La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 L’IMPRESA FATTORI PRODUTTIVI R N K RISORSE NATURALI LAVORO CAPITALE (denaro, impianti, stabilimenti) COMPENSO DEI FATTORI PRODUTTIVI RENDITA RETRIBUZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 L’IMPRESA FATTORI PRODUTTIVI R N K RISORSE NATURALI LAVORO CAPITALE (denaro, impianti, stabilimenti) COMPENSO DEI FATTORI PRODUTTIVI RENDITA RETRIBUZIONE."— Transcript della presentazione:

1 1 L’IMPRESA FATTORI PRODUTTIVI R N K RISORSE NATURALI LAVORO CAPITALE (denaro, impianti, stabilimenti) COMPENSO DEI FATTORI PRODUTTIVI RENDITA RETRIBUZIONE INTERESSE PRODUZIONE DI BENI O SERVIZI  SETTORE PRIMARIO  SETTORE SECONDARIO  SETTORE TERZIARIO  SETTORE TERZIARIO AVANZATO MERCATO (vendita di beni o servizi)  RICAVI PROFITTO = RICAVI - COSTI L’OBIETTIVO DELL’IMPRENDITORE E’ MASSIMIZZARE IL PROFITTO, MASSIMIZZANDO I RICAVI E MINIMIZZANDO I COSTI. COSTI COSTI TOTALI = COSTI FISSI + COSTI VARIABILI

2 2 Più che da singole società isolate, il sistema economico di oggi è dominato da gruppi di società tra loro collegate. Vi è una società capogruppo o holding (o società madre) che possiede il pacchetto azionario di controllo di altre società, denominate società figlie, le quali, a loro volta, possono detenere il pacchetto di controllo di ulteriori società e così via. Si forma così una struttura a piramide, che può assumere dimensioni enormi, al vertice della quale sta la società capogruppo. Gli azionisti che controllano la holding hanno anche il controllo diretto o indiretto di tutte le società del gruppo. GRUPPI DI SOCIETA’ E HOLDING

3 3 SOGGETTI CHE OPERANO NELL'IMPRESA PROPRIETARI DIRIGENTI LAVORATORI UTILI/PERDITE AMMINISTRAZIONE DECISIONI GENERALI

4 4 PATRONS (soggetti in relazione con l'impresa) SHAREHOLDERS STAKEHOLDERS AZIONISTI CONSUMATORI LAVORATORI FORNITORI

5 5 PROFITTO REMUNERAZIONE PER L’ATTIVITITA’ DI ORGANIZZAZIONE DELL’IMPRENDITORE REMUNERAZIONE PER IL RISCHIO

6 6 PROFITTO = COSTIRICAVI MASSIMO PROFITTO? DIMINUIRE I COSTI AUMENTARE I RICAVI

7 7 TOTALI = Q VENDUTA PREZZO COME AUMENTARE I RICAVI? AUMENTARE LE VENDITE X AUMENTARE I PREZZI

8 8 ALTRI FATTORI DA CONSIDERARE LEGGE DELLA DOMANDA ALTRI FATTORI CHE INFLUENZANO LA DOMANDA (GUSTI, REDDITO ECC.) ELASTICITA’ DELLA DOMANDA STRUTTURA DEL MERCATO

9 9 LA FUNZIONE DELLA PRODUZIONE FATTORI PRODUTTIVI RISORSE NATURALI CAPITALI LAVORO

10 10 LA FUNZIONE DELLA PRODUZIONE FATTORI PRODUTTIVI INPUT OUTPUT PRODOTTI FINALI

11 11 LA FUNZIONE DELLA PRODUZIONE Q = f (R,N,K) R,N,K  Q

12 12 I COEFFICIENTI DELLA PRODUZIONE Indicano la quantità di ciascun fattore produttivo necessaria per ottenere un’unità di prodotto finito. Q = “a1R” e “a2N” e “a3K”

13 13 I COEFFICIENTI DELLA PRODUZIONE FUNZIONE DELLA PRODUZIONE CON COEFFICIENTI FISSI VARIABILI

14 14 COEFFICIENTI COEFFICIENTI FISSI: VARIABILI: BENE PRODOTTO CON Q DI FATTORI IN PROPORZIONI VARIABILI DETERMINATE (ES. FARMACI) SOSTITUIBILITA’ DEI FATTORI PRODUTTIVI

15 15 I COEFFICIENTI DELLA PRODUZIONE INDICANO LA TECNICA IMPIEGATA NEL PROCESSO PRODUTTIVO TECNICHE AD ALTA INTENSITA’ DI LAVORO (LABOUR INTENSIVE) TECNICHE AD ALTA INTENSITA’ DI CAPITALE (CAPITAL INTENSIVE)

16 16 I RENDIMENTI DI SCALA NEL BREVE PERIODO SOLO ALCUNI FATTORI PRODUTTIVI SONO VARIABILI (LAVORO) NEL LUNGO PERIODO TUTTI I FATTORI PRODUTTIVI SONO VARIABILI

17 17 I RENDIMENTI DI SCALA COSTANTI LA QUANTITA’ PRODOTTA AUMENTA IN MISURA PROPORZIONALE ALL’AUMENTO DEI FATTORI PRODUTTIVI Esempio: se si raddoppiano le quantità dei fattori produttivi e raddoppia la quantità prodotta.

18 18 I RENDIMENTI DI SCALA COSTANTI Q R,N,K FUNZIONE DELLA PRODUZIONE

19 19 I RENDIMENTI DI SCALA CRESCENTI LA QUANTITA’ PRODOTTA AUMENTA IN MISURA PIU’ CHE PROPORZIONALE ALL’AUMENTO DEI FATTORI PRODUTTIVI Esempio: se si raddoppiano le quantità dei fattori produttivi e la quantità prodotta triplica.

20 20 I RENDIMENTI DI SCALA CRESCENTI Q R,N,K FUNZIONE DELLA PRODUZIONE

21 21 I RENDIMENTI DI SCALA DECRESCENTI LA QUANTITA’ PRODOTTA AUMENTA IN MISURA MENO CHE PROPORZIONALE ALL’AUMENTO DEI FATTORI PRODUTTIVI Esempio: se si raddoppiano le quantità dei fattori produttivi e la quantità prodotta aumenta meno del doppio.

22 22 I RENDIMENTI DI SCALA DECRESCENTI Q R,N,K FUNZIONE DELLA PRODUZIONE

23 23 LA FUNZIONE DI PRODUZIONE NEL BREVE PERIODO PRODOTTO MARGINALE DEL LAVORO = INCREMENTO DELLA QUANTITA’ PRODOTTA OTTENUTA AUMENTANDO DI UN’UNITA’ IL FATTORE LAVORO LEGGE DEI RENDIMENTI DECRESCENTI = ALL’AUMENTARE DELLA QUANTITA’ DI LAVORO, IL PRODOTTO CRESCE IN MISURA MENO CHE PROPORZIONALE (IPOTIZZANDO CHE GLI ALRI FATTORI PRODUTTIVI RESTINO COSTANTI)

24 24 Q N FUNZIONE DELLA PRODUZIONE LA FUNZIONE DI PRODUZIONE NEL BREVE PERIODO Il prodotto non può aumentare ulteriormente perché è stata raggiunta la piena capacità produttiva degli impianti


Scaricare ppt "1 L’IMPRESA FATTORI PRODUTTIVI R N K RISORSE NATURALI LAVORO CAPITALE (denaro, impianti, stabilimenti) COMPENSO DEI FATTORI PRODUTTIVI RENDITA RETRIBUZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google