzioni) vengono decisi “al volo”. Richieste di incremento più importanti vengono referate e giustificate dalle richieste degli esperimenti (non c’è però un contatto diretto con i referees delle CSN). I fondi per il potenziamento delle infrastrutture di sezione coprono: apparecchiature di rete (LAN o accesso alla WAN) servizi di rete centrali ( , web, home directories, …) sistemi di calcolo di utilità generale (non di esperimento) Più raramente vengono prese in considerazione richieste per sistemi di condizionamento, UPS ed in generale allestimento di sale macchine.

10 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 10 Rapporti con l’esterno Ho spesso l’impressione che la CCR sia un poco “schiacciata” da altre istituzioni, e non riesca a trovare una propria identità. La creazione del Consortium GARR ha sottratto alla commissione il controllo e la gestione della rete geografica e di tutte le attività di R&D ad essa legate. Gli esperimenti LHC (e non solo quelli) dipendono, per gli sviluppi HW e MW dal progetto speciale Tier 1 e da Grid rispettivamente. Queste attività sebbene presenti, a livello di contributi individuali, in CCR non sono istituzionalmente competenza della commissione. Anche i rapporti con le commissioni scientifiche non sono esenti da problemi, come spesso ci capita di osservare. Non sempre CCR e CSNx hanno la possibilità di coordinare gli interventi nelle aree grigie a cavallo tra la valutazione scientifica e quella tecnica.

11 CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 11Conclusioni Il calcolo e le reti per i nostri esperimenti diventano sempre più un business complesso e costoso. Sulla scena di questo business ci sono diversi attori: le collaborazioni, le commissioni scientifiche, Grid, i Tier. In questo contesto lo spazio di intervento di CCR è molto ridotto, e la commissione rischia di ridursi ad un comitato tecnico che gestisce unicamente le infrastrutture di calcolo delle sezioni. In considerazione però dell’impatto che il calcolo di LHC avrà sui servizi calcolo delle sezioni, sarebbe utile che la Commissione Calcolo e Reti avesse gli strumenti per avvicinare servizi ed esperimenti e favorire un mutuo scambio di informazioni e competenze.


Scaricare ppt "CSN1 21 Giugno 2004 P. Morettini 1 Commissione Calcolo e Reti Ruolo e composizione della commissione I working groups I workshops Geant 4 Reti e potenziamento."

Presentazioni simili


Annunci Google